Andromacha

Risposte al Forum Create

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 53 totali)
  • Autore
    Articoli
  • in risposta a: Iniezioni sottocutanee gatto #3101
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Concordo con Lillina. Comunque non bisogna fare di testa propria; nel caso senti il veterinario che ti spiegherà dove e come farle. Io alla mia, quando è stato necessario farle delle flebo, ho visto che la veterinaria che era venuta gliele faceva nella pelle delle coscette. Onestamente la pancia… mi fa un po’ paura come idea ecco.

    in risposta a: Abbiamo passato un periodo non facile #3033
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Sì, certo Lilli, lo so… e assolutamente non voglio che il mio veterinario venga aggredito. Ci è capitato una volta e lui è stato morso. Sono stata male tutto il giorno, tanto che anche lui mi ha detto di star tranquilla e che può succedere e di non sentirmi in colpa.

    Purtroppo Galileo era stato messo a dieta perchè da 6,5 Kg doveva scendere intorno ai 5 Kg. Anche Luna era un po’ cicciotta e quindi li abbiamo alimentati tutti e due con il W/D dietro consiglio del veterinario. I risultati si sono visti: nel corso di 6 mesi i gatti erano diventati tutti e due due gran gnocchi. Pelo lucido, linea perfetta. Verso aprile direi Galileo iniziava ad essere molto irrequieto, soprattutto al mattino. Miagolava come un matto già dalle 6 di mattina e continuava comunque a perdere peso… troppo. Era sceso a 4,3 Kg e, per quanto sul corpo non si notasse nulla di strano perchè non è che gli si sentissero eccessivamente le costole o altro, il musetto era scavato. Solo che sai, te lo vedi tutti i giorni, sai che è a dieta, quindi a meno che uno non metta insieme più pezzi magari non ti soffermi sul musetto che effettivamente aveva la pelle tirata.

    Portato dal veterinario, anche per via dell’irrequietezza, decide di fargli gli esami per gli ormoni tiroidei. Il gatto è ipertiroideo. La perdita di peso era sì collegata alla dieta, ma soprattutto alla malattia 🙁 tanto è vero che mangiava con ingordigia, litigava e picchiava Luna ed era sempre nervoso.

    Abbiamo iniziato la cura con il tapazole e piano piano ha ripreso peso (adesso è di nuovo a 5,7 Kg sigh… quindi devo rimetterlo a dieta nonostante tutto); inizialmente il T4 si era abbassato un po’ quindi sembrava che la cura funzionasse, e al contempo i neutrofili andavano bene quindi il corpo sopportava il tapazole. Dall’ultimo controllo che abbiamo fatto invece il T4 è nuovamente salito a 8. In pratica, al primo esame il T4 era superiore a 8 (ora non ho i valori dietro); il protocollo prevede controlli ogni 15 giorni per 60 giorni (un martirio per il gatto). Mentre inizialmente il T4 aveva iniziato a scendere, dall’ultimo controllo è risalito. Quindi abbiamo aumentato la dose di tapazole a 2 pastiglie al giorno. A fine dicembre/inizio gennaio abbiamo un nuovo controllo e speriamo di vedere miglioramenti.

    Il pelo da che era peggiorato, mi sembra di nuovo abbastanza lucido, quindi è un buon segno. E il gatto in generale è meno aggressivo. Non che con noi lo sia, anzi… solo con me… ogni tanto mi morde, ma dopotutto lui ha scelto Neil come umano di riferimento (che smacco!!). Diciamo che in questi ultimi mesi abbiamo speso già intorno ai 500 euro di esami… la sedazione costa un botto, oltre agli esami in sè. Ringrazio solo che sia capitato ora che abbiamo il mutuo e non siamo più in affitto perchè paghiamo molto meno al mese e così riusciamo a barcamenarci.

