tumefazione


Pubblicato in: Gatto

Per partecipare a questa discussione clicca qui

Cinny

Circa 2/3 mesi fa ho portato il mio gatto a fare una biopsia per cercare di capire da cosa è provocata la tumefazione "sanguinolenta" formatasi sopra il naso (vi avevo già scritto).
Mi hanno detto che è una fistola nasale dovuta ad un'infiammazione da virus "staphyilococcus aureus" e mi
è stato prescritto un antibiotico (Baytril) da somministrargli ogni 12 ore per 30 giorni.
Fino ad adesso non siamo mai riusciti a fargli assumere tale antibiotico, sia negli orari prestabiliti, sia per tutti quei giorni.
Ogni tanto la tumefazione si sgonfia facendo fuoriuscire il suo materiale, ma, nonostante tutto, dopo pochissimi giorni, si riforma, arrivando anche ad avere dimensioni enormi. La cosa succede anche quando interveniamo con l'antibiotico (sarà anche perchè non riusciamo a dargli la medicina come si dovrebbe) perchè questo rallenta solo la crescita.
Non sappiamo proprio come curarlo, fa fatica a respirare, starnutisce con conseguente fuoriuscita di muco sanguinolento dal nasino, ha fame, ma molto spesso quando si avvicina alla pappa, si blocca, inizia a deglutire ed a inclinare la testolina da un lato (lo fa anche quando non deve mangiare), come se internamente sentisse qualcosa, forse, quando mangia, sente anche dolore. Molto spesso salta i pasti. La veterinaria ha guardato la boccuccia, ma non ha visto nulla, si pensa che sia la tumefazione ad agire internamente, forse "perde" il suo materiale provocando tutti i problemi descritti fino ad ora.
Spero di essermi spiegata bene e di aver detto le cose più importanti, confido in un vostro consiglio, vorrei tanto riuscire a curare il mio affettuosissimo micione.
Grazie mille.

Cinzia



stege

ciao cinny,
dare antibiotico per 30 giorni non è una cosa troppo semplice, se il gatto non gradisce. Hai provato a cambiare antibiotico? Ovviamente chiedendo il parere del veterinario! Il Synulox per esempio è in compresse piccolissime, che possono essere facilmente mischiate al cibo. Oppure se somministrato per via orale con una siringa basta diluirlo con poca acqua, così il micio non si stressa troppo. Inoltre tra le varie forme di questo antibiotico dovrebbe esserci anche quello per uso esterno, da applicare direttamente sulla zona interessata.
In bocca al lupo,
ste

Cinny

Ciao Ste, ti ringrazio veramente molto dei consigli, purtroppo abbiamo provato a fare quasi tutto sempre ottenendo scarsissimi risultati.
L'antibiotico che stiamo usando è in compresse, abbiamo provato a scioglierlo in un pizzico d'acqua e a polverizzarlo per mischiarlo alla pappa, abbiamo tentato anche di nasconderlo all'interno dei pezzettini di carne, ma lui a volte fiuta e non mangia e adesso ha anche tutti quei fastidi alla bocca/gola quando si avvicina l'ora di mangiare, quindi molto spesso salta il pasto (inizia a mangiare poi scappa via deglutendo e leccandosi continuamente i baffi, sembra matto:( )
Non riusciremo mai a fargli prendere l'antibiotico in orari prestabiliti e tutti i giorni, non è stabile :(
Circa due settimane fa (aveva la parte molto gonfia, quasi gli copriva gli occhietti) mia madre ha preso in farmacia una di quelle pomate che, messe sulla parte, accelerano il processo
di "apertura" di tumefazioni come questa, ma non c'è stato nulla da fare, lui ha trovato il modo di leccarsi e tirarsi via tutto :(
E' tremendo!!!e poi dovresti vedere che paura matta ha del veterinario, diventa cattivissimo, intrattabile.
Ti ringrazio ancora molto di tutto e crepi il lupo!!

