sospetto fibrosarcoma a 5 anni

Forum La salute del gatto sospetto fibrosarcoma a 5 anni

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Chia 38 minuti fa.

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #21306

    Chia
    Partecipante

    Ciao a tutti, mi sono appena iscritta perchè ho letto un pò di discussioni relative a questa brutta malattia e volevo chiedervi un consiglio (scusate se non sto seguendo eventuali procedure previste dal forum, ma non ne ho trovate). Vi riassumo la situazione brevemente: Angel ha 5 anni e un passato trvagliato (vi dico più sotto) ma gode di ottima salute da 2 anni e mezzo. Tre giorni fa sento la spaventosa e famosa pallina tra le scapole e immediatamente mi allarmo perchè so cosa potrebbe essere. Chiamo mio marito che la tasta e conferma. Purtroppo siamo al weekend e bisogna aspettare il lunedì, ma intanto proviamo a convincerci che è un ossicino sporgente, o una cistina o altro. Lunedì mattina (ieri) alle 9 sono già dal nostro veterinario di fiducia che conferma la presenza di una neoformazione a forma di “arachide” sul dorso. Lui l’aveva vaccinata (sulla coscetta) 3 settimane fa e dice che se ci fosse stata l’avrebbe sicuramente sentita. Io confermo che effettivamente accarezzandola tutti i giorni sia io che mio marito ci saremmo sicuramente accorti di questo noduletto quindi concordiamo sul fatto che è insorto di recente. Mi dice che l’agoaspirato ha un’alta percentuale di falsi negativi e/o di campioni non diagnostici e le recenti linee guida lo sconsigliano. Mi consiglia approccio attendista, ossia aspettare una ventina di giorni (tra l’altro essendo agosto ed essendo tutti i veterinari in ferie il mio compreso non si può fare molto altro) e mi dà appuntamento per il 26. A questo punto valuteremo se il nodulo è stabile o cresciuto (magari anche diminuito chissà) e se non ci sono cambiamenti confortanti procederemo con rimozione e istologico. Lui non si è sbilanciato dicendo che potrebbe essere tutto e niente e io concordo e una parte di me spera in bene anche se la paura a volte predomina. Io non voglio nè fasciarmi la testa nè essere superficiale quindi vi chiedo cosa ne pensate di questo iter? E’ pericoloso aspettare? Dovrei nel frattempo rivolgermi a un oncologo per un altro parere (ammesso che ad agosto ne trovi)? Se rimanesse stabile in questo periodo come faremmo a decidere se rimuoverlo o meno? In caso di rimozione secondo voi dovrei rivolgermi ad un oncologo che non conosco e di cui non so se fidarmi o rimanere col mio vet che già una volta ha salvato la vita a Angel?                                                                               Se avete voglia di leggere oltre vi riassumo la sua disgraziatissima storia (finora con lieto fine almeno per il momento): la sterilizzazione di Angel è stata fatta da un macellaio che le ha creato un’infezione che per poco non ci lasciava la pelle. Salvata dall’infezione, dopo alcuni mesi le ritornano i sintomi del calore. Si ipotizza residuo ovarico. Seconda operazione che conferma la presenza di un’ovaia intera che era “caduta” al macellaio e le si era impiantata altrove nella pancia. Con l’occasione il vet rimuove anche un’ernia grossa come una pallina da ping pong sempre dovuta al macellaio. Ora capite perchè sono un pò restia ad “abbandonare” il mio vet di fiducia per andare da qualcuno che non conosco.                                   Aiutatemi voi che siete purtroppo esperti/e nell’argomento! Grazie infinite in anticipo

    #21316

    jjj
    Partecipante

    Effettivamente quell pallina può essere cose anche molto diverse. Non è una situazione semplice perché come avrai letto un fibrosarcoma può crescere rapidamente e richiede un intervento tempestivo. A livello tecnico non ho le conoscenze per dirti se le tempistiche date dal tuo vet siano corrette perché non sono veterinario e non conosco le linee guida. E’ possibile che sia la prassi.

