Sospetta FIP SECCA.. no: è FELV. no: è LINFOMA. (??) Cortisone o no?


Pubblicato in: Gatto

Per partecipare a questa discussione clicca qui

HomeIsWhereMyCatsAre

Ciao a tutti! Sarà che da quando frequento questo forum sono diventata un po' apprensiva... Ma ultimamente accarezzando il mio Sparafucile mi sembra davvero TROPPO magro! A quel punto mi sono chiesta quando di fatto la magrezza può essere sintomo di qualcosa che non va e quando è da considerarsi "costituzionale".
Procedendo con ordine: Sparafucile è l'ultimo arrivato a casa, arrivato a dicembre da Palermo (a Como). Ha un anno compiuto a febbraio ed è stato testato (giusto prima del suo arrivo su mia esplicita richiesta) fiv/felv risultando negativo. E' ovviamente sterilizzato. Il mio vet l'ha visto una volta sola ma alquanto di sfuggita. L'ho portato appena arrivato per un controllino (nonostante avessi un certificato di buona salute rilasciato dalla vet delle volontarie tramite cui lo adottai) ma il micione in questione soffre di ansia e di attacchi di panico in situazioni di stress e il vet gli ha dato giusto una scorsa veloce perchè era troppo agitato ma, da quello che ha potuto vedere, pareva essere in buona salute. Ed infatti non ha mai avuto problemi di sorta (a parte problemi psicologico/comportamentali sopratutto all'inizio ora in buona parte scomparsi). Anche ora è vispo (anche se molto più dormiglione da quando si è tranquilizzato ed ha superato l'anno di età), mangia con appetito, beve nella norma e sporca regolarmente e bene. Insomma il ritratto della salute. Visti i suoi problemini a livello comportamentale non è autorizzato ad uscire contrariamente agli altri (non ho una zona recintata in cui possano uscire, c'è un ampia zona verde ma aperta a tutto e a tutti) ma non sembra soffrirne assolutamente. E' un micione a pelo lungo e quando è arrivato era davvero imponente con tutto quel pelo e quella coda enorme! Poi è arrivata la muta.... ha perso 3/4 del pelo nel giro di un paio di mesi (ora la perdita di pelo sembra essere praticamente cessata), ed è diminuito sia in quantità che lunghezza in modo uniforme. Il fatto è che ora che ha perso tutto questo pelo appare in tutta la sua magrezza... E mi pare davvero eccessiva! Accarezzandolo posso sentire le vertebre e persino le costole! I miei altri gatti non sono assolutamente grassi (anzi!) ma diciamo che accarezzandoli li sento più "sodi". Purtroppo non ho a casa una bilancia e non posso pesarlo (la chiederò prossimamente a mia mamma in prestito) ma prendendolo in braccio mi pare notevolmente più leggero rispetto agli altri (anche più leggero delle due micette che sono molto più piccole sia che di stazza sia in quanto femmine). E poi ora che ha perso tutto il pelo e sento il suo corpicino sembra di prendere in braccio un fragilissimo mucchietto d'ossa. Ora mi chiedo.. è normale sentire tutte le vertebre di un gatto accarezzandolo? Forse sono abituata ai miei gatti campagnoli, magri ma robusti, dei fasci di muscoli e di salute. Lui è un gatto casalingo... Bah!
Avendo il carattere che ha e soffrendo di ansia terribilmente non voglio sottoporlo ad inutili stress portandolo dal vet (magari solo perchè sono paranoica...). Pensavo comunque di portarli tutti quanti in gruppo a giugno (che ho appuntamento per gatto Pedro per una visita fissata 6 mesi fa e volevo sfruttare lo sconto famiglia e portare tutta la tribù! ). Stavo pensando magari di portare in settimana la cacchina per un esame feci.. CHe dite? Ma se avesse parassiti intestinali la cacchina non dovrebbe per lo meno essere un po' molle? Uno dei miei gatti ha sofferto di parassiti e tenia ma aveva sempre cacchina molle ed era sì magrissimo ma la pancia era gonfia!
Vabbeh vi saluto, scusate il papiro ma la sintesi non è mai stata una mia dote...

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 09-05-2012 23:05 ]


Gattamatta

No, io invece non credo affatto che sia una tua paranoia. Se accarezzandolo senti distintamente tutta la spina dorsale partendo dal collo fino alla coda, le scapole, le ossa del bacino e le costole il gatto è davvero troppo magro, ti consiglio, nonostante le sue paure, una radiografia per controllare gli organi interni, in particolare l'intestino.

HomeIsWhereMyCatsAre

Cioè.. tipo ora è seduto qui in braccio a me e posso sentire il suo sporgentissimo e appuntitissimo sterno sotto le dita! Gattamatta adirittura radiografia?

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 03-05-2012 23:28 ]

HomeIsWhereMyCatsAre



03-05-2012 alle ore 23:26, Gattamatta wrote:
No, io invece non credo affatto che sia una tua paranoia. Se accarezzandolo senti distintamente tutta la spina dorsale partendo dal collo fino alla coda, le scapole, le ossa del bacino e le costole il gatto è davvero troppo magro, ti consiglio, nonostante le sue paure, una radiografia per controllare gli organi interni, in particolare l'intestino.



Si scapole sporgentissime, vertebre tutte e ossa del bacino pure! Anche le ossa delle zampotte si sentono benissimo... Mannaja domani chiamo il veterinario allora mi sa. Pensavo di essere solo un po' troppo paranoica..

Gattamatta

Si, ho curato da poco una gatta che pesava appena 1,9 kg (essendo adulta ne dovrebbe pesare almeno 4) e dalla radiografia è risultato che aveva l'intestino ingrossato a dismisura. Preciso che nel caso in questione la gattina era strapiena di ascaridi (e mi pare di capire che non sia il caso del tuo) però sono anche frequenti le infiammazioni dell'intestino con un possibile conseguente mal assorbimento del cibo. La gattina è stata poi curata con delle pastiglie antinfiammatorie, antibiotico e cibo intestinal per un mese ma prima, come già sai, è importante che il vet trovi la causa.

HomeIsWhereMyCatsAre

Non gli ho mai fatto analizzare le feci.. Ho escluso parassitosi e patalogie intestinali a priori dal momento che Ha sempre fatto una cacchina perfetta e il pancino non è minimamente gonfio nè dolorante alla palapazione. La tua micia aveva problemi di questo tipo o era normale? Comunque domani chiamo per sicurezza e magari inizio a portargli un campioncino di cacchina se necessario.
Per caso sei/siete a conoscenza di qualcosa di omeopatico che lo calmi un pochino? Sicuramente quando chiamo il vet lo vorrà vedere e poverino lui sta proprio male ha attacchi di panico che arrivano all'autolesionismo... Proprio perde il controllo e se riesco ad evitare di farlo sedare per un semplice controllo sarei più contenta... Poi chiederò anche al veterinario ma ormai non sottovaluto l'esperienza degli amici del forum

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 03-05-2012 23:42 ]


Gattamatta

Si, la gattina in questione aveva infatti la pancia gonfia da sembrare incinta ma non è detto che per tutti sia così, magari il tuo non ha l'intestino ingrossato ma potrebbe avere comunque un problema di mal assorbimento.
Ad ogni modo un esame delle feci, tanto per cominciare, non può certo nuocergli.
Di calmante omeopatico c'è il rescue remedy, una composizione a base di fiori di bach però, se te lo farai preparare in erboristeria, ricorda di non far aggiungere alcool (ad uso umano si aggiunge anche un pochino di brandy) e naturalmente senti il veterinario su quanto tempo prima somministrarglielo (non ricordo bene se va somministrato già da qualche giorno prima).

