Ha sempre la stessa fissa


Pubblicato in: Il comportamento del cane

Per partecipare a questa discussione clicca qui

Forum disponibile alla sola consultazione : ISCRIVITI al NUOVO FORUM !



gjord

Ciao a tutti.
Il mio Rudy ha ormai quasi due anni. Da un pò di tempo capita che quando siamo in giro ed incontriamo altri cani, se sono maschi quasi sempre litiga se invece sono femmine o cuccioli la prima cosa che fa è leccare le parti intime. Poi nel cercare di "dominarli", credo lo faccia solo per una questione sessuale, l'altro cane si ribella e lui parte e inizia ad attaccare.

Inoltre è ossessionato nel marcare tutti gli angoli, alberi ecc ecc. Non si riescono a fare 10 metri in santa pace.

Comunque in linea generale è ubbidiente, a casa è un angelo e quando siamo al parco con gli altri cani, forse sarà perchè è libero, litiga raramente ma comunque ha sempre la fissa di montare.


Secondo voi una castrazione potrebbe portare ad un minimo giovamento oppure qui siamo di fronte ad un problema strettamente comportamentale?

p.s. da piccolo ha socializzato abbastanza con gli altri cani, era sempre in area cani e anche adesso quando è bel tempo non mi faccio scappare l'occasione di portarlo


Grazie a tutti

Ingrid88

Il mio anche aveva il tuo stesso problema...pensava solo a dominare e marcare...
Da quando lo abbiamo castrato, a novembre, non monta propio più e, nell'area cani, raramente marca (in giro vabbè è normale, qualche marcatina la fa).
Il fatto di litigare coi maschi probabilmente non gli si leverà (come non gli si è levato al mio perchè quella è esperienza e la castrazione non cancella l'esperienza) ma ho notato che c'è una differenza abissale tra il legato e il sciolto quindi non lo ritengo un problema grave (lui poi ha avuto brutte esperienze)...L'importante è che sciolto non attacchi nessuno. Purtroppo il guinzaglio è molto limitante ma non si puo' fare altrimenti. Lui se sta al guinzaglio i maschi li attacca a prescindere (salvo rari casi), gli stessi maschi se è sciolto invece li accoglie allegramente.



gjord



.... ho notato che c'è una differenza abissale tra il legato e il sciolto quindi non lo ritengo un problema grave (lui poi ha avuto brutte esperienze)...L'importante è che sciolto non attacchi nessuno. Purtroppo il guinzaglio è molto limitante ma non si puo' fare altrimenti. Lui se sta al guinzaglio i maschi li attacca a prescindere (salvo rari casi), gli stessi maschi se è sciolto invece li accoglie allegramente.





stessa situazione che ho con rudy. gli stessi cani che da legato attaccherebbe, quando è sciolto non li attacca. Avevo sicuramente pensato che il guinzaglio limitando i movimenti contribuisse a renderlo piu "pauroso e nervoso"...
Ma il problema fondamentale è che vuole montare sempre...

Ingrid88

Se lo porti col collare e la pettorina per cani con questo "caratterino" è ancora più limitante e stressante...nell'incontro non possono comunicare correttamente non avendo la possibilità di muovere il collo liberamente...perlomeno io ho notato che il mio (anni fa) quando lo tenevo col collare era molto stressato in passeggiata...

Il fatto della monta si dovrebbe levare con la castrazione...il mio era proprio ossessionato, poi con le femmine, se poi ne passava una in calore diventava matto...Adesso ne incontra tante in calore e le considera solo per giocarci...
Poi che ne so, ieri la mia cucciola stava nell'area cani, c'era un setter, che in teoria era castrato, non faceva altro che montarla...

gjord



...
Poi che ne so, ieri la mia cucciola stava nell'area cani, c'era un setter, che in teoria era castrato, non faceva altro che montarla...



si però per questo credo sia un problema comportamentale più che un atto sessuale... credo che il setter volesse dominarla e basta... poi non so!


