creatinina che non scende con fleboterapia

Forum La salute del gatto creatinina che non scende con fleboterapia

Questo argomento contiene 18 risposte, ha 6 partecipanti, ed è stato aggiornato da  jjj 1 mese fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 19 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #20295

    stefa1711
    Partecipante

    Ciao a tutti, sono nuova de forum

    due anni fa ho adotatto un gatto, sacro di Birmania, che ora ha 7 anni

    Dopo due giorni che non mangiava, mercoledì scorso l’ho portato in clinica e dagli esami sono emersi valori molto brutti per i reni (non ho sotto mano i dati ma mi hanno detto che la creatinina è davvero molto alta). Lo hanno tenuto in clinica sotto flebo ed è ricoverato da mercoledì sera. Sabato hanno rifatto esami, perché il micio sembrava un po’ più vispo, ma i valori della creatinina non sono particolarmente scesi. Il veterinario dice che, vista la giovane età, ha senso provare ancora qualche giorno. Diversamente lo possono dimettere e darmelo a casa con sondino per alimentarlo. Da vostra esperienza quanti giorni ha seso lasciarlo in clinica, magari per provare di abbassare la creatinina?

    #20297

    Stregatta
    Partecipante

    ciao ma quindi il micio ha la IRC (insufficienza renale cronica)?

    strano che la creatinina non si sia abbassata con la flebo in vena, questo mi da da pensare che i valori siano veramente alti.

    perche alimentazione con sondino? se il micio non mangia vuol dire che il problema e’ molto grave, non mi sembra la soluzione migliore portarlo a casa e alimentarlo con sondino, anche perche se i reni non vanno lui ha forte nausea e quindi non va alimentato con la forza. cercate di capire il motivo di questo forte malessere.

    #20298

    stefa1711
    Partecipante

    non ho sotto mano le analisi, perché nel frattempo ho anche avuto un incidente in macchina, ma i veterinari della clinica dicono che i vlaori sono alti

    Lui non mangia e iniziamente lo alimentavano con siringa. Ora gli hanno messo il sondiono nasale perché si ribellava e deve comunque mangiare. Ora mangia e non rigetta, è più vispo nel senso che quando vado in visita vorrebbe girare per tutta la clinica, ma il livello di creatinina dopo 3 giorni fa comunque schifo e mi consigliano di tenerlo in clinica almeno fino a giovedì per vedere se si abbassa. Se non si abbassa dicono che c’è poco da fare…

    #20300
    danir
    danir
    Partecipante

    Ciao stefa1711, mi spiace per quello che stai passando, ti capisco…anche io ho avuto la stessa esperienza con il mio Smokie (14 anni). Dopo 3 giorni che aveva la nausea abbiamo fatto gli esami del sangue e aveva la creatinina sopra 20 ed urea 180. Dopo 4 giorni di flebo endovenosa non ha avuto miglioramento. Lo portavo ogni mattina in clinica per la flebo e lo riportavo a casa la sera. Non me la sono sentita a lasciarlo lì di notte…Dopo quei 4 giorni di flebo in vena con nessun risultato positivo l’ho riportato a casa ed ho continuato 4 giorni con flebo sottocute, ma ho capito che non c’era più niente da fare, non mangiava e gli ultimi 3 giorni non beveva più. Con il cuore spezzato ho preso la decisione di lasciarlo andare. Mi manca da morire ma per lui è stata la decisione giusta. Purtroppo se la creatinina ed urea non scendono con la terapia vuol dire che i reni sono compromessi. Mi spiace tanto. Un abbraccio e sii forte!

    #20301

    stefa1711
    Partecipante

    Eh lo so, mi hanno consigliato (vista la giovane età del micio) di provare almeno fini a mercoledì prima di arrendersi. Io l’ho lasciato in clinica, perché nel suo caso l’assistenza continuativa (che io a casa non posso garantire) potrebbe aiutare. Poi ovviamente i miracoli non li fa nessuno, cercherò di essere forte anche per lui…

    #20302
    danir
    danir
    Partecipante

    Certo che si deve provare tutto il possibile. Io non l’ho lasciato in clinica perché lì di notte non c’era nessuno…altrimenti forse l’avrei lasciato piuttosto che stressarlo con i viaggi.