Gattamatta

Ecco, cercando un momento ho trovato questo

HomeIsWhereMyCatsAre

Grazissime sei stata gentilissima! Domani sera appena torno dal lavoro chiamo il vet (ormai ho la pulce nell'orecchio e non perdo tempo) e gli chiedo se approva e consiglia il Rescue Remedy! Mi sembra valido come cosa e perfettamente naturale quindi male non dovrebbe fare! Lo trovo anche facilmente in erboristeria da quello che ho capito.. giusto? CI mancava il gatto psicopatico spero già di riuscire a raccogliere un campione di feci entro domani almeno mi levo il pensiero.

Gattamatta

Si, si, in erboristeria e non preoccuparti, ho anch'io un gatto psicopatico...

raffa85

ciao home, anche la mia con tutto quel pelo si faceva fatica a capire quanto fosse in realtà la sua mole. Lo si capiva solo se le facevo il bagno ed era davvero "piccolissima" rispetto a quando la si vedeva sempre. io stessa stentavo a riconoscerla, però non le ho mai sentito nessun osso particolare tranne le scapole, pesava circa 3,5 kg. Quindi credo che si un limite alla magrezza ci sia e fai bene a fare un controllino. Magari come dice gattamatta è un problema di assimilazione, oppure magari essendo così "nervoso" possa avere qualche scompenso metabolico

PinkAm

Io ho una gatta magrissima perché dopo una vita da obesa da anziana è diventata ipertiroidea, ed attualmente è in cura con il Tapazole, che è un farmaco che può dare parecchi effetti collaterali negativi, ma a quanto pare è indispensabile.
Nonostante la cura comunque è ancora troppo magra, ed io integro la sua normale alimentazione - fatta di cibi umidi, fresco di polllo e pesce almeno 2 volte alla settimana, e crocchette speciali (per favorire l'assimilazione, o per gatti anziani, o per kitten perché sono molto nutrienti) - anche con una pasta multivitaminica, omogeneizzati, specialmente di pollo e pesce, tuorlo d'uovo almeno una volta alla settimana, sardine sott'olio.
Non è che la gattina possa guarire in questo modo, ed il mio veterinario è anche scettico sul ruolo degli integratori alimentari, ma secondo me in questo modo sta un po' meglio.
Comunque è urgente secondo me che tu faccia eseguire accertamenti, non escludendo la possibilità di un disturbo metabolico, che deve essere assolutamente curato.
Ciao!

HomeIsWhereMyCatsAre



04-05-2012 alle ore 00:42, raffa85 wrote:
ciao home, anche la mia con tutto quel pelo si faceva fatica a capire quanto fosse in realtà la sua mole. Lo si capiva solo se le facevo il bagno ed era davvero "piccolissima" rispetto a quando la si vedeva sempre. io stessa stentavo a riconoscerla, però non le ho mai sentito nessun osso particolare tranne le scapole, pesava circa 3,5 kg. Quindi credo che si un limite alla magrezza ci sia e fai bene a fare un controllino. Magari come dice gattamatta è un problema di assimilazione, oppure magari essendo così "nervoso" possa avere qualche scompenso metabolico



Ciao Raffa! E infatti è da quando ha perso tutto il pelo che ho iniziato a notare la cosa.. inizialmente mi dicevo che semplicemente non ero abituata a vederlo senza il cappotto invernale e dovevo "farci l'occhio".. ma ora che il pelo è proprio pochino il sentire le ossa in quel modo mi sembra sempre meno normale.. Sopratutto ora che mi dite così!

HomeIsWhereMyCatsAre



04-05-2012 alle ore 10:11, PinkAm wrote:
Io ho una gatta magrissima perché dopo una vita da obesa da anziana è diventata ipertiroidea, ed attualmente è in cura con il Tapazole, che è un farmaco che può dare parecchi effetti collaterali negativi, ma a quanto pare è indispensabile.
Nonostante la cura comunque è ancora troppo magra, ed io integro la sua normale alimentazione - fatta di cibi umidi, fresco di polllo e pesce almeno 2 volte alla settimana, e crocchette speciali (per favorire l'assimilazione, o per gatti anziani, o per kitten perché sono molto nutrienti) - anche con una pasta multivitaminica, omogeneizzati, specialmente di pollo e pesce, tuorlo d'uovo almeno una volta alla settimana, sardine sott'olio.
Non è che la gattina possa guarire in questo modo, ed il mio veterinario è anche scettico sul ruolo degli integratori alimentari, ma secondo me in questo modo sta un po' meglio.
Comunque è urgente secondo me che tu faccia eseguire accertamenti, non escludendo la possibilità di un disturbo metabolico, che deve essere assolutamente curato.
Ciao!



Adesso appena metto piede a casa sento il veterinario e a questo punto nel week-end lo porto... Grazie anche per le dritte sull'alimentazione, chiederò al vet se mi consiglia anche a me una terapia di alimentazioni iperproteica per dargli un po' di ciccia..
Caspita ci mancherebbe anche il gatto che soffre di tiroide.. Già ci sono io che ho quel problema (e sono a mia volta magrissima con ossa sporgenti..). Avrà preso da me...

HomeIsWhereMyCatsAre

Ok, non ho resistito e ho già chiamato la clinica... Mi han detto (vista la stressabilità del gatto) di iniziare con esami feci e poi fatto quello passeremo poi in caso a una visita del gatto. Ora vado a comprare contenitore apposito al volo, spero di riuscire a "coglierlo sul fatto" il prima possibile.. COn 4 gatti che sporcano in casa diventa difficile riconoscere quale cacchina appartiene a chi...

raffa85

immagino dovrai seguirlo e sperare che prima possibile la molli in tua presenza

HomeIsWhereMyCatsAre

L'esame delle feci come presupponevo è risultato negativo... Ora devo portarlo in "day hospital" a fare tutti gli esami del caso. Il vet mi ha detto che dovranno tenerselo una giornata intera e devo portarlo la mattina digiuno... Povero amore sarà terrorizzato... Già gli o detto che dovranno sedarlo con tutta probabilità vista il suo terrore di tutto e di tutti...
In questi giorni ho anche notato che è diventato apatico....
Ora dovrò vedere di cambiare i turni di lavoro per poterlo portare in clinica la mattina, secondo i vet l'ideale sarebbe portarlo lì la sera prima in modo che sia assolutamente a digiuno e già pronto ma secondo me va in panico e rischia di farsi davvero male preferisco risparmiargli almeno la notte visto che lo aspetterà già tutta la giornata...

PinkAm

Per fare le analisi alla mia gatta è bastato un prelievo sanguigno fatto dal mio veterinario, che poi, una volta constato l'ipertiroidismo ed impostata la terapia con il Tapazole, ripetiamo ad intervalli regolari, ogni mese all'inizio, per aggiustare il dosaggio del farmaco, ed ora ogni 3-4 mesi.
Mi spiace che nel tuo caso sia necessaria adirittura una giornata in day hospital, speriamo che tutto vada bene; ogni volta che io devo lasciare un mio gatto in clinica vado in fibrillazione come te, e ti capisco.

chiarina

è anche possibile che sia costituzionale se il gatto è un mezzo persiano.
i persiani hanno una struttura molto più esile, diversa, strana se vogliamo.
non so se ti sia mai capitato di vederne di tosati o bagnati: sono scriccioli.

sinceramente, spero sia questo il tuo caso.
perché lasciarlo così a lungo, però?
se già è un gatto "psicopatico" e ultimamente anche apatico...
piuttosto, se possibile, prendi un paio d'ore di permesso...


HomeIsWhereMyCatsAre

Ho fissato appuntamento per domani mattina.. Sono riuscita ad avere un permesso dal lavoro (anche se mi avranno presa per pazza.. ). Prima mi aveva chiamato l,assistente e mi aveva detto che sarebbe dovuto restare sino al pomeriggio, ma ora ho sentito proprio il vet e mi ha detto che se a seguito della visita (ancora sparafucile deve essere visitato) si rivelerà necessaria solo analisi sangue in un paio d'ore massimo (vista anche la sedazione) sarà pronto per tornare a casa! Meno male.. Sono già ansiosa di mio ogni volta che il vet mi chiede di lasciargli i pelosetti figuriamoci lui che soffre cosí di ansia e panico...
Ora dovrò tenere a digiuno tutti i gatti per 12 ore mi sa..