Cinzia


laura51

Prova a nascondere la pastiglietta in un rotolino di burro. Con i miei di solito riesco. Auguroni per la piccola.

stege

Allora Cinny, sembra proprio che il tuo micione non voglia proprio farsi aiutare. Un altro suggerimento che posso darti, oltre a quello di Laura che non ho mai sperimentato, è di tritare finemente l'antibiotico e mescolarlo a dell'omogeneizzato di carne. Poi dovresti spalmare questo impasto sulla zampetta, poco alla volta però, stai ben attenta, altrimenti il micio che tiene molto alla sua pulizia, per prima cosa proverà a scrollare la zampa e si libererà di parte del medicinale. Spalmandolo in strati molto sottili invece non dovresti correre questo rischio.
Facci sapere come procedono le cure e tieni duro, vedrai che la spunterai tu sul tuo gattone

Cinny

Stege e Laura51, vi ringrazio veramente di cuore per tutti i consigli che mi state dando, ma non riusciamo proprio a farlo mangiare in modo continuativo, oramai mangia pochissimo, ha problemi con qualsiasi cosa, stiamo provando con lo yogurt e fa fatica anche con quello, per di più bisogna stargli dietro perchè è sempre molto diffidente con il cibo, vista la paura di sentir dolore alla bocca/gola.
AIUTOOOOOOO!!!!E poi... è possibile che si debba dare l'antibiotico per forza ogni 12 ore?siamo sicuri che sia curabile con quel tipo di antibiotico questa malattia? :(
Fa sempre più fatica a respirare, continua a starnutire muco sanguinolento e, mangiando poco, non fa nemmeno più i bisognini. Bisogna trovare il modo di fargli passare il problema alla bocca almeno, altrimenti non mangerà più




cinquemici

Ma quell'antibiotico si può anche iniettare! Io ho fatto così per il mio gatto: ho comprato quello iniettabile e gli ho fatto delle iniezioni nella schiena, dietro le scapole. Anche lui non ne voleva sapere delle compresse. Devi solo stare attenta a cambiare ago una volta che lo hai infilato nel flacone per prelevare il liquido, perchè il tappo di gomma è molto spesso e l'ago si spunta. Gli faresti molto male. Invece se, una volta prelevato il liquido, cambi ago e ne metti uno molto sottile, non avrai problemi. Certo dovete essere in due: uno tiene il micio da dietro bello fermo abbracciandolo stretto stando dietro la testa, e l'altro fa l'iniezione. Io così ho salvato un gatto di strada di 15 anni, selvatico che non ha idea, e del peso di 12 kg. E considera che se vedo un ago svengo. Se ci sono riuscita io ce la farai senz'altro anche tu. Tanti auguri

stege

ciao cinny, da quanto mi sembra di capire il gatto sta perdendo anche un po' di difese immunitarie causa mal nutrizione (se non addirittura assente!).
Il gatto sta perdendo peso? Somministrando (come??) un appetizzante il gatto mangerà di più. Il vero problema però è che il micio non si lascia facilmente curare da voi che siete i padroni, non capisco se perché diffidente o perché spaventato. Vabbè poco conta!
Se reputi che il veterinario possa eccedere nella dose dell'antibiotico porta il tuo micio da un altro vet, in modo da sentire anche un altro parere.
Per quanto riguarda la via di somministrazione, la puntura intramuscolare è sconsigliata se fatta da mano inesperta, in quanto potrebbe provare danni non reversibili. Piuttosto se non sai proprio come fare hai pensato ad un Day Hospital dal tuo veterinario? Lui si che potrebbe fargli la puntura di antibiotico! Inoltre potrebbe somministrargli qualche vitamina e sale minerale. Successivamente, davanti ad un miglioramento del micio ed aumento del suo appetito potresti provare a somministrargli l'antibiotico per via orale.

