Gatto di 12/13 anni – Valori alti

Forum La salute del gatto Gatto di 12/13 anni – Valori alti

Questo argomento contiene 80 risposte, ha 4 partecipanti, ed è stato aggiornato da  jjj 2 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 81 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #19951
    titti22
    titti22
    Partecipante

    Ciao, le infusioni o flebo le pui fre anche tu cosi non stressi Lamù e dentro si possono mettere farmaci antinausea , antivomito ecc….
    ci sono i kit oppure si puo usare la siringa apposita. il vet puo farti vedere poi fai tu.

    il Probinul o meglio il Vivomix aiutano tanto a disintossicare i reni.
    ti metto il link di elicats con tante cose utili.
    https://elicats.it/gatto-insufficienza-renale/

    #19957

    jjj
    Partecipante

    Infatti mi sembrava dal valore della creatinina. Chiedo venia per non essermene accorto subito appena hai aperto la discussione un mese fa. La notizia negativa è che l’insufficienza renale cronica è una malattia grave e progressiva e non è facile da affrontare. La cosa positiva è che i trattamenti da fare possono fare molto per rallentare la progressività, migliorare la qualità e l’aspettativa di vita del gatto. Faccio un post lunghissimo allo scopo tu abbia una guida e quante più informazioni possibili.

    1) Integratori di supporto ai reni – chelanti: NefroPiù in pastiglie oppure i Renal. Il migliore sarebbe il il Nefrokrill in perle, ha odore e sapore estremamente intensi e il mio gatto li odiava. V aluta quale metodo di somministrazione è migliore fra pastiglie, paste, ecc. in basea cosa preferisce il gatto. Chiedi al tuo veterinario.

    2) Integratore Omega. Noi davamo gli OmegaPet. Sono delle perle che facevamo somministrare dal veterinario. Ho visto che c’è anche un prodotto chiamato “Krill omega pet” della candioli. Mi sembra un ottimo prodotto addirittura più completo

    3) Integratore diuretico come il diurecor (magari da iniziare quando avrà una minzione regolarizzata). Chiedi sempre al vet

    4) Ci anche altri integratori naturali il Probinul e il VivoMix come sempre la ottima Titti22 consiglia. Non li ho mai usati, ma ho visto che sono estremamente utili e naturali.

    5) Il gatto con insufficienza renale deve assumere liquidi per restare sempre idratato. Deve assumere una quantità adeguata senza eccedere e al tempo stesso dovrai strare molto attento che non si disidrati. Bisogna fare i test di idratazione (vedere collottola e gengive) quasi tutti i giorni e Puoi farti spiegare dal tuo vet come si fa

    6) Proprio per questo le fontane con acqua perfetta per i reni sono importantissime. Consentono di raggiungere più facilmente la quota di acqua giornaliera

    7) Le flebo sottocutanee sono molto utili. Si usano fluidi come il ringer lattato o la fisiologica a seconda dei casi. Come dice titti22 i fluidi poi vengono integrati con vitamine e quando necessario con antinausea o altro. Si fanno sia per raggiungere l’idratazione necessaria quando non è raggiunta con l’alimentazione sia per il mantenimento dell’idratazione.  Se da una parte hanno una grande utilità e a volte sono indispensabili, dall’altra i fluidi sono sempre farmaci con potenziali collaterali quindi è meglio non esagerare. Inoltre stressano il gatto e le continue punture su lungo termine irritano la pelle. Le dosi devono essere di 50ml x kg di peso se il gatto sta bene. Per il resto non c’è una regola certa sulla frequenza e ci sono tanti fattori da considerare. Ogni caso fa storia a sé. Come dicevo prima dipende dalla capacità di assumere liquidi con l’alimentazione: più ne assume meno ne ha bisogno. E al tempo stesso comunque periodicamente può benefirne. Potrebbe essere necessare fare 1 flebo ogni 7/10/15 giorni oppure un ciclo differenziato. Altre volte invece è necessario aumentare la frequenza. Insomma che io sappia non conosco una regola fissa. Dipende dal gatto.