HomeIsWhereMyCatsAre



07-05-2012 alle ore 15:03, chiarina wrote:
è anche possibile che sia costituzionale se il gatto è un mezzo persiano.
i persiani hanno una struttura molto più esile, diversa, strana se vogliamo.
non so se ti sia mai capitato di vederne di tosati o bagnati: sono scriccioli.

sinceramente, spero sia questo il tuo caso.
perché lasciarlo così a lungo, però?
se già è un gatto "psicopatico" e ultimamente anche apatico...
piuttosto, se possibile, prendi un paio d'ore di permesso...




Lui pare essere un mezzo norvegese o siberiano.. Di costituzione secondo me non è proprio piccolissimo ha testa e zampe molto grosse.. Il fatto è che accarezzandolo sento tutte tutte le ossa.. Dalle vertebre alle costole.. E sotto alle ossa del bacino pare quasi incavato.. Poi non so.. Magari (e spero) è normale.. Ma negli ultimi giorni è apatico e il pelo non è bellissimo.. Lui non è tosato e anche da asciutto fa veramente impressione.. Non oso immaginare bagnato!

chiarina

ah beh!
fai cmq bene a farlo vedere, se analisi non ne ha mai fatte.
speriamo non sia nulla.


raffa85

facci sapere e speriamo davvero che non sia nulla

Gattamatta

Assolutamente si, tutti a digiuno stasera, se non altro per solidarietà!
Dai, meglio fare un bel controllo, il panico passerà tra minimo una settimana ma se c'è un problema non si può fare altrimenti, prova le goccine (fiori di bach)!

HomeIsWhereMyCatsAre

Sono appena tornato dalla vet...Ho lasciato là il mio SParafucile perchè all'1 lo aspetta l'ecografia. Anche la vet lo ha tovato esageratamente magro (un po' di magrezza visto che è un gatto palesemente ansioso e stressato poteva anche essere tollerabile ma lui lo è un po' troppo). GLI ha fatto il prelievo ma ha richiesto solo emocromo in quanto alla palpazione ha sentito una massa nell'intestino e secondo lei è palesemente un linfoma alimentare. Ha detto che non può darmi certezze sino all'ecografia ma mi sembrava essere piuttosto certa anche se ha aspettato a pronunciarsi (anche su prognosi e possibili cure). Ora io non so nulla su questa cosa ma la parola LINFOMA mi ha terrorizzato... Qualcuno di voi sa dirmi qualcosa, ha esperienza in gatto giovane? Rassicuratemi.


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 08-05-2012 11:04 ]

Vanilla79

Il linfoma è una patologia neoplastica sistemica che interessa il sistema ematopoietico e riveste notevole
importanza in medicina veterinaria. Rappresenta l’23% delle neoplasie nel cane e il 30% nel gatto ed è
una delle forme più chemioresponsive sebbene il periodo di remissione sia, nella maggio parte dei casi,
solo temporaneo (da pochi mesi a qualche anno). E’ caratterizzato dalla proliferazione maligna e
incontrollata delle cellule del sistema linfoide che interessa linfonodi, visceri (fegato, milza, intestino,
stomaco) e altri organi (reni, cute, occhio, sistema nervoso centrale e periferico).
Esistono diverse forme di linfoma:
− Multicentrica E’ la forma più comune nel cane mentre è la più rara nel gatto. Spesso l’animale si
presenta asintomatico o con sintomi aspecifici: perdita di peso, letargia, anoressia. Il segno
patognomonico nel cane è una linfoadenopatia solitaria o generalizzata.
− Mediastinica La linfoadenomedenopatia è localizzata ai linfonodi mediastinici soprattutto craniali.
Se presenti, si evidenziano sintomi quali: tosse, dispnea, rigurgito, sindrome di Horner, sindrome
precavale, presenza di versamento chiloso o emorragico.
− Gastroenterica o alimentare E’ la più diffusa nel gatto, coinvolge stomaco e intestino in forma di
massa solitaria o infiltrativa diffusa che spesso evolve da una pregressa patologia infiammatoria
cronica (ad esempio l’enterite linfoplasmacellulare nel cane e l’IBD nel gatto). I sintomi clinici
rilevabili possono essere: vomito, diarrea o tenesmo, dimagrimento, anoressia.
− Cutanea E’ la forma più rara sia nel cane che nel gatto. La sintomatologia, prevalentemente
cutanea, si manifesta con aree alopeciche, depigmentazione, desquamazione, prurito ed eritema;
l’evoluzione porta alla formazione di placche e croste con ulcerazioni. Si riconoscono due forme:
o Epiteliotropica o “Micosi Fungoide”di tipo T rara nel gatto , che interessa prevalentemente
l’epidermide.
o Non epiteliotropica di tipo B, molto più aggressiva e a rapida evoluzione che interessa il
derma; più comune nel gatto rispetto al cane.
− Extranodale E’ la forma più rara (nel cane e nel gatto rispettivamente 4 e 5%) in molti casi si
assiste al primario interessamento di un organo e, in un secondo tempo, all’evoluzione sistemica.
Comprende il linfoma renale, oculare, nervoso, epatosplenico, intravascolare, nasale, tracheale,
surrenalico e poliostolico.
SEGNALAMENTO
Cane 5-8 anni
Gatto 4 mesi-2 anni: soprattutto forme mediastiniche e Multicentriche (generalmente Felv positivi e
immunofenotipo T) anche extranodale e leucemico.
Gatto 6-10 anni soprattutto forme alimentari o cutanee (generalmente Felv negativi con immunofenotipo
CLASSIFICAZIONE
Le classificazioni sono diverse e in continua e rapida evoluzione. Le classificazioni citologiche differenziano
tre gradi di malignità Basso, Intermedio ed Elevato. Le classificazioni istopatologiche differenziano in
cellule B e T.
DIAGNOSI E STADIAZIONE
Un sospetto diagnostico di linfoma necessita di un corretto e attento esame obbiettivo generale e
particolare, esame emocromocitometrico e profilo biochimico, esame elettroforetico, radiografie toraciche,
ecografia addominale, biopsia midollare, eventuale TC e/o RM. Spesso l’esame citopatologico, veloce e
poco invasivo, permette la conferma della diagnosi di linfoma, a volte invece è necessario un esame
istopatologico bioptico. Una volta diagnosticato, i dati raccolti vengono utilizzati per stadiare il linfoma. Gli
stadi vanno da I a V . Stadio I-III secondo il diverso coinvolgimento linfonodale. Stadio IV se esiste un
coinvolgimento epatico e/o splenico. Stadio V se è presente una diffusone midollare, ematica e/o di altri
organi. L’insieme di tutte le informazioni raccolte sono indispensabili per la prognosi e per
pianificare un protocollo chemioterapico mirato.
TERAPIA
La scelta terapeutica dipende da numerosi fattori, tra cui il sottostadio del paziente, il grado istologico del
linfoma, l’estensione del tumore, la presenza di sindromi paraneoplastiche, la motivazione del proprietario
e l’esperienza professionale. La prima scelta è rappresentata dalla chemioterapia mentre la chirurgia e la
radioterapia hanno, nel linfoma, spesso un ruolo marginale. I protocolli terapeutici sono molteplici e
prevedono un approccio di tipo monochemioterapico e uno polichemioterapico. Quest’ultimo si sta
rivelando il più utilizzato perché sembra assicuri un periodo più lungo in assenza di malattia. La maggio
parte degli animali ha buona qualità di vita, con remissione della sintomatologia in assenza di tossicità.
PROGNOSI Risulta molto complesso formulare una prognosi perché condizionata da molteplici fattori
quali la classe di appartenenza del linfoma, la sua diversa sensibilità ai chemioterapici e la stadiazione del
paziente.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Vanilla79 il 08-05-2012 12:43 ]