    Speriamo che si abbassi la creatinina, in clinica mi avevano detto che nel caso fosse scesa dopo quei 3-4 giorni si sarebbe potuto andare avanti con le flebo anche 2 settimane. Quindi speriamo bene per il tuo micio.

    #20310

    jjj
    Partecipante

    stefa1711, la flebo è endovenosa o sottocutanea? Suppongo sia endovenosa, ma preferisco chiedertelo per averne certezza.

    #20318

    stefa1711
    Partecipante

    Endovenosa, fatta in clinica dove lo ho lasciato rcoverato per provarle tutte.

    #20322

    jjj
    Partecipante

    Ok, va bene. La endovenosa si usa proprio in casi di emergenza come questo, gestita in ambulatorio da veterinari professionisti perché va calibrata accuratamente altrimenti il rischio di fare danni gravi alla salute del gatto è altissimo. Lo preciso perché non vorrei mai chi ci legge pensi che sia una cosa fai da te.

    Direi che sei in buone mani, ho voluto chiedertelo per scrupolo per accertarmi che sia fatto tutto il possibile, per quanto le mie conoscenze me lo consentono. Incrociamo tutti le dita che il micio si riprenda.

    #20327

    stefa1711
    Partecipante

    Ieri me lo hanno dato a casa, con una serie di terapie da seguire. Ha il collare elisabetta e il sondino. Hanno detto il collare va tenuto per evitare si sfili il sondino, col quale lo devo alimentare con la pappa renal liquid. Però mi hanno suggerito di lasciare a disposizione anche eliomenti renal per vedere se torna a mangiare spontaneamente. Ora, il mio dubbio è vedere se con collare riesce a mangiare dalla ciotola… con l’acqua ho visto che, dopo aver tarato un po’ le misure, ci riesce senza problemi

    #20328

    Stregatta
    Partecipante

    piccinino….ma i valori sono scesi?

    speriamo torni presto in forma!!

    #20330

    stefa1711
    Partecipante

    i valori sono scesi un po’, anche se non ottimali, oggi era un filo più tonico, ma si rifiuta ancora di mangiare. Ho una serie di terapie da fare a casa, che sto seguendo alla lettera, ovviamente non mi aspetto miracoli, so che è una malattia progressiva, ma magari seguendolo bene si può rallentare un po’

     

    #20335

    jjj
    Partecipante

    Dai, è una buona notizia pur nella consapevolezza della progressività della malattia.

    Io ti allego un mio decalogo che sull’insufficienza renale cronica. Spero tu possa trovare degli spunti interessanti su questa brutta malattia.

    “La notizia negativa è che l’insufficienza renale cronica è una malattia grave e progressiva e non è facile da affrontare. La cosa positiva è che i trattamenti da fare possono fare molto per rallentare la progressività, migliorare la qualità e l’aspettativa di vita del gatto. Faccio un post lunghissimo allo scopo tu abbia una guida e quante più informazioni possibili.

    1) Integratori di supporto ai reni – chelanti: NefroPiù in pastiglie oppure i Renal. Il migliore sarebbe il il Nefrokrill in perle, ha odore e sapore estremamente intensi e il mio gatto li odiava. V aluta quale metodo di somministrazione è migliore fra pastiglie, paste, ecc. in basea cosa preferisce il gatto. Chiedi al tuo veterinario.

    2) Integratore Omega. Noi davamo gli OmegaPet. Sono delle perle che facevamo somministrare dal veterinario. Ho visto che c’è anche un prodotto chiamato “Krill omega pet” della candioli. Mi sembra un ottimo prodotto addirittura più completo

    3) Integratore diuretico come il diurecor (magari da iniziare quando avrà una minzione regolarizzata). Chiedi sempre al vet

    4) Ci anche altri integratori naturali il Probinul e il VivoMix come sempre la ottima Titti22 consiglia. Non li ho mai usati, ma ho visto che sono estremamente utili e naturali.