Comunque Cinny, la situazione non è facile, ma tu stai dando il massimo! Ma il tuo micio sembra proprio non volersi fare aiutare :(
Ti auguro che tutto vada per il meglio, facci sapere

ste

Cinny

Cari amici del forum, vi ringrazio davvero molto per i consigli e per l'interessamento, mi state aiutando ad affrontare meglio la situazione.
Mia madre dice che va sempre peggio (adesso il micio è in montagna con lei) oggi ha la parte gonfissima (si sta allargando invece di sporgere) non ha chiesto cibo, è mogissimo, ha fatto solo una volta pipì. Sembra anche che abbia problemi agli arti posteriori, fa fatica a sedersi e cose del genere :((
Mia madre dice che non riesce più a mangiare nemmeno le cose "molli" come lo yogurt, gli omogeneizzati. per ora gli sta dando della trita finissima disposta in pezzi piccolissimi separati nel piatto per non fargli mangiare troppo, tutto in una volta :(
Non gli ha più dato l'antibiotico, prima di tutto perchè non ha continuità nel mangiare e seconda cosa perchè fa già molta fatica a mangiare normalmente.
Mia madre continua a dirmi che non c'è più nulla da fare, ma io spero sempre!
Domani lo porterà da un altro veterinario, spero davvero che trovi una soluzione, almeno per farlo mangiare.
So che l'antibiotico si può somministrare anche tramite punture, però il veterinario dice che dopo una settimana di trattamento potrebbe avere altri problemi e quindi ce lo sconsiglia.
Io non so davvero più che fare!!!!ma è possibile che non ci sia un rimedio e non si possa sapere almeno che cos'ha in bocca/gola? che cosa si può fare ancora?
Se continuerà così non lo potrò nemmeno salutare prima che sia troppo tardi :'''((((((
Nei risultati delle analisi ho un elenco di sostanze alle quali il virus non resiste, magari ce n'è una particolare che potrebbe ucciderlo una volta per tutte.
Dovrei sapere quale potrebbe essere e in che antibiotico è compresa per scegliere quello giusto, funziona come ragionamento ??AIUTO!!!!!!!

stege

Cinny, mi dispiace tanto per te e per la tua micia...spero solo che non soffra tanto. E tu fatti forza, se domani la vedrà un altro veterinario vi aiuterà sicuramente se possibile!
In bocca al lupo e tienici informati
un abbraccio, ste

Cinny

Cari amici...nessun risultato, anche questo veterinario non ha detto e fatto qualcosa di nuovo, veramente non l'ha nemmeno toccato perchè aveva paura!!!so che il mio micione diventa aggressivo davanti ai veterinari, soffia, rogna, non esce dalla gabbietta, percui si fa fatica a visitarlo, però non si può andare avanti così!!! Sono sempre le solite brutte presupposizioni!anche un altro veterinario aveva detto le stesse cose di quest'ultimo, sempre, però, presupponendo. Secondo lui il male potrebbe avergli "corroso" l'osso del nasino :( e sotto il male provocato da questo virus potrebbe esserci un tumore (TIE'!).
L'antibiotico non lo farà guarire, ma gli permetterà solo di resistere un po' di più, il problema è che non si sa, come al solito, in che modo farglielo assumere.
Questo è quello che dice il veterinario, onestamente non mi fido e giuro su me stessa che se tornerà vivo dalla montagna gli proverò a dare l'antibiotico in qualche altro modo, imparando anche a fare iniezioni!
Alla fine dovrebbero solo venirgli delle irritazioni alla pelle, se ho capito bene non ci dovrebbero essere effetti collaterali dannosi per la salute.
Questo è quanto, so solo che quando gli "scoppia" la "ferita" lui sta leggermente meglio e mangia un pizzico di più, anche se sempre con gran fatica.
Bisognerebbe che quella roba gli scoppiasse sempre velocemente, almeno fino a che non prenderò a fargli le iniezioni.
Spero di imparare e riuscire...:(
Grazie mille del conforto a tutti e soprattutto a Stege.