HomeIsWhereMyCatsAre

Sono sconvolta e in lacrime... Hanno trovato a seguito dell'ecografia un'enorme massa nell'intestino di Sparafucile. A seguito delle analisi saprò solo domani se si tratta di FIP o di un tumore... In entrambi i casi la prognosi è infausta: massimo un mese di vita. Non riesco a farmene una ragione... Il suo unico sintomo era questa magrezza inspiegabile... Non volevano neppure darmelo da riportare a casa visto che ho altri gatti e se fosse FIp potrebbe contagiarli... Ma ormai se contagio doveva avvenire è già avvenuto, son due mesi che è noto questa sua magrezza, e non potevo abbandonarlo in clinica o sopprimerlo oggi, quando ancora è vitale e coccoloso...... In questi ultimi 3 giorni è stato un po' apatico, gli hanno trovato la febbre altissima... Ma per il resto è il mio adorato gatto di sempre, sicuramente non lo lascerò soffrire nemmeno un giorno più del necessario... Appena smetterà di alimentarsi o dovesse dare segni di sofferenza lo accompagnerò dolcemente verso una fine dignitosa... Intanto rimane qui con me. Non riesco davvero a capacitarmene che tra meno di un mese non sarà qui cn me e dovrò prendere questa tristissima decisione.... Davvero non ci riesco... E' ancora un cucciolone..


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 08-05-2012 21:16 ]

raffa85

nooooooo... ma che cavoli... non so che dirti... sono ammutolita. Spero che si siano sbagliati, ma se così non fosse un abbraccio immenso davvero.

HomeIsWhereMyCatsAre

Grazie Raffa.... TI sento davvero vicina vista la situazione che ti sei appena trovata a vivere e ammiro la tua forza nell'essere a tua volta qui a consolare gli altri..
Purtroppo comunque hanno lasciato poco adito a dubbi o speranze...... Di qualsiasi cosa si tratti è incurabile e a decorso rapido... Nessuna terapia possibile se non l'eutanasia quando sarà il momento. Si sono anche stupiti che non avesse ancora avuto nessun sintomo vista la grandezza e la diffusione della massa e il fatto che il suo emocromo è tutto sballato. Non riesco a capacitarmene.
Domani vado a parlare bene che non ho sentito la dottoressa che lo ha visto.. essendo una clinica ci sono diversi dottori e quando sono andata a prenderlo non c'era lei ma un altro (che neppure voleva darmelo.. secondo lui dovevo lasciarlo lì o sopprimerlo subito visto che comunque non ha speranze). DOmani sera saprò tutto con più precisione, per quanto "il sapere" poca differenza faccia ormai...
In compenso se fino a ieri mangiava normalmente oggi a causa dello stress della giornata ancora non ha mangiato... Ha dato una leccatina alla pappa e ha mangiato con appeito solo un po' di pasta al malto.. DOmani vado a comprare un po' di fegato e carne trita di cui va pazzo e qualche omogenizzato.. Non voglio accanirmi su di lui vista situazione che mi han prospettato ma voglio cercare di farlo restare in forze il più possibile... Povero amore ha passato la giornata in clinica sottoposto a mille esami e per lui, con il carattere che ha, è stato doppiamente stressante.. SPero si riprenda da questa giornata e che non marchi l'inizio della fine.
E' qui accanto a me e mi guarda, mentre mi dispero e consumo fazzoletti, con i suoi occhioni come a chiedermi cos'ho che non vada.. E mi coccola con la sua zampina come fa sempre... Povero amore non ha avuto una vita facile da quando è nato... SPeravo di avergli finalmente donato una vita felice ma purtroppo la sua gioia è stata breve... Mi dispiace tanto... Eì la prima volta che mi trovo ad affrontare l'eutanasia su di un gatto così giovane, ed è doppiamente difficile... ed è anche la prima volta che mi trovo ad affrontarla "da sola" (prima erano gatti di casa, ora che vivo sola sono i miei gatti.. per cui mi sento responsabile il doppio..).

raffa85

si l'unica cosa che posso fare è starti vicina virtualmente. E ci mancherebbe, io ne ho ricevuto molto di affetto dagli altri e un pò fa piacere, dunque per questo figurati davvero. Per il resto so che farai quello che è giusto fare nel momento giusto. "Goditi" il tempo che avete a disposizione e accompagnalo nel suo ultimo viaggio quando arriverà il momento.

misssmith

Un tuffo al cuore quando ho letto il titolo... Mi dispiace tanto...Come dice Raffa, noi siamo qui...

Gattamatta

Sono veramente attonita... pur avendo intuito dove poteva essere localzzato il problema non mi sarei mai aspettata una diagnosi così grave e soprattutto...irrecuperabile...ma non crucciarti per la vita che avresti potuto offrirgli dopo averlo già salvato, una mia amica mi dice spesso una cosa: "ci sono animali che, nonostante tutto il male che subiscono (l'abbandono, i maltrattamenti, le malattie) nascono per essere poi fortunati ed altri che invece, maledettamente e nonostante tutto il bene che cerchi di infondergli, nascono con il destino già segnato dall'inizio"
E' vero, sai? E non possiamo farci nulla.... abbi coraggio e cerca di vivere ancora serenamente questi giorni con lui...

didi45

un abbraccio



watta75

Qualora fosse fip (non credo) non ci sarebbe nulla da fare. Il linfoma lascia fino a sei mesi di vita, statisticamente. Ci sono protocolli chemioterapici che possono essere fatti, ma ti consiglio di parlarne con un oncologo, un bravo oncologo, perche' la chemio puo' essere devastante. L'alternativa e' dare cortisone fino a che l'organismo regge e la qualita' della vita rimane accettabile. Mi spiace

PinkAm

Sono rattristatissima da queste notizie, coraggio.... putroppo ho passato anche io l'anno scorso problemi simili, e mi dispiace poterti soltanto essere vicina moralmente. Il mio solo conforto è stato essere più presente e affettuosa che potevo con la mia gattina che era gravemente malata.
Anche le nostre vite, non solo quelle dei nostri amati animaletti, prima o poi declinano, non è sfortuna, è inevitabile... Ma qualche volta i miracoli avvengono in medicina, anche restando consapevoli della realtà si può sperare fino all'ultimo... un abbraccio forte forte!!!

Vanilla79

Mi dispiace veramente tanto........non pensavo fosse così grave e veloce.
Stagli vicino il più possibile, adesso avete bisogno uno dell'altra
Un abbraccio grande

irrosa89

Mi dispiace tantissimo! Come ti hanno già consigliato stagli vicino, ha bisogno della tua forza, ti sono vicina e comprendo quale possa essere il tuo stato d'animo ora..Mi raccomando godetevi questo tempo che avete per stare insieme fino alla fine! Fagli tante coccole, e tanti grattini da parte mia!

johnatan69

....no......... ma non è possibile!!!!!!!!!!
mi spiace davvero tanto!!!!