    8) Alimentazione. Dovrai fare estrema attenzione a QUANTITA’ E QUALITA’ delle proteine. Un gatto con irc dovrà ridurre leggermente le proteine, ma se va in carenza perde massa muscolare e e si indebolisce. Somministrare solo cibo Renal va bene a patto che il gatto mangi quantità adeguate. Circostanza che spesso non succede o perché il gatto li sente poco gustosi o perché si stufa. In secondo luogo dovrai valutare la QUALITA’ delle proteine: maggiore è la qualità meno e si sovraccaricano i reni. In terzo luogo fare molta attenzione ad oligoelementi con potassio, sodio, fosforo e tracce di cereali: affaticano i reni. In conclusione integri o con altre scatolette che rispettino questi requisiti o con cibo autoprodotto che però dovrai bilanciare adeguatamente.

    9) Regole le scatolette alternative. Prendi una scatoletta renal e memorizza tutti i valori di proteine, potassio, fosforo, ecc. Ecco quello deve essere il tuo riferimento. Le scatolette renal hanno una % di proteine fra il 6 e 7.5%. Diciamo che le scatolette alternative possono avere circa un 10% di proteine. Inoltre devi stare attento anche anche altri oligoelementi che sono altrettanto importanti, alla qualità delle proteine. Poi conservanti, appetizzanti, coloranti. Ad ogni modo  considera che i cibi renal e urinary a livello qualitativo sono frai migliori fra il cibo commerciale, ma come dicevo sono meno appetitosi.

    10) La soluzione migliore sarebbe quella di autoprodurre cibo a patto di fare le cose per bene e contare bene i nutrienti. Leggevo tempo fa che l’albume cotto può essere un’ottima alternativa perché ha la massima qualità proteica, ma prendilo con le pinze. E soprattutto in tal caso: conta, sempre. L’autoproduzione sarebbe importante anche per evitare le sostanze poco salutari con cui sono fatte scatolette e bustine di alluminio oltre conservanti e altro.

    11) Somministra crocchette il meno possibile e prediligi l’umido

    12) come dice titti leggi anche blog e forum di elicats. Puoi trovare spunti molto utili sull’insufficienza renale

    13) Ho fatto un riassunto di due discussioni avute alcune settimane fa. Ma comunque ti consiglio di leggerle molto ATTENTAMENTE nel caso mi fosse sfuggito qualcosa.

    a) https://www.clinicaveterinaria.org/wordpress/forums/topic/renal-nrenal-p/

    b) https://www.clinicaveterinaria.org/wordpress/forums/topic/insufficienza-renale-e-sodio/

    14) “Acqua beve tantissimo, ogni 30min al meno va a bere, a volte anche di continuo”. I gatti con irc vanno spesso a bere. Forse in questo momento è disidratata. Controllala e inizia il prima possibile coi trattamenti per l’irc

    15) Periodicamente dovrai fare esami di controllo per i reni (creatinina, azotemia, ecc). Io ti consiglierei ogni 6 o 12 mesi di controllare anche la tiroide. L’ipertioidismo colpisce molti gatti soprattutto in età avanzata ed è importante rilevarla il prima possibile.

    16) “Per il costo non mi interessa, mi interessa solo che lei stia bene, cerco solo di capire se sono costi normali o se cerca di approfittare della situazione, perché in tal caso mi riferirei ad un altro vet, solo per questo. Di certo non lascio perdere ed abbandono Lamú. È tutta la mia vita”. Curare un gatto con insufficienza renale richiede molto attenzione e conoscenza. Devi esserne consapevole. Sono sicuro che farai ottime cose per darle il massimo della qualità della vita. Bravo.

