Volpino "imprevedibile"

Forum La salute del Cane Volpino "imprevedibile"

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Polpetta Polpetta 4 giorni, 23 ore fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #25744

    GiuseppeP
    Partecipante

    Buongiorno a tutti! Sono nuovo del forum e sono qui per chiedere a qualcuno esperienze comuni, consigli riguardo il nostro volpino meticcio, maschio di taglia piccola. Il nostro Desiderio è stato adottato 6 anni fa, si rifugió durante un temporale sotto casa nostra e col tempo ci è rimasto e quando abbiamo appurato che non fosse di nessuno, lo abbiamo adottato con microchip e registrazione all’anagrafe canina. La vita con Desiderio è stata fin da subito complessa: era un cane abituato a vivere fuori senza regole, ha sempre avuto un comportamento dominante verso gli altri cani e va poco d’accordo con i gatti e caccia spesso gli uccelli. È però dotato di un’empatia e di un’intuizione straordinarie e nel giro di qualche mese ha imparato a stare al guinzaglio, anche se spesso è volentieri tira e sembra fare di testa sua se non lo si “indirizza” per bene ed essendo molto testardo, non va mai dove non vuole andare, per quello non c’è mai stato verso. Per quasi 6 anni però è stato un cane meraviglioso: giocherellone, coccolone, protettivo, sentinella (ha sventato un incendio sul nascere prima che potessimo accorgercene) ed è un membro della nostra famiglia a tutti gli effetti. Da qualche mese però qualcosa è cambiato: innanzitutto non si siede o si sdraia più nemmeno per riposare, lo fa solo nella sua cuccia quando ne ha bisogno. Portato dal veterinario sembra non abbia alcun dolore articolare. Non si mette più “a pancia in su”, l’ultima volta ha reagito male! Non permette di farsi pulire in determinate zone (zona perianale o la coda) ma in generale quando si decide di farlo, ne avverte il pericolo e sta in allerta come se avesse paura. La cosa peggiore però è che morde (facendo del male) senza preavviso. È successo 3 volte nel giro di 5 mesi ma le ultime 2 sono state ravvicinate di 2 mesi…la prima volta, la vigilia di natale, dopo averlo pulito mi fermo per dargli una carezza ed un bacino come abbiamo tutti sempre fatto (e apprezzato) in quasi 6 anni e senza preavviso urla e mi morde sul sopracciglio (5 punti di sutura). Lo portiamo dal veterinario e ci consiglia cautela, non aveva alcun problema fisico. 2 mesi fa sale su mia madre in cerca di coccole, come sempre, e mentre mia madre lo accarezza all’improvviso urla e la morde sulla mano. L’altro giorno, superato da poche settimane questo “trauma” in cui aveva ripreso a giocare con lui, era al cellulare…lui le sale sopra per farsi accarezzare, senza neppure toccarlo urla di nuovo e la morde sul dito. Dura tutto una manciata di secondi poi si calma. Non sappiamo cosa possa essere successo. Esce tutti i giorni almeno 2 volte al giorno per i bisogni una mezz’oretta per volta dove lui annusa, marca e si rilassa. Nella maggior parte del suo tempo è molto affettuoso ma ha questi frame in cui sembra non ci riconosca e “sclera”. Non sappiamo come fare. Il comportamentalista ci dice di imporgli regole ma è quello che abbiamo sempre fatto! Consigli? Siamo molto abbattuti e preoccupati! Grazie.

    #25777
    Polpetta
    Polpetta
    Partecipante

    Ciao Giuseppe,

    non sono una comportamentalista ma direi che imporgli regole in questo momento non sia la strada migliore, anzi. Bisognerebbe capire la natura del cambio di comportamento. Non ha nessun altro comportamento insolito?  Avete escluso anche un eventuale problema neurologico? Leggo che sta con voi da 6 anni, ma lui quanti può avere?

    Io mi consulterei anche con un altro specialista comportamentale (mi viene in mente Enrica Ceccarini, la trovi su fb, che ha adottato e tenuto per anni Cochi, un cocker “morsicatore” – anche gli specialisti di think dog sono molto competenti, io seguo Angelo Vaira)

     

     

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.