HomeIsWhereMyCatsAre

Grazie a tutti per la vostra vicinanza.. Sento più vicino voi virtualmente di tante persone che ho incontrato fisicamente in questi ultimi giorni che vedendomi in giro come uno zombie si informano su cosa non vada.. e quando sentono che si tratta del mio gatto... Scoppiano a ridere... e mi dicono "vabbeh ne prendi un'altro...". E palesamente pensano che io sia pazza. Sono felice che qui ci siano tanti "pazzi" come me. Grazie davvero. A parte la mia famiglia, che comprende e condivide il mio dolore, nessuno sembra capire la tragedia che rappresenta l'imminente perdita di un animale... di un membro della famiglia.. E' passato meno di un anno da quando uno dei miei gatti è misteriosamente scomparso e non è più tornato... non ero pronta a perdere anche lui, così piccolo e così da poco nella mia vita.. Volevo salvarlo da un tristed destino e proteggerlo, dargli finalmente una casa e tanto amore ma il destino è stato tanto crudele con il mio SParafucile... Ero così felice degli enormi progressi che aveva fatto dopo tutti i traumi che aveva subito nella sua infanzia.. e ora questo.
Scusate lo sfogo ma sono distrutta, tristissima, è stato un fulmine a ciel sereno e vedere tutto questo cinismo intorno a me mi provoca rabbia. Io non riesco a non pensare ai suoi occhioni fiduciosi che mi seguono ovunque.. Sto cercando di passare ogni mio secondo con lui.. Sono andata a comprargli gli omogenizzati e piangevo di gioia quando ho visto che si è fiondato su di essi (ha mangiato un omogenizzato intero dopo un giorno e mezzo di digiuno).

HomeIsWhereMyCatsAre

In ogni caso ora posto gli esami... Sono appena andati a ritirarli e il vet pensa sia quasi senza dubbio FIP secca... Pensa che sia nato malato...
Or ail problema che mi assilla è il possibile contagio cui sono stati sottposti (e sono tutt'ora) gli altri gatti..... DUe di loro sono sicuramente già stati esposti a coronavirus perchè il gatto scomparso l'anno scorso aveva fatto il test e lo aveva... ed era vissuto a strettissimo contatto con loro.
Ora io pensavo (da quello che avevo capito quando trovarono il virus del coronavirus nell'altro gatto e pensavano fosse affetto da FIP umida) che anche in gatto con Fip manifesta non si trasmettesse il virus "mutato" ma si trasmettesse sempre e comunque il semplice coronavirus... Invece da quello che mi ha detto oggi il vet il virus che viene trasmesso è già quello mutato.... QUindi sono in doppia crisi. Sono due mesi che ho notato il dimagrimento e la perdita di pelo di Sparafucile (ma pensavo fosse dovuto alla muta e a un po' di stress) e in questo lasso di tempo hanno sempre condiviso ciotole, letteriere, leccate..... Sono disperata... Non so neppure come fare a "isolare" Sparafucile... nè me la sento di farlo sopprimere ora che è ancora vitale (anche se un po' apatico).... COsa faccio???????????'

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 09-05-2012 18:30 ]

Benny76

Home..un forte abbraccio ...
...e si ...qui siamo tutti pazzi..ma abbiamo ragione NOI...chi non ha amato un animale non ci potra' capire...

..

irrosa89



09-05-2012 alle ore 18:22, HomeIsWhereMyCatsAre wrote:
Grazie a tutti per la vostra vicinanza.. Sento più vicino voi virtualmente di tante persone che ho incontrato fisicamente in questi ultimi giorni che vedendomi in giro come uno zombie si informano su cosa non vada.. e quando sentono che si tratta del mio gatto... Scoppiano a ridere... e mi dicono "vabbeh ne prendi un'altro...". E palesamente pensano che io sia pazza. Sono felice che qui ci siano tanti "pazzi" come me. Grazie davvero. A parte la mia famiglia, che comprende e condivide il mio dolore, nessuno sembra capire la tragedia che rappresenta l'imminente perdita di un animale... di un membro della famiglia.. E' passato meno di un anno da quando uno dei miei gatti è misteriosamente scomparso e non è più tornato... non ero pronta a perdere anche lui, così piccolo e così da poco nella mia vita.. Volevo salvarlo da un tristed destino e proteggerlo, dargli finalmente una casa e tanto amore ma il destino è stato tanto crudele con il mio SParafucile... Ero così felice degli enormi progressi che aveva fatto dopo tutti i traumi che aveva subito nella sua infanzia.. e ora questo.
Scusate lo sfogo ma sono distrutta, tristissima, è stato un fulmine a ciel sereno e vedere tutto questo cinismo intorno a me mi provoca rabbia. Io non riesco a non pensare ai suoi occhioni fiduciosi che mi seguono ovunque.. Sto cercando di passare ogni mio secondo con lui.. Sono andata a comprargli gli omogenizzati e piangevo di gioia quando ho visto che si è fiondato su di essi (ha mangiato un omogenizzato intero dopo un giorno e mezzo di digiuno).



Sai cosa..io penso di essere maledettamente orgogliosa di essere una PAZZA!!! Complimenti a tutti noi PAZZI! e viva questo MANICOMIO che è questo forum! meglio "pazza" ma aver provato l'amore che ti danno questi piccoli pelosetti piuttosto che vivere senza di loro! Io lo dico sempre chi ama gli animali ama per sempre! sono amori veri e propri che nn terminano mai nemmeno quando purtroppo ci lasciano..saranno sempre nei nostri cuori! Io purtroppo ho perso 3 animali di cui una gatta a soli 5 anni (quasi 5 anni fa), un cane di 16 anni (a dicembre scorso) e aimè oggi la mia piccola e dolce Micia, ma ti giuro che sono e saranno sempre presenti nel mio cuore e che farò tesoro dell'amore che mi hanno insegnato!!!! Viva gli animali!!!!!!!!!!!! Home fatti forza e in bocca al lupo! Tanto affetto per te e il piccoletto

HomeIsWhereMyCatsAre



09-05-2012 alle ore 20:13, irrosa89 wrote:


09-05-2012 alle ore 18:22, HomeIsWhereMyCatsAre wrote:
Grazie a tutti per la vostra vicinanza.. Sento più vicino voi virtualmente di tante persone che ho incontrato fisicamente in questi ultimi giorni che vedendomi in giro come uno zombie si informano su cosa non vada.. e quando sentono che si tratta del mio gatto... Scoppiano a ridere... e mi dicono "vabbeh ne prendi un'altro...". E palesamente pensano che io sia pazza. Sono felice che qui ci siano tanti "pazzi" come me. Grazie davvero. A parte la mia famiglia, che comprende e condivide il mio dolore, nessuno sembra capire la tragedia che rappresenta l'imminente perdita di un animale... di un membro della famiglia.. E' passato meno di un anno da quando uno dei miei gatti è misteriosamente scomparso e non è più tornato... non ero pronta a perdere anche lui, così piccolo e così da poco nella mia vita.. Volevo salvarlo da un tristed destino e proteggerlo, dargli finalmente una casa e tanto amore ma il destino è stato tanto crudele con il mio SParafucile... Ero così felice degli enormi progressi che aveva fatto dopo tutti i traumi che aveva subito nella sua infanzia.. e ora questo.
Scusate lo sfogo ma sono distrutta, tristissima, è stato un fulmine a ciel sereno e vedere tutto questo cinismo intorno a me mi provoca rabbia. Io non riesco a non pensare ai suoi occhioni fiduciosi che mi seguono ovunque.. Sto cercando di passare ogni mio secondo con lui.. Sono andata a comprargli gli omogenizzati e piangevo di gioia quando ho visto che si è fiondato su di essi (ha mangiato un omogenizzato intero dopo un giorno e mezzo di digiuno).