    Io penso comunque che un’opinione in più, tipo quella di un bravo oncologo, potrebbe comunque essere un’opzione a maggior ragione se riuscissi a trovarne uno in queste tre settimane di attesa. A mio parere è sempre meglio sentire una campana in più

    #21318

    Chia
    Partecipante

    Grazie per la tua risposta. Anche io razionalmente propendo per un parere ulteriore ma c’è un elemento che mi frena: a causa del suo passato travagliato Angel si stressa moltissimo per ogni spostamento e/o esame medico e non vorrei sottoporla ad uno stress ulteriore visto che già probabilmente di stress ne avrà nei prossimi mesi se dovesse verificarsi l’ipotesi dell’intervento…quindi mi sto chiedendo: meglio farla eventualmente operare vicino a casa da veterinario conosciuto, attendere istologico e poi se l’esito fosse infausto passare a cliniche/oncologi ecc (diciamo con un approccio “graduale” e meno stressante) o essere da subito drastici e passare alle “maniere forti” anche a fronte di diagnosi incerta? Non so, al momento entrambe le opzioni mi sembrano pari in quanto a pro e contro…andare da oncologo in clinica ha il vantaggio che sicuramente dice qualcosa in più perchè esperto a fronte di veterinario generico però è lontano, stressante e c’è il problema di fiducia verso medici sconosciuti per vicende passate – l’opzione di attendere e affidarsi al veterinario conosciuto genera sicuramente meno stress per Angel e offre la possibilità di farsi seguire quotidianamente essendo l’ambulatorio a due passi da casa (quindi per emergenze o medicazioni ecc) però è pur vero che il vet non è specializzato in eventuali tumori. Diciamo che se avessi una diagnosi non avrei dubbi ossia: tumore che va seguito da oncologo in clinica, non tumore che va seguito da vet a casa. Non sapendo a cosa stiamo andando incontro sono in difficoltà. Scusate il papiro ma scrivere mi aiuta a ragionare

    #21321

    jjj
    Partecipante

    Quanto è distante la clinica?

    #21322

    Chia
    Partecipante

    In realtà una ventina di chilometri quindi non tantissimo ma non avendo la macchina perchè la usa mio marito per lavoro dovrei aspettare che lui possa prendere un permesso o un giorno di ferie…o al limite chiamare un taxi…e questo va benissimo una volta o due per una visita specialistica, ma renderebbe complicato farsi seguire per un periodo più o meno lungo e soprattutto sarebbe poco funzionale in caso di emergenze…come dire, se so che basta mettere Angel nel trasportino e fare 3 minuti di strada a piedi per trovare qualcuno che ci aiuta in caso di problemi (come è successo in passato) mi sento più fiduciosa di riuscire a risolverli…ci penso comunque, non scarto nessuna ipotesi al momento

    #21323

    jjj
    Partecipante

    Non correre con le mente. Adesso la priorità a capire cosa sia questa pallina e avere una diagnosi certa.

    Io proverei preventivamente, se possibile, a mandare una breve email all’oncologo per chiedergli informazioni generali e sondare il terreno per esempio sul tempo di attesa per la diagnosi, su come interepretare la palpazione, ecc…. Ti è possibile farlo cioé conosci l’indirizzo email dell’oncologo della clinica più vicina?

    #21376

    Chia
    Partecipante

    Grazie del consiglio sicuramente lo farò. Ho reperito i contatti di un paio di oncologi della mia zona e sicuramente dopo Ferragosto li contatterò. L’idea è di portare Angel a fare una seconda visita presso un oncologo prima di riportarla dal nostro vet in modo da avere così due pareri, uno specialistico e uno “generico”. Intanto la pallina mi pare leggermente cresciuta (questione di millimetri, ma anche mio marito ha avuto la stessa impressione)…vedremo come proseguirà questa faccenda…la speranza che non sia niente di grave c’è ancora…

Stai vedendo 7 articoli - dal 1 a 7 (di 7 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.