adesso ne parlo col vet e vediamo cosa dice. Lui è molto contrario alla castrazione

Dea2

be,magari se sei in dubbio per l'intervento di castrazione perche non sai se puo' essere utile .... ... potresti prima fare un tentativo con l' innesto di deslorelina ; sostanzialmente e' come un microchip inserti sotto pelle ; se non erro l'effetto dura circa 6 mesi ,e blocca la produzione di testosterone ..
ehm ... non sono un vet eh ..percio' se ho detto qualche castroneria correggetemi pure

Ingrid88

è perchè è contro la castrazione?????
E' la prima volta che lo sento...

gjord



13-03-2014 alle ore 11:46, Ingrid88 wrote:
è perchè è contro la castrazione?????
E' la prima volta che lo sento...



forse non sono stato preciso. Lui è contro per questa situazione specifica. O meglio, lo era l'ultima volta quando gli ho esposto questi problemi (circa 7 mesi fa), ossia quando i problemi che adesso sono evidenti stavano iniziando a presentarsi.
Lui mi disse che dovevamo capire se fosse un problema comportamentale o sessuale. Cioè magari potrebbe essere carattere e quindi la castrazione non porterebbe alla risoluzione del problema.
Ma ad oggi, e non ho ancora parlato con lui, credo che il problema di volersi ingroppare femmine, cuccioli e maschi castrati è solo da attribuire ad un discorso sessuale.

Proprio l'altro ieri lui ha iniziato a leccare le parti intime di un cucciolo, quest'ultimo si "ribellava" e lui subito è entrato in modalità "aggressivo"......

gjord



13-03-2014 alle ore 11:42, Dea2 wrote:
be,magari se sei in dubbio per l'intervento di castrazione perche non sai se puo' essere utile .... ... potresti prima fare un tentativo con l' innesto di deslorelina ; sostanzialmente e' come un microchip inserti sotto pelle ; se non erro l'effetto dura circa 6 mesi ,e blocca la produzione di testosterone ..
ehm ... non sono un vet eh ..percio' se ho detto qualche castroneria correggetemi pure



si ho letto qualcosina in questi giorni, viene chiamata castrazione chimica se non erro. Beh proporrò sicuramente anche questo. Magari si vede un attimino se il problema si risolve o quantomeno se si attenua. Mi chiedo e chiedo ai vet. i benefici che la castrazione di questo tipo porterebbe sono gli stessi identici benefici di una castrazione irreversibile?

Dea2

noi l'abbiamo fatto al cane di mia mamma,anzianotto e cardiopatico ... e il risultato e' stato eccellente ; lo ripetiamo ogni sei mesi .. e ha smesso di montare ogni cosa che "respira" e non....

Ingrid88



13-03-2014 alle ore 11:52, gjord wrote:


13-03-2014 alle ore 11:46, Ingrid88 wrote:
è perchè è contro la castrazione?????
E' la prima volta che lo sento...



forse non sono stato preciso. Lui è contro per questa situazione specifica. O meglio, lo era l'ultima volta quando gli ho esposto questi problemi (circa 7 mesi fa), ossia quando i problemi che adesso sono evidenti stavano iniziando a presentarsi.
Lui mi disse che dovevamo capire se fosse un problema comportamentale o sessuale. Cioè magari potrebbe essere carattere e quindi la castrazione non porterebbe alla risoluzione del problema.
Ma ad oggi, e non ho ancora parlato con lui, credo che il problema di volersi ingroppare femmine, cuccioli e maschi castrati è solo da attribuire ad un discorso sessuale.

Proprio l'altro ieri lui ha iniziato a leccare le parti intime di un cucciolo, quest'ultimo si "ribellava" e lui subito è entrato in modalità "aggressivo"......