Sai cosa..io penso di essere maledettamente orgogliosa di essere una PAZZA!!! Complimenti a tutti noi PAZZI! e viva questo MANICOMIO che è questo forum! meglio "pazza" ma aver provato l'amore che ti danno questi piccoli pelosetti piuttosto che vivere senza di loro! Io lo dico sempre chi ama gli animali ama per sempre! sono amori veri e propri che nn terminano mai nemmeno quando purtroppo ci lasciano..saranno sempre nei nostri cuori! Io purtroppo ho perso 3 animali di cui una gatta a soli 5 anni (quasi 5 anni fa), un cane di 16 anni (a dicembre scorso) e aimè oggi la mia piccola e dolce Micia, ma ti giuro che sono e saranno sempre presenti nel mio cuore e che farò tesoro dell'amore che mi hanno insegnato!!!! Viva gli animali!!!!!!!!!!!! Home fatti forza e in bocca al lupo! Tanto affetto per te e il piccoletto



Irrosa.. Leggo ora della tua micia... Tanto tanto dispiacere.. Grazie di tutto, sono orgogliosa di essere PAZZA anche io e sono felice di avere trovato qui tante persone così. Davvero grazie. Mi stringo a te in questo momento così difficile che stai vivendo anche tu... E' davvero difficile... E un pochino ti scalda il cuore il sapere che non tutti gli umani sono così terribili... Anche solo virtualmente si respira molta più comprensione e amore qui di quella che ti danno persone in carne e ossa tutti i giorni.
Grazie a tutti, e un abbraccio forte a te Irrosa per la tua perdita.. il vuoto che ci lasciano è incolmabile... Bisogna cercare di riempirlo con i ricordi in modo da poterli ricordare sempre con il sorriso..

irrosa89



09-05-2012 alle ore 21:33, HomeIsWhereMyCatsAre wrote:


09-05-2012 alle ore 20:13, irrosa89 wrote:


09-05-2012 alle ore 18:22, HomeIsWhereMyCatsAre wrote:
Grazie a tutti per la vostra vicinanza.. Sento più vicino voi virtualmente di tante persone che ho incontrato fisicamente in questi ultimi giorni che vedendomi in giro come uno zombie si informano su cosa non vada.. e quando sentono che si tratta del mio gatto... Scoppiano a ridere... e mi dicono "vabbeh ne prendi un'altro...". E palesamente pensano che io sia pazza. Sono felice che qui ci siano tanti "pazzi" come me. Grazie davvero. A parte la mia famiglia, che comprende e condivide il mio dolore, nessuno sembra capire la tragedia che rappresenta l'imminente perdita di un animale... di un membro della famiglia.. E' passato meno di un anno da quando uno dei miei gatti è misteriosamente scomparso e non è più tornato... non ero pronta a perdere anche lui, così piccolo e così da poco nella mia vita.. Volevo salvarlo da un tristed destino e proteggerlo, dargli finalmente una casa e tanto amore ma il destino è stato tanto crudele con il mio SParafucile... Ero così felice degli enormi progressi che aveva fatto dopo tutti i traumi che aveva subito nella sua infanzia.. e ora questo.
Scusate lo sfogo ma sono distrutta, tristissima, è stato un fulmine a ciel sereno e vedere tutto questo cinismo intorno a me mi provoca rabbia. Io non riesco a non pensare ai suoi occhioni fiduciosi che mi seguono ovunque.. Sto cercando di passare ogni mio secondo con lui.. Sono andata a comprargli gli omogenizzati e piangevo di gioia quando ho visto che si è fiondato su di essi (ha mangiato un omogenizzato intero dopo un giorno e mezzo di digiuno).



Sai cosa..io penso di essere maledettamente orgogliosa di essere una PAZZA!!! Complimenti a tutti noi PAZZI! e viva questo MANICOMIO che è questo forum! meglio "pazza" ma aver provato l'amore che ti danno questi piccoli pelosetti piuttosto che vivere senza di loro! Io lo dico sempre chi ama gli animali ama per sempre! sono amori veri e propri che nn terminano mai nemmeno quando purtroppo ci lasciano..saranno sempre nei nostri cuori! Io purtroppo ho perso 3 animali di cui una gatta a soli 5 anni (quasi 5 anni fa), un cane di 16 anni (a dicembre scorso) e aimè oggi la mia piccola e dolce Micia, ma ti giuro che sono e saranno sempre presenti nel mio cuore e che farò tesoro dell'amore che mi hanno insegnato!!!! Viva gli animali!!!!!!!!!!!! Home fatti forza e in bocca al lupo! Tanto affetto per te e il piccoletto



Irrosa.. Leggo ora della tua micia... Tanto tanto dispiacere.. Grazie di tutto, sono orgogliosa di essere PAZZA anche io e sono felice di avere trovato qui tante persone così. Davvero grazie. Mi stringo a te in questo momento così difficile che stai vivendo anche tu... E' davvero difficile... E un pochino ti scalda il cuore il sapere che non tutti gli umani sono così terribili... Anche solo virtualmente si respira molta più comprensione e amore qui di quella che ti danno persone in carne e ossa tutti i giorni.
Grazie a tutti, e un abbraccio forte a te Irrosa per la tua perdita.. il vuoto che ci lasciano è incolmabile... Bisogna cercare di riempirlo con i ricordi in modo da poterli ricordare sempre con il sorriso..



Grazie home! mi trovi d'accordo con te su tutto quello che hai scritto..certo ora continuo imperterrita a buttare fuori lacrime ma è ovvio che ricorderò sempre la mia Micia con un grande sorriso!

HomeIsWhereMyCatsAre

Pubblico le analisi di Sparafucile. I vet sono stati molto chiari sulla sua prognosi ma vorrei avere più pareri possibile. Sopratutto vorrei che mi fosse chiarito un punto: su internet (e un veterinario precedente era della stessa opinione) ho trovato scritto che il virus "mutato" che provoca la FIP rimane nel corpo del gatto malato mentre viene espulso solo il coronavirus semplice. Quindi gli altri gatti, se non disposti allo sviluppo della malattia) si infettano solo con il coronavirus (che peraltro penso abbiano bene o male già contratto nella loro vita viste le loro origini e il loro stile di vita pur senza aver mai contratto la fip). Il veterinario oggi invece mi ha detto che il gatto malato espelle virus mutato, quindi trasmette direttamete la FIP. Questa sarebbe ovviamente una doppia tragedia. Significherebbe che i miei altri gatti sono segnati. Ho seriamente bisogno di chiarimenti su questo punto.
Per quanto non riesca ancora a farmene una ragione ho accettato il destino di Sparafucile, che pur sembrando tutto tranne che un gatto in fin di vita, ha delle analisi che confermano il peggio. Ma non riesco a pensare che per certo tutti gli altri miei gatti debbano seguire il suo destino. Proprio non riesco.

Detto ciò presento le analisi di Sparafucile:

ecografia:

Fegato: Parenchima ipoecogeno con trama portale accentuata. La colecisti è poco distesa, con flessure e parete ecogena. I linfonodi pancreatico-duodenali sono moderatamente aumentati di volume.
Milza: Marcata splenomegalia con ecostruttura fine ed omogenea. Presenza di una flessura a livello di corpo. I linfonodi splenici non sono aumentati di volume.
Tratto g.e. Lo stomaco non è disteso, parete con stratigrafia e spessore nella norma. Il piccolo intestino è normale per stratigrafia e spessoe. Il pacchetto linfonodale digiunale è completamente sovvertito da una massa ad ecogenicità mista di 2.47 x 4.84 cm, in parte riccamente vascolarizzata che abbraccia l'arteria mesenterica.
Rene dx: margini moderatamente irregolari, defininizione coritco-midollare lievemente diminuita
rene sx: dimensioni nella norma con efinizione coritco-midollare leggermetne diminuita.
surr. normali per ecostrutture e dimensioni

Diagnosi ecografica: massa a carico dei linfonodi digiunali compatibile con granuloma/neoplasia. Quadro infiammatorio a carico del fegato e della colecisti, con alterazioni ecotrutturali moderate. Marcata splenomegalia si sospetta una forma secca di peritonite infettiva.