    In più Luna ha un bozzo sopra all’occhio e non sappiamo cosa sia. Lo aveva già avuto, il veterinario glielo ha scoppiato dicendo che magari era una ghiandolina sudoripara, ma ora è ritornato… e non si può fare nulla perchè è troppo piccolo. Bisogna aspettare che cresca per fare l’ago aspirato, anche perchè è in una posizione difficile e Luna andrà sedata… uff… mi sembra di star seduta su una bomba a orologeria!

    in risposta a: Dubbi eutanasia #3013
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Se era arrivata a quello stadio, era davvero irrecuperabile. La IRC purtroppo è così. La tua gattina è arrivata a 18 anni amata incredibilmente e accompagnata al ponte dell’arcobaleno con tutto il tuo amore; penso non potesse avere un ultimo istante migliore di quello. Era anestetizzata e non ha sofferto. L’hai aiutata a smettere di stare male e devi cercare di pensare che alla fine questa è stata la decisione migliore per lei. La più difficile e dolorosa per te, senza dubbio, ma lasciarla vivere ancora per quanto poi… giorni, mesi? convivendo con il dolore… credo che forse saresti stata peggio anche tu a vederla consumarsi giorno dopo giorno.

    Coraggio, ti mando un grosso abbraccio!

    in risposta a: Il mio gattino mi è morto davanti agli occhi #3012
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Coraggio… passerà anche se per ora ti sembra impossibile. La gattina che hai ti aiuterà a superare il dolore.

    Dettaglio importante: i miei gatti si sono adattati molto in fretta e sono dei “vecchietti” (hanno 12 e 10 anni); figurati la tua che è una cucciola. Sono certa che si abituerà e non patirà il non uscire 🙂

    in risposta a: Vermi che non passano, ogni mese la stessa storia. #3011
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Ti esorto comunque a trovarti un nuovo veterinario di fiducia nel posto dove sei ora, perchè è bene che tu abbia un riferimento per portare il gatto in caso di bisogno. Se ha dei vermi così grossi e per di più li vomita, mi vien da pensare che le ultime analisi non siano state fatte bene, perchè mi pare strano che non siano stati rilevati…

    in risposta a: Vermi che non passano, ogni mese la stessa storia. #3010
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Sembra proprio un ascaride… certo che se li vomita vuol dire che è fortemente infestato. Ritorna dal veterinario, perchè è evidente che il primo ciclo di cura non è andato a buon fine.

    In questa fase comunque, la lettiera la devi pulire tutti i giorni, possibilmente due volte al giorno. Se riuscissi a togliere la cacca subito appena la fa, magari anche meglio.

    Io non ho mai pulito la lettiera con la candeggina, anche perchè quella mandava in botta la mia gatta che per tutta risposta faceva pipì in giro. Però l’ho sempre lavata con detersivo per pavimenti (tipo rio casa mia) e amuchina e, negli ultimi periodi con il detersivo per pavimenti di amuchina. Ora ho quella automatica che si lava da sè pertanto sono mesi che non la devo più pulire se non le parti esterne.

    in risposta a: Vermi che non passano, ogni mese la stessa storia. #2998
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Mi sembra strana questa situazione. Se la terapia viene fatta correttamente i vermi muoiono, dal momento che viene fatta a più step proprio per garantire che muoiano anche quelli ancora non sviluppati. Mi verrebbe da pensare che magari l’esame delle feci non sia stato eseguito correttamente, oppure che il vermifugo non abbia agito correttamente. Quando la mia gattina appena presa dal rifugio era infestata da ascaridi l’abbiamo curata con il Nemex pasta. Potresti provare a parlare con il veterinario dell’eventualità di cambiare terapia.

    Il fatto che il verme che hai visto sia un ascaride lo dici tu, oppure sono state fatte nuove analisi sulle feci?

    in risposta a: La mia gatta ha smesso di usare la lettiera #2975
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Io onestamente sposterei il fasciatoio se ne hai la possibilità. Dopotutto quello era il posto tranquillo con la lettiera della gatta. “L’intruso” in questo caso è il fasciatoio. Ovvio che se non ti puoi attrezzare diversamente dovrai spostare la lettiera. Se opti per questa soluzione, portaci la gatta, mettila dentro e falle vedere la nuova sistemazione.

    Purtroppo alcuni gatti tendono a manifestare il disagio o l’arrabbiatura in questo modo. Io ho una peste a casa che se per caso si incavola mi fa la pipì in giro. L’altro gatto non si sognerebbe mai di fare un dispetto, ma la gatta sì… 12 anni di battaglie!

    in risposta a: Il mio gattino mi è morto davanti agli occhi #2974
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    I gatti si adattano alle varie situazioni, quindi non mi preoccuperei più di tanto per l’eventuale mancanza che possa sentire. La gattina è comunque ancora una cucciola e sono sicura che tu la possa abituare a stare sempre in casa. Lasciarle l’accesso al giardino secondo me non è da prendere in considerazione, dal momento che dall’altra parte c’è un cane aggressivo e il disastro è dietro l’angolo.

