Gattina FELV+

Forum La salute del gatto Gattina FELV+

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  jjj 1 mese, 3 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #21908

    Antonella
    Partecipante

    Buonasera, mi ritrovo ancora a scrivervi per una gattina FELV+, ultima superstite di una cucciolata figlia di mamma FIV/FELV+. Fino a qualche giorno fa a parte le ripetute gengiviti tenute a bada con le specifiche cure, ha iniziato a presentare i sintomi che hanno sfortunatamente colpito tutti i suoi fratellini. Ha iniziato come loro a traballare dalle zampe posteriori che pian piano sembrano non reggerla più. A detta del vet, nel loro caso la FELV colpisce il sistema neurologico, si spiega così la paralisi degli arti posteriori, le convulsioni e la parziale cecità che compaiono nella fase finale di questa terribile malattia. So benissimo quale destino attende la piccolina, e ovviamente ho messo in conto l’eutanasia (non ora ovviamente), ma la mia domanda è rivolta a chi magari come me ha gia avuto esperienza in merito e se conosce qualche terapia poco invasiva per rendere più leggero il periodo che che ci aspetta. Grazie

    #21931

    jjj
    Partecipante

    Facendo una rapida ricerca ho letto che c’è un farmaco che si chiama interferone omega. te lo segnalo solo affinché tu faccia i dovuti approfondimenti, ma sottolineo anche che io non ho la più pallida idea di cosa sia e non ho esperienze quindi prendilo con le pinze. Soprattutto poi chiedi al vet se possibile usarlo vistoche ogni decisione su questa malattia terribile deve passare dal vaglio del veterinario.

    per tamponare gli effetti neurologici mi viene in mente che si potrebbe usare il CBD (è un cannabinoide non psicotropo). Avevo letto che si può usare nei casi di malattie neurologiche.  Ma anche in questo caso parlane col vet o ancora meglio con un veterinario specializzato nell’uso dei cannabinoidi (i nomi dei più rinomati li trovi in rete).

    Di certo avendo poco da vivere è bene permettergli di vivere i giorni nel modo più tranquillo possibile

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.