    #19981

    Shad0walker
    Partecipante

    Appena incontrerò il vet gli chiederò un pó di cose, inerenti a ciò che mi avete detto. Per il momento sto proseguendo con questa cura di Renal umido, dolvecist, efex e detox+, anche se non sembra migliorare… Lamú continua ad urinare dappertutto, ed il sangue è ancora presente. Tra qualche giorno dovrei risentire il vet, perché l’appuntamento era per il 10 febbraio, ma non coincide con il termine di questi medicinali qui.

    Inoltre, per incentivare Lamú a mangiare urinary s/o che ho 3.5kg in crocchette, le sto sbriciolando con un matterello, e le sto unendo all’umido, solo che è troppo, quindi sono costretto a creare tipo una pastella utilizzando l’acqua, altrimenti si secca tutto. Lamú lo mangia, perché sente l’odore dell’umido, ed indirettamente mangia anche le crocchette sbriciolate. C’è qualcos’altro che posso fare per invogliarla a mangiare le crocchette? Perché comunque con l’acqua va ad aumentare di volume, quindi diventa tipo un paté ma di grosse dimensioni, quindi non riesce a mangiarne molto, ed ho paura mangi poco.

    #19982

    Shad0walker
    Partecipante

    L’esame della tiroide l’ho già effettuato durante la prima visita, e risultò tutto nella norma.

    Mo tra qualche giorno dovrei portargli un altro campione di urine e dovrebbe fare un altro esame del sangue, ma so sicuro non cambierà nulla nei risultati. Si vede che non ci so stati miglioramenti, mi sta prescrivendo perlopiù integratori, per evitare trattamenti medici, però non sembra migliorare nulla…

    #19991

    jjj
    Partecipante

    > “Lamú continua ad urinare dappertutto, ed il sangue è ancora presente”. Quel sangue, da settimane, non va bene per niente. Non va affatto bene. Io non vorrei davvero che la struvite fosse cresciuta troppo e in tal sarebbe un grande problema perché bisognerebbe intervenire chirurgicamente. Per caso il sangue in questi giorni ti sembra sia diminuito?

    > “C’è qualcos’altro che posso fare per invogliarla a mangiare le crocchette?” Usa del brodo da bustine che ne abbiano tanto oppure prova a farlo in casa. Il cibo casalingo è sempre più sfizioso. Vedi sotto.

    > “quindi non riesce a mangiarne molto, ed ho paura mangi poco.” VA assolutamente evitato quanto più possibile. Prova ad integrare come ti ho spiegato  facendo attenzione ai valori nutrizionali

    > “L’esame della tiroide l’ho già effettuato durante la prima visita, e risultò tutto nella norma.” Sì ricordo bene. Si però di risultato di ADESSO. Fra 6, 12, 18,…. mesi la situazione può cambiare. Hai già l’insuffienza renale da affrontare ed è tosta. Aggiungere anche l’ipertiroidismo diventa una battaglia incredibilmente più dura con ridotte apsettative di vita. Parlo per esperienza. Credimi.

    > “mi sta prescrivendo perlopiù integratori, per evitare trattamenti medici, però non sembra migliorare nulla…” L’approccio conservativo è giusto. Però se vedi che la situazione non migliora e lui tergiversa, prova a chiedere il parere di un altro vet, portando tutta la documentazione.

    #20002

    Shad0walker
    Partecipante

    Ciao. Sono appena stato dal veterinario. Ha effettuato nuovamente esame del sangue, esame delle urine ed ha effettuato un’ecografia veloce, essendoci una dottoressa che non l’aveva mai visitata prima. A parte il fatto che ogni volta che vado, non ricordano la sua situazione clinica, quindi devo ripetere ogni volta tutto l’iter effettuato finora, anche quando trovo lo stesso dottore (è normale questa cosa? Così non rischia di sfuggire qualcosa? E di effettuare nuovamente esami che casomai non sono necessari perché effettuati poco tempo prima? Ad esempio le urine, che ne ho effettuati 3 in un mese) ed i costi che aumentano di volta in volta (ormai sono tipo 100 euro ogni settimana, esclusi integratori, cibo e compresse).

