Gatto con forse problema

Forum La salute del gatto Gatto con forse problema

Questo argomento contiene 15 risposte, ha 5 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Stregatta 1 mese fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 16 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #21351

    Salve, sono una ragazza del liceo. Fin da piccola ho avuto gatti vivendo in un condominio e con un alto tasso ultimamente di gatte randagie non sterilizzate.

    Fin da quando ero piccola da un giorno a un altro mi morivano i gatti. C’era un dinastia di una gatta e fu avvelenata tutta, questo fenomeno dopo quello non si presentò più. Ultimamente però i gatti in giardino vomitano e non so se sia avvelenamento. Io ho circa 9-10 gatti in casa (avendo una casa grande), circa perchè sono gatti che escono e entrano in casa; se ne escono verso le 6 di mattina e tornano verso le 21 a volte prima se piove o fa troppo caldo. I veterinari mi hanno detto di farli uscire soprattuto una gatta che è affetta da FIP felina, la veterinaria ha detto “fategli vivere la vita come vuole lei” i miei erano d’accordo con la veterinaria, io non tanto proprio perchè i gatti randagi vomitavano e non avevano l’anti-vermi quindi pensavo che si potessero passare i batteri tra di loro. Ho la maggior parte tutte gatte sterilizzate in casa più 3 gatti maschi che però non sono castrati; volevo fare entrare in casa il 4 gatto “Babu” si chiamava così. Si chiamava perchè mio fratello mi ha detto che la visto senza vita per strada, però non sull’asfalto come se fosse investito ma sul marciapiede disteso. Il mio dubbio è che io penso sia stato avvelenato ma non lo posso provare, il gatto era sano perchè lo controllavo io, lo davo a mangiare e lo pulivo con le salviette per gatti; ero l’unica a cui lui si avvicinasse, gli altri non so se li schifava (scusate il termine) o li odiava, soprattutto mia sorella. Babu era molto muscoloso rispetto ad altri gatti maschi, e mi chiedevo se non era per avvelenamento, forse (potrò dire la cosa più assurda) perchè aveva una massa muscolare ingente rispetto a un gatto normale. Da sottolineare che il gatto aveva solo 1 anno di vita.

    Vorrei chiedere inoltre come potrei risolvere l’avvelenamento dei gatti perchè io ho gatti che curo in casa, che prendo dalla strada e insieme a mia madre e mia sorella li curiamo, spendiamo un sacco di soldi ma poi per cosa se vengono avvelenati il giorno dopo.

    Io i gatti che curo li pensò un po’ come bambini e quando muoiono è come perdere un figlio…

    P.s. da piccola (8 anni più o meno) vidi il veleno me lo mostrò una bambina che era mia “amica” dopo quella volta non le parlai più molto.

    #21354

    jjj
    Partecipante

    Ciao Francesca, benvenuta. Innanzitutto è davvero molto bello l’amore che dimostrate per i gatti e gli animali. Brava tu e brava la tua famiglia.

    > Non posso sapre con certezza se si tratta di avvelenamento. Ma se di avvelenamento si tratta, Io ti consiglio di scrivere alla redazione di un giornale locale affinché parli di questi vergognosi avvelenamenti. Contemportaneamente è bene anche fare una denuncia contro ignoti alle autorità. Solo così si può sperare che la feccia umana che compie questi orrori, si fermi o perché viene colto in fragrante o per paura di essere beccato. Non vedo alternative. Dovete denunciare ad autorità e giornali (almeno locali)

    > Scusa, come fate a curarli voi in casa? Di solito un gatto intossicato va portato dal veterinario.

    > ” I veterinari mi hanno detto di farli uscire soprattuto una gatta che è affetta da FIP felina”. Cooosaaa?? Davvero hanno detto così? Se un gatto è infetto e gli altri sono sani e non vaccinati, i gatti sani si infetteranno e avranno un destino segnbato anche loro. Per questo i gatti infetti vanno isolati

    #21355

    ciao, scusa per l’orario.

