home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il comportamento del gatto  >>  Gatto apatico e nervoso - Discussione n 99086 - PermaLink
   Gatto apatico e nervoso
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 2 )
Dominick

Registrato dal: 25-10-2017
| Messaggi : 1
  Post Inserito 25-10-2017 alle ore 12:49   
Ciao a tutti.
Avrei bisogno di un consiglio: esattamente un anno fa ho adottato tre gattini: Lorenzo, Costanza e Ruggero.
Lorenzo veniva da un gattile, aveva 2 mesi ed era terrorizzato pure della sua stessa ombra. I primi giorni in casa li ha passati nascosto sotto un mobile; poi dopo qualche giorno si sciolto e da l stato subito amore.

Costanza e Ruggero erano fratelli (trovatelli ma probabilmente nati in casa e abbandonati data la sicurezza che mostravano) e fin da subito si sono comportanti in maniera "normale" giocando e curiosando per la casa.
In verit stata Costanza ad incuriosire Lorenzo e a farlo uscire dal rifugio: non appena l'ha vista (sono entrati tutti e 3 lo stesso giorno) non gli ha pi staccato gli occhi di dosso.
I gatti sono stati ben accuditi, sfamati e sterilizzati.
I maschietti i primi tempi erano soliti ciucciare uno la coscia, uno la zampa di Costanza, che per con il passar del tempo gli ha permesso sempre meno di attaccarsi (ogni tanto Ruggero per supplire il fatto che Costanza si allontanasse era solito ciucciarsi la zampetta).
Fin qu nessun problema, eccezion fatta per un po' di paura che persiste.

Il problema vero e proprio per cui vi scrivo e per cui sono disperato che Ruggero, che i primi giorni era quello pi propenso al contatto umano ora completamente autistico.
Passa le giornate nascosto, raramente si stende sul divano accanto a me, non vuole n esser toccato n preso, soffia e si mette in atteggiamento minaccioso.
Ho provato a calmarlo dandogli della valeriana naturale per animali nervosi (sia in pillole polverizzate nel cibo, che in sciroppo sempre diluito nel cibo).
Ad oggi non cambiato nulla: sempre pi apatico, sempre pi aggressivo.
Da quando sono a casa non hanno subito traumi di alcun genere (sono usciti soltanto per esser sterilizzati, il resto delle visite mediche stata fatta a domicilio per non stressarli troppo).
Gli altri due stravedono per me, mi seguono, giocano e amano farsi coccolare... L'altro sta nascosto e quando per qualche motivo c' da spostarlo (lavare una stanza) soffia e scappa innervosito. Non sopporta neanche la vicinanza o la presenza, piuttosto corre per il corridoio come un pazzo mettendo in agitazione gli altri due.
Anche quando li faccio giocare, per esempio sul lettone con un filo, magari sbuca da sotto il letto, guarda, allunga una zampa e poi se ne va (spesso perch se gli passo il filo gli altri due gli saltano di sopra).
L'unico vero contatto quando all'orario preparo le loro ciotoline, allora viene, miagola e si struscia sulla mia gamba.

Cosa posso fare? Quale pu esser la causa e la soluzione di questo problema?



Grazie e scusate se sono stato prolisso ma davvero non so che fare, neanche il veterinario mi sa dare qualche info.
Vi allego una delle prime foto fatte, forse la pi bella, quando dormivano insieme. Costanza quella nera, Ruggero (il problematico) bianco e grigio (ed venuto male in foto) e Lorenzo quello tigrato grigio.


0 
 Profilo
lillina
| CV STAFF

Registrato dal: 15-04-2006
| Messaggi : 51796
  Post Inserito 25-10-2017 alle ore 18:12   
ti sposto in comportamento gatto
qui sei in comportamento cane


0 
 Profilo
didi45

Registrato dal: 25-09-2011
| Messaggi : 5461
  Post Inserito 25-10-2017 alle ore 19:34   
Se il gatto sta bene, mangia dorme , sporca regolarmente e non presenta alcuna patologia io direi che gelosia. Dici che gli altri due con te interagiscono benone, lui si sente messo in disparte, forse pi timido di carattere, reagisce rintanandosi e attaccando.
Se quanto penso vero prova a tenerli separati per un po' e dedicare a lui pi tempo che non agli altri e vedi se migliora.

pensiero mio , non detto che sia giusto


0 
 Profilo


Generazione pagina: 0.339 Secondi