home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il Veterinario risponde  >>  IBD gatto che passa a linfonodo tumorale a sua volta neuronale. - Discussione n 97258 - PermaLink
   IBD gatto che passa a linfonodo tumorale a sua volta neuronale.
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 1 )
GatingaZeta

Registrato dal: 30-07-2014
| Messaggi : 6
  Post Inserito 28-01-2017 alle ore 00:52   
Salve, anche se è tardi, ma non tardi per spegnere qualsiasi dubbio.
La mia Tziki di 10 anni e mezzo, è stata addormentata ieri pomeriggio.
Due anni fa aveva delle "palline" ingrossate al collo, cura di antibiotici e la gatta sta benissimo. Dopo un anno si presenta un disturbo all'intestino, è stata fatta la biopsia (a quanto pare si era trovato un'ingrossamento di linfonodi all'intestino): questi pero' si sono rivelati un falso allarme e dopo un trattamento di antibiotici, antinfiammatori la gatta è stata subito meglio sebbene presentasse sempre questi ingrossamenti al collo. Sta bene per altri 9 mesi fino ad arrivare alla fine di dicembre: lei comincia ad essere inappetente e defeca un grumo di sangue, portata subito a visitare e rimane per qualche giorno in clinica con ecografie, controllo urine, esame sangue, radiografie... ovviamente il ricovero per qualche giorno perché normalmente pesa 2kg e 900 gr ed era diventata 2kg e 600. Diagnosi definitiva: ibd perché con i trattamenti e la biopsia di qualche mese prima risultava negativa a possibili tumori. Fino ad arrivare alla scorsa settimana: la gatta in questo mese è stata a casa, mangiava ma a volte era con appetito capriccioso, perde peso di nuovo, ricoverata perché era disidratata, si fa piccola anestesia per mettere anche il sondino, sembrava con poche speranze, la gatta si riprende ma il giorno seguente ha un'episodio di pre-coma, nella stessa giornata la gatta si riprende e cosi anche i giorni successivi, diventa autonoma, mangia un po più da sola, miagola, ha grinta... fino ad arrivare a ieri, al pomeriggio dove si presentano ad ogni ora delle crisi epilettiche a grappolo. Alla fine la decisione di addormentarla... Avrei bisogno di conferme, può una ibd convertirsi cosi velocemente in tumore ed intaccare il sistema nervoso? Puo' un gatto manifestare delle migliorie e ricadere in modo irreversibile riversandosi in un problema neuronale? Puo essere cosi veloce (10 giorni) una metastasi e colpire la testa? O forse in realtà dopo un difficoltoso recupero di una gatta piccola farle una piccola anestesia ha contribuito a sballare la sua testa?


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: GatingaZeta il 28-01-2017 00:54 ]


0 
 Profilo
GatingaZeta

Registrato dal: 30-07-2014
| Messaggi : 6
  Post Inserito 30-01-2017 alle ore 21:21   
Chiedo risposta, se possibile. Saluti,


0 
 Profilo


Generazione pagina: 0.276 Secondi