    La veterinaria mi ha detto di fare uscire quando voleva la gatta perchè la gatta è abituata a fare le passeggiate in campagna, e la veterinaria non sapendo dare una stima di quanto sarebbe stata viva la gatta ha detto “fatela fare quello che vuole, fatela essere libera per quel poco che gli rimane”.

    Cmq tutti i gatti che ho in casa escono per le passeggiate avendo la campagna dietro casa e rientrano entro la giornata.

    I gatti hanno tutti fatto visite mediche a parte le new entry in casa (2 gatti) ma mio padre raramente mi ci porta dal veterinario, in genere è sempre mia madre però con la nuova posizione al lavoro non ha tempo più molto per i gatti quindi siamo da inizio estate io e mia sorella, poi un aiuto grande lo da mia nonna che si occupa dell’alimentazione quando è possibile altrimenti, ci siamo io e mia sorella.

    Per curare intendo acari, pulci, oppure soltanto quando hanno un lieve raffreddore il veterinario ci ha dato indicazioni e farmaci prescritti  (pillole anti-vermi, antibiotici solo su consiglio e prescritti) . Quando il caso è complicato come per la FIP o altro, andiamo subito alla sede del veterinario.

    Gli antibiotici c’è li prescrive se in caso il gatto ha febbre, oppure è capitato quando uno dei maschi in casa si era fatto male alla zampa e stava avendo problemi al fegato, la cosa strana che dopo un po’ capitò anche a un altro maschio però in quel caso dato che fu dopo un mese circa sapemmo gestire la situazione anche senza antibiotici, vitamine; non era grave come quella in precedenza infatti nel giro di meno una settimana il gatto stava meglio.

    Tutte le gatte ci tengo a dire che sono sterilizzate infatti rispetto ai maschi sono quelle che si ammalano di meno (stranamente). I maschi non sono castrati perchè mia madre ci tiene a non farli castrare, il perchè non lo so.

    #21356

    Ah cmq la gatta affetta da FIP felina quando era in fasi critica è stata quasi sempre in ambulatorio per penso quasi un mese a volte tornava a casa ma preferivamo non farla uscire più di tanto. Poi quando si è stabilizzata la veterinaria aveva detto di farle fare quello che voleva.

    #21357

    scusa ancora, cmq per intossicazione sono quelli per lo più che stanno fuori casa e i miei non vogliono fare entrare per paura di fare infettare quelli dentro. Infatti il gatto in cui ho posto il problema era un gatto che volevo farlo entrare a tutti i costi in casa ma i miei non volevano.

    Volevo approffitarne quando i miei andavano in Spagna e rimanere con mia nonna però loro hanno deciso di portarmi con loro e mia nonna è rimasta a occuparsi insieme a mia zia dei gatti. Quando sono tornata chiamò un amico di mio fratello avvisandomi di Babu che non sapevo era Babu fino ad oggi che mio fratello dopo una settimana e mezza me l’ha detto. Io purtroppo sono troppo codarda per andare a vedere se era lui… anche perchè forse non ci voglio credere.

    #21358

    scusa ancora, cmq per intossicazione sono quelli per lo più che stanno fuori casa e i miei non vogliono fare entrare per paura di fare infettare quelli dentro. Infatti il gatto in cui ho posto il problema era un gatto che volevo farlo entrare a tutti i costi in casa ma i miei non volevano.

    Volevo approffitarne quando i miei andavano in Spagna e rimanere con mia nonna però loro hanno deciso di portarmi con loro e mia nonna è rimasta a occuparsi insieme a mia zia dei gatti.

