Gatta – Vomito ricorrente (grande quantità di liquido)

Forum La salute del gatto Gatta – Vomito ricorrente (grande quantità di liquido)

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  marcel 3 mesi, 2 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2015

    TTT
    Partecipante

    Buongiorno dottori la mia gattina di 13 anni ricoverata più volte in clinica per vomito (esami eseguiti e cure: eco addome, eco cardio, pannelli ematici, analisi feci, flebo idratanti,  antivomito, antiacido, antibiotici…) e nonostante sia costantemente monitorata dal suo veterinario peggiora e vomita a sbotto ogni 3 gg GRANDI quantità di liquame marroncino.  Lei nonostante dopo il vomito mangi, dimagrisce. L’intestino brontola come se gorgogliasse. Una diagnosi precisa non c’è, somministro da 6 mesi Riopan gel (per gastrite? boli?) e ho appena iniziato Enteromicro pasta per aiutare la diarrea frequente. Il curante mi ha proposto iniezione di cortisone per tirarla su e una flebo idratante, ma la gatta è stufa di farsi trattare e si stressa moltissimo. Pesa solo 2,5 kg ed io non me la sento di sottoporla a ipotetici tentavi di cura. Ho provato con la dieta casalinga fornitami da un nutrizionista, poi ho provato, con carne di cavallo e pesce bolliti da me, ora la alimento con pappe industriali bio Shesir ma la situazione non migliora. So perfettamente che senza una visita è difficile stabilire il suo problema/i e una cura, ma vi chiedo se a qualcuno di voi viene in mente una possibile causa e il rimendio. Lei alla palpazione addominale presenta le pareti intestinali ispessite e le feci sono di dimensioni aumentate rispetto ad una volta come se il lume intestinale si fosse allargato. Alterna deiezioni liquide, mollicce e solide, quando sono solide il colore è fango non marrone scuro come dovrebbe essere. Vi prego aiutatemi.

    TTT

    #2016

    marcel
    Amministratore del forum

    Buonasera, dovrebbe valutare l’ipotesi di chiedere un secondo parere specialistico, eventualmente anche attraverso la sua clinica di riferimento, utilizzando i risultati degli esami fatti finora, al fine di giungere ad una diagnosi chiara.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.