Esami del sangue (riporto solo i valori "sballati"):

Ampiezza distribuzione eritrocitaria (R.D.W.) 11.00 < (%15.4-23)
Granulociti neutrofili 15.60 > (K/microlitri 2.5 - 12) --> neutrofilia
Granulociti eosinofili 0.00 < (k/microlitri 0.1-0.8)
Granulociti neutrofili 80,83 > (%35-78)
linfociti 16,06 > (%22-45)
Granulociti eosinofili 0.00 < (% 2 - 12)
Proteine totali ematiche 11.50 > (g/df 6-7,5)
Albumine 22.70< (%42.21 - 61.33)
Globuline alfa 2 24.00 > (% 7,91 - 19.85)
Globuline gamma 34.00 > ( % 5.42 - 26.43)
Rapporto albumine/globuline 0,29 < (% 0,73 - 1,59)
Globuline alfa 2 2,76 > (g/dl 0,47 - 1,49)
Globuline beta 2 1.30 > (g/dl 0,21 - o,29)
Globuline gamma 3.91 > (g/dl 0,32 - 1,98)

I restanti valori: leucociti, eritociti, emoglobina, ematocrito, M.C.V., M.C.H., M.C.H.C., piastrine, linfociti e monociti (K/microlitri), granulociti basofili, monociti (%), granulociti basofili (%), globuline alfa 1 e globuline beta 1 (Sia % che g/dl), albumine (g/dl) sono invece nella norma..

Analisi disastrose purtroppo... Purtroppo non mi illudo minimamente di trovare "il miracolo" o chessò io. Ma Vedendole i veterinari mi hanno detto che appunto presumono con quasi certezza si tratti di FIP; facendo altri test potrei anche saperne di più ma, dal momento che la prognosi non cambierebbe, su loro consiglio mi sono fermata qui.
mi fido molto dei miei veterinari, sono da loro da meno di un anno ma mi sono sembrati sempre molto competenti. Peraltro , visto la poco conoscenza della FIP in questione, vorrei raccogliere più pareri possibile.
Vorrei sapere cosa aspettarmi nei prossimi giorni, vorrei avere consigli su cosa posso fare per garantirgli gli ultimi giorni il più possibile felici e "diginitosi".
Vi ringrazio per l'attenzione in ogni caso.



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 09-05-2012 22:42 ]

irrosa89

Home spero che qualcuno ti tolga questo dubbio e soprattutto spero che gli altri mici non vengano contaggiati! In bocca al lupo e tante coccole ai pelosetti e razione doppia a Sparafucile!!!

watta75



09-05-2012 alle ore 22:29, HomeIsWhereMyCatsAre wrote:
Pubblico le analisi di Sparafucile. I vet sono stati molto chiari sulla sua prognosi ma vorrei avere più pareri possibile. Sopratutto vorrei che mi fosse chiarito un punto: su internet (e un veterinario precedente era della stessa opinione) ho trovato scritto che il virus "mutato" che provoca la FIP rimane nel corpo del gatto malato mentre viene espulso solo il coronavirus semplice. Quindi gli altri gatti, se non disposti allo sviluppo della malattia) si infettano solo con il coronavirus (che peraltro penso abbiano bene o male già contratto nella loro vita viste le loro origini e il loro stile di vita pur senza aver mai contratto la fip). Il veterinario oggi invece mi ha detto che il gatto malato espelle virus mutato, quindi trasmette direttamete la FIP. Questa sarebbe ovviamente una doppia tragedia. Significherebbe che i miei altri gatti sono segnati. Ho seriamente bisogno di chiarimenti su questo punto.
Per quanto non riesca ancora a farmene una ragione ho accettato il destino di Sparafucile, che pur sembrando tutto tranne che un gatto in fin di vita, ha delle analisi che confermano il peggio. Ma non riesco a pensare che per certo tutti gli altri miei gatti debbano seguire il suo destino. Proprio non riesco.

Detto ciò presento le analisi di Sparafucile:

ecografia:

Fegato: Parenchima ipoecogeno con trama portale accentuata. La colecisti è poco distesa, con flessure e parete ecogena. I linfonodi pancreatico-duodenali sono moderatamente aumentati di volume.
Milza: Marcata splenomegalia con ecostruttura fine ed omogenea. Presenza di una flessura a livello di corpo. I linfonodi splenici non sono aumentati di volume.
Tratto g.e. Lo stomaco non è disteso, parete con stratigrafia e spessore nella norma. Il piccolo intestino è normale per stratigrafia e spessoe. Il pacchetto linfonodale digiunale è completamente sovvertito da una massa ad ecogenicità mista di 2.47 x 4.84 cm, in parte riccamente vascolarizzata che abbraccia l'arteria mesenterica.
Rene dx: margini moderatamente irregolari, defininizione coritco-midollare lievemente diminuita
rene sx: dimensioni nella norma con efinizione coritco-midollare leggermetne diminuita.
surr. normali per ecostrutture e dimensioni

Diagnosi ecografica: massa a carico dei linfonodi digiunali compatibile con granuloma/neoplasia. Quadro infiammatorio a carico del fegato e della colecisti, con alterazioni ecotrutturali moderate. Marcata splenomegalia si sospetta una forma secca di peritonite infettiva.




Esami del sangue (riporto solo i valori "sballati"):

Ampiezza distribuzione eritrocitaria (R.D.W.) 11.00 < (%15.4-23)
Granulociti neutrofili 15.60 > (K/microlitri 2.5 - 12) --> neutrofilia
Granulociti eosinofili 0.00 < (k/microlitri 0.1-0.8)
Granulociti neutrofili 80,83 > (%35-78)
linfociti 16,06 > (%22-45)
Granulociti eosinofili 0.00 < (% 2 - 12)
Proteine totali ematiche 11.50 > (g/df 6-7,5)
Albumine 22.70< (%42.21 - 61.33)
Globuline alfa 2 24.00 > (% 7,91 - 19.85)
Globuline gamma 34.00 > ( % 5.42 - 26.43)
Rapporto albumine/globuline 0,29 < (% 0,73 - 1,59)
Globuline alfa 2 2,76 > (g/dl 0,47 - 1,49)
Globuline beta 2 1.30 > (g/dl 0,21 - o,29)
Globuline gamma 3.91 > (g/dl 0,32 - 1,98)

I restanti valori: leucociti, eritociti, emoglobina, ematocrito, M.C.V., M.C.H., M.C.H.C., piastrine, linfociti e monociti (K/microlitri), granulociti basofili, monociti (%), granulociti basofili (%), globuline alfa 1 e globuline beta 1 (Sia % che g/dl), albumine (g/dl) sono invece nella norma..

Analisi disastrose purtroppo... Purtroppo non mi illudo minimamente di trovare "il miracolo" o chessò io. Ma Vedendole i veterinari mi hanno detto che appunto presumono con quasi certezza si tratti di FIP; facendo altri test potrei anche saperne di più ma, dal momento che la prognosi non cambierebbe, su loro consiglio mi sono fermata qui.
mi fido molto dei miei veterinari, sono da loro da meno di un anno ma mi sono sembrati sempre molto competenti. Peraltro , visto la poco conoscenza della FIP in questione, vorrei raccogliere più pareri possibile.
Vorrei sapere cosa aspettarmi nei prossimi giorni, vorrei avere consigli su cosa posso fare per garantirgli gli ultimi giorni il più possibile felici e "diginitosi".
Vi ringrazio per l'attenzione in ogni caso.



