home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  Prissy, un anno e mezzo dopo... - Discussione n 71795 - PermaLink
   Prissy, un anno e mezzo dopo...

( 1 | 2 | 3 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 3 di 3
Polly80

Registrato dal: 21-04-2010
| Messaggi : 122
  Post Inserito 18-01-2012 alle ore 14:44   
Salve a tutti e grazie ancora per le vostre parole di conforto. Siete davvero persone meravigliose e questa catena umana, empatica è, in questo brutto momento, l'unico appiglio a cui posso aggrapparmi.
Prissy mi manca, mi manca troppo. Mi sono resa conto che non posso fare a meno di lei.
Non voglio pensare che sia sola, al buio dentro una buca... no, non posso immaginarla così. La immagino distesa perennemente al sole come amava fare e vorrei che mi pensasse almeno metà di quanto la penso io. Mi sento assente e non passa attimo che non giro lo sguardo nella speranza di trovarla accovacciata in qualche angolo che mi guarda. Ho sempre avuto paura degli spiriti... ma vorrei che la sua anima venisse a trovarmi... quando vuole lei... di giorno, di notte, al lavoro o per la strada. In queste sere senza di lei ho pregato Dio affinchè me la facesse incontrare, vorrei sognarla, poterla accarezzare o semplicemente vederla. Mi manca da morire. Dio non mi ha ancora ascoltata... forse gli sto chiedendo troppo? Gli ho chiesto, implorandolo con le mani giunte e lacrime amare che se ne andasse da sola, di non mettermi nella condizione di decidere della sua vita.. della mia stessa vita e l'ha fatto. Gli ho chiesto che le strappasse l'ultimo respiro mentre dormiva, che la sua fine fosse dolce e inconsapevole e credo l'abbia fatto... se devo pagare il conto di non sognarla ma ha espresso questi due miei desideri, va bene.. sono pronta a soffrire per la sua totale assenza, ma non può chiedermi di rinunciare a sperare di incontrarla nei miei sogni... sarebbe un regalo meraviglioso. Cosa darei per poterla tenere ancora tra le miei braccia! guardarla mentre dorme e dirle che la amo con tutta me stessa. Quante volte l'ho fattto... avvicinarmi al suo orecchio e sussurrarle "Prissy, ti amo, ti amo da morire" A figghia mia.
Non mi consola il fatto che prima o poi avrebbe dovuto lasciarmi.. questa è razionalità e io la amo quindi non posso essere razionale. Non mi rassegno alla sua assenza, la sera la voglio sul mio cuscino e la mattina voglio darle da mangiare... voglio condividere con lei i miei bastoncini findus o il petto di pollo. Le voglio comprare ancora i giocattolini e il cibo, la voglio stringere, voglio continuare a parlarle. Continuo ogni sera a pregare Dio per farla entrare nei miei sogni, fatelo anche voi, per favore, fatelo per me.


0 
 Profilo
schuamy

Registrato dal: 12-09-2011
| Messaggi : 14
  Post Inserito 18-01-2012 alle ore 15:24   
ciao polly, anche io sto provando quello tutto quello che tu descrivi!!!il mio amore mi ha lasciato 3 mesi fa circa per un maledetto male che me l'ha strappato via in un mese. stava benissimo , non aveva mai sofferto di niente e poi all'improvviso...io sto male ancora come il primo giorno non riesco a rassegnarmi di non stare più insieme a lui, stringerlo,coccolarlo, passeggiare insieme, dormire;facevamo tutto insieme ; sen'é andato via un pomeriggio mentre lo avevo portato in giardino dove lui amava giocare, cacciare.. non riusciva più a camminare, una zampina posteriore un bel giorno non lo reggeva più... ed io per non farlo deprimere dato che lui era un giocherellone, lo aiutavo per spostarsi lo portavo nei suoi posti preferiti...pochi giorni dopo l'occhio, poi come se non bastasse non riusciva neppure a mangiare, ed io per dargli forza lo alimentavo con la siringa , proprio come quando l'ho adottato a soli due mesi.....è stato terribile quando tra le mie braccia si è spento.adesso mi sento sola se n'è andata una parte di me ma non lo dico così tanto per dirlo. pensa adesso mentre scrivo piango così come quando vado sulla sua tomba ogni giorno non riesco a non vederlo almeno lì nel giardino dove amava tanto sdraiarsi al sole.... anche io come te sognavo il mio matrimonio con lui proprio come te. mi preoccupavo di come abituarlo alla presenza del mio fidanzato perchè lui si fidava solo di me, alla nuova casa... e invece niente mi continuo a chiedere perchè perchè proprio a lui......... forza polly coraggio anche se sarà difficile un bacio


0 
 Profilo
vore

Registrato dal: 18-08-2011
| Messaggi : 129
  Post Inserito 18-01-2012 alle ore 16:02   
mi avete fatto piangere..!!! anche io anni e anni fa ho perso il mio primo pelosetto.. Tigre.. eravamo cresciuti insieme .. quando l'abbiamo trovato io avevo 10 anni ed è stato lui a scegliermi.. siamo stati insieme ben 15 anni .. si è ammalato ed egoisticamente ho lasciato che "soffrisse" un paio di giorni perchè speravo che si riprendesse.. poi.. una mattina ho avuto il coraggio di guardarlo negli occhi e con un "miao" disperato mi ha chiesto di aiutarlo..
e così è stato.. quando perdi un essere che è cresciuto con te, e che ha condiviso parte della tua vita non è semplice andare avanti.. ma prima o poi ce la si fa.. è la vita.. e solo quando trovi la forza di andare avanti, ti arriverà in sogno..
io oggi sono la "mamma " di Noir.. non è Tigre... lui rimane cmq il mio primo gattone ... e non è mai un rimpiazzo, ma credo che sia la cosa più giusta e normale continuare quell'amore di cui siamo capaci a un altro pelosetto che lo merita almeno quanto quello/a che non c'è più.
detto questo, Polly ti capisco credimi e ti sono vicina, sei stata una brava mammina.. ti mand un bacione


