home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Varie  >>  Dolce e Salato , rubrica culinaria di Sara e Barbara - Discussione n 33108 - PermaLink
   Dolce e Salato , rubrica culinaria di Sara e Barbara

( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 3 di 36
dany69

Registrato dal: 19-09-2005
| Messaggi : 16135
  Post Inserito 17-11-2008 alle ore 13:38   
LA "PAPPETTA" all'uovo


Invenzione goduriosa (di mia mamma) per "scarpettari" incalliti (non per niente... semo romani).


Fate una bella pentolona di sugo di pomodoro semplice semplice con gli aromi che preferite.
Una volta pronto, mentre ancora bolle, ci tuffate dentro due uova per ogni "scarpettaro" e una bella mozzarellona tritata al passaverdure.
Mescolate velocemente e servite caldissimo e filantissimo in scodelle un po' alte con tanti tanti crostini o pane fresco a seconda delle preferenze.

Un po' particolare... ma vi assicuro che c'è da leccarsi i baffi!!!


0 
 Profilo
emynin

Registrato dal: 09-03-2008
| Messaggi : 7789
  Post Inserito 17-11-2008 alle ore 15:22   
chi vuole ricette col radicchio alzi la mano!

comunque vi propongo una pasta con i fagioli pavese:

Pasta co e fasoi rustit (ahahahah si dice così ma non so come si scriva!!)

Pasta da preparare a parte normalmente.
Possibilmente ditali grossi, pipette o comunque abbastanza capiente da contenere un fagiolo.

Per il condimento:

bollire i fagioli; scolarli bene; farli saltare in padella dove si è preparato un soffritto di cipolla e mezzo dado, aggiungendo un pò di concentrato di pomodoro poco diluito.

Infine far saltare pasta e condimento.

VIENE UNA GODURIA MAI VISTA!!

*emy*


0 
 Profilo
emynin

Registrato dal: 09-03-2008
| Messaggi : 7789
  Post Inserito 18-11-2008 alle ore 10:08   
ok:
pranzo o cena a base di radicchio!

1. antipasto di crostini di pane e radicchio arrostito condito con olio, aceto balsamico e peperoncino/pepe.

(il radicchio basta saltarlo in padella con un pò di olio e spruzzata di vino rosso)

2. pennette al radicchio.

ingredienti:
radicchio
pennette
cipolla
burro
panna
grana
vino rosso
(consiglio: conservare un pò di acqua di pasta per diluire un poco la panna una volta che pasta e condimento saranno mescolati insieme)

tritare grossolanamente il radicchio.
a parte preparare un soffritto di cipolla con il burro e un cucchiaio d'acqua.
unire il radicchio al soffritto e far appassire facendo sfumare con un pò di vino rosso.
aggiungere un cucchiaio di panna a fine cottura facendo andare a fuoco lento.
unire le pennette precedentemente messe a bollire con il condimento.
Aggiungere una buona quantità di grana.
Infine amalgamare con la panna.
Spruzzare di pepe.

3. sfoglie ripiena di radicchio e stracchino

molto semplice: avete presente le sfoglie del banco frigo?
basta prender quelle e farne dei cerchi.
bisogna fare cosi:
1 cerchio
1 foglia di radicchio
1 cucchiaio di stracchino
1 altra foglia di radicchio
1 cerchio a chiudere.


basta fare andare pochi minuti al forno (sulla carta da forno) per far dorare la sfoglia spennellata di uovo e grana.
servire tiepido.

TO BE CONTINUED...


*emy*


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: emynin il 18-11-2008 10:11 ]


0 
 Profilo
GattoTiti

Registrato dal: 20-05-2005
| Messaggi : 9867
  Post Inserito 19-11-2008 alle ore 09:19   
Le virtù

Le Virtù sono un piatto della cucina teramana, caratteristico del primo di maggio.
« Al primo di maggio noi usiamo di cucinare insieme ogni sorta di legumi, fave, fagiuoli, ceci, lenti, ecc. con verdure ed ossa salate, orecchi e piedi pure salati di maiali; e questa minestra chiamiamo Virtù ... »
(Giuseppe Savini, Lessico del dialetto teramano)

Piatto dalla storia controversa di cui molti paesi rivendicano la primogenitura ma le cui origini romane sembrano incontestabili e riconosciute dallo stesso Giuseppe Savini, primo a studiare in modo sistematico le tradizioni e il folklore della provincia di Teramo.

