Epatopatia post assunzione prednisone

Forum La salute del Cane Epatopatia post assunzione prednisone

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da titti22 titti22 1 mese fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #21551

    maria1980
    Partecipante

    Buonasera a tutti, non sono mai stata tipa da richiesta di aiuto gratuitamente ma questa volta sono sul serio disperata e ormai le provo tutte, proprio mettendo da parte anche la timidezza e la dignità. Ho un amatissimo chihuahua (con pedigree e alta genealogia ma comunque nato fuori standard, infatti è piuttosto grande per la sua razza e pesa 5 kg) di 7 anni. Da cucciolo ha avuto una pancreatite (forse dovuta alla somministrazione di un vermifugo, il Panacur, ma dico forse perché il veterinario non trovando cause effettive ha ipotizzato l’unica cosa più o meno plausibile) dalla quale è uscito alla grande in pochi giorni, anche se è stato salvato per il rotto della cuffia. Da quel giorno segue un’alimentazione molto controllata: 3 pasti al giorno, quantità pesate con attenzione, alimenti di qualità e niente premi, premietti o cose varie. Tuttavia, a partire dai suoi 3 anni ha iniziato a soffrire (sempre in estate!) di gastrite. Successo tre volte: ad agosto dei suoi 3 anni, a luglio dei suoi 5 e ad agosto dei suoi 6. Il suo veterinario gli dava Zantadine (che oggi non esiste più) anche per lunghi periodi, tipo 20/30 giorni e già dal giorno dopo il vomitino di bile a prima mattina (unico sintomo) stava meglio. Quest’anno la tragedia. Il cane una domenica di luglio ha rifiutato la cena. Cosa troppo strana per lui che per il cibo avrebbe fatto laqualunque. Io mi trovavo fuori città, alla mia casa al mare, dove comunque non conosco nessun medico di riferimento. Così sono andata in una clinica h24 e ho fatto fare visita con eco fast ed esami sangue. Non risultava nulla perciò mi mandano a casa con Pariet da prendere due volte al giorno e una puntura di cerenia e plasil. Il giorno dopo nonostante questa terapia il cagnolino vomita schiuma e giallino. Sicura che gli servisse solo un plasil lo porto in un’altra clinica (che la domenica era chiusa ma il giorno dopo no) che avevo praticamente a due minuti a piedi da casa. E da lì inizia la tragedia. Diagnosi gastrite ma iniziano: cerenia-plasil-omeoprazolo il tutto due volte al giorno in puntura. Mi hanno insegnato a farle e la mattina lo portavo lì la sera gliele facevo io. All’eco risulta solo lieve gastrite. Danno comunque stomorgyl 10 giorni. Mi dicono che il cane va nutrito, anche con siringa senza ago e omogeinezzato, ogni 4 ore anche forzatamente. Una tragedia: lui no vomito no diarrea. Solo inappetenza. Giorno dopo giorno così per 3 settimane. Mi stufo, dopo aver speso 1600 euro senza miglioramenti e torno alla clinica quella visitata la domenica. Peggio che andar di notte. Fanno radiografia e trovano leggera spondoartrosi, stomaco bruttissimo all’eco, intestino pieno d’aria. Cominciamo: ogni mattina altadol, cerenia, plasil, baytril e prednisone. Ogni sera io a casa plasil puntura e pastiglia pariet. Sono andata lì ogni mattina per quasi 3 settimane e lo hanno visitato non so quanti medici perché ogni giorno c’era uno. Sembra migliorare poi però dopo 2 settimane ecco: inizia a bere tantissimo, a fare litri di urina. So che può essere il cortisone mi dicono di insistere. Lui comunque era abbastanza sveglio (non è mai più tornato il cane di prima) e mangiava abbastanza. Dopo 5 settimane esatte, il lunedì mattina, sta malissimo: non mangia di nuovo, sta sdraiato senza dormire, non vuole camminare. Lo porto d’urgenza e il primario della clinica mi dice che ha il fegato un po’ ingrossato. Perdo la pazienza, gli chiedo se può viaggiare e parto, torno a casa. Lo porto dal veterinario di