    5) Il gatto con insufficienza renale deve assumere liquidi per restare sempre idratato. Deve assumere una quantità adeguata senza eccedere e al tempo stesso dovrai strare molto attento che non si disidrati. Bisogna fare i test di idratazione (vedere collottola e gengive) quasi tutti i giorni e Puoi farti spiegare dal tuo vet come si fa

    6) Proprio per questo le fontane con acqua a basso residuo fisso in bottiglia (ad esempio la Sant’Anna) sono importantissime per i reni. Infatti bisogna sapere che i gatti mantengono un antico riflesso istintintivo: associano all’acqua ferma (tipo quella in una semplice ciotola) una qualità di sporcizia e impurità mentre all’acqua che scorre  associano un concetto di “acqua pulita”. Per questo non è inusuale trovare per esempio un gatto che ad esempio beva dal bidet o da un rubinetto! Le fontane quindi stimolano in modo davvero rimarchevole i gatti ad idratarsi e consentono di raggiungere più facilmente la quota di acqua giornaliera. Con le fontane bisogna avere pazienza perché i gati generalmente hanno bisogno di un po’ tempo per abituarsi, mediamente almeno 20 giorni, ma vedrai che soldi spesi benissimo. Noi usiamo le fontane CarMate e Drinkwell, due design diversi e molto efficaci, dovrebbero andare bene anche quelle a forma di fiore, ma su quest’ultime non ho esperienza. Io consiglio caldamente di rimuovere il filtro ai carboni attivi perché sporca l’acqua per usare acqua in bottiglia a basso residuo fisso da cambiare acqua 1/2 volte a settimane appena si rimpie di impurità (peli, polvere)  In certe situazioni (soprattutto con i gatti con irc) poi potrebbe essere utile comprare in un secondo momento una seconda fontana diversa dalla prima.

    7) Le flebo sottocutanee sono molto utili. Si usano fluidi come il ringer lattato o la fisiologica a seconda dei casi. Come dice titti22 i fluidi poi vengono integrati con vitamine e quando necessario con antinausea o altro. Si fanno sia per raggiungere l’idratazione necessaria quando non è raggiunta con l’alimentazione sia per il mantenimento dell’idratazione.  Se da una parte hanno una grande utilità e a volte sono indispensabili, dall’altra i fluidi sono sempre farmaci con potenziali collaterali quindi è meglio non esagerare. Inoltre stressano il gatto e le continue punture su lungo termine irritano la pelle. Le dosi devono essere di 50ml x kg di peso se il gatto sta bene. Per il resto non c’è una regola certa sulla frequenza e ci sono tanti fattori da considerare. Ogni caso fa storia a sé. Come dicevo prima dipende dalla capacità di assumere liquidi con l’alimentazione: più ne assume meno ne ha bisogno. E al tempo stesso comunque periodicamente può benefirne. Potrebbe essere necessare fare 1 flebo ogni 7/10/15 giorni oppure un ciclo differenziato. Altre volte invece è necessario aumentare la frequenza. Insomma che io sappia non conosco una regola fissa. Dipende dal gatto.

    8) Alimentazione. Dovrai fare estrema attenzione a QUANTITA’ E QUALITA’ delle proteine. Un gatto con irc dovrà ridurre leggermente le proteine, ma se va in carenza perde massa muscolare e e si indebolisce. Somministrare solo cibo Renal va bene a patto che il gatto mangi quantità adeguate. Circostanza che spesso non succede o perché il gatto li sente poco gustosi o perché si stufa. In secondo luogo dovrai valutare la QUALITA’ delle proteine: maggiore è la qualità meno e si sovraccaricano i reni. In terzo luogo fare molta attenzione ad oligoelementi con potassio, sodio, fosforo e tracce di cereali: affaticano i reni. In conclusione integri o con altre scatolette che rispettino questi requisiti o con cibo autoprodotto che però dovrai bilanciare adeguatamente.