Beh i veterinari in genere, se vedono che il proprietario è favorevole, consigliano di castrare i maschi intorno agli 8 mesi anche per evitare l'insorgere di questi "problemi"...la castrazione previene anche molte brutte malattie (un po' come con le femmine) per questo non c'è motivo per essere contrari...
Ha ragione se fosse un problema caratteriale non si leverebbe ma quando iniziano a fare così (da cuccioli) è un fatto sessuale che a lungo andare si puo' trasformare in problema caratteriale...
Io personalmente, semmai dovessi prendere un altro maschio in futuro lo farò castrare appena possibile...
Il mio l'ho preso che già era adulto quindi anche se l'avessi castrato subito non avrei risolto niente, le sue esperienze se le era fatte e conservate da tempo ma con un cucciolo non esiterei.



gjord




Beh i veterinari in genere, se vedono che il proprietario è favorevole, consigliano di castrare i maschi intorno agli 8 mesi anche per evitare l'insorgere di questi "problemi"...la castrazione previene anche molte brutte malattie (un po' come con le femmine) per questo non c'è motivo per essere contrari...
Ha ragione se fosse un problema caratteriale non si leverebbe ma quando iniziano a fare così (da cuccioli) è un fatto sessuale che a lungo andare si puo' trasformare in problema caratteriale...
Io personalmente, semmai dovessi prendere un altro maschio in futuro lo farò castrare appena possibile...
Il mio l'ho preso che già era adulto quindi anche se l'avessi castrato subito non avrei risolto niente, le sue esperienze se le era fatte e conservate da tempo ma con un cucciolo non esiterei.





A questo punto, avendo il mio due anni quasi, secondo voi sono ancora in tempo? O una castrazione potrebbe essere quasi inutile?



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: gjord il 13-03-2014 12:14 ]

Ingrid88

Guarda il mio l'ho fatto castrare che aveva 5 anni, quasi 6...e il problema della monta si è risolto subito...
Ma non l'ho fatto castrare per questo motivo ma perchè aveva iniziato a sentire troppo i calori delle femmine, non mangiava, tremava, piangeva e poi gli si sono infiammati i testicoli...onde evitare l'insorgere di altri problemi più gravi, vista questa sua estrema sensibilità, l'abbiamo fatto castrare...La veterinaria ci aveva detto che tanto prima o poi probabilmente l'avremmo dovuto fare e allora meglio adesso che è giovane e l'intervento l'affronta bene che più tardi...
E quindi abbiamo notato che era sparito anche il problema della dominanza/monta...
Per fortuna non abbiamo dovuto mettere nemmeno il collare elisabettiano e quindi lui non ha avuto nessun tipo di stress...

Ingrid88

"La veterinaria ci aveva detto che tanto prima o poi probabilmente l'avremmo dovuto fare" perchè purtroppo molti maschi con gli anni manifestano problemi che hanno come unica soluzione la castrazione...scusami non mi sono spiegata bene...


gjord

ho capito perfettamente. Grazie mille.
Vediamo cosa mi dice il vet.

Brixal



13-03-2014 alle ore 10:41, gjord wrote:
Ciao a tutti.
Il mio Rudy ha ormai quasi due anni. Da un pò di tempo capita che quando siamo in giro ed incontriamo altri cani, se sono maschi quasi sempre litiga se invece sono femmine o cuccioli la prima cosa che fa è leccare le parti intime. Poi nel cercare di "dominarli", credo lo faccia solo per una questione sessuale, l'altro cane si ribella e lui parte e inizia ad attaccare.

Inoltre è ossessionato nel marcare tutti gli angoli, alberi ecc ecc. Non si riescono a fare 10 metri in santa pace.

Comunque in linea generale è ubbidiente, a casa è un angelo e quando siamo al parco con gli altri cani, forse sarà perchè è libero, litiga raramente ma comunque ha sempre la fissa di montare.