volpeblu

Ciao cinny ho letto la tua situazione, una delle mie gatte ha sofferto alla bocca per un lungo periodo, la clinica dei veterinari dove vado mi prescrisse il synulox (esiste sia in gocce che iniettabile per via sottocutanea) come antibiotico e il findol (un antidolorifico) insieme a una pasta che era ricca di vitamine e sostanze, è stato difficilissimo all'inizio poi è guarita le davo carne macinata e poi le avevo preso AD della hills (cibo in scatola indicato per gatti debilitati) per aiutarla a riprendersi insieme ad altri cibi tipo Forza 10...
Purtroppo dargli la pastiglia risulta difficile sopprattutto per via del dolore che lui sente alla bocca già con il findol dovrebber sentir meno , in più se impari a far le punture via sottocutanea ( a me l'ha insegnato l'equipe di veterinari della clinica) vedrai la guarigione è sicura perchè non passa dallo stomaco, ma và subito ad agire...
per diagnosticarti un tumore avrebbe dovuto fare delle radiografia
solo al quel punto si può vedere se c'è un tumore osseo...
considera che per fare le iniezioni sotto cute devi prender il micio per la "collottola" cioè devi sollevargli la pelle sul collo tenendola tra pollice e indice sul quel pezzo di pelle infilerai l'ago della siringa ( con il sinulox devi usare le siringhe tipo insulina da 1 ml).
in bocca al lupo ...
michela

stege

Ciao Cinny, scusa per il nettissimo ritardo... ma come sta ora il tuo micio? (scusa nello scorso messaggio gli ho cambiato sesso!!!)
Fare le punture non sarà difficile, solo devi osservare bene come opera il tuo veterinario e memorizzare.. quando facevo le punture al mio micio (3 volte al giorno) la zona si sensibilizzava facilmente, purtroppo, e cominciava a diventare un po' insofferente! L'importante è usare l'ago adatto, e sarà il tuo vet a dirti qual è.
Bè ti auguro come sempre buona fortuna! Tienici informati, mi raccomando!

Cinny

Cari Michela e Ste, scusate per il ritardo con il quale vi rispondo.
Vi ringrazio come sempre dei consigli, li sto tenendo a mente tutti, sicuramente mi saranno utili nel caso decida di imparare a fare iniezioni, ma sono ancora in ballo con paura e sensi di colpa;
paura perchè non vorrei fargli male, potrei essere negatissima a far iniezioni e poi, conoscendolo, so che si ribellerebbe anche a me e in certi casi diventa davvero pericoloso :( sensi di colpa perchè non mi va di torturarlo ancora senza essere sicura di riuscire a farlo guarire, non lo so, qualcosa voglio fare, ma non so ancora bene cosa provare, mi sento in colpa anche perchè non so che scelta fare e che cosa sia più giusto per lui.
Mi sento impotente!Mi piacerebbe poter parlare tranquillamente con un veterinario, come fosse un amico, per chiedere consigli anche sui medicinali da fargli prendere, tipo, sarebbe possibile cercare di fargli assumere un mucolitico prima di intervenire con un antibiotico?Che altro tipo di antibiotico gli si potrebbe dare?
Bisogna per forza darglielo ogni 12 ore o con un altro tipo di antibiotico basterebbe farglielo assumere (anche se quasi impossibile con lui) due volte al giorno?un antidolorifico gli permetterebbe di mangiare di più e sempre o davvero il problema è dovuto al contenuto della tumefazione che viene rilasciato all'interno e gli causa un blocco nell'assunzione del cibo??e tante altre cose tipo queste.
Per ora sta come sempre, spesso è mogio, ha le vie respiratorie completamente intasate, per me è anche per quello che non riesce a mangiare e fa tanti versi, sotto il mento è tutto irritato, vede poco perchè il bubbone gli ha coperto un occhietto e la cosa brutta è che sembra non voler scoppiare ancora!!!lui si gratta spesso con violenza, ma non serve, anzi, a volte si ferisce da solo sul nasino :(((
Spero prima o poi, di potervi dare notizie positive in merito, per ora riproverò a mescolargli l'antibiotico nel cibo...... grazie ancora per la vostra vicinanza.






