Calcolo Vescica – parere, cambio vet?

Forum La salute del Cane Calcolo Vescica – parere, cambio vet?

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da  1987mkb 10 mesi fa.

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #24156

    ElenaChocolate
    Partecipante

    Ciao a tutti,

    sono Elena ed ho un cane, Chocolate, di 8 anni che pesa 10kg.

    Ad aprile, il 25, mi sono accorta che perdeva sangue dalle urine, è avvenuto credo proprio in quel momento o comunque non era una cosa conclamata perchè lo tengo sempre d’occhio, anche se era da qualche tempo che aveva diarrea continua, che gli passava con Carobinpet forte, e poi tornava.

    Portato immediatamente dal Vet il primo giorno lavorativo utile gli ha fatto tutti gli esami del caso e dalla radiografia è emerso un calcolo in vescica di 5mm.

    Purtroppo anche avendo fatto un prelievo di urina con catetere, dall’esame (tutti i valori a posto) non è stato possibile trovare tracce di cristalli per capirne la composizione.

    Esame sangue ok, visita generale ok come al solito.

    Il vet mi prescrive 4 mesi di medicato C/D (oltre ovviamente ad antibiotico per 10 giorni), Cystocure Forte per 15gg 1 compressa intera, poi mi pare altri 10 a mezza compressa, che poi ho ricomprato ed a giorni alterni gli davo 1 compressa intera (ha detto che potevo continuare nel frattempo a darglielo).

    Mi ha fin da subito allertata sul fatto che su un cane di questa taglia, un calcolo di quelle dimensioni, qualora non si fosse disciolto, sarebbe stato da operare, e di tenerlo sotto stretta sorveglianza per tutte le volte che faceva pipì, per verificarne il getto, e che la facesse in quanto avrebbe potuto ostruirsi da un momento all’altro.

    Passati i 4 mesi, il sabato appena passato sono andata alla visita di controllo e nulla è cambiato di fatto. Il calcolo è rimasto immutato, dice che in minimissima parte (ma quasi nulla) sembra essersi ridotto.

    Mi dice guarda, fai l’ultimo tentativo (premessa: lui vorrebbe evitare di operare il mio cane perchè non è molto manipolabile, terrore puro, anche con me) prendi in erboristeria lo ‘Spaccapietra’ e fai altri due mesi di medicato, ci rivediamo a settembre.

    Ovviamente sempre con l’avviso di tenerlo accuratamente monitorato perchè è a rischio ostruzione se il calcolo dovesse risalire per le vie urinarie.

    Lì per lì ho detto ok, mi fido… va bene… e poi l’ansia e la preoccupazione mi hanno portata a chiedergli, visto che io ad agosto sono in ferie 3 settimane, se non si potesse a questo punto operarlo prima che lui andasse in ferie e chiudesse l’ambulatorio, che io avrei avuto più tempo per starci dietro, per capire se non la mattina, il pomeriggio o la sera, come prenderlo, come riuscire a fare eventuali medicazioni di cui mi parlava (non mi ha specificato il tipo di intervento che dovrebbe fare, quanto sarebbe invasivo).

    Lui mi ha risposto che ‘non prende casi del genere se non può gestire come si deve il post operatorio’ (premetto, io ho deciso di andare da lui che sta a 60km da casa quasi perchè mi fido, perchè lo conosco da molto, perchè so che non farebbe mai nulla se non fosse strettamente necessario)… ed io un po’ ci rimango.

    Perchè con la fortuna che mi ritrovo ultimamente, se mi ritrovo sotto ferragosto con tutti i veterinari chiusi (e non ne conosco altri, sono almeno 4 anni che vado sempre da lui) e dovesse davvero andare in ostruzione, devo buttarmi in un H24 X, senza saperne nulla, avendo letto recensioni pessime, e sinceramente, rischiando di non avere i soldi che magari mi chiedono (lui mi aveva preventivato 450/500 Euro di intervento, iva esclusa).

    Ebbene… qualcuno spassionatamente mi saprebbe dire se forse è il caso che io valuti di trovare un altro veterinario o se davvero posso ‘fidarmi’ ad aspettare ancora 2 mesi, con il rischio che lui comunque mi ha ribadito che possa ostruirsi?

    Se non si è sciolto in 4 mesi di medicato ed integratore, ed è rimasto tale e quale, quante possibilità ci sono che altri due mesi con l’integrazione blanda di un prodotto erboristico (che per carità non conosco ma non mi dice che frantuma i calcoli ma solo che ‘aiuta’ la funzionalità delle vie urinarie) la situazione possa migliorare?

    Grazie in anticipo a chi mi vorrà dare un parere.

    #24157

    ElenaChocolate
    Partecipante

    Scusate errata data, ad inizio aprile, era una domenica, il lunedì 11 sono andata dal vet.

