respiro affannato


Pubblicato in: Gatto

Per partecipare a questa discussione clicca qui

luxysia

Sono ancora qui per chieder consiglio stavolta per il mio gattino maschio.
Gatto maschio castrato di exotic di quasi 3 anni. Sempre stato sano e sempre vissuto in casa.
Qualche settimana fa è stato reduce di una infezione intestinale che aveva dapprima colpito la sorellina. Ciclicamente fa un pò di capricci "felini" e mangia poco. oppure capita che a volte si fa rubare la pappa dalla sorella senza che noi ci accorgiamo. Così lei diventa cicciona e lui invece dimagrisce.
infatti dopo essersi ripreso dal virus ha riniziato con i capricci e ha iniziato a dimagrire. ma con qualche sotterfugio siamo riusici nell'ultima settimana a fargli mangiare quasi tutte le sue razioni di pappa.
Ora veniamo al problema.... sempre da qualche settimana notiamo che beve un pochino di più. non in maniera spasmodica intendiamoci ma in tre anni giuro che nessuno della famiglia lo aveva mai visto nell'atto del bere MAI e invece ora lo becchiamo spesso a bere.
Ma sopratutto da ieri ho iniziato a notare un respiro affannoso. Sono gatti dal muso schiacciato ma lui non aveva mai avuto grossi problemi di respirazione. In pratica si vede che ha dei movimenti del torace molto ampi ed evidenti, e questo respiro affannato. Abbiamo contato gli atti respiratori e siamo da 50 a 60 atti al minuto a riposo.
Non ha scolo nasale e dagli occhi. questa notte si è svegliato ed ha tossito per un paio di volte poi più niente. Non starnutisce, si pulisce, e fa bisogni regolarmente. Se si avvicina l'orecchio al torace si sente che i polmoni rumoreggiano leggermente ma non rantola. Non ha lingua fuori o bocca aperta.
Ho chiamato il vet e dice che potrebbe avere un pò di naso chiuso, dovuto al fatto che negli ultimi giorni essendo stato così freddo il riscaldamento è stato più acceso e l'aria effettivamente è un pò secca. in più dato che scansa le crocchette in favore dell'umido crede sia leggermente raffreddato e con la gola arrossata e per questo gli dia fastidio mangiarle. E per l'acqua ha detto che appunto per il bruciore cerca sollievo.
Al momento mi ha consigliato di umidificare l'aria e cercare di evitargli polveri ecc. e sinceramente respiro meglio anche io ora.
PErò come al solito andando leggendo le cause di qeusto respiro che tutt'ora è pesante e affannato, ho trovato le cause più disperate e subdole. secondo voi è normale o è meglio che domani mattina pretenda una visita???????Può essere grave??
aiutatemi....



Tyrrel

...io SICURAMENTE lo farei visitare....e subito...

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Tyrrel il 21-12-2009 22:04 ]

babyluv

Io una visita gliela farei fare.

luxysia

...dite vero??
il vet quando l'ho chiamato l'hoi sentito molto tranquillo. Dice che ha avuto degli altri gatti con gli stessi sintomi in questo periodo di freddo intenso. Mi ha elencato le varie patologie possibili, ma esaminando sintomi, età e altre cose alla fine le cose più gravi sembravano poco plausibili. ovvio che se non migliora mi ha consigliato di richiamarlo fra un paio di giorni ma credo che ad ogni modo domani lo faccio venire.... come si fa ad aspettare con questa ansia?
Ma io mi chiedo se fosse qualcosa di grave non avrebbe altri sintomi? e se fosse asma?
il respiro è proprio come una persona con i bronchi che si dilatano poco...diciamo che respira a bocca chiusa e non ansimando ma fa respiri molto profondi e visibili.
...cmq in barba alla mia preoccupazione si è mangiato un pezzettinoino ino di piadina (che ho provato a dargli per vedere se aveva fame) e ora si è messo qui sulla copertina accanto a me e se la dorme bel bello......MAH...
..se potessero parlare non sarebbe più facile???