    9) Regole le scatolette alternative. Prendi una scatoletta renal e memorizza tutti i valori di proteine, potassio, fosforo, ecc. Ecco quello deve essere il tuo riferimento. Le scatolette renal hanno una % di proteine fra il 6 e 7.5%. Diciamo che le scatolette alternative possono avere circa un 10% di proteine. Inoltre devi stare attento anche anche altri oligoelementi che sono altrettanto importanti, alla qualità delle proteine. Poi conservanti, appetizzanti, coloranti. Ad ogni modo  considera che i cibi renal e urinary a livello qualitativo sono frai migliori fra il cibo commerciale, ma come dicevo sono meno appetitosi.

    10) La soluzione migliore sarebbe quella di autoprodurre cibo a patto di fare le cose per bene e contare bene i nutrienti. Leggevo tempo fa che l’albume cotto può essere un’ottima alternativa perché ha la massima qualità proteica, ma prendilo con le pinze. E soprattutto in tal caso: conta, sempre. L’autoproduzione sarebbe importante anche per evitare le sostanze poco salutari con cui sono fatte scatolette e bustine di alluminio oltre conservanti e altro.

    11) Somministra crocchette il meno possibile e prediligi l’umido

    12) come dice titti leggi anche blog e forum di elicats. Puoi trovare alcuni spunti utili sull’insufficienza renale anche se personalmente non ho messo in pratica molto di quello.

    13) “Acqua beve tantissimo, ogni 30min al meno va a bere, a volte anche di continuo”. I gatti con irc vanno spesso a bere. Forse in questo momento è disidratata. Controllala e inizia il prima possibile coi trattamenti per l’irc

    14) Periodicamente dovrai fare esami di controllo per i reni (creatinina, azotemia, ecc). Io ti consiglierei ogni 6 o 12 mesi di controllare anche la tiroide. L’ipertioidismo è una malattia seria che colpisce molti gatti soprattutto da una certa età in poi ed è importante rilevarla il prima possibile.

    15) Ho fatto un riassunto di due discussioni avute alcune settimane fa. Ma comunque ti consiglio di rileggerle nel caso mi fosse sfuggito qualcosa.

    a) https://www.clinicaveterinaria.org/wordpress/forums/topic/renal-nrenal-p/

    b) https://www.clinicaveterinaria.org/wordpress/forums/topic/insufficienza-renale-e-sodio/

    #20339

    stefa1711
    Partecipante

    Grazie mille per le indicazioni, cercherò di farne tesoro. In clinica mi hanno già dato una serie di integratori da somministrare, tra cui Candioli e Vivomixx. Putroppo però il micio non torna a mangiare da solo e hanno deciso per il sondino naso gastrrico, che uso per dargli 150 ml di pappa renal fluid, suddivisa in 5 pasti al giorno

    Perché non si strappi il sondino, gli hanno messo il collare elisabetta, e quindi mi sembra non riesca a bere dalla fontanella (che avevo già9, quindi oltre a quella gli ho messo a disposizione anche due ciotole di acqua, che cambio ogni giorno.

    Mi sento un po’ scorata, perché non vedo miglioramenti, e se non torna a mangiare da solo non so se c’è molto da fare…

    Oggi richiamo la clinica, per sentire bene cosa mi devo aspettare

    #20344
    titti22
    titti22
    Partecipante

    Tengo tutto incrociato affinche migliori. poverino il collare è fonte di stress.     x mangiare forse è meglio se lo dai tu  affinche non debba abbassare la testa.  offri il piattino   o o fai leccare le tue dita,    col collare è difficile .        Per  vedere se             non mangia xche la pappa renal non gli  piace prova a dare pochino di   qualche  cibo che gli piaceva. male non puo fare. hai prato i Renal Dry  brodo con piccoli filini  di carne o tonno.

    il mio gatto anche se non ne ha bisogno ne va matto.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 19 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.