Savini infatti, cita Poggio Bracciolini (1380-1459) che riferisce come questo piatto ai suoi tempi fosse molto noto a Roma, dove si consumava proprio alla data del 1º maggio ed era chiamato con lo stesso nome di Virtù, oggi usato in Teramo.

Ingredienti [modifica]

La scelta degli ingredienti può subire variazioni notevoli, sia nelle quantita' che nella tipologia degli ingredienti. Senza entrare qui nel merito della ricetta, delle quantità, delle proporzioni o della preparazione che richiede una procedura lunga e complessa, si elencano qui gli ingredienti base, in modo da dare un'idea concreta della varietà di elementi che concorrono alla realizzazione di questo piatto:

* Legumi secchi: fagioli di varie qualità, ceci e le lenticchie (da prepararsi separatamente e in modo diverso);

* Legumi freschi: piselli e fave in primo luogo;

* Verdure: zucchine, carote, patate, carciofi, bietole, indivia, scarola, lattuga, verza. cavolfiore, cicoria, spinaci, finocchio, rape

* Odori: aglio, cipolla, maggiorana, salvia, timo, sedano, prezzemolo, aneto, noce moscata, chiodi di garofano, pepe o peperoncino, pipirella, menta selvatica, borragine, finocchietto selvatico, basilico;

* Carni: prosciutto crudo, cotiche di maiale, carne macinata di manzo, lardo, lonza, piedi e orecchie di maiale, pancetta, guanciale, polpettine (o pallottine) di manzo;

* Tipi di pasta: pasta di grano duro corta, pasta fresca all'uovo di varie forme e dimensioni, qualche tortellino e qualche raviolo di carne, con il tempo si sono aggiunte paste all'uovo anche colorate;

* Altri ingredienti: olio d'oliva, sale, pepe, polpa di pomodoro.


Ecco la ricetta esposta in modo tradizionale


Ingredienti:
fagioli di più qualità, ceci, lenticchie, fave, piselli, bietole,
spinaci, indivia, misericordia, carciofi, zucchine, rapacciole,
tarassaco, scrippigni(crespigno), cicorietta, viticchi (vitalba),
borragine, finocchietto selvatico, sedano, finocchio,
prezzemolo, maggiorana, aneto, pipirella (timo serpillo),
basilico, peperone, aglio, cipolla, carote, pomodoro, mentuccia,
sale, pepe, noce moscata, peperoncino, cotenne, prosciutto,
lonza, piedi e orecchie di maiale, pancetta, guanciale,
polpettine di manzo, olio, pasta di semola di diverse forme,
pasta fatta in casa di diverse forme e colori.
ESECUZIONE

Pulire accuratamente le cotenne, il piede e l'orecchio di maiale, liberare dalla parte rancida il prosciutto e l'osso che va vuotato del midollo, spellare la lonza.
Tenere gli ingredienti in ammollo per 12 ore, poi farli bollire buttando la prima acqua (il brodo deve bollire almeno 4 o 5 ore e va sgrassato). Tutti gli ingredienti del brodo, (cotenne, piede, orecchio di maiale, prosciutto, lonza) vanno tagliati in piccolissimi pezzi, il brodo colato e piano piano aggiunto ai legumi durante la cottura. I legumi vengono cotti separatamente, le verdure lessate, tagliate e ripassate in padella con aglio e olio.
Le spezie e gli odori tritati vanno tutti insieme messi in una pentola, lessati e conservati con il loro brodo.
Fare un buon sugo con guanciale e pancetta di maiale, olio, cipolla, peperone, pomodoro, basilico, pepe, peperoncino, sale e noce moscata.
Unire le diverse qualità di legumi cotti, le verdure ripassate in padella, i profumi e le spezie lessate con il brodo, le polpettine, i carciofini e le zucchine fritte, il sugo, in modo armonico sia quantitativamente sia qualitativamente.
Lessare la pasta rispettando i diversi tempi di cottura, alla fine unirla al tutto per completare la preparazione delle virtù.
I singoli passaggi della preparazione della ricetta devono essere osservati scrupolosamente.
Proprio per i numerosi ingredienti richiesti non è facile dare le dosi giuste.

Dosi indicative per una decina di porzioni:
legumi misti 7 etti, verdure 1 chilo, profumi e spezie 3 etti,
pasta fatta in casa 6 etti, sale e pepe quanto basta.