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: luxysia il 21-12-2009 22:30 ]

babyluv

E lo dici a me? Qualche sera fa il mio micio si è sentito male, non si lasciava toccare visto che era tutto dolorante... Ho avuto una mezza crisi isterica dove, piangendo, gli chiedevo che cosa avesse... Non ho dormito tutta la notte dalla preoccupazione.

luxysia

come ti capisco!!!!!!!spero che sia stato tutto ok per il tuo cucciolo!!!!!
sai noi abbiamo due gatti e due cani (anche se non vivono insieme ai gatti)e prima uno e poi l'altro c'è sempre un pensiero. e proprio sabato uno dei cani per la prima volta con me ha avuto una specie di crisdi epilettica
le ha sempre avute e anche se non sono forti, si irrigidisce tutto e inizia a tremolare. Serra le mascelle ma non perde conoscenza e quindi ti guarda con quegli occhi spauriti e tutto temolante che ancora mi devo riprendere dallo shock. Ripeto,non lo avevo mai visto sapevo che le aveva e come funzionano, ma essendo da sola in casa ero talmente spaventata che ho pensato che morisse. un minuto ma mi sono sembrati due anni.Con il suo fratellino che piangeva perchè capisce che l'altro sta male.
invece alla fine non è stato niente come al solito, un ruttino e una pisciatina e via come se fosse niente. Sono crisi emozionali quindi non ha patologie particolari....eppure........
ho pianto due giorni.mi sentivo in colpa perchè si era agitato perchè li avevo fatti uscire sulla neve in giardino che loro adorano ma purtroppo anche la troppa felicità gli scatena la crisi.
vabbè..speriamo anche questa volta sia solo una gran ansia

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: luxysia il 21-12-2009 22:49 ]


titi

dato che, come dici, è reduce da un'"infezione intestinale" non meglio identificata (?), il micio mangia poco, dimagrisce, beve di più, non respira bene e soprattutto "i polmoni rumoreggiano", io domani andrei a farlo vedere...
trasportino ben coperto, mi raccomando...
facci sapere...


luxysia

beh l'infezione intestinale non era non meglio identificata era un virus dato che prima l'ha avuta la sorella (vomito e diarrea) e lui non presentava alcun sintomo. a distanza di 2.3 giorni anche lui ha avuto gli stessi identici sintomi mentre lei era guarita. è bastato poco plasil , ranitidina e tanti fermenti lattici ed è tutto sparito in fretta. mai mi era capitato che si "attaccassero" la diarrea quindi direi che ci sta come virus
per il dimagrimento...fa i capricci nel mangiare lo ha sempre fatto anche senza respiro corto. si vede che sono capricci in quanto se vede davanti dell'altra pappa rispetto la solita, la mangia. se fosse inappetente lo farebbe? boh.....
comunque ad ogni modo, anche se stamattina sembra respiri quasi regolare chiamo il veterinario e lo faccio visitare.........non si sa mai...

Roxy55

... credo sia meglio.. soprattutto se consideri che dati i giorni di festa aspettare potrebbe significare andare al 28 .. e se il tuo vet va in ferie poi a vederlo sara' un qualche sostituto che non conosci...
Meglio passare un tranquillo natale,,,

bracchetto

concordo a piano con i consigli che ti hanno dato: fallo visitare, e casomai una radiografia del torace non sarebbe affatto male, soprattutto se all'auscultazione del polmone ci fossero "rumori" anomali.

luxysia

fra un'ora arriva il mio veterinaro qui a casa . vista la quasi impraticabilità delle strade e il freddo almeno ho una prima idea di gravità. se è necessaria una lastra andrò in ambulatorio.
ma michiedo cosa potrebbe aver sviluppao così improvvisamente un gatto che è sempre stato sanissimo????