    #21360

    Stregatta
    Partecipante

    ciao.

    la FIP e’ una malattia MORTALE E INCURABILE. non credo che la gatta con fip si stabilizzi o che possa avere una morte dignitosa, la veterinaria avrebbe dovuto informarvi e agire subito e di conseguenza.

    detto questo…io purtroppo ho un limite (o forse piu di uno): quando leggo di gatti randagi, non sterilizzati, non castrati, di gente che non vuole castrare o sterilizzare e di persone che chiedono come possono fare per salvarli beh…non so proprio cosa dire se non : NON PUOI.

    i gatti di strada, per di piu interi hanno vita breve e spesso piena di stenti e malattie. e’ la dura realta’ di questo mondo, trovi gli ignoranti che li avvelenano oppure i gatti stessi si scambiano tra loro malattie poco simpatiche, fino a malattie mortali come leucemia e FIP per l’appunto. quest’ultima poi puo’ venire trasmessa ai cuccioli durante la gestazione o l’allattamento e chi ci va di mezzo chi sono? sempre e solo gli animali.

    hai mai visto un cucciolo morire di FIP?? beh io si e ti assicuro che e’ straziante

    c’e’ troppa poca informazione, troppo menefreghismo, troppa ignoranza.

    non dico da parte tua che stai cercando di fare qualcosa ma in generale.

    purtroppo non li puoi salvare, e’ una battaglia persa a meno che non sterilizzi / castri tutti e cerchi di trovar loro una casa

    #21364

    Ciao, le gatte sono tutte sterilizzate a parte una che è randagia. I gatti non castrati è proprio mia madre che non vuole non so il perchè. La gatta randagia non si fa toccare sta sempre in giardino ormai solo per ricevere cibo.

    La gatta affetta da FIP la veterinaria mi disse che era nata con la FIP, la gatta l’abbiamo chiamata Benz perchè quando era piccolissima aveva un carattere difficilissimo ed era per via della FIP che gli ha trasmesso la madre che era randagia. Benz insieme alle sue sorelle tre anni fa sono state accolte in casa e da li sono entrate sempre più gatte.

    Ci sono i casi di gatti maschi in casa perchè mia madre aveva fatto appuntamento per la sterilizzazione di una gatta due anni fa, ma circa due giorni prima mia nonna fece uscire di casa la gatta e lei torno dopo giorni incinta, non si poteva fare niente se non pensavo di farla abortire però mia madre è contrarissima a questo e l’abbiamo fatta partorire, da lì nacquero all’inizio 4 ma poi furono 3 perchè uno morì perchè prematuro, una gattina invece c’è la fece, la seguii io all’inizio perchè non riusciva ad allattare dalla madre rispetto agli altri. La gatta in questione che partorì era giovanissima neanche un anno per questo penso abbia partorito prima della scadenza perchè non avevamo idea delle date (si lo so c’è un po’ di disorganizzazione, ma quando capimmo che era in cinta eravamo in panico perchè era la prima cucciolata in casa). Inoltre era una gatta tipo molto atletica non smetteva mai di saltare per casa, correre, giocare nonostante avesse la pancia.

    Per il fatto di fargli trovare casa tutte le persone di cui mi fido hanno già uno o più gatti in casa. E non mi fido a mettere un annuncio per strada o online per poi dare un gatto che ho visto da quando era cucciolo a una persona estranea.

     

    #21373

    dewanee
    Partecipante

    Ciao innanzitutto complimenti a te e alla tua famiglia per il tuo amore per gli animali, davvero ammirevole!

    Mi spiace per babu, immagino la tua sofferenza 🙁

    Per gli avvelenamenti ti hanno dato un buon consiglio di andare ad un giornale locale, aggiungo se ti è  possibile di far girare la voce anche ai vigili (può  essere un rischio anche per le persone, metti che un bimbo mangi qualche boccone avvelenato) e tra le associazioni di zona, potresti contattarle tramite i social…

    Se si riuscisse ad istituire una “colonia felina” per i gatti esterni credo potreste avere anche qualche aiuto 🙂

     

     

    #21374

    Stregatta
    Partecipante

    i giornali…i comuni….le paerture delle colonie.

    ma davvero credete che a qualcuno freghi qualcosa? e’  fatica sprecata, meglio metterla nel curare ste povere bestiole.

