Complicazione TTA

Forum La salute del Cane Complicazione TTA

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Vin41 1 mese, 1 settimana fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #19298

    Vin41
    Partecipante

    Buonasera,

    4 mesi fa il mio cane ha subito intervento TTA.

    Ortopedicamente l’intervento è sembrato essere riuscito bene.

    Il problema già dalla prima settimana è stata un infezione nell’ultimo punto di sutura, da dove fuoriusciva un filo.

    Così mentre tutta la ferita si rimarginava correttamente, il punto dove fuoriusciva il filo non permetteva la chiusura della ferita alimentando un’infezione che si è protratta per più di un mese.

    Tale infezione è stata curata dietro prescrizione del veterinario, attraverso diversi tipi di antibiotici e antinfiammatori.

    Dopo più di un mese in cui questa infezione non guariva, il veterinario mi ha detto di tagliare questo pezzo di filo con le forbicine. Cosa che ho fatto ma tagliando il filo in maniera superficiale, a quel punto ho applicato di mia spontanea volontà betadine e cicatridina spray e la ferita avuto una parvenza di guarigione.

    Dopo due mesi il veterinario dopo aver fatto la radiografia e mi ha dato il via libera per fare correre il cane.

    Il cane adesso a 4 mesi dalla TTA cammina e corre bene, ma quando fai il galoppo il movimento non è assolutamente come prima ma appare come un galoppo alquanto rigido. Secondo il veterinario però é un movimento voluto dal cane…

    In questi giorni però a 4 mesi appunto dell’intervento, mi sono accorto che il famoso ultimo punto di sutura, da dove fuori usciva il filo, si sta riaprendo!!!

    Ho portato quindi il cane dal veterinario, che ha detto che si tratta di una vite che fa attrito e mi ha detto che vuole rimuovere l’impianto.

    Il mio ragionamento è il seguente, se dopo l’intervento il punto di sutura non si voleva rimarginare a causa della fuoriuscita del filo ed oggi a distanza di 4 mesi e attività fisica attiva, lo stesso punto di sutura tende a riaprirsi, la causa non potrebbe essere sempre lo stesso filo piuttosto che una vite che fa attrito? È veramente necessario rifare un intervento per rimuovere la placca TTA?

    Inoltre è già da un mese che il cane ha due chiazze con alopecia sopra la coscia posteriore in cui si sono formate delle ulcere che tendono a fare infezione, è che sono state curate senza successo con antibiotico e antinfiammatorio, da oggi anche con Rigederm.

    Mi viene il dubbio che attraverso il filo che fuoriusciva dal punto di sutura probabilmente mai rimarginato, sia entrato qualche batterio che stia facendo espandere un’infezione che ha anche causato la comparsa delle due chiazze di alopecia ulcerosa nella coscia.

    Vi ringrazio in anticipo per una vostra risposta. Cordiali saluti

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.