luxysia

visita fatta!!!!! allora effettivamente la frequenza respiratoria è un pò accellerata ma a parte questo non ha nessun segno di patologie particolari. Gola, occhi,naso, tiroide,linfonodi, addome palpabile, non ha nessun disturbo gastrico, l'ascolto del cuore e dei polmoni non evidenziano affaticamenti particolari. Nonostante sia un exotic e quindi col muso schiacciato respira bene senza sibili, murmori a parte la frequenza accellerata , respiri profondi ne fa senza problemi tra un respiro corto e l'altro. il cuore ha battiti regolari senza soffi. la temepratura è buona, tendente al limite massimo ma era parecchio agitato dal veterinario e dal termometro nel sedere
insomma non ha di certo sintomi che possano far presupporre ad un esame esterno a una patologia particolare.il gatto non è sofferente. l'unica cosa di particolare è stata l'episodio di tosse che ha avuto l'altra notte. e questo può portare a pensare ad un asma felina. Ovvio che per stare tranquili bisognerebbe fare una lastra o una eco ma al momento visto che non sussistono altri sintomi, al tatto di masse non ci sono, io di portarlo fuori a -6 e fargli spelare pancia e addormentarlo non mi va.
mi ha prescritto del cortisone anche se mi ha consigliato di aspettare a darglielo per vedere se evolve , in negativo o positivo. .
un'ernia diaframmatica lo ha esclusoi....di traumi non ne ha avuti di certo.Il cuore sembra sano.Se fosse una neoplasia inizierebbe ad avere di certo sintomi peggiori. patologie renali in un gatto così giovane è meno probabile anche perchè alla fine beve due volte al giorno e basta. Invece ultimamente in casa abbiamo utilizzato delle sostanze come della varichina e del disinfettante proprio nella zona che lui utilizza di più e accanto al termo. in più abbiamo acceso un casino il camino che tirava poco a causa della neve.....forse qualcosa di queste sostanze può averlo sensibilizzato
Mi fido del mio veterinario visto che oltre ad essere un amico, è davvero bravo e mi ha già "salvato" degli altri animaletti. quindi anche se un pò mi mette ansia vederlo con quel respiro o deciso di aspettare un attimo. Mi hanno garantito reperibilità sia lui che gli altri due veterinari anche la notte di natale..quindi aspettiamo....vi saprò dire....

magoelillo

Ciao,non vorrei fare la guastafeste, ma secondo me alcune volte bisogna insistere con i veterinari per fargli fare esami approfonditi, e purtroppo alcune cose non si notano se non con esami ecografici o radiografici...la prima volta che la mia Mago' ha avuto una crisi respiratoria il mio vet dopo averla vista ed averle dato un tranq mi aveva detto di andare a casa e vedere se si tranquillizzava, (pensando fosse solo agitata e spaventata) è stato solo dopo la mia insistenza che ha deciso di tenerla sotto controllo e di farle un 'ecografia che poi ha rivelato un grave problema cardiaco...penso ancora che se non avessi insistito lei sarebbe morta quel giorno stesso...invece le ho potuto regalare ancora 4 mesi felici con le cure...forse è meglio insistere e poi scoprire che non era niente di grave che il contrario...un bacio

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: magoelillo il 23-12-2009 00:31 ]

luxysia

infatti lui non è stato restio a fare esami e non mi ha detto che è solo agitato.
Ha rilevato che effettivamente la lieve dispnea c'è ma ha anche rilevato che ad un esame obiettivo e con i sintomi che NON ha di certo al momento non ha saputo darmi particolari diagnosi, ovvio che lui i raggi x non li ha nelle mani e che quindi, ha detto che se volevo già da oggi sarei potuta andare nel nostro ambulatorio e fargli fare tutte le analisi e fargli fare visita anche dall'altro vet. Però, se fosse "il suo gatto" ( e i suoi pazienti, li ama come fossero suoi sul serio e non vuole di certo che muoiano) aspetterebbe un qualche altro segno specifico prima di portarlo fuori casa (forse non si è capito ma lui viene in casa a visitarlo) , rasarlo, fargli eco, addormentarlo per lastra e farlo uscire con queste temperature polari. E cmq senza segni specifici potrebbero essere mille malattie differenti. E allora io ho deciso di aspettare e vedere se la cosa si evolve, che sia in negativo, che in positivo.Anche del virus intestinale tutti lo ritenevano improbabile, ma fatto sta che è stato proprio quello e proprio virus , visto che come le persone se lo sono attaccato uno con l'altro e tutto si è risolto senza fatica
Il gatto non è affatto sofferente, non fatica a respirare davvero , ossigena benissimo e non ha segni di qualche patologia. Ho gia elecanto le possibili cause e cosa potrebe essere e per questo motivo anche lui propende per un'asma felina ,anche in casa abbiamo fatto cose che effetivamente potrebbero averlo sensibilizzato a qualcosa. Ad ogni modo se non cambia niente in questi due giorni, inizio a somministrargli cortisone e poi vediamo di fare analisi eventualmente cambiasse qualcosa.
era solo per precisare che per fortuna il nostro veterinario di fiducia e il suo collaboratore sono scrupolosissimi e prima pensano al bene dell'animale. E di certo se fosse in pericolo di vita lo avrebbero gia rivoltato come un calzino
Sono gatti accuditi in maniera scrupolosa, alimentati con pappe sempre dosate, di altissima qualità e analizzate periodicamente per verificare la loro reale composizione. Non vivono in ambienti esterni e non subiscono traumi e stress.