Secondo voi una castrazione potrebbe portare ad un minimo giovamento oppure qui siamo di fronte ad un problema strettamente comportamentale?

p.s. da piccolo ha socializzato abbastanza con gli altri cani, era sempre in area cani e anche adesso quando è bel tempo non mi faccio scappare l'occasione di portarlo


Grazie a tutti



Ciao Gjord Potresti iniziare dal non lasciare marcare ogni superficie che incontrate. Il suo comportamento con la castrazione potrebbe anche migliorare ma non è detto. Un comportamento già fissato come la marcatura per esempio è difficile che scompaiono dopo l'intervento senza lavorare sul problema di base. Vale altro tanto per gli atteggiamenti dominanti specie se partono dall'insicurezza. Il voler montare tutti i cani indipendentemente che siano femmine in calore o non ( hai scritto che lo fa anche con i cuccioli), più le marcature ossessive indica più un problema legata all'insicurezza. Il cane cerca di avere una posizione avvantaggiata per precedere e/o affrontare un eventuale minaccia ( come succede spesso con i cani di piccola taglia che cercano di attaccare per primi. ) Un buon educatore/addestratore potrebbe aiutarti a risolvere questa problema.

gjord

Allora, vi aggiorno.
Abbiamo parlato a lungo con il veterinario che lo segue da sempre.
Lui, a differenza di mesi fa, adesso è propenso ad effettuare la castrazione.

Mercoledì faremo le analisi e poi se tutto ok prenoteremo l'operazione.

Vi aggiornerò.


Grazie a tutti

mary84

attenzione, la castrazione non cambia il carattere del cane , anche se è consigliata per evitare cucciolate o ridurre aggressività e tumori .
io la consiglio sempre se il veterinario acconsente , con quei cani cosi detti attaccabrighe , diminuisce certo l'aggressività da un eccesso di testosterone, ma se non si lavora dal punto di vista psicologico il cane il cane in alcuni casi può continuare un comportamento ormai stabilizzato .
quindi la sterilizzazione in caso di cani attaccabrighe secondo me aiuta moltissimo! ma ripeto da sola non basta...

gjord

ragazzi, domani rudy sarà sottoposto all'operazione.
Inizio ad essere un pò ansioso....

Ho parlato col dottore che mi ha detto come si procederà, ma essendo cmq un intervento ho le mie fisse....

spero non ci siano problemi....

Gatsu

Piano.
La castrazione ti risolve il problema di aggressività dovuto ad eccesso di testosterone o di competitività per le femmine e BASTA.
Se il tuo cane è dominante resta dominante.
Se ha antipatie per altri cani, restano.

Poi, la storia delle malattie che preverrebbe come l'ha descritta Ingrid non è propriamente precisa a quanto mi risulti (sempre disponibile ad esser smentito da qualcuno con prove, sia chiaro).
Ho preso il mio cane che aveva 6 mesi in canile mi sono consultato in merito alla castrazione con: la responsabile del canile, l'addestratore e 3 veterinari differenti (li stavo provando per vedere quale mi ispirasse più fiducia).

Le malattie che eviterei sarebbero di natura tumorale per i genitali per la maggior parte, quindi permettete che rimuovere i testicoli per non prenderci un tumore è un po'bizzarro (in stile "mi taglio una gamba per non fratturarmela":D). Quando ho chiesto se c'era altro ai veterinari hanno detto "fondalmentalmente no".

Quello che mi sento di consigliarti (credo tardi ormai, ma meglio saperlo direi) è riassumibile in questi 2 articoli:
Per il comportamento -
http://www.tipresentoilcane.com/2012/07/12/la-castrazione-del-cane-maschio-riduce-i-problemi-comportamentali-cugginata-o-realta/

Per la salute - http://www.paroladicane.it/archivio/136-rischi-e-benefici-a-lungo-termine-sulla-salute-associati-%20alla-sterilizzazionecastrazione-nei-cani-.html

Citando queste informazioni con la mia attuale veterinaria il discorso si è portato sulle stesse considerazioni fatte dalla responsabile del canile:
se il cane resta da solo con femmine non sterilizzate è il caso di pensarci seriamente, altrimenti se non è ossessivo non serve.

