Aiuto, Felv felina

Forum La salute del gatto Aiuto, Felv felina

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  jjj 5 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #24780

    hmika
    Partecipante

    Ciao a tutti vorrei esporvi il mio problema e avere quante più opinioni possibili perchè mi trovo a non sapere bene come muovermi…
    Ho una gatta di 12 anni e ieri ho deciso di portarle a casa una piccola compagnia, una gattina di 2 mesi. La gattina l’ho presa da alcune persone che conosco che tengono i gatti un po’ semi-randagi (per intenderci era tutta sporca e piena di pulci).
    Ovviamente le due gatte non le ho fatte incontrare subito, non si sono ancora viste, per ora entrambe sentono solo i rumori e odori dell’altra.
    Oggi però portando la piccola dal veterinario mi è stato detto che, dato che proviene da un contesto non proprio casalingo, dovrebbe stare  fino ai 6 mesi separata dall’altra perchè è intorno a quell’età che risultano attendibili i test della felv e la gatta grande non è vaccinata per questa malattia (tra l’altro ho letto che la vaccinazione non previene comunque il contagio). Il problema che mi pongo è innanzitutto come posso tenerle così tanto separate per un tempo così lungo, cioè intendo per esempio mi chiedo se, oltre alle ciotole e lettiere separate mi basta lavare mani e pavimento ogni volta che cambio gatto? Oppure devo avere altri accorgimenti?  E soprattutto temo che tenendole separate per così tanto tempo poi non riescano ad abituarsi l’una all’altra e si creino problemi di socializzazione o comunque ho paura che la grande non accetti più la piccola dal momento che non è mai stata molto socievole.
    Fatemi sapere cosa ne pensate e cosa fareste voi al mio posto perchè da una parte non vorrei riportare la gattina la perchè mi spiace che viva da randagia, però dall’altra riconosco che è un problema.
    Grazie in anticipo!

    #24787

    jjj
    Partecipante

    Ciao.

    Visto le domande tecniche che poni e l’estrema delicatezza di questa patologia infettiva gravissima, dovresti porre questi quisiti al tuo vet. Inoltre io non ho esperienza con questo tipo di infezioni virali. In generale ipotizzerei che il contagio avviene attraverso le secrezioni del gatto. Ma non ti saprei direi se e fino a che punto poi gli umani possano in qualche modo essere veicolo di contagio.

    “temo che tenendole separate per così tanto tempo poi non riescano ad abituarsi l’una all’altra e si creino problemi di socializzazione o comunque ho paura che la grande non accetti più la piccola dal momento che non è mai stata molto socievole.” QUesta non è una priorità. L’importate ora è isolare la piccolina e proteggere quella grande.

    ” ho letto che la vaccinazione non previene comunque il contagio” Ogni vaccino ha un genere una % in cui non riesce a prevenire il contagio, ma si tratta di un valore basso intorno al 5% e comunque è possibile che in quei casi contribuisca a ridurre la carica virale. Io valuterei la vaccinazione.

    “cosa fareste voi al mio posto perchè da una parte non vorrei riportare la gattina la perchè mi spiace che viva da randagia, però dall’altra riconosco che è un problema.” Ascolterei il veterinario. Se possibile terrei la gattina. L’isolamento potrebbe essere sufficiente. Chiederei inoltre l’opportunità di vaccinare la gatta grande.

    Ti linko le linee guida per la felv: 1 e 2

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.