0 
 Profilo
Sasholina

Registrato dal: 08-10-2008
| Messaggi : 1410
  Post Inserito 22-11-2008 alle ore 14:20   
INVOLTINI DI VERZA

-500ml di brodo
-1 cucchiaio di olio
-1cipolla
-2 spicchi di aglio
-1 peperone rosso
-250g di funghi
-110g di riso arborio
-60g di formaggio magro grattugiato
-15g di basilico
-6 foglie diverza
-800g di pomodori pelati
-1 cucchiaio di aceto balsamico
-1 cucchiaio di zucchero di canna

-Scalda il brodo e mantienilo al bollore. Ungi d'olio una grande padella, aggiungi cipolla ed aglio, e cuoci finchè non sono teneri.Aggiungi il peperone, i funghi ed il riso, e mescola bene. aggiungi gradualmente 125 ml di brodo, mescolando finchè il liquido non è assorbito. Continua ad aggiungere un pò per volta il brodo finchè il riso non è cotto (circa 20 minuti). Togli dal fuoco, aggiungi il formaggio e il basilico, regola bene di sale e pepe.
-togli i gambi dalla verza, lessa le foglie, una alla volta, in una pentola di acqua bollente per 30 secondi. Asciuga su un canovaccio. Togli tutte le nervature dure delle foglie con un coltello affilato, ma senza dividere in due la foglia. Se necessario sovrapponi un po' i due lembi per avere una superficie compatta. Metti un cucchiaio di ripieno nella foglia e arrotola. Lega con spago da cucina.
-Metti il pomodoro, l'aceto balsamico e lo zucchero di canna in una padella antiaderente e mescola bene. Aggiungi gli involtini, copri, e cuoci per 10 minuti. Togli lo spago e servi con il pomodoro.

una porzione ha solo 175 kalorie
7mg di colesterolo
20g di carboidrati
6 g di grassi........................BUONA E IPOCALORICA!!! CONVIENE NO?!!!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Sasholina il 22-11-2008 14:22 ]


0 
 Profilo
egibea

Registrato dal: 19-08-2008
| Messaggi : 2138
  Post Inserito 23-11-2008 alle ore 10:26   
PICI CON SALSICCIA E CIME DI RAPA
( pici = pasta senese fatta con farina ed acqua SENZA uovo)
se non la trovate al super ( esselunga ce l'ha) vi daro' la ricetta
qualora abbiate tempo potete prendere le cime di rapa da far bollire- visto che io la sera torno tardi ed ho bisogno di un piatto di pasta uso quelli congelati
Chiaramente i pici possono essere sostituiti da spaghetti, tagliatelle - pasta lunga comunque
Mettere l'acqua a bollire ( nel caso usiate i pici abbondante) ed unite i broccoli che avete tolto dal surgelatore. Teneteli per circa dieci minuti in modo tale che l'acqua della pasta abbia gia' in se' il sapore delle cime di rapa - passati i 10 minuti togliete le cime di rapa e mettetele su un piatto .
In un tegame separato mettete un po' di olio e unite 2 salsicce . Una volta cotte, subito su un piatto per farle raffreddare, e nell'olio di cottura delle salsicce unite un po' di peperoncino, una piccolissima parte di pasta d'acciuga ( POCHISSIMA!!!) e due specce ( si dira' cosi' in italiano bohhh? ) d'aglio vestito. una volta che la pasta d'acciughe ha preso colore rimuovete l'aglio, metteteci le cime di rape sminuzzate, le salsicce che avrete provveduto a spellare e sminuzzare anch'esse e girate. Nel contempo buttate giu' la pasta, una volta cotta unitela al sughetto, spengete il fuoco ed aggiungete una bella manciata di pecorino stagionato e due foglie di basilico
BUON APPETITO


0 
 Profilo
anonimo

Registrato dal: 10-05-2012
| Messaggi : 7758
  Post Inserito 23-11-2008 alle ore 11:26   
Ieri ho fatto questi biscotti:

Biscotti al papavero e mirtilli rossi (io ci ho messo la marmellata di lamponi, non avevo mirtilli in casa :P)

150 g di marzapane
200 g di farina bianca
75 g di zucchero
1 pizzico di sale
1 uovo
100 g di burro freddo
50 g di papavero macinato
200 g di mirtilli rossi in scatola

Sminuzzate il marzapane. Accendete il forno a 180° e coprite di carta da forno due placche.

Impastate la farina, lo zucchero, il sale, l'uovo, il burro e il papavero fino ad ottenere un composto omogeneo. Incorporate il marzapane e lavorate la pasta per qualche minuto, quindi formate dei rotoli di 3 cm di diametro. tagliate i rotoli a fette alte 2 cm e ponetele sulle placche. Schiacciate con il dito la pasta al centro dei biscotti e versate nella cavità un pochino di mirtilli. Cuocete i biscotti sul ripiano centrale del forno per 12 minuti e fateli raffreddare.