Ingrid88



28-03-2014 alle ore 10:34, Gatsu wrote:


Poi, la storia delle malattie che preverrebbe come l'ha descritta Ingrid non è propriamente precisa a quanto mi risulti (sempre disponibile ad esser smentito da qualcuno con prove, sia chiaro).
Ho preso il mio cane che aveva 6 mesi in canile mi sono consultato in merito alla castrazione con: la responsabile del canile, l'addestratore e 3 veterinari differenti (li stavo provando per vedere quale mi ispirasse più fiducia).

Le malattie che eviterei sarebbero di natura tumorale per i genitali per la maggior parte, quindi permettete che rimuovere i testicoli per non prenderci un tumore è un po'bizzarro (in stile "mi taglio una gamba per non fratturarmela":D). Quando ho chiesto se c'era altro ai veterinari hanno detto "fondalmentalmente no".




Se a me viene detto che c'è una buona possibilità (purtroppo) che il cane crescendo/invecchiando possa avere problemi ai testicoli ed alla prostata tranquillamente evitabili con la castrazione sinceramente lo faccio immediatamente...e non mi sento bizarra.
Esattamente come con la femmina...non sterilizzandola c'è il rischio che nella vita possa avere tumori ma perchè rischiare?!
Io i miei cani li vorrei portare in vecchiaia quanto più tranquilli possibili, non vorrei (come invece è successo a molti cani dello stesso ambulatorio) ritrovarmi con loro anziani, che hanno tumori e devono essere operati con l'incognita della riuscita dell'intervento data l'età...(un husky di famiglia è morto per questo motivo)
Puo' succedere di tutto per carità, però se UN RISCHIO me lo posso levare (tra l'altro non è che gli levo un rene...è un qualcosa senza il quale i cani vivono tranquillamente...) me lo levo. Soprattutto se ai fatti vedo che su 10 cani anziani 8 arrivano al punto di dover essere castrati per forza...
Le cagnette vengono sterilizzate per lo stesso motivo eppure la cosa non viene vissuta così pesantemente come con la castrazione nel maschio...non capisco perchè...
A me è bastata un epididimite per dire "ok basta"...
Questo è il mio pensiero...

Brixal



04-04-2014 alle ore 18:11, Ingrid88 wrote:


28-03-2014 alle ore 10:34, Gatsu wrote:


Poi, la storia delle malattie che preverrebbe come l'ha descritta Ingrid non è propriamente precisa a quanto mi risulti (sempre disponibile ad esser smentito da qualcuno con prove, sia chiaro).
Ho preso il mio cane che aveva 6 mesi in canile mi sono consultato in merito alla castrazione con: la responsabile del canile, l'addestratore e 3 veterinari differenti (li stavo provando per vedere quale mi ispirasse più fiducia).

Le malattie che eviterei sarebbero di natura tumorale per i genitali per la maggior parte, quindi permettete che rimuovere i testicoli per non prenderci un tumore è un po'bizzarro (in stile "mi taglio una gamba per non fratturarmela":D). Quando ho chiesto se c'era altro ai veterinari hanno detto "fondalmentalmente no".




Se a me viene detto che c'è una buona possibilità (purtroppo) che il cane crescendo/invecchiando possa avere problemi ai testicoli ed alla prostata tranquillamente evitabili con la castrazione sinceramente lo faccio immediatamente...e non mi sento bizarra.
Esattamente come con la femmina...non sterilizzandola c'è il rischio che nella vita possa avere tumori ma perchè rischiare?!
Io i miei cani li vorrei portare in vecchiaia quanto più tranquilli possibili, non vorrei (come invece è successo a molti cani dello stesso ambulatorio) ritrovarmi con loro anziani, che hanno tumori e devono essere operati con l'incognita della riuscita dell'intervento data l'età...(un husky di famiglia è morto per questo motivo)
Puo' succedere di tutto per carità, però se UN RISCHIO me lo posso levare (tra l'altro non è che gli levo un rene...è un qualcosa senza il quale i cani vivono tranquillamente...) me lo levo. Soprattutto se ai fatti vedo che su 10 cani anziani 8 arrivano al punto di dover essere castrati per forza...
Le cagnette vengono sterilizzate per lo stesso motivo eppure la cosa non viene vissuta così pesantemente come con la castrazione nel maschio...non capisco perchè...
A me è bastata un epididimite per dire "ok basta"...
Questo è il mio pensiero...