0 
 Profilo
Pighini

Registrato dal: 06-03-2010
| Messaggi : 492
  Post Inserito 18-01-2012 alle ore 19:24   
Leggendo questo post non posso non commentare..quasi 4 anni fa ho perso la mia migliore amica Stella, una adorabile meticcia che mi fu regalata per il mio quarto compleanno.. Quando mi ha lasciato aveva 16 anni e io 20.. dolore lacerante.. la mia "sorellina pelosa" colei che mi ha accompagnato per tutta la mia fanciullezza.. Ancora oggi fa male.. mi circondo delle sue foto, i suoi pupazzini e il suo collare sono dei cimeli essenziali.. manca.. da morire.. ma piano piano al dolore ci s'abitua e viene colmato dai ricordi dei momenti speciali.. l'ho amata e l'amerò per sempre.. a differenza tua ho dovuto decidere io di farla andare.. non l'augurerei mai a nessuno.. non scorderò mai le ultime parole che le ho rivolto e il suo ultimo sguardo.. dio quanto fa male ripensarci.. Tienila stretta nel tuo cuore perchè da li non se ne andrà mai..


0 
 Profilo
mimmotto

Registrato dal: 18-07-2010
| Messaggi : 203
  Post Inserito 18-01-2012 alle ore 21:19   
Polly dolcissima Polly come capisco il tuo dolore...................
Ho letto il tuo ultimo post e mi ritrovo in quello che scrivi. Se mi permetti prova però a pensare che il Signore ti ha esaudito tanto, così come ha fatto con me. Io non volevo abbandonare il mio Mimmotto e so che l'ho assistito giorno e notte, non l'ho lasciato mai solo. Io non volevo fare l'eutanasia e volevo stare vicino a lui nel momento del trapasso per dargli il calore del mio corpo e la forza del mio abbraccio. Avevamo un patto io, lui e mia madre.
Mimmotto era stato per tanto tempo compagno di vita di mia madre oltre che mia. Quando lei se ne è andata mi raccomandò davvero con il cuore di prendermi cura del Miciotto. Sai allora lavoravo e stavo fuori casa per diverse ore, a volte anche 10. Bene Mimmoto si è ammalato 1 mese prima che io andassi in pensione. Si è ammalato di diabete. Così tutte le mattine con calma potevo fargli l'iniezione di insulina. Poi al diabete siè aggiunta la insufficienza renale e allora ho capito che eravamo entrati nel tunnel. Non l'ho mai lasciato. Per 4 anni non sono mai mancata un giorno.
Sai dopo una vita di lavoro si pensa sempre: adesso viaggerò adesso andrò lì poi là, si tirano fuori tutti i sogni custoditi una vita nel cassetto. Io avevo Mimmotto, il mio sogno era di guarirlo non di lasciarlo. Sono rimasta con lui in maniera quasi assoluta e non mi pento. Gli amici del forum sanno quale angoscia ho provato quando la fine si avvicinava, ma sono stata esaudita: Mimmotto se ne è andato tra le mie braccia, con me che gli parlavo nell'orecchio: amore non avere paura ci sono io e ci sarò sempre. Poi la fine.
Lo cerco? sì ancora tanto, lo penso? sì ancora tanto, ma ho trovato la forza di reagire partendo proprio dal fatto che ero stata esaudita. Credimi aspettare la morte è bruttissimo eppure non so come ho trovato la forza di farlo. E' come se nel consegnargli il mio amore adorato ho voluto vedere che lo prendesse senza farlo soffire, che non lo straziasse. Dato per inevitabile questo pasaggio dovevo vigilare per proteggerlo fino all'ultimo e così è stato.
La crisi convulsiva è durata pochi minuti e io lo stringevo forte a me, resistevo io con il mio corpo alle scosse convulsive, offrivo il mio corpo al posto di quello del mio micetto, mentre il mio abbraccio lo coccolava.
Quando ci penso come adesso piango e mi vengono i brividi, ma tutto si è svolto come avevo chiesto che fosse: con me presente a proteggerlo e rassicurarlo.
Parti da qui per trovare dentro di te il coraggio di reagire, adesso concentrati sul tuo matrimonio, poi credi a me quando tornerai dal tuo viaggio di nozze riempi la tua casa con un nuovo micetto.
La tua Prissy non la sostituirai mai, ma credimi tu sei una person dolce che ama gli animali, che li capisce, non ti negare un nuovo amore e non negarlo ad un pelosetto magari randagino. Ricomincerai un nuovo rapporto, sicuramente diverso, ma sempre dominato dal reciproco amore.
Questa è la vita Polly, la vita che va avanti e che continua.
Polly mi raccomando leggi sempre il forum, vogliamo accompagnarti idealmente all'altare.
Un bacione, la mamma di Mimmotto e le altre amiche


0 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 | 3 )


Generazione pagina: 0.613 Secondi