home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il Veterinario risponde  >>  Ipertiroidismo gatta anziana - crisi epilettiche - Discussione n 98144 - PermaLink
   Ipertiroidismo gatta anziana - crisi epilettiche
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 1 )
Tara87

Registrato dal: 01-02-2017
| Messaggi : 13
  Post Inserito 26-05-2017 alle ore 13:38   
Ho una micetta europea di circa 14/15 anni, che non ha mai avuto neanche un raffreddore; tre mesi fa, comincia a manifestare sintomi come fame spasomdica, nervosismo, sete incontrollata, dissenteria, vomito, perdita di peso.. portata dalla veterinaria per accertamenti, risultano fuori norma i seguenti valori:
Leucociti WBC 12.14
Neutrofili 9.43
Piastrine MPV 20.40
Bun 67
Creatinina 1.77
Proteine totali 7.90
Ast 121
Alt 544
Amilasi 2533
Gamma 1.75
T4 8.52

Tutti gli valori, emocromo completo, risultavano perfettamente nella norma. E' stata fatta la diagnosi di Ipertiroidismo e prescritta terapia con Vidalta 15 mg, una compressa al giorno (la gatta pesa circa 2.1 kg), somministrando cibo Y/D e RENAL. Lei migliora molto, è un pò letargica ma prende peso, non manifesta più dissenteria nè vomito e guadagna 400 gr di peso.

Dopo un mese, facciamo le analisi di controllo e stavolta i valori fuori norma sono i seguenti:
MCHC 35.2
CHCM 34.7
RDW 17.50
NEUTROFILI 8.25
MONOCITI 0.33
MPV 19.50
PCT 0.56
BUN 61
CREATININA 2.31
AST 60
ALT 206
GLOBULINE 55.20
GAMMA 26.60
T4 <0.5

La veterinaria consiglia di somministrare Vidalta 15 mg a giorni alterni anzichè ogni giorno, per terminare la confezione, e continuare con cibo Y/D e RENAL. Dopo una decina di giorni alternando le compresse, prescrive Vidalta 10 mg una compressa al giorno; dopo circa 5/6 settimane, la micia comincia a perdere peso, appare inappetente, letargica, solitaria; fissiamo appuntamento per analisi di controllo, ma ancora prima di farle lei ci sveglia martedì in preda ad un attacco epilettico della durata di circa 20 secondi. Quando si è ripresa, per qualche minuto è apparsa disorientata e presentava difficoltà motorie che si sono risolte spontaneamente dopo pochi minuti; portata in clinica per accertamenti, la dottoressa ci ha detto che poteva essere normale per un gatto anziano avere qualche crisi epilettica occasionale, e che se non si fosse ripresentato un altro episodio, non sarebbe stato necessario preoccuparsi. La sera stessa, però, a distanza di di circa 15 ore dalla prima crisi, Tata ne ha manisfestata una seconda, che è durata il doppio della precedente ed è risultata molto più violenta. La portiamo in clinica la mattina presto a digiuno per il prelievo del sangue, e stavolta i valori fuori norma sono ancora più numerosi :

ESAME EMOCROMOCITOMETRICO
RBC 5.93 (da 6.35 a 9.5)
HGB 6.40 (da 9.60 a 14.3)
HCT 21.90 (da 28 a 42.5)
MCV 37 (da 38 a 49.5)
MCH 10.80 (da 12.60 a 16)
MCHC 29.30 ( da 31 a 35)
CHCM 37.80 (da 30 a 33.5)
RDW 19.10 (da 14.2 a 17.4)
Emoparassiti non evidenti

LEUCOCITI
WBC 14.17 (da 5 a 11)

Formula Leucocitaria
Neutrofili 12.75 (da 2.5 a 7)
Linfociti 0.84 (da 1.3 a 5.5)

PIASTRINE
MPV 18.30 (da 7.9 a 17.50)
PCT 0.67 (da 0.2 a 0.5)
Large PLT 51 (da 4 a 32)

CREATININA 1.98 (da 0.60 a 1.30)
PROTEINE TOTALI 7.90 (da 5.40 a 7.5)
ALBUMINE 2.26 (da 2.3 a 3.5)
GLOBULINE 5.64 (da 2.4 a 4.4)
RAPPORTO A/G 0.4 (superiore 0.5)
AST 47 (fino a 40)
ALT 152 (fino a 40)
AMILASI 2125 (fino a 2000)

ELETTROFORESI CAPILLARE DELLE PROTEINE SIERICHE
Proteine totali 7.9
Albumine 34.20 (da 42.21 a 61.33)
Globuline 65.8 (da 40 a 50)
Gamma 39.5 (da 5.42 a 26.43)
Rapporto A/G 0.52 (da 0.73 a 1.59)

Valori Assoluti
Albumine 2.70 (da 2.97 a 4.48)
Gamma 3.12 (da 0.35 a 1.87)