Per esempio anche il nostro golden retriever , colpito saltuariamente da crisi epilettiche molto molto lievi, portato in clinica a bologna per la tac gli era stato già prescritto barbiturico a vita in quanto dicevano che negli anni le crisi sarebbero state più forti e che non sarebbe ad ogni modo invecchiato molto.
Il nostro vet ci ha consigliato, analizzando i dati in lui possesso e il caso specifico, di aspettare un attimo e vedere come evolvevano le crisi prima di dargli un farmaco a vita che lo avrebbe cmq condannato. Infatti a distanza di molti anni (era poco più di un cucciolo quando era stato visitato) le crisi non solo sono meno frequenti, ma molto più leggere (lo erano già ma ora durano meno tempo), e sta invecchiando sano e felice superando gia le aspettative di vita che ci avevano proprosto.ora quando ha la crisi assume un calmante naturale che evidentemente a lui aiut davvero tanto.
credo che ci sia (come nelle persone) l'animale fortunato e sfortunato....ma che forse a volte bisogna avere fiducia nella natura...

titi

Quote:

23-12-2009 alle ore 09:32, luxysia wrote:
Ad ogni modo se non cambia niente in questi due giorni, inizio a somministrargli cortisone e poi vediamo di fare analisi eventualmente cambiasse qualcosa.



no, guarda, prima si fanno le analisi (si fa una diagnosi), poi di dà il cortisone (se è il caso)... il cortisone le analisi le sballa...


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: titi il 23-12-2009 09:44 ]

Tyrrel

..mah,se fosse il mio gatto approfondirei con un'eco...

luxysia

..e il sintomo che doveva arrivare è arrivato. Ieri (sono le 6 del mattino dopo) ha iniziato a fare sempre più fatica a respirare , essere sempre fermo e ad avere l'addome gonfio. Siamo andati nel pomeriggio in ambulatorio per la famosa lastra e il responso non poteva essere più tragico.
Versamento pelurico. era pienissimo di liquido
procedura d'urgenza per aspirarlo e prime analisi per sapere perchè. e qui altra mazzata, fiv e felv negativo ma liquido con aspetto tipico della FIP!!!!Ovviamente è tutto campato per aria perchè prima di LUNEDI il liquido non potrà essere analizzato dal laboratorio.
Ragazzi quello che anche 3 vetrinari avevano scartato perchè "impossibile" è accaduto.
COME E' POSSIBILE CHE UN GATTO DI 3 ANNI , SEMPRE STATO IN CASA , MAI UN PROBLEMA, NESSUNISSIMO STRESS, POSSA SVILUPPARE QUESTA MALATTIA TERRIBILE.
Sono distrutta , sconvolta e non riesco nemmeno a pensare che possa essere altro. AL mio moroso non l'ho detto , l'ho fatto un pò sperare......ma..........io sto muorendo dentro.
In più il gatto ora respira con meno frequenza ma è sempre un pò affaticato e ha due occhi che non si possono descrivere...
Ragazzi cosa posso fare........aiutatemi.....è stata una mazzata indescrivibile...fino a 3 giorni fa erano felici e facevano fusa pappe e il resto.
ho anche un altra gatta di 5 anni e ora ho paura di dover condannare anche lei. Mi ha detto che ora è inutile separarli perchè nella fase conclamata (sempre se le analisi confermano la diagnosi) cmq oramai non c'è più contagiosità. Ma come posso fare per sapere se anche lei ce l'ha? non sono gatti che sono stati tra di loro socievoli.......nel senso che non si toccavano mai o scambiavano effusioni perchè un pò si odiano...abbiamo due lettiere pulite 2 volte al giorno , due ciotole per la pappa distinte che abbiamo cercato di evitare che si scambiassero ma a volte è stato impossibile da fare. solo la ciotola dell'acqua è in comune e i luoghi per le nanne..la casa è grandissima quindi i luoghi sono molteplici..
Non ce la faccio davvero....è stata una botta incredibile...