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: HomeIsWhereMyCatsAre il 09-05-2012 22:42 ]



Per tagliare la testa al toro potresti fare un ago aspirato dai linfonodi risultati alterati.
Per quanto riguuarda la trasmissibilita', purtroppo, non esistono certezze. Della FIP si sa veramente poco, e non si conoscono le modalita' di trasmissione. Ci sono studi che parlano di impossibilita' di trasmetterla ad altri gatti, e studi che parlano di possibilita' di trasmissione. In genere, quando arrivano in clinica, vengono comunque messi nel reparto infettivi, isolati dagli altri, ma piu' per precauzione che per certezza di contagio. Se fosse fip puoi solo attendere e vedere che succede.......mi spiace

PinkAm

Mia cara, sono passata anche io l'anno scorso per il tuo dramma, che tale è per noi, che vogliamo bene ad un animaletto, e chi se ne infischia di chi non capisce.
Anche io prima di allevare gatti, non potevo capire...
Ed ancora oggi dopo tanti anni penso al primo di loro, che avevo quando ero una ragazzina; anche se di lui mi resta solo una piccola foto sfocata, non lo dimenticherò mai, perché il nostro reciproco affetto è stato un sentimento vero, né inferiore né superiore a quelli umani; l'amore ha sempre un valore altissimo di per sé.
Quello che posso dirti della mia esperienza, purtroppo non è confortante, perché alla fine ho dovuto accompagnare la mia piccola dal veterinario per farla addormentare per sempre, e la mia unica consolazione è stata che durante il viaggio in macchina per arrivarci lei, che stranamente per un gatto amava molto queste gite, perché vi era abituata fin da quando aveva solo pochi mesi, era contenta e serena tra le mie braccia e si è perfino goduta un po' di quel sole che amava tanto.
Non ho mai saputo se davvero si trattasse di FIP umida, o di leucemia, perché all'inizio gli esami fatti durante un ricovero in clinica hanno dato esito molto incerto, ma alla fine le sue condizioni di costante declino nonostante gli antibiotici ed altre cure hanno fatto concludere al suo veterinario che non c'era più nulla da fare... non ho voluto l'autopsia, che come forse sai è l'unico mezzo sicuro per stabilire se di FIP si tattasse. L'unica cosa evidente era che qualunque ne fosse la causa, la mia gattina si stava spegnendo.
Quello che però io ho fatto per gli altri che ho, benché il tutto possa sembrare eccessivo rispetto alle conoscenze sulla FIP e le sua trasmissione, è stato isolarla immediatamente in una stanza, cosa che non le è dispiaciuta perché stava così male che non gradiva la compagnia di nessuno, anche se io stavo ugualmente con lei il più possibile, discreta per non disturbarla ma presente, e per questo mi sono assentata dal lavoro per diverse settimane.
Inoltre dopo la sua scomparsa non ho aperto agli altri quella stanza per almeno sette mesi, sperando che il maledetto virus scomparisse (la mia casa ha il parquet e non ho creduto che un disinfettante potesse penetrare in tutte quelle fessure).
Ora curo più che posso l'igiene della lettiera, disinfettandola ogni volta che cambio la sabbia con candeggina (prima usavo comunque un detergente con candeggina, ora la uso diluita in acqua).
Inoltre, seguendo il consiglio del mio veterinario, che crede moltissimo che fattori di stress possano incidere sulla mutazione di quel virus, cerco di stracoccolare i miei mici superstiti, pronta anche alla minima occasione anomala, per esempio se dovessi assentarmi per qualche giorno lasciando una cat sitter a portare loro il cibo, ad usare uno di quei diffusori ambientali che aiutano i gatti a rilassarsi.
Curo anche l'alimentazione, con cibi sani e nutrienti, anche perché l'altra femmina che ho è anziana e malata di ipertiroidismo, ma pure in questo caso gli studi sono contraddittori, ho letto che l'integrazione con vitamine ed antiossidanti può aiutare a prevenire il contagio FIP negli stadi iniziali, ma che in seguito può perfino nuocere (e come si fa a sapere allora quando è il momento giusto per darli?).
Non credo si possa fare di più... certo, la paura resta sempre, ma almeno cercando di informarci possiamo fare del nostro meglio. Secondo me nel dubbio, anche se questo fosse inutile, è meglio eccedere in prudenza.
Ti auguro comunque di avere più fortuna di me, non si sa mai, certe volte se i gatti sembrano vitali come il tuo Sparafucile le diagnosi alla fine possono rivelarsi sbagliate; non ti ho certo raccontato tutto questo per scoraggiarti, ma nella speranza di darti qualche consiglio utile a salvaguardare i tuoi gatti sani, e TI SONO VICINISSIMA.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: PinkAm il 10-05-2012 11:06 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: PinkAm il 10-05-2012 11:09 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: PinkAm il 10-05-2012 11:12 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: PinkAm il 10-05-2012 11:56 ]

chiarina

mi dispiace tanto.
anche io sono passata per la fip con 2 gatti (fip essudativa, se ne sono andati in 2-3 mesi), introdotta da una gatta di allevamento, sul cui stato di salute mi avevano giurato. confesso che non l'avevo testata - errore che non farei mai più, men che meno in un gatto di allevamento (ho visto addormentare un piccolo siamese di 6 mesi anche pochi giorni fa ... la proprietaria l'ha lasciato sul tavolo e se n'è andata... io rimpiango di non avergli dato nemmeno una carezza, ma ho avuto paura... il mio vet aveva i guanti...).
un'altra - probabile fip secca, con sintomi neurologici, invece, ce l'ha fatta, probabilmente grazie ad una terapia non convenzionale.
la gatta che ha portato il virus in casa non si è mai ammalata, l'ho affidata ad una persona per un anno intero, durante il quale sono state fatte diverse pcr sulle feci e quando il titolo anticorpale si è quasi azzerato e diverse pcr sono risultate negative, è stata reintrodotta, anche perché la persona che la teneva stava cambiando città e non poteva più tenerla.
inizialmente, è stata tenuta in una stanza soltanto per diversi mesi. ora mi sono rilassata. anche perché nel frattempo i miei mici se ne sono andati tutti e c'è stato un ricambio.

continuo però ad osservare una pulizia scrupolosissima delle lettiere, che disinfetto quotidianamente con candeggina, e delle ciotole.
a quel che mi si dice, sono importanti anche i fattori di stress e anche a me è stato suggerito l'uso del feliway (tentar non nuoce...).
anche io curo molto l'alimentazione (ma credo anche tu).

i mici con la fip li avevo isolati anche io in una stanza.
diversi veterinari mi avevano consigliato di addormentarli perché, cmq, secondo loro potevano essere contagiosi.
altri sono stati più fatalisti.

Cercando in rete, troverai sicuramente il sito della addie, quello di catton, dove trovi parecchi articoli, e ti suggerisco quello della clinica veterinaria san marco.

per il resto, dai una carezza da parte mia a sparafucile e tantissime pappe buone. non voglio essere eretica suggendoti carne cruda, di primissima qualità: ma è quello che mi suggerì il veterinario che ha ripreso per i capelli (si fa per dire...) la mia gatta con probabile fip secca.

HomeIsWhereMyCatsAre

Grazie per il vostro supporto e i vostri consigli.. Davvero mi aiutano. Ho peró deciso di non separare sparafucile dagli altri.. Sto rispettando norme igieniche strettissime ma, come mi ha confermato il vet, se contagio doveva avvenire è già avvenuto.. Il separare il gatto porterebbe solo stress a tutti i gatti (e lo stress in questi casi è da evitare).
In questi giorni è tanto apatico ma comunque continua seguirmi per tutta la casa e a seguire ogni mio movimento nella stanza con i suoi enormi occhioni.. Sembra essere ulteriormente dimagrito (o ormai sto impazzendo?) e sto riuscendo a fargli mangiare con grande appetito omogeneizzati e carne scottata (ieri si è divorato ancora tantissimo fegato che è la sua pietanza preferita) molto piú in fretta e molto di piú degli altri gatti! Piccolo amore guerriero. Oggi vado a prendere il recovery sperando che lo tiri un po' su.. Finchè mangia sono contenta, la sua pappa aveva smesso di mangiarla ed ero già andata in panico.. Per fortuna ancora non mi pare soffrire è solo tanto apatico ma ogni tanto ci prova a rincorrerete le mosche o a giocare con gli altri mici ma si stanca subito..
Tanto dolore e tanta rabbia.. Aveva tutta una vita davanti. Finalmente felice..

Prossime risposte




Home page - Chi siamo - Contatti - Pubblicità