     

    con tutti il rispetto: tua madre mi pare che umanizzi un po troppo i gatti. no aborto, no castrazione….BOHHHH

    mehlio guardare in faccia alla realta’ che essere obiettore di coscienza dei gatti

    #21378

    jjj
    Partecipante

    “i giornali…i comuni….le paerture delle colonie. ma davvero credete che a qualcuno freghi qualcosa?”. Non sono molto d’accordo anche perché è una questione di sicurezza e salute pubblica. Al contrario concordo sulle sterilizzazioni che sono uno dei modi migliori per assicurare salute ai gatti.

     

    francescapaola, generalmente di quanti gatti vi occupate con la tua famiglia fra quelli vostri e quelli randagi?

    #21384

    Stregatta
    Partecipante

    jjj sarebbe bellissimo sapere che veramente qualcuno interviene.

    purtroppo io ho avuto alcune esperienze e ho trovato solo gente di buon cuore ad aiutarmi. mai istutizioni sinceramente. e sono a nord dove c’e’ vasta scelta. i gattili/canili comunali fanno anche fatica a dar via gli animali, pare che gli dispiaccia che trovino casa perche’ prendono le sovvenzioni un tot ad animale. purtroppo io non ci credo piu nelle associazioni, se invece qualcuno di voi ha avuto esperienze positive sono solo contenta.

    girando un po per l’italia mi rendo conto che anche al giorno d’oggi c’e’ un divario incredibile di cultura che si ripercuote anche sulla gestione degli animali. l’anno scorso ero al sud (non dico dove per non generare polemiche inutili) in una zona RICCA piena di hotel 5 stelle lusso e annessi ristoranti. ecco…c’era una schiera di gatti randagi, malconci,  spelacchiati che mi si e’ stretto il cuore e anche lo stomaco. me ne sono andata da quel locale e la cosa sconcertante era che per loro e’ NORMALE!!!! e allora dove vogliamo andare in quesot modo?!?!?!?!

    nemmeno fossimo in una area remota del Bangaldesh.

    #21390

    jjj
    Partecipante

    Concordo. Dobbiamo fare ancora progressi enormi, la strada è lunghissima. Le istituzioni innanzitutto, spesso e volentieri sono vergognose. Ma anche la società civile perché ci sono troppe persone che non hanno rispetto. Inoltre anch’io ho constatato che nella cultura del rispetto degli animali al Sud è ancora peggio.

    Però penso altrettanto che parlare e denunciare questi temi aiuti a creare una coscienza collettiva. Il silenzio è peggio.

    #21466

    dewanee
    Partecipante

    Io concordo con jjj, più si denunciano queste cose meglio è…

    Comunque dove abito io (nord est) di associazioni attive ce ne sono, aiutano in casi come quello esposto di ripetuti avvelenamenti e gestiscono colonie feline quindi non tutto è negativo, c’è chi si impegna e anche tanto…Non so da dove scrive la ragazza del post, e fa già molto, per questo suggerivo, se possibile, di capire se qualche associazione può aiutarla per i gatti che vivono fuori

    #21554
    LucaVarlaro
    LucaVarlaro
    Partecipante

    Non so cosa consigliare esattamente sulla salute di un gatto, ma mi limiterò a condividere la mia piccola esperienza. Anche il mio amico ha diversi gatti in una casa in campagna. Quindi dopo circa sei mesi, avendo 6 gatti, iniziarono problemi di salute completamente diversi. E il mio amico era perplesso, perché non era possibile portarlo spesso dal veterinario. Così sono riuscito a chiamare a casa il veterinario e lui ha appena detto che l’umidità in casa è troppo alta a causa del fatto che la casa è piuttosto vecchia. Dopodiché, un amico ha installato un dispositivo come questo e abbastanza rapidamente i gatti hanno iniziato a sentirsi meglio. Non so se queste cose sono correlate, forse la loro malattia è semplicemente scomparsa. Spero di poter essere d’aiuto. Salute ai tuoi animali domestici!

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 16 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.