    Pensa che noi ci siamo trasferiti e i miei due gatti prima erano abituati ad andare in balcone in autonomia tramite la gattaiola. Nella casa nuova, sia per il fatto che siamo al primo piano sia perchè i vetri sono troppo spessi e non si può installare la gattaiola, abbiamo deciso di relegarli in casa. Hanno tutta la casa a disposizione, ad eccezione della cucina, camera da letto e un bagno. Inizialmente ero preoccupata dato che loro andavano con piacere in balcone. Ma in realtà si sono adattati in frettissima alla nuova condizione e, anzi, adesso quando siamo in casa lascio la porta del balcone della sala aperta così che possano andare a prendere un po’ di sole fuori se vogliono, ma ci vanno raramente… escono, fanno due capriole e tornano dentro.

    Tutto questo per dirti che la tua gatta è giovane e si abituerà a stare in casa. Eventualmente se proprio vedi che patisce la mancanza di una compagna, puoi pensare di adottare un’altra gattina.

    in risposta a: Abbiamo passato un periodo non facile #2968
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Ragazze, come ho scritto di là, purtroppo con Galileo non stiamo andando benissimo. Adesso ha di nuovo preso troppo peso, ma gli ormoni tiroidei continuano a non andare bene. Ora prende due pastiglie intere di tapazole ma per ora non vediamo i miglioramenti sperati. Mi sembra anche che il pelo che era diventato morbidissimo e lucente si stia indurendo…

    Oltretutto ogni volta che lo porto per fare gli esami lo deve sedare completamente perchè il gatto è assolutamente ingestibile. Ho paura che un giorno o l’altro non si svegli più dall’anestesia. Secondo Neil sono solo paranoica e i gatti gestiscono bene la sedazione… il mio veterinario comunque ha fiducia che riusciremo a trovare il dosaggio giusto del farmaco… io ci spero tanto e che riusciamo a risolvere anche in fretta.

    Questi ultimi due mesi circa sono stati difficili perchè abbiamo dovuto portare spesso il gatto e anche incastrare il tutto con il lavoro non è stato semplicissimo (anche perchè prima avevamo il veterinario sotto casa, mentre da quando ci siamo trasferiti dobbiamo comunque portarlo in macchina e il tragitto è un po’ più lungo) e non vi nascondo che tutte queste visite, prelievi, analisi etc. hanno inciso abbastanza sul budget familiare. Però ovviamente si fa quel che si deve fare… è che davvero a volte le rogne arrivano tutte insieme.

    Vabbè dai, noi teniamo duro e stringiamo i denti!

    in risposta a: Il mio gattino mi è morto davanti agli occhi #2967
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Mailke, mi dispiace tantissimo per la tua perdita. Immagino sia stata una scena orribile.

    Purtroppo i gatti vanno in giro per quanto uno cerchi di limitarne gli spostamenti. Non hai modo di tenerla in casa, senza farla uscire l’altra gattina? O magari puoi cercare di mettere in sicurezza il giardino, con una rete a maglia stretta, così se la gatta esce, almeno non sarà in grado di oltrepassare la tua proprietà e finire nel giardino dei vicini.

    in risposta a: Abbiamo passato un periodo non facile #2675
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Grazie Didi per le tue parole. Sì, il peggio sembra essere passato. La settimana scorsa abbiamo portato Galileo a fare il prelievo. Lo abbiamo dovuto sedare, ma questa volta il veterinario è riuscito a dargli un dosaggio più basso e il gatto era anche più tranquillo (segno che il tapazole sta aiutando). L’emocromo andava bene e oggi Neil passa in clinica per vedere anche i risultati degli ormoni tiroidei. Il nostro veterinario ha gli strumenti per fare lui le analisi, ma sugli ormoni tiroidei li fa la sua collega che non c’era quando abbiamo portato il gatto.