Roxy55

sono qui anch'io con la mia pena.... a farti coraggio.

Come sono gli occhi del micio.. sembra che la FIP conclamata abbia un segnale negli occhi..
E' strano che a quell'eta'.... ma strano -lo sto sperimentando sempre piu' sulla mia pelle- non significa impossibile.

Cerca di non trasmettergli il tuo dolore se ce la fai, lo dico a te ma io ieri ho pianto come una cretina anche in clinica.. Dagli tutto l'affetto che puoi e quando vedi la sofferenza aiutalo con l'ultimo gesto d'amore. Poi penserai all'altra micia, intanto metti loro ciotole d'acqua diverse e cerca di relegarli ognuno con tutto il suo ambaradan in parti diverse della casa.. sicuramente non e' piu' prevenzione, solo uno scrupolo piuttosto..

ti abbraccio

luxysia

vi aggiorno un pò. Stanotte notte in bianco mentre lui dormiva con un respiro meno accellerato ma sempre un pò affaticato. Stamattina all'ora della pappa è venuto giù e di buona lena ha mangiato tutte le sue crocchine . ha fatto pipì e poi si pè rimesso sul suo cuscino. Al nostro ritorno adesso è sempre su quel cuscino e ha mangiato un paio d snack all'aloe sempre di gusto. Ma già essendo un gatto tutt'altro che vispo in tutta la sua vita ora proprio non gli frega niente del mondo attorno ancora di più. Ho controllato gli occhi ma a parte un pò di lacrimazione in più non ci sono segni particolari , forse mi sembra scoli leggermente dal naso. Stamattina ho sentito uno dei veterinari perchè ho chiesto come mai l'altro non mi ha prescritto il diuretico visot che ho letto aiuta a drenare il liquido che sicuramente ancora ha perchè non credo proprio siano riusciti a toglierglielo tutto. Lui ritiene che forse sta aspettando l'esito delle analisi sul siero prima di dare qualcosa che potrebbe danneggiare. Ma se continua a respirare così di pancia fra un paio d'ore lo chiamo per vedere se serve qualcos'altro...
Cmq al momento niente febbre, no diarrea, mangia, si pulisce dopo mangiato e durante le pause della nanna...BOH!!!! respira solo male anche se ancora non è mai in debito d'aria...
e oltre la paura per lui si aggiunge la paura per l'altro gatto....ora anche lei la guardo sempre con occhi sospetti....

Roxy55

prego e incrocio per tutti e due mici.. che abbiate tanto tempo buono col piccino a disposizione e la micia sia indenne altro non so.. ma la lacrimazione non e' grave, tieni puliti gli occhietti con camomilla che e' emolliente

magoelillo

Mi dispiace veramente tantissimo...ti avevo detto quelle cose sulle lastre e di insistere,proprio perchè arrivo da un'eperienza simile...la mia patatina anche lei 3 anni vissuta in casa ma era affetta da una mlattia cardiaca che non dava alcun sintomo se non alla fine...se n è andata con un edema/versamento gravissimo...anche lei non respirava con la bocca aperta ,ma aveva respiro accelerato e respirava con l'addome...fose ho aspettato troppo anche io...anche se con la sua malattia c'era poco da fare...non era mancanza di fiducia nel tuo veterinario ma secondo me a volte tendono ad essere troppo ottimisti e dovrebbero aprrofondire di più...secondo me dovrebbero prima escludere il peggio e poi pensare al resto...è una mia opinione personale poi ognuno fa quello che meglio crede ovviamente...!! Un bacio ti sono vicina e prego per voi....

bracchetto

prima di dire che si tratta di FIP, aspettiamo l'esito degli esami incrociando anche le dita dei piedi perchè il laboratorio smentisca questa ipotesi.
siete sicuri che il gatto non sia cardiopatico?
che terapie ha prescritto il vet alla luce del nuovo stato delle cose?