    Dall’ecografia la dottoressa mi diceva che è preoccupata per una “formazione” di circa 1cm al centro della vescica. La vescica ha un pó di rigonfiamenti interni, dovuti al l’infiammazione, e mi diceva che potrebbe anche essere solo un piccolo accumulo di sangue (?), dovuto alla forte infiammazionep. Teme possa trattarsi di  una neoformazione, ma l’esame andrebbe fatto a vescica piena, solo che è difficile, perché Lamú urina spesso. L’antifiammatorio non può prenderlo, per colpa della situazione renale e perché vomita spesso, quindi voleva optare per degli integratori (è davvero una soluzione plausibile?)

    La milza è leggermente ingrossata ed ha una leggera gastrite, ma niente di preoccupante, mi ha dato Gaspongil Pasta 30g.

    Inizialmente mi diedero urinary per 3 mesi, adesso mi ha detto che dovrei smettere perché apporta un flusso maggiore di urina, così argino un pó il problema che urina in casa (?) e che dovrei comprarle tutto umido, oppure le crocchette renal (prima mi hanno consigliato di comprare la confessione da 3.5Kg di urinary, adesso dovrei smettere, quando ho praticamente ancora tutta la confezione, per comprare quella renal, nonostante la situazione renale sia migliorata?)

    Dall’esame delle urine mi diceva che è cambiato quasi nulla, rispetto al precedente esame, di una 10 di giorni fa.

    Dall’esame del sangue, invece, si evince che la creatinina è scesa (10.3),solo il valore BUN è ancora leggermente alto (40).

    Poi vedo il LYM a 1.36-  , PLT 324,  MPV 10.6,   PCT 0.34,   PDWc 39.8 e PDWs 17.8

    Mi da un voce sulle analisi con scritto Allarme ed alcuni valori sotto, quali PrVW, PrVR, PrVE, Lisi WBC, Lisante 2.

    Inoltre ho chiesto un pó le cose che mi avete illustrato nei post precedenti, e mi ha rassicurato che non mi devo preoccupare, perché l’insufficienza renale non è cronica, anzi sta regredendo, la creatinina è scesa etc. Inoltre ha detto che non dovrei preoccuparmi della quantità di proteine, perché è l’ultimo dei pensieri, visti i problemi che c’ha, e che essendo anziana, a prescindere ha un fabbisogno minore dei fatti normali, quindi i 50g di crocchette urinary e 45g di renal umido DOVREBBERO bastare, anche se non ha al momento un’idea precisa dell’apporto proteico in tal caso.

    Cosa dovrei fare? Continuare con questa cura e questo iter? Dovrei cambiare veterinario, con la speranza di ritrovarmi una situazione migliore per Lamú, ed eventualmente anche per me, per una questione economica? Sono andati via quasi 400 euro in un mese, e la situazione, a parte la creatinina un pó scesa, sembra non essere praticamente cambiata, anzi la vescica sta peggiorando.

    #20003

    Shad0walker
    Partecipante

    Inoltre il peso, che un mese fa era di 3kg (non ricordo se precisi), adesso risulta essere di circa 3.2Kg

    #20009

    jjj
    Partecipante

    > Partiamo dalle notizie positive. 1) L’insufficienza renale è “solo” acuta. Ottimo. Però bisogna sempre continuare con cautela altrimenti può diventare cronica. 2) Il mio prontuario era relativo ad una eventuale irc, ma comunque alcune indicazioni rimangono valide anche in caso di acuta come ad esempio la qualità dell’acqua (per esempio tu berresti tutti i giorni acqua del  rubinetto?). 3) Lamù ha preso peso. Bene. 4) La creatinina è scesa.

    > Sul discorso economico andrà così finché non hai una diagnosi certa e lamù non migliora.