    Nel frattempo Galileo ha messo su peso e andiamo decisamente meglio. Luna anche si è ripresa bene, anche se ha una cisti su un occhio che il veterinario le aveva scoppiato ma che purtroppo si è ripresentata. Sfortunatamente o fortunatamente è ancora troppo piccola e non si può fare ago aspirato, però mi aveva detto che chiaramente se si ripresentava avremmo dovuto fare qualche controllo. Diciamo che l’ultimo periodo ci ha visto con il portafogli molto più leggero per via dei gatti… ma tutto sommato sono anche stati 10 e 12 anni senza vedere quasi mai il veterinario, quindi non ci possiamo lamentare!

    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Anche io concordo con Lillina. Noi abbiamo attualmente due gatti, Luna di 12 anni e Galileo di 10. Mi spaventa e mi rincuora dire e affermare le loro età. Da piccola ho sempre avuto gatti (all’epoca vivevo in campagna) e purtroppo non sono mai durati oltre i 5-6 anni massimo. Chi è morto perchè FIV+ quando quella era una condanna a morte, chi sotto le macchine e chi, mio dolce Rudy ti penso sempre anche ora a 23 anni dalla tua morte, ammazzato con un forcone dai vicini di casa. Ci siamo trasferiti a Torino e i miei non hanno mai preso animali in casa (salvo la collezione di tartarughe di pietra di mamma). I miei zii invece avevano sempre gatti in appartamento, gatti ai quali mi sono affezionata come se fossero miei cugini. Il giorno che mia zia ha lasciato Martina correre verso il ponte, più di un anno fa, ho pianto dalla disperazione.. abbiamo pianto al telefono… mi ha scritto su whatsapp che voleva che me la ricordassi con i suoi occhioni verdi… prendo il telefono la chiamo e iniziamo a piangere. Non avevo idea. Sapevo che non era stata bene, ma non fino a quel punto. Ecco, io so nel profondo del mio cuore che anche la mia Luna e il mio Gali prima o poi mi lasceranno… non ci devo pensare perchè l’idea mi strazia, ma purtroppo succederà. Io e mio marito ogni tanto gli diciamo “prometteteci che almeno a 20 arrivate e anche a più”. Per ora non vediamo segni di invecchiamento… sembrano due cuccioli o quasi e questo ci incoraggia.

    Fatta questa premessa, ti dico che loro sono la cosa più bella e migliore che ci sia capitata finora. Ad oggi non siamo riusciti ad avere bimbi umani e loro due sono i nostri cuccioli. Sono animali, certo, ma gli vogliamo davvero davvero tanto bene e non ci immaginiamo stare senza loro. Detto questo, quel giorno purtroppo arriverà e li dovremo salutare. Non ho idea e non voglio pensare al dolore e allo strazio che proveremo. Ma già so, nel mio cuore, che avremo altri gatti o magari un cagnolino. L’amore si moltiplica e non muore. Fermo restando che Luna e Gali sono fissi nel mio cuore e li amo con tutta me stessa. Ma non negherei amore ad altre creature. Ti dico però che non li cercherei/cercherò in nessun altro gatto futuro potenziale… non darei lo stesso nome e non cercherei una replica. Ognuno di loro è a sè ed è unico. Imparerai, se vorrai amare un altro gatto, un nuovo amore, diverso dal precedente. Il nuovo gatto non sarà mai “lui” ma sarà invece un nuovo “lui”, qualcuno che ti darà amore, ti farà battere il cuore e con il quale avrai un nuovo tipo di rapporto. Miagolerà diversamente, si comporterà diversamente e lo amerai per questo. Non cercare chi hai amato tanto in un altro essere. Te lo dico col cuore. Apriti ad altro, perchè se vorrai un altro gatto sarà necessariamente “altro”. Dopo aver amato Rudy con tutta me stessa (anche se ero piccola) non pensavo avrei mai potuto avere altri gatti e “tradirlo”. Ma oggi, senza Gali e Luna mi mancherebbe l’aria. Ho imparato ad amarli per come sono e li amo, tanto, tantissimo. Non mi immagino oggi una vita senza loro, sebbene nel profondo abbia già accettato che se non schiatto io prima (e spero di no), dovrò nuovamente imparare ad amare un altro essere, diverso da loro, che non sarà loro ma sarà unico in tutto e lo amerò per questo.