titi

mi dispiace leggere dei nuovi sviluppi...

il tuo micio è un exotic (immagino comperato)... oltre al coronavirus, pkd in agguato... problemi renali, così come problemi cardiaci, possono causare versamenti... credo che sarebbe senz'altro utile anche un'ecografia...

facci sapere... una carezza al micio...

luxysia

Caro bracchetto, all'ora alla luce dei nuovi sviluppi il gatto è ora sotto synulox, deltacortene e baytril. quest'ultimo dato la viglia di natale in quanto aveva 39.8 di febbre.
ieri il gatto aveva ripreso una respirazione quasi normale , ha giocato, mangiato, bevuto e tutto il resto. ma questa mattina appare ancora poco vispo e con respirazione nuovamente accellerata (non capisco se ha del liquido come faccia a volte a respirare meglio e a volte no).
ad ogni modo loro avevano escluso la cardiopatia in quanto dall'auscultazione il cuore sembrava normale.ma sinceramente non so dire se si può essere sicuri in quanto quando è stato ascoltato il rumore era attutito da tutto il versamento.non abbiamo ancora fatto nessun altro esame.

vi aggiornerò prossimamente..un bacio ciao!!


cherie

il respiro varia con il variare della posizione del corpicino?

titi

una curiosità: ha più presentato vomito e diarrea? ci sono tracce di sangue nelle feci? e la sorella come sta? è una exo anche lei?

luxysia

ciao a tutti. Da ieri pomeriggio il respiro è tornato di nuovo abbastanza regolare e oltre all'appetito è tornata un pò di socialità e giochi. Ha mangiato l'ultima volta alle 4 e ora digiuno che domani mattina fa il prelievo del sangue e le altre cose. Ma è disperato e sta chiedendo da mangiare a tutto spiano ) povero piccolo!!!
A dire il vero il respiro non migliora con una posizione specifica... se respira meglio , respira meglio in piedi o steso o "polletto" , invece se respira male respira male in tutte le posizioni. Mangia solo crocchette e dell'umido non ne vuole sentire parlare, e questo comporta una maggiore sete. Poi non so se un pò di sete può essere data anche dal versamento.
Non ha più presentato nè vomito e nè diarrea da diverse settimane ,come nemmeno la sorella. Aveva avuto prima lei vomito e diarrea curato con un pò di ranidil e basta.Lui due giorni dopo ma in maniera molto più blanda solo con 4 vomiti (l'ultima ha vomitato giallo ed è stato subito meglio) e poca diarrea.

anche la sorella è una exotic, di 5 anni comperata in un allevamento diverso,e lei ora è in ottima forma, nonostante l'infezione intestinale di qualche settimana fa. Lei aveva avuto dei problemi agli occhi qualche tempo addietro che hanno richiesto delle lunghe cure. Dapprima è stata operata di entropion in quanto presentava delle cheratiti e si pensava fosse quello. E' stata sistemata ma la cheratite faceva fatica a passare. E' ad ogni modo guarita e a distanza di un anno è mezzo la cheratite è ricomparsa sfociando in una piccola ulcera Dopo mesi di cure inutili dove la gatta migliorava e dopo due giorni peggiorava grattandosi forsennatamente, abbiamo ricontattato l'oculista che l'aveva operata e che finalmente ha capito cosa aveva. Lui ha parlato per la prima volta di Herpes Virus, che nei gatti sfocia proprio negli occhi (aveva anche molto prurito , proprio come negli umani) e con dei colliri ma sopratutto con l'interferone finalmente ha avuto dei benefici concreti e l'ulcera è del tutto scomparsa in poco tempo fino alla completa guarigione. Tutti storcono il naso (veterinario compreso che aveva provato inutilmente a guarirla con tutti i colliri possibili immaginabili e cortisone a go-go) quando sentono parlare di herpes ma sopratutto di interferone, ma vi giuro che prima di assumerlo niente e nessuno aveva fatto effetto su di lei....

Scusate la divagazione.....domani visita ed esami e poi staremo a vedere..




Home page - Chi siamo - Contatti - Pubblicità