Per le femmine i rischi sono molto più alti. Oltre le varie malattie tumorali legati all'apparato riproduttivo, molto frequente anche la piometra e non solo tra le femmine anziane. Mentre i problemi prostratici nei maschi più delle volte si possono risolvere senza conseguenze con la castrazione dopo l'insorgenza della malattia, nelle femmine capita più frequentemente che nel momento della diagnosi sia già troppo tardi per intervenire con esito positivo.


Ingrid88

Se hai un cane particolarmente ormonale e sensibile le possibilità che col tempo possa avere qualcosa di "importante" sono alte...
I tumori ai testicoli per esempio sono frequentissimi...e come soluzione c'è sempre la castrazione...(che poi non sempre basta purtroppo)

Brixal



05-04-2014 alle ore 15:15, Ingrid88 wrote:
Se hai un cane particolarmente ormonale e sensibile le possibilità che col tempo possa avere qualcosa di "importante" sono alte...
I tumori ai testicoli per esempio sono frequentissimi...e come soluzione c'è sempre la castrazione...(che poi non sempre basta purtroppo)



Rileggi quello che ho scritto sopra

Ingrid88



05-04-2014 alle ore 15:40, Brixal wrote:


05-04-2014 alle ore 15:15, Ingrid88 wrote:
Se hai un cane particolarmente ormonale e sensibile le possibilità che col tempo possa avere qualcosa di "importante" sono alte...
I tumori ai testicoli per esempio sono frequentissimi...e come soluzione c'è sempre la castrazione...(che poi non sempre basta purtroppo)



Rileggi quello che ho scritto sopra



E per il rischio di metastasi?!...sinceramente castrazione e sterilizzazione stanno sullo stesso livello...anzi per me dovrebbero farle obbligatorie entrambe come in molti altri stati. Mio pensiero logicamente...

Brixal



05-04-2014 alle ore 17:38, Ingrid88 wrote:


05-04-2014 alle ore 15:40, Brixal wrote:


05-04-2014 alle ore 15:15, Ingrid88 wrote:
Se hai un cane particolarmente ormonale e sensibile le possibilità che col tempo possa avere qualcosa di "importante" sono alte...
I tumori ai testicoli per esempio sono frequentissimi...e come soluzione c'è sempre la castrazione...(che poi non sempre basta purtroppo)



Rileggi quello che ho scritto sopra



E per il rischio di metastasi?!...sinceramente castrazione e sterilizzazione stanno sullo stesso livello...anzi per me dovrebbero farle obbligatorie entrambe come in molti altri stati. Mio pensiero logicamente...



Non solo per quello. L'Avevo scritto quali sono le differenze e perchè il pericolo è più grande per le femmine.
Guarda che io non sono contraria alla sterilizzazione , ne per le femmine ne per i maschi

Gatsu

Fosse solo quello sarei anche d'accordo con te.
Ma è come dire "gli taglio una gamba così non corre il rischio di rompersela" per come la vedo io: non mi hanno mai parlato di grandi rischi di tumore ai testicoli.
Semplicemente detto "se lo castri rimuovi il rischio di tumore ai testicoli": e grazie eh:D
Con l'aggravante che il rischio di tumore alle ossa aumenta sensibilmente di più rispetto a quanto diminuisca il rischio di tumore ai testicoli se noti il link che ti ho proposto nella pagina precedente.
Capisci che mettendo sulla bilancia questi due fattori rimango decisamente più convinto si vada per abitudine piuttosto che per studi effettuati, cosa che mi dispiace non poco.