    > Un corpo di 1 cm dentro la vescica di un gatto non è poco. Indipendentemente da cosa sia. Come dicevo col cibo renal devi stare attento che la gatta sia sempre sazia perché, come anche loro ti hanno detto, la riduzione di proteine in questo caso non va bene. Io comunque Io suppongo sia sempre coinvolta la struvite.

    > @shad0walker. Domande: sbaglio o anche prima dell’inizio della dieta urinary lamù faceva tanta pipì per casa? Mi sembra però che neanche stavolta hai più risposte di prima, sbaglio? E’ stato possibile valutare lo stato della struvite e dei calcoli con l’ecografia?

     

    Nel frattempo mi piacerebbe ascoltare anche cosa ne pensano @stregatta e @titti22, che hanno molta esperienza, sul perché la gatta fa tanta pipì e per casa e il sangue nelle urine.

     

    #20010

    Shad0walker
    Partecipante

    In realtà io volevo evitare di darle l’acqua del rubinetto (io non la bevo, tant’è vero che neanche a lei volevo darla, ma ha detto il vet che non è un problema) ps: i medici in realtà consigliano di bere acqua del rubinetto 😅

    Discorso economico: è normale che deve fare continuamente esami urine e sangue, ed ogni volta so prende 100 euro? Finora ho pagato 400 euro in circa 1 mese, non si dovrebbero fare per la diagnosi iniziali e, magari, dopo un tot di ciclo di terapie/cure? Dei tre esami delle urine, fatte in tipo 3 settimane /1 mese, è uscito lo stesso identico risultato (periodo intercorso troppo breve?).

    In realtà il vet mi ha detto che non mi devo preoccupare di quante proteine assume Lamú, perché è l’ultimo dei pensieri, che essendo anziana non ha un gran fabbisogno.

    C’è stato qualche caso di urina per casa, poi dal primo episodio la portai dal vet è cominciai subito con urinary. Sicuramente il flusso sarà aumentato, perché va continuamente in bagno e beve continuamente. L’ecografia l’ha fatta molto velocemente, a vescica vuota. Le ho chiesto se quella “macchia” nella vescica potesse trattarsi della struvite, mi ha detto che in tal caso è luminescente (l’effetto che visionai la prima volta, quei tipo puntini bianchi che era la sabbia, questa volta non c’erano, c’era solo la vescica con piccole protuberanze dovute all’infiammazione e questa macchia)

    Mi ha invitato a rieffettuare l’ecografia a vescica piena (altri 70 euro minimo 🤦‍♂️)

    Sia chiaro, non mi interessa dei soldi, ci spenderei tutto ciò che ho e farei di tutto per far ancor di più, solo a volte non so come vedo tutta sta situazione, per non parlare dei costi così elevati di settimana in settimana, senza vedere realmente alcun miglioramento,ed il fatto che oggi mi prescrivono un medicinale/alimento, e la volta dopo o non si curano di come procede quella terapia li, o addirittura ti dicono che non occorre, come nel caso di urinary che mi ha chiesto di fare 3 mesi e poi continuare a vita come “mantenimento” ed adesso, dopo che mi ha fatto comprare la confezione enorme, ha detto che non servono, perché altrimenti continua ad urinare per casa 🤦‍♂️

    #20014

    jjj
    Partecipante

    > “ha detto il vet che non è un problema”. Contesto radicalmente queste affermazioni perché le acque del rubinetto non sono tutte uguali, differiscono da Aosta a Lampedusa. Il criterio da valutare è la durezza dell’acqua. Inoltre è scientificamente provato che acqu di qualità come Fiuggi e anche Sant’Anna sono molto benefiche sia a scopo preventivo che terapeutico. A maggior ragione per chi come Lamù soffre di patologie renali. Una fontanella sempre funzionante come quelle che ti ho indicato stimolano anche una migliore idratazione perché i gatti audiscono continuamente lo scorrere dell’acqua. FIDATI 😉

    > Sia chiaro che all’inizio sono stati fatti tutti gli esami necessari del caso e, per farti capire, io darei qualsiasi cosa affinché fosse accaduto anche con la mia gatta alcuni anni fa. Da una parte tu hai ragione a pretendere che ti seguano più rigorosamente, ma dall’altra il problema è che la gatta ha delle difficoltà e il discorso economico va di conseguenza. Sulle crocchette urinary considera che, se le conservi bene, durano parecchio.