Non sono venuti malaccio, ma nel forno si sono un po' 'liquefatti'. Forse la temperatura era troppo alta, non lo so... Il mio forno è vecchio e a gas, e le temperatura non sono indicate.


0 
 Profilo
revolution_luna

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 14838
  Post Inserito 25-11-2008 alle ore 16:27   
Come promesso, ecco la ricettina..


TRECCIA SALATA

Ingredienti:
lievitino

100 gr di acqua
100 gr di farina 0
1 lievito di birra


impasto

400 gr di farina 0
100 gr di acqua
50 gr di latte
1 bicchiere di olio di semi (quello bianco di plastica)
1 cucchiaino di sale

ripieno

125 gr di mozzarella
150 gr di certosa o stracchino
100 gr di prosciutto cotto



lievitino:

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida e impastare rapidamente con la farina (è molto liquido), lasciar lievitare mezz'ora.

Passata la mezz'ora riprendere il lievitino e mettere dentro l'acqua, il latte, la farina, l'olio e il sale.
Impastare (il composto è molto morbido se lo ritenete aggiungete la farina ma non troppa) e lasciare lievitare 1 ora.
Poi metterlo sulla spianatoia (non aggiungere farina è meglio)lavorarlo velocemente, formare un cilindro e dividerlo in tre parti uguali e ricavatene altri 3 cilindri.
Con un coltello incideteli per la lunghezza, allargandoli un po per mettere il ripieno.
Negli ingredienti c'è questo tipo di ripieno, ma si può sostituire con qualuque cosa, ad esempio come ho fatto io speck e certosino
Chiudere i cilindri (è molto semlice, l'impasto è morbido e oleoso, si chiude molto velocemente) e intrecciarli tra loro prorpio a formare una treccia. Spennellare con uova e lasciar lievitare per 30 minuti sulla placca del forno.
Infornare a 180° per circa 35 minuti..

Questo il risultato..



E l'interno..





Una prelibatezza per il palato..





(la ricetta è presa da altro forum)


0 
 Profilo
bani

Registrato dal: 26-02-2007
| Messaggi : 3423
  Post Inserito 25-11-2008 alle ore 19:55   
io di quella treccia, presa dallo stesso forum, faccio la versione dolce, ripiena di nutella e ricotta (ma variabile a piacere come per la versione salata: marmellata, crema, frutta... )




0 
 Profilo
bracchetto
| MEDICO VETERINARIO

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 17962
  Post Inserito 28-11-2008 alle ore 19:41   
e stasera....

Brasato al Barolo

Ingredienti per 6 porzioni
1 pezzo di manzo di 1,5 kg
70 gr di burro
1 bottiglia di Barolo
1 cipolla
1 carota
1 gambo di sedano
1 spicchio d'aglio
2 foglie di alloro
3 cucchiai di farina bianca
pepe in grani
sale


Preparazione
Legate la carne con spago da cucina e sistematela in una casseruola a bordi alti. Unite le verdure a tocchetti, lo spicchio d'aglio schiacciato, le foglie di alloro, il sale e 6 grani di pepe pestati. Aggiungete vino sufficiente per coprire la carne e lasciate marinare a temperatura ambiente per almeno 12 ore, meglio 24 (in tal caso, ovviamente, in frigo).
Al termine della marinatura, scolate la carne e infarinatela, tenendo da parte il liquido della marinata.
Ponete sul fuoco una pentola per stufati, mettetevi il burro e lasciatelo rosolare. Aggiungete la carne e proseguite la rosolatura, rigirando di tanto in tanto.
Dopo 15 minuti irrorate la carne con la marinata filtrata, coprite e lasciate cuocere a fuoco basso per almeno 4 ore, a seconda della durezza della carne. A cottura ultimata accomodate la carne su un piatto e tenetela in caldo.
Filtrate l'intingolo rimasto nella casseruola, versandolo in un secondo recipiente . Affettate la carne, sistematela sul piatto da portata, irroratela con l'intingolo e servite.

in tavola servite con lo stesso vino usato per cuocere la carne.
se non avete il barolo, che costa un bel po', scegliete un rosso secco a media gradazione, di sapore legnoso e non troppo fruttato. va bene anche un chianti di media qualità. chiaramente il saporte non è lo stesso.
per il brasato, che è un piatto lungo ma molto sempplice, la cosa essenziale è scegliere un buon vino. se lo fate con un vinaccio scadente, la carne sarà acida. mi raccomando!




0 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.150 Secondi