home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  Gatto con forte uretrite,da operare? - Discussione n 94653 - PermaLink
   Gatto con forte uretrite,da operare?
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 1 )
lucky1404

Registrato dal: 04-03-2016
| Messaggi : 3
  Post Inserito 04-03-2016 alle ore 18:27   
Salve a tutti,sono nuova del forum, il mio micio di 10 anni è ricoverato in clinica da ormai 6 giorni per una forte uretrite,cateterizzato e sotto ben 3 antibiotici,antidolorifici e flebo endovenosa per alimentarlo avendo smesso di mangiare e bere ormai da 7 giorni...due giorni fa' abbiamo provato a rimuovere il catetere dopo 3 giorni di degenza e sembrava che avesse ricominciato ad urinare da solo,neanche il tempo di portarlo a casa e dopo due ore di nuovo bloccato con una vescica della grandezza di una palla da tennis.ricoverato di nuovo e ricateterizzato sembra non avere calcoli,cristalli,sabbia,nulla che potesse bloccare l'uretrite ma solo e ancora forte un uretrite che restringe il condotto urinario...mi è stata proposta un operazione,la femminizzazione,che a dire dei medici dovrebbe risolvere il suo problema.
Il fatto è che si tratta di un gatto di 10 anni,che non mangia da una settimana,stressatissimo dal momento che sbava praticamente in continuazione per la paura,per nulla gestibile che graffi e morde chiunque gli si avvicini tranne me.tant'è che anche per fargli le terapie antibiotiche iniettabili devo essere presente io...
Ha molta paura di tutti e tutto è reagisce molto male al solo avvicinarsi dei veterinari,graffiando e mordendo tutti...
Ora mi è stata proposta questa operazione come ultima possibilità dal momento che l'uretrite non sembra ne' guarire ne' retrocedere,ma il post operazione da come mi è stato descritto non è affatto una passeggiata...collare elisabettiano per 15/20 giorni e disinfestazione dela zona punti 4 volte al giorno con pomate e aloe vera...non so se il mio gatto se lo farà mai fare...oltre al problema che non vuole mangiare da solo,cosa che secondo i veterinari dovrebbe riprendere a fare risolto il problema dell' uretrite...in questi giorni è stato sempre alimentato con flebo endovenose e non ha voluto toccare cibo.imboccarlo a forza è impossibile dal momento che rivomiterebbe tutto per il suo stato di ipersalivazione continua che ha dalla paura...non so più che fare...se non lo operò molto probabilmente dovrò sopprimerlo...se lo opero potrebbe farsi morire di stenti comunque.vi Prego datemi un consiglio...qualcuno di voi ha avuto esperienze simili?Con la femminilizzazione avete risolto? (ah abbiamo scoperto essere anche infestato dalla tenia ma non è stato possibile somministrargli la pasticca per debellarla. Perché non mangiando ed essendo stressato non la prende e se lo si forza vomitarebbe...)

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: lucky1404 il 04-03-2016 18:29 ]


0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 05-03-2016 alle ore 12:35   
Ciao, mah...io non ho esperienza diretta da riportare e quindi il mio ragionamento parte da dal punto...COSA FAREI IO SE MI TROVASSI IN QUESTA CONDIZIONE...quindi e' da prendere come una valutazione soggettiva..

Un gatto di 10 anni..non e' ne' giovane, ma nemmeno troppo anziano..quindi io non escluderei a priori l'intervento chirurgico che pare essere l'unica possibilita' di risolvere il problema..certo, ogni operazione puo' avere imprevisti e complicazioni, anche la piu' semplice..

Il gatto ha in piu' problemi aggiuntivi, stressato..debilitato, paura per tutto quello che sta sopportando e pure la tenia..

Detto questo..l'alternativa qual e'???

Se non lo si opera, con tutti i rischi del caso, se si continua cosi', a non alimentarsi o farlo forzatamente per endovena, perche' provare per bocca, potrebbe vomitare, con la condizione di stress e sofferenza attuale, la strada della soppressione, e' molto vicina e inevitabile..

Operarlo, puo' risolvere il problema, sperando che non serva un secondo intervento se la condizione di gravita' non e' tale, consentirebbe poi, con purtroppo il post operatorio di severa attenzione, collare per diverso tempo, medicazioni ecc. di permettere al gatto di recuperare e ristabilirsi, con un calo dello stress e di potersi tranquillizzare nel suo ambiente domestico..

Insomma..IO, se dovessi decidere, farei l'operazione...dando una possibilita' di riuscita favorevole..l'alternativa la sappiamo..e se da una parte, non facendo nulla, si giungerebbe cmq alla mrte..dall'altra con l'operazione, la possibilita' esiste a priori come detto per complicanze impreviste, ma NON e' detto che ci si arrivi per forza...

Ripeto..per come la vedo io..tenterei..ma e' una mia valutazione..

In bocca al lupo..x qualunque cosa deciderai...


0 
 Profilo


Generazione pagina: 0.231 Secondi