    > Se effettivamente le crocchette urinary hanno peggiorato la situazione della pipi, può avere senso provare temporaneamente qualcosa di diverso col cibo umido renal. Rammento che questo è certamente cibo di qualità, ma NON è specifico per la struvite.

    > L’infiammazione e il coagulo di sangue sembra coerente con la struvite. Non ho le competenze per esprimermi sull’utilità di fare la terza ecografia in meno di due mesi…..

    —————

    Prova a cominciare con l’umido renal come ti hanno consigliato per un po’ di giorni e vedi come prosegue, se diminuisce la pipi per casa e il sangue. Se migliora prova ad integrare anche col cibo urinary. Tu hai le crocchette, ma può essere un’idea anche quella di provare l’umido urinary (di gran lunga migliore).

    Però, come ti ho detto io e il vet, con questi cibi dovrai stare attento che la gatta sia sazia e non vada in carenza di proteine altrimenti perde massa muscolare.

    Il vet ti ha detto che non si può dare il farmaco antinfiammatorio, ma un integratore specifico. Può essere una buona idea perché è ovvio che la gata prova dolore. Prova a chiedergli quale prodotto aveva in mente

    #20018

    Stregatta
    Partecipante

    mi spiace che stiate passando questa odissea.

    il discorso acque mi trova d’accordissimo con jjj: proprio poco tempo fa ho fatto una ricerca su internet riguardo alla durezza dell’acqua dove abito per paragonarla ai dati di una qualsiasi acqua da supermercato anche la piu econonica. ebbene: l’acqua della bottiglia anche sconosciuta e’ meglio di quella del rubinetto.

    per quanto riguarda il discorso pipi e’ logico che la gatta ha un disagio fisico, il fatto che abbia una massa di 1cm in vescica mi fa pensare a un calcolo che provoca quindi anche cistite e infiammazione cronica. per essere un calcolo pero’ mi pare troppo grande , 1 cm per loro e’ come penso 5 per noi. prova con renal e vedi come va. altrimenti valuta di sentire un altro parere cambiando studio/clinica.

    #20024

    jjj
    Partecipante

    Concordo su tutto. Io comunque penso (e spero) che corpo di 1 cm non sia un calcolo. Mi sembra davvero troppo grande e potrebbe essere davvero un coagulo.

    @shad0walker ad ogni modo la struvite nasce sempre o da cattiva alimentazione o da cattiva/insufficiente idratazione o da entrambi. E’ quindi logico cercare di migliore entrambi. La struvite richiede diverse settimane/mesi di trattamenti e di certo l’acqua del rubinetto è controproducente all’obiettivo della guarigione. Lo so che hai speso tanto, ma una fontana ho un costo tutto sommato ragionevole ed è la prima cosa che ti consigliato perché è un presidio di salute troppo importante

    “La terapia idropinica con Acqua Fiuggi, accreditata presso il Servizio Sanitario Nazionale, risulta ottima per la cura delle calcolosi delle vie urinarie e sue recidive.”

    https://www.acquafiuggi.com/it-approfondimenti-11-calcolosi_urinaria

    #20040

    Shad0walker
    Partecipante

    Sono appena stato dal vet per l’ennesima ecografia. 