stege

Cinny, aspetto speranzosa buone notizie :)
Ancora forza e buona fortuna, un abbraccio
ste

Cinny

Carissima Stege, in queste due settimane ho tentato di fare le iniezioni al mio micio, avrei dovuto farle per 15 gg., ma non sono riuscita a portarle a termine, è già la seconda volta che interrompo.
Devo dire che son già stata fortunata, sono riuscita più o meno a fargliele per 7 giorni di fila (è leggermente migliorato, anche se il bubbone è ancora molto gonfio), ma stasera, purtroppo, non ne ha più voluto sapere :( credo che ormai sia tutto irritato nella zona e adesso appena cerco di infilare l'ago "salta".
Io già sono facilmente impressionabile, se poi lo vedo reagire così mi spavento e smetto immediatamente.
Sono tristissima e arrabbiatissima, ora non so più cosa fare, non credo che 7 giorni possano bastare per curare la malattia.
Ci ho messo davvero l'anima e vedere vanificati tutti i miei sforzi mi manda in depressione.
Mi sento in colpa, forse avrei potuto fare di più e non ci sono riuscita.....ciao!

Cinny

Dopo la sera nella quale vi ho scritto che non ero riuscita a far l'iniezione al gatto, ho ripreso il ciclo (che sto tutt'ora portando avanti) su consiglio della veterinaria (secondo lei saltare una volta non incide molto sulla faccenda).
Ieri ho voluto portare il micio nel suo studio per farle "ripulire/spurgare" la zona.
Lei afferma di aver fatto uscire praticamente tutto il contenuto, ma dice di aver visto ricrescere la tumefazione molto velocemente, anche per questo motivo gli ha applicato nella zona un piccolo tubicino per il drenaggio.
Secondo lei dovremo lasciargli il tubicino per sempre, perchè pensa che lui sia ancora pieno di "muco" localizzato nella testolina (o lì in zona) :(((
Ci ha prescritto ancora 5 giorni di iniezioni, ma, se ho capito bene, quello servirà (ed è servito) sì per farlo star meglio, ma non per uccidere il batterio che sembra sia impossibile da annientare. Io non riesco proprio a crederci, non voglio mettermi il cuore in pace!!!!io spero davvero con tutto il cuore che ci sia ancora qualcosa da fare, non posso pensare che appena smetterò di dargli l'antibiotico, piano piano, i suoi problemi di respirazione (e tutto il resto) ricominceranno.
Mi prende davvero male ed è per questo motivo che chiedo gentilmente a qualche veterinario di darmi una risposta.
E' veramente impossibile uccidere sto batterio con i vari antibiotici che ci sono in circolazione?
Ricordo che è uno Staphylococcus aureus e sembra che sia sensibile a: Amoxicillina - Amoxicillina+acido clavulanico - Oxacillina - Cefalotina?- Kanamicina - Doxicillina - Lincomicina -
Enrofloxacina - Rifampicina. Ora sto somministrando il Synulox, mentre per via orale mi era stato consigliato il Baytril.
Spero con tutto il cuore di avere una risposta, grazie a tutti anticipatamente.

stege

brava Cinny, sono contenta che sei riuscita a dare le cure al tuo micio... ti auguro di cuore che le cose migliorino ancora per farti godere in santa pace il tuo micione!
Ah, scusa per la mia lunghissima assenza..... un abbraccio forte
ste




Home page - Chi siamo - Contatti - Pubblicità