T4 <0.5 (da 1 a 4)


La dottoressa non ci ha dato una spiegazione per le crisi; si è limitata a prescrivere Ronaxan 20 mg, una compressa al giorno per 7/10 giorni, per curare quelli che ha interpretato come il segnale di un'infezione in corso. Ci ha fatto interrompere anche il cibo Y/D e sostituirlo interamente con cibo Renal mischiandolo con cibo "normale" dal momento che la gattina detestava quella marca. La veterinaria ci ha detto che ritiene che le convulsioni non siano connesse nè a cause metaboliche, nè all'ipertiroidismo, nè a questa infezione... e ci ha sconsigliato di sottoporla a risonanza magnetica in questo momento perchè la micia è già molto sotto stress e sarebbe il caso di lasciarla tranquilla per qualche giorno.

Non soddisfatti della "diagnosi", abbiamo cercato un secondo parere e il nuovo specialista sostiene la colpa delle crisi epilettiche potrebbe essere attribuibile ad un'encefalopatia epatica, o ad un malfunzionamento del pancreas. In ogni caso, ha ritenuto opporturno non interrompere immediatamente Vidalta, e non procedere con l'antibiotico, in quanto ritiene che più che un'infezione, i dati sballati del sistema immunitario indichino piuttosto una sindrome autoimmune correlata con la terapia errata dell'ipertiroidismo (oltretutto l'antibiotico risulta essere molto pericoloso in pazienti con insufficienza renale ed epatica, per cui somministrarlo senza l'assoluta certezza che sia indispensabile, potrebbe essere più dannoso che altro).

Il nuovo veterinario ha anche asserito che i problemi di anemia siano dovuti a una difficoltà di assorbimento dei nutrienti, connessa con il malfunzionamento di pancreas, fegato e reni, che ha di conseguenza portato alla perdita di peso , e si è aggiunta alla marcata disidratazione che la precedente dottoressa non ha nemmeno preso in considerazione. Potrebbe anche essere, però, un effetto collaterale del farmaco per la tiroide, come indicato nel bugiardino, così come le alterazioni del globuli bianchi.

Quindi, la terapia prescritta dal nuovo veterinario prevede Cibacen da 5 mg, un terzo di compressa al giorno, per sistemare i reni; 1 capsula di Creon 10000 ad ogni pasto per aiutare il pancreas; 50 ml di ringer lattato al giorno, addizionato da 3 fiale di Epargrisovit dissolte nel flacone da 500 gr di ringer per integrare vitamine al fegato, aiutare ulteriomente i reni e recuperare l'idratazione.
Inoltre ci ha consigliato altre due marche di cibo renal, perchè la micia non vuole saperne dell'unica marca consigliata dalla veterinaria precedente e lei non ci aveva dato alternative. Anche il fatto che la gattina tendesse a perdere l'equibrio negli ultimi giorni lo attribuisce all'estrema debolezza tra perdita di peso, difficoltà di assimilazione, anemia (correlata alla difficoltà di assimilazione) e disidratazione.

Oggi è il secondo giorno di terapia, e il quarto giorno senza vidalta, e vediamo la micia bella vispa, coccolona, mangia con un appetito che non vedevamo da tempo, è mentalmente attenta e reattiva, ma rilassata... gli unici episodi che ci danno da pensare consistono nel fatto che a partire dalla prima crisi, una o due volte al giorno, lei faccia un paio di miagolii lamentosi accompagnati da salivazione eccessiva e aria disorientata, con qualche contrazione muscolare leggera, e lo manifesta generalmente dopo aver mangiato; non perde coscenza, rimane seduta e subito dopo torna "normale" senza alcun tipo di strascico... il veterinario ha attribuito questi episodi sempre all'encefalopatia epatica e/o alle difficoltà pancreatiche.

la vecchia veterinaria mi ha appena scritto di non interrompere bruscamente il farmaco per la tiroide, ma francamente non mi piace proprio l'idea di rimetterla in terapia, neanche a giorni alterni... lo stesso nuovo veterinario ci ha invitati a interromperlo subito perchè troppo compromettente per gli organi già in difficoltà, e in questo momento, è prioritario occuparci di quelli.

Voi cosa ne pensate?

ps. qualche settimana fa, a causa di un'acquazzone, la gatta ha preso un brutto raffreddore con tosse, starnuti, naso che cola... ci ha impiegato un lungo tempo a guarire e la veterinaria l'ha curato con compresse di arnica; può essere che sia stato questo ad aver alterato i valori immunitari?


0 
 Profilo
Tara87

Registrato dal: 01-02-2017
| Messaggi : 13
  Post Inserito 21-06-2017 alle ore 13:49   
Non c'è proprio nessuno che possa darmi un parere ? Speravo in un parere


0 
 Profilo


Generazione pagina: 0.239 Secondi