    LL’ultima volta che so stato dal mio vet, circa 1 settimana fa, in seguito all’ecofast e quella “formazione” sospetta, mi disse che avrei dovuto fare un’ulteriore ecografia, presso un’altra clinica che collabora con loro. Oggi ho fatto quest’altra ecografia, ma l’ecografista mi ha detto esattamente le stesse cose della precedente ecografia, ossia che l’esito non è attendibile perché a vescica vuota, e che a lei non sembra solo un puntino di 1 centimetro, ma tutta la vescica che risultava tipo tutta scura. Comunque in conclusione ho dovuto pagare l’ennesima ecografia senza alcun esito. Ha detto che ne andrebbe fatta un’altra a vescica piena (ancora?) ma che prima vorrebbe fare un esame delle urine per vedere se ci sono cellule tumorali, perché lei sospetta un carcinoma.

    Non so più che fare, so solo che sto da 1 mese e mezzo, e la situazione piuttosto che migliorare, sembra peggiorare. Il vet non avrebbe dovuto notare questa anomalia già dalla prima eco, piuttosto che vedere solo i cristalli e prescrivermi diverse centinaia d’euro di medicinali integratori, esami cure etc, per poi scoprire che ha quest’altra cosa?.

    È normale effettuare esami delle urine, ecografie, esami del sangue praticamente ogni settimana, sempre con gli stessi esiti? Per non parlare del fatto che ogni volta mi suggeriscono di darle un medicinale/Integratore diverso, una volta pagato e tutto, poi dalla volta dopo, neppure mi chiedono come procede, anzi devo essere io ogni volta ad insistere per sapere se continuare, non continuare od altro, perché loro non si curano di sapere come procede quella terapia, anzi, neppure lo ricordano, ed a volte addirittura mi dicono “no vabbe, ma non occorre, mo passiamo ad altro”.

    Comunque morale della favola, ho fatto l’ennesima ecografia, altri 50 euro e siamo benoltre i 400 euro in un mese, per ricevere la risposta “vabbe ma quest’ecografia dice praticamente le stesse cose della precedente (di una settimana fa), perché lei svuota la vescica continuamente, quindi non possiamo vedere niente”…. però intanto ogni volta la devo pagare. Perché non prescrivermi questi esami per cellule tumorali direttamente in prima sede? Non ci sto capendo più niente.

    #20049

    Shad0walker
    Partecipante

    Inoltre Lamú ha cominciato ad urinare meno per casa, sembra riesca a trattenersi meglio… I casi di Irina per casa ci sono ancora, ma meno rispetto a prima. Per quanto riguarda la situazione vomito, continua a farlo, almeno una volta al giorno, perlopiù liquido.

    Preciso inoltre che lei ha quasi sempre vomitato, anche spesso, negli anni addietro, perché perde una quantità di pelo enorme, quindi leccandosi continuamente, ingurgita tanto pelo infatti vomitava quasi sempre pelo insieme al cibo. Anni fa prese anche una pasta per i boli di pelo

    #20050

    Shad0walker
    Partecipante

    Il vomito può essere riconducibile al valore BUN un pó alto? La vet disse che non c’era da preoccuparsi, ma creatinina etc sono rientrato nella norma, quindi cosa può essere?

    Vi lascio il risultato dell’ecografia addominale dalla specialista ⬇️

    “Fegato aumentato di volume, di aspetto globoso, a ecostruttura omogenea, diffusamente iperecogeno, esente da immagini di tipo focale. Colecisti normalmente distesa, con pareti sottili, alitiasica. Normale il calibro della vena porta all’ilo.

    Milza di dimensioni normali, ipoecogena. Non si rilevano immagini riferibili a lesioni focali.

    Stomaco e intestino con normale stratigrafia della parete.

    Reni in sede. La corticale appare diffusamente ipercogena. Conservata distinzione cortico midollare. Vie escretrici non dilatate. Non immagini riferibili a calcoli.

    Vescica vuota, di aspetto diffusamente disomogeneo e contenuto non definito per assenza totale di urina.”

Stai vedendo 15 articoli - dal 31 a 45 (di 81 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.