Causa morte gattini orfani con apparenti danni neurologici

Forum La salute del gatto Causa morte gattini orfani con apparenti danni neurologici

Questo argomento contiene 2 risposte, ha 3 partecipanti, ed è stato aggiornato da alevet alevet 3 mesi fa.

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2673

    rossella00
    Partecipante

    Salve a tutti, scrivo per esporre il caso di quattro gattini rimasti orfani all’età di circa 10 giorni, essendo la madre morta investita e per chiedere un parere a riguardo delle possibili cause di morte.

    I primi tre giorni i gattini hanno bevuto il latte sostitutivo senza problemi, gli atti di minzione e defecazione risultavano regolari. Hanno iniziato a soffrire di diarrea, sono stati quindi somministrati fermenti lattici e grazie a questi il problema sembrava essere risolto. Si pensava che il problema fosse il latte, per questo è stato effettuato un passaggio graduale ad un’altra marca (non so se si possano fare nomi). Il sesto giorno l’unico maschio della cucciolata ha smesso di bere autonomamente, è stato quindi nutrito attraverso l’uso di una siringa senz’ago. Da una mancata suzione si è passati a nuova diarrea e un caso di vomito. Il gattino è stato quindi portato insieme alle tre sorelle presso un veterinario, il quale ha accertato la presenza di febbre. Ha quindi somministrato liquidi sottocute (glicosata 10%) e cortisone. Il gattino è morto il giorno successivo.

    Le tre gattine rimaste sono state quindi portate in una clinica veterinaria poiché avevano iniziato a presentare gli stessi sintomi del fratello (mancata suzione, vomito, diarrea). Solo una di loro aveva febbre, un’altra mostrava evidenti problemi di deambulazione (mancanza di equilibrio, arti rigidi, incapacità di camminare), l’ultima nessun segno patologico evidente. La gattina con problemi di deambulazione è morta il giorno successivo.

    Ieri le due gattine rimaste sembravano in fase di ripresa, erano vivaci ma si opponevano e non deglutivano quando veniva dato loro il latte. Sono state tenute sotto osservazione in clinica.

    Oggi alle 16:00 la gattina che presentava febbre (che era stata trattata e non era più presente) ha iniziato a presentare gli stessi sintomi della gattina morta due giorni prima: la zampa destra risultava innaturalmente piegata verso il basso e vicina al tronco, la zona della spalla risultava gonfia. Sono stati somministrati antinfiammatori per diminuire il gonfiore. La gattina è morta alle 20:00 circa (ci è stato riferito che l’immobilità si è diffusa progressivamente agli altri arti, è diventata soporosa nonostante le iniezioni di liquidi e glucosio, fredda). L’altra è ancora viva.

    Quale potrebbe essere la causa di morte? Sospettano un’infezione che attacchi la corteccia cerebrale, non si conoscono le cause.

    Gli esami delle feci risultano negativi per parassiti. Le tre gattine sono state trattate con antibiotici ad ampio spettro da quando entrate in clinica.

    Ringrazio tutti per l’eventuale aiuto.

     

    #2677

    Antonella
    Partecipante

    Ciao Rossella, dalla mia recente esperienza posso solo dirti che con i cuccioli è come vincere un terno a lotto., solo questione di fortuna. La mia aveva partorito due cuccioli e dei due quello piu vivace e che addirittura dopo due settimane già camminava e tentava la fuga dalla cuccia, è morto a 26 giorni senza un apparente motivo. Smise di mangiare e di muoversi e nel giro di 48 ore l’abbiamo perso. Ovviamente essendo figli di randagi, non possiamo sapere a livello genetico cosa possono avere, molte volte sono disfunzioni congenite. Ed è quasi come se la natura facesse il suo corso con quelle creature che gia dalla nascita non sono “perfette”. Ti sono vicina e mi dispiace tanto per i piccolini :'(

    #2693
    alevet
    alevet
    Moderatore

    Ciao, è davvero impossibile fare ipotesi, esistono molte diverse infezioni che possono essere presenti alla nascita, probabilmente nemmeno con una autopsia vresti una risposta precisa

Stai vedendo 3 articoli - dal 1 a 3 (di 3 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.