home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  il mio gatto ha il catetere....aiuto!! - Discussione n 91648 - PermaLink
   il mio gatto ha il catetere....aiuto!!

( 1 | 2 | 3 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 2 di 3
calzinimaya
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 16-07-2008
| Messaggi : 19885
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 14:12   
se ti ha prescritto una dieta medicata è molto probabile che abbia fatto gli accertamenti del caso e semplicemente non ti ha consegnato il risultato.
basta chiedere e le cose se stanno così si risolvono, senza pensare come fa SEMPRE paco che siano tutti negligenti e/o incapaci e/o in malafede.
l'urinocoltura si fa normalmente non di routine ma se si riscontra una antibiotico-resistenza particolare, anche perché costa e i proprietari di questi tempi, se possono, preferiscono risparmiare



0 
 Profilo
Thorello

Registrato dal: 30-05-2015
| Messaggi : 11
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 14:23   
Dottore grazie per il suo intervento!!! ha visto le analisi che ho copiato? secondo lei stiamo andando nella direzione giusta ?? grazieeee per l'attenzione ....sono confusa !!! stò dando fiducia al veterinario ma nello stesso tempo cercando di avere informazioni sulla patologia del gatto


0 
 Profilo
MilenaF

Registrato dal: 29-06-2012
| Messaggi : 4198
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 15:06   
Direi che il cibo medicato sia in direzione cristalli di struvite, il PH però, al momento degli esami, è buono..

Avendo sia canetto che micetto con problemi di cristalli, calcoli & C, avendo fatto ricerche su ricerche, oltre alle info delle nostre vet, non posso che quotare pienamente Paco


01-06-2015 alle ore 13:20, paco1986 wrote:
E il micio deve bere, deve bere, deve bere....

Di qualunque "razza" siano i cristalli, perché non si aggreghino a formare calcoli e calcoloni in vescica, il segreto è bere il più possibile!
Ottima l'acqua Sant'Anna, consigliata anche a me dalle vet!!
Anche la Fiuggi, se la gradisce, aiuta molto le vie urinarie , funzione renale inclusa.

Prima di pensare ad un intervento, farei fare un'eco e magari un'RX per vedere la situazione nella sua completezza. SE ci fosse solo un calcolaccio, in una posizione tale da essere ostruttivo, tra vescia e uretra per esempio, c'è modo di 'spostarlo' senza intervento vero e proprio (tramite catetere viene inserito un liquido con una certa pressione, poi 'risucchiato' Ehhmmm.. scusa il linguaggio poco appropriato, ma spero comprensibile)

A me (ma non sono vet) sembra un ottimo segno la pipì fatta spontaneamente in lettiera!! Continua a monitorare e speriamo ci siano buone notizie mercoledì!!

PS E' importante monitorare perché se dovesse malauguratamente bloccarsi di nuovo, prima intervieni e meglio è, perché non siano compromessi anche i reni. Ma se riesce a fare pipì, aspetta serenamente l'appuntamento


0 
 Profilo
paco1986

Registrato dal: 20-07-2013
| Messaggi : 1076
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 15:15   
Mai detto che i medici (vet o non vet) siano tutti incapaci, negligenti o in malafede. La pecora nera che sporca la categoria però c'è sempre, e in qualunque categoria professionale.
Sarebbe però corretto informare il cliente di tutto quel che si è fatto/non fatto o si potrebbe fare se si avesse il suo consenso. Se non si chiede al 'proprietario' se è disposto a sostenere la spesa di un determinato esame non ci si può poi nascondere dietro la scusa che "non si è proposto quell'esame perché i proprietari di questi tempi, se possono, preferiscono risparmiare " quando questi chiede poi conto al vet dwl suo operato.
Non tutti i "proprietari" sono uguali, così come non lo sono tutti i medici in genere (vets o non vets).
Comunque sia, è dovere di ogni professionista informare il cliente di TUTTO ciò per il quale si è pagati, e sarebbe buona abitudine da parte di qualsiasi professionista (in questo caso medico veterinario), consegnare al cliente tutto il cartaceo relativo ai servizi resi (in questo caso gli esami fatti) in modo che il cliente non si senta costretto a rimanere legato ad un professionista in cui magari non si ha più fiducia.
Calzini, la mia critica non è rivolta ai soli professionisti medicii, ma a qualsiasi professionista che non si comporti in maniera 'corretta' e trasparente.

Detto questo, Thorello spero che tu possa ricevere una risposta per le analisi che hai postato.
Per l'acqua S. Anna ci sono acque della stessa marca che sgorgano da diverse sorgenti: ti consiglierei quella che sgorga dalla sorgente Rebruant che ha un residuo fisso inferiore a quella dell'altra sorgente (sempre della S. Anna) ed è anche più leggera della Fiuggi.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: paco1986 il 01-06-2015 15:30 ]


0 
 Profilo
Thorello

Registrato dal: 30-05-2015
| Messaggi : 11
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 15:27   
grazie amici di pelosi rx è stato fatto !!!il vet mi ha dato il cd che contiene l'esame......
nel frattempo Thor beve parecchio ...evviva !!! speriamo bene


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Thorello il 01-06-2015 15:31 ]


0 
 Profilo
MilenaF

Registrato dal: 29-06-2012
| Messaggi : 4198
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 15:42   
.. non so perché, ma io mi sento ottimista..


0 
 Profilo
Thorello

Registrato dal: 30-05-2015
| Messaggi : 11
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 15:48   
si si Milena !!!! anche io lo voglio essere
mi piacerebbe tanto che qualche medico veterinario mi leggesse i riusiltati delle analisi dandomi un parere da esperto

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Thorello il 01-06-2015 16:09 ]


0 
 Profilo
calzinimaya
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 16-07-2008
| Messaggi : 19885
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 22:30   


01-06-2015 alle ore 15:15, paco1986 wrote:
Mai detto che i medici (vet o non vet) siano tutti incapaci, negligenti o in malafede. La pecora nera che sporca la categoria però c'è sempre, e in qualunque categoria professionale.
Sarebbe però corretto informare il cliente di tutto quel che si è fatto/non fatto o si potrebbe fare se si avesse il suo consenso. Se non si chiede al 'proprietario' se è disposto a sostenere la spesa di un determinato esame non ci si può poi nascondere dietro la scusa che "non si è proposto quell'esame perché i proprietari di questi tempi, se possono, preferiscono risparmiare " quando questi chiede poi conto al vet dwl suo operato.
Non tutti i "proprietari" sono uguali, così come non lo sono tutti i medici in genere (vets o non vets).
Comunque sia, è dovere di ogni professionista informare il cliente di TUTTO ciò per il