    Boh ho filosofeggiato troppo mi sa… ma lo penso veramente e spero ti sia d’aiuto.

    in risposta a: Inserimento difficile: aiuto! #1658
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Quando noi abbiamo adottato Galileo, la nostra Luna aveva già 2 anni. Consigliati dal veterinario abbiamo messo il Gali piccino di 2 mesi e mezzo nel trasportino per fare in modo che Luna potesse annusarlo senza fargli nulla. Si sono soffiati (anche Gali soffiava a Luna e faceva morire dalle risate). Di giorno se eravamo in casa li lasciavamo liberi e sicuramente abbiamo assistito a degli episodi tipo quelli che descrivi tu. Un modo per Luna, nel nostro caso, di mostrare la sua dominanza, del tipo “ehi tu stai venendo nel mio territorio, sappi che io sono la padrona e ci sono regole”. La notte li abbiamo divisi per la prima settimana; spesso durante il giorno Galileo veniva ad accucciarsi sulle mie gambe e in quel caso Luna lo ignorava. Vero è che la mia gatta era già considerata “adulta”, però, a patto che la tua non faccia male al gattino penso che semplicemente gli stia facendo capire che è lei che comanda. Come ti ha detto Marcel, non ti intromettere con spruzzi d’acqua o altro. Monitora da lontano la situazione, ma se il gattino non miagola eccessivamente, o se non senti miagolii di dolore o di angoscia (li noti quelli di angoscia perchè sono dei rumori bassi e lunghi), non ti devi preoccupare e devi lasciarli fare. Chiaramente se non sei in casa, oppure di notte, come misura precauzionale per il momento li dividerei… vedrai che ad un certo punto li becchi a dormire insieme. Buona fortuna e buona vita!

    in risposta a: Il mio cane ha morso un bimbo mentre era slegato! #1491
    Andromacha
    Andromacha
    Moderatore

    Mi spiace, ma dissento da quanto detto da Steffybond. Il cane non doveva essere slegato, per di più in uno spazio adibito ad area gioco per bimbi. I genitori del bambino si sono giustamente preoccupati e hanno fatto, a mio parere, le cose che andavano fatte. Dopotutto, come loro sono dei perfetti sconosciuti per te, tu lo sei per loro.

    Detto questo, come ha detto Steffybond, non si capisce se il cane è in regola con i vaccini. Se l’ASL è stata avvisata, puoi aspettarti di essere contattata per una visita veterinaria d’ufficio. Se il cane è a posto e non ci sono altre segnalazioni di morsicature, sono sicura che sul fronte cane non ci saranno problemi. Per quanto riguarda l’altro fronte, cioè danni e/o ammende… per la multa, non sono sicura di come eventualmente possano procedere. Per quanto riguarda i danni, spero che tu sia assicurata. Te lo dico onestamente, se un cane mi morsica, che sia un cane di un conoscente o meno, io vado subito in pronto soccorso e mi faccio fare il certificato. Sulla base del tipo di lesione che riporto cerco di capire come procedere. Il bambino, oltre ad essere stato morsicato, spiace dirlo, può aver subito un trauma di altro genere (una mia collega da piccola è stata morsa da un cane alla gamba e tuttora è assolutamente terrorizzata da qualsiasi cane, piccolo, medio o grande non fa differenza).

    Io non penso che riceverai una denuncia, a patto che tu ti dimostri collaborativa e proponga di indennizzare la famiglia per il danno subito dal bambino (ovvio deve essere qualcosa di ragionevole, non cifre assurde campate per aria). Se hai l’assicurazione, come spero, fai la segnalazione del sinistro, non ci sarà denuncia e pensano a tutto loro. Diversamente, se non sei assicurata, aspettati quantomeno una richiesta di danni da parte della famiglia, che ti potrà pervenire o in via bonaria da parte loro, oppure direttamente da un avvocato.

    Ora, se fossi io nella tua situazione, partirei a priori a cercare di capire come tutelarmi, quindi: parlerei con il veterinario che sicuramente può darti delle dritte e poi eventualmente sentirei il parere di un legale. Se hai l’assicurazione, salterei direttamente questi due passaggi e contatterei subito loro.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 53 totali)