    #24161

    Stregatta
    Partecipante

    mah…ma cosa fa il tuo cane di cosi ingestibile da essere rifiutato da un veterinario?

    il vet ha un comportamento poco professionale, se il cane ha un problema va affrontato e non procrastinato. anche perche’ in futuro potrebbe aver bisogno di qualche terapia…

    ti consiglio di non aspettare per l’intervento, chiedi in cosa consiste e vedi di capire con il tuo vet il da farsi; ma non aspettare perche se ti va in blocco urinario sono dolori ed e’ molto pericoloso.

    se il tuo vet si rifiuta di operare cambia…

    #24162

    ElenaChocolate
    Partecipante

    Il mio cane è poco manipolabile, perfino da sedato non si stende mai come dovrebbe, ma non è nè il primo nè l’ultimo… anche con me se si accorge che mi sto avvicinando per guardargli qualcosa, o fare qualcosa (anche solo cercare di tagliargli gli speroni per evitare che si impigli come succede sempre e rischi di farsi male – e ci sono riuscita una volta soltanto ma letteralmente ribaltandolo pancia all’aria sul divano in un angolo malamente che nemmeno avrei voluto… ed allora è stato immobile… mai più fatto poi) va in panico, paura, mi mostra i denti, cerca di mordermi (ma non mi fa male mai)… e non c’è verso di calmarlo, ho anche una amica educatrice cinofila che dice ci sia poco da fare, ne ha anche lei una così, identica… in canile li sedano e via, io a casa dovrei trovare una strategia diversa… e quindi il vet mi ha subito detto ‘ma tu saresti in grado di gestire il post operatorio… medicazioni…?’ … non so nemmeno di quanto possa essere invasiva l’operazione, non mi ha detto nulla nel dettaglio. Ma in un modo o nell’altro, la troverei una soluzione per tenere fermo il cane ed in pochi secondi fare quello che devo…

    Il mio veterinario mi ha scritto (perchè in realtà gli avevo chiesto se poteva chiamarmi per parlarne), in modo molto secco, che lui non prende casi per i quali non può gestire come si deve un post operatorio.

    Ma questa risposta mi fa pensare che allora, anche se fosse successo metti stamattina, che si bloccava, io cosa avrei dovuto fare? Mi lasci davvero a piedi così?

    Quindi ora ho preso appuntamento per giovedì con un vet del quale molti mi parlano bene, che è qui vicino, gli ho messo in nota che vorrei un consulto, gli ho girato tutta la documentazione, e voglio riuscire a risolvere questa problematica proprio perchè non voglio arrivare a trovarmi in emergenza e non sapere dove va a finire il cane, se sono tutti chiusi, o se sta male un week end… le cliniche H24 sono sempre una incognita e ne ho lette di tutti i colori di quelle qui in zona.

    Non mi sarei mai aspettata che si rifiutasse così di operarlo. Aveva anticipato lui, che se non si fosse disciolto, sarebbe stato da togliere.

    Ed io ad Agosto ho tempo di gestirlo, curarlo e star dietro come si deve a Choco… a Settembre sarei presissima con il lavoro che ok, faccio da casa, ma pur sempre non potrei fare le cose come si deve.

    Ho preso contatto anche con una amica di Udine che mostrerà la documentazione clinica e radiografia ad un vet che segue tutti i suoi cani del canile che gestisce, per farsi spiegare un attimino in base al caso in cosa consisterebbe l’intervento, quali rischi potrebbe comportare e soprattutto in cosa consisterebbe nel concreto il ‘post operatorio’.

    Io so solo che voglio che Choco stia bene, non posso stare 2 mesi con la paura che succeda qualcosa e metterlo in mano a posti dei quali non mi fido per niente.

    Vi aggiornerò. Grazie Stregatta

    #24165

    Stregatta
    Partecipante

    ah si hai assolutamente ragione ora che si avvicina agosto…meglio prevenire. fai benissimo.

    bisgnerebbe capire in cosa consiste il post-operatorio, certo e’ che se un cane ha necessita’ di fare un intervento , si fa e basta e come dici tu in qualche modo le cure gliele fai.

    #24181

    ElenaChocolate
    Partecipante

    Aggiornamento: tramite la mia amica di Udine che ha sentito il parere di ben 3 veterinari che conosce bene e che operano la qualunque in qualsiasi situazione, gli è stato riferito che il cane sarebbe stato da operare subito, perchè un calcolo vescicale, soprattutto se già di quelle dimensioni (5mm) è davvero difficile che si sciolga con una dieta medicata ed anzi, può portare ad ulteriore infiammazione (ed infatti Choco secondo me ne sta risentendo di questa lungaggine incomprensibile).

    Spero che il vet dove andrò domani possa operarlo il prima possibile, ed il mio ‘ex vet’ non mi vedrà più.

    Perchè per quanto possa essere bravo ed onesto… poteva dirmi in tutta onestà che lui non era in grado di fare quel tipo di intervento, e magari mandarmi ad un suo collega, che di certo ne conosce… e poi sarei tornata lo stesso da lui per visite annuali e vaccini ecc… ma così ha perso totalmente la mia fiducia.

    Ci sono rimasta parecchio male, non comprendo il perchè di questa attesa pericolosa e controproducente.

    I dottori che hanno visto la radiografia hanno detto che per un solo calcolo di 5mm è sufficiente una incisione da due, tre punti, che si riassorbono da soli, non è necessario fare nessuna medicazione, è sufficiente il collare elisabettiano per sicurezza come al solito e l’unico fastidio è che normalmente, per sicurezza, inseriscono un cateterino che successivamente vanno a rimuovere una volta che il cane è a posto.

    Non si parla nemmeno di degenza in ambulatorio.

    Quindi boh. No Comment.

    #24185

    Stregatta
    Partecipante

    ecco…hai fatto bene a non demordere. spero che lo operino al piu presto!

    #24282

    ElenaChocolate
    Partecipante

    Ed eccoci alla fine di questa disavventura finita fortunatamente bene!

    Chocolate è stato operato il 27 agosto (sono riusciti ad infilarmelo tra altre operazioni perchè poi il chirurgo non ci sarebbe stato ad agosto), post operatorio praticamente inesistente se non le classiche terapie antibiotiche/antinfiammatorie/antidolorifiche per bocca ma messe in una polpetta di umido si risolve tutto, gli ho solo preso una tutina post operatoria (al posto dell’odioso elisabettiano) per evitare che si leccasse ed ha funzionato benissimo, siamo andati al controllo della ferita mercoledì e la Vet ha detto che è perfetta, bellissima.

    Fosse stato per lei avrei potuto togliere la tutina subito ma le ho espresso il dubbio che potesse riprendere a leccarsi, e allora mi ha detto ‘tienigliela fino a domenica che sono 10 giorni esatti dall’operazione così siamo sicuri che è guarita del tutto’. Anche perchè è un ottimo tessuto traspirante che lo tiene fresco e ci ha fatto (e ci fa) delle grandi dormite.

    Dall’esame del calcolo è risultata una composizione mista come accade sempre, mi ha detto, ma principalmente ossalato.

    Non mi ha saputo dire da cosa sia dovuto (lui ha sempre bevuto acqua della bottiglia qui addirittura, perchè quella del rubinetto è troppo calcarea, e mangiava secco di medio/alta qualità). Può essere genetica, ed è saltata fuori solo adesso, capita.

    Mi ha paventato il fatto che avrei dovuto dargli il C/D Hill’s praticamente a vita, ma costa un capitale ed a livello di valore nutrizionale non mi piace per niente l’idea… dice che si potrebbe provare a reinserire piano piano un secco con valori che vadano bene per lui ma dopo un mese bisognerebbe ripetere l’esame delle urine per vedere se produce ancora ossalato e sarebbe comunque un rischio, se fosse dovrebbe fare un altro ciclo di medicato… mi si è accesa la lampadina e le ho chiesto se la casalinga non potesse essere una soluzione a sto punto.

    Mi ha detto che sarebbe l’ideale ma non la propongono quasi mai perchè ci vuole del tempo da dedicare alla preparazione dei pasti ma io in passato l’avevo già fatta e so come organizzarmi, quindi appena sarà possibile, mi fisseranno l’appuntamento con la nutrizionista che mi darà una dieta casalinga bilanciata per il suo problema.

    Niente più crocchette, bandite.

    Resteranno i premietti che saranno attentamente selezionati di volta in volta.

    Umido mi ha detto che non ci sono grossi problemi, se tipo dovessi andare in ferie una settimana, potrei dargli solo l’umido, prendendolo magari con accortezza di medio/alta qualità, perchè alla fine lui ha bisogno di mantenere diluite le urine costantemente ora.

    Ho per correttezza comunicato all’altro vet che avevo operato il cane che comunque aveva ripreso a non stare bene perchè si stava infiammando ancora ed ho ricevuto non dico insulti ma in pratica mi ha detto che io non ho capito proprio niente.

    No comment.

    Quindi direi… da lunedì…. lago e tante passeggiate!! 😀

    #24520

    1987mkb
    Partecipante

    Io anche ho problemi veterinario / carattere del mio dobermann ma. Fortunatamente ho trovato una dottoressa di latina che comunque non ha paura e sa gestirlo e sedarlo.

    Comunque il mio cane fin da cucciolo ha sofferto di calcoli e infiammazione della vescica. Io ho risolto con una pulizia profonda della vescica e poi un litro di acqua di Fiuggi al giorno e nei periodi più problematici anche 2 litri. Acqua fortemente diuretica, scioglie calcoli e renella e purifica le vie urinarie. Ormai sono 8 anni che andiamo avanti così è il problema è abbondantemente sotto controllo

Stai vedendo 9 articoli - dal 1 a 9 (di 9 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.