fiducia. Alle 20:30 di sera gli fanno radiografia ed eco urgente: stomaco con gastrite ma dicono di fare una gastro urgente. La mattina dopo mi chiamano e mi dicono che il cane ha valori epatici improponibili: ALT quasi a 600, GTT a 97 e acidi biliari a 39erotti. Mi dicono che non sopporterebbe l’anestesia e di attendere per la gastro. Piango, mi dispero ma prendo una decisione: il cane soffriva da troppo e io lo vedevo soffrire. Gli dico di fare l’esame e se fosse capitato qualcosa voleva dire che doveva andare così. Aspetto tutto il giorno. Sto male ma male ma male. Finalmente mi chiamano dicendo che il cagnolino si era svegliato, non stava poi così male e mi aspettava per tornare a casa. Vado a prenderlo e mi fanno vedere il video della gastro: schiuma bianca ovunque, una lavatrice, presente? Pareti infiammatissime. Esofago infiammato. Piloro piccolissimo. Però tutto ciò non è preoccupante: terapia con pariet e antepsin, qualche altro giorno di plasil per favorire svuotamento gastrico causa piloro minuscolo e controllo dopo qualche giorno. In effetti lui ha ripreso a mangiare. Non magari con l’appetito di prima ma sì. Però sta male uguale: è fiacco, stanco, beve e urina tantissimo, a volte sembra disorientato, fa feci poltacee giallastre, non vuole camminare. Poi in altri momenti si riprende e addirittura gioca. Ma spesso lo guardo e non mi sembra neanche più lui, ha anche gli occhi molto aperti, “a palla”. Diagnosi: secondo loro è intossicato dai farmaci e quindi ora è il fegato a preoccupare. Dicono che con dieta e attesa rientrerà tutto. Ma secondo me mi stanno prendendo tutti in giro perché io lo vedo troppo star male, va troppo per lunghe. Sono stressata, non ho più rivisto il mio cane da quella sera che tutto è iniziato perché non è più lui. Ho dovuto imboccarlo per giorni, tutt’oggi tutta la mia giornata ruota attorno a lui e vedo sintomi che non piacciono: un momento scodinzola, abbaia, gioca e mangia felice e l’altro sembra assente e non cammina. A volte scivola con le zampe. Dorme male. Quanto ci vuole a smaltire l’intossicazione se davvero si tratta di epatopatia indotta da eccesso di farmaci? E’ davvero normale ‘sto decorso? Ho sentito decine di veterinari, anche qui nella clinica di fiducia ben quattro. Dicono tutti che non è in pericolo di morte ma al momento bisogna aspettare che si disintossichi. Ma è vero o devo aspettarmi il peggio? Aiutatemi…non so come è potuto accadere tutto ‘sto casino per una gastrite! In tutto ciò sono 6 settimane che vivo per lui, sono andata ogni giorno in clinica, ogni mattina (e facevo pure anticamera, manco la compiacenza di farmi almeno passare per fare solo le punture), ho affrontato un viaggio per tornare di corsa in lombardia e ho speso, ad oggi, tra tutto, quasi 3000 euro. E tutto per non vedere ancora in mio cagnolino star bene e non aver ricevuto nessuna notizia se non “bisogna aspettare”. Cosa? Cosa devo aspettarmi? Guarirà? Peggiorerà e dovrò poi addormentarlo? Non ce la farà? Mi stanno prendendo in giro anche qui dicendomi “ma sì guarisce” e alla fine sarà un calvario, mi illuderò ancora e soffrirò ancora di più quando accadrà qualcosa? Non so più che pensare, sono confusa, arrabbiata, preoccupata e non so più cosa fare.

    #21555
    titti22
    titti22
    Partecipante

    Ciao,  ti giro   dei   link dove trovi  molte delucidazioni e info   puoi chiedere e essere consigliata.

    non so xchè non hanno dato subito   terapie x il fegato, il problema epatico c’è. questa è una mia opinione non sono un vet.

    https://elicats.it/quali-sono-i-sintomi-della-gastrite-in-un-cane/

    https://elicats.it/gastrite-cane-gatto-omeopatia-migliori-rimedi/

    https://elicats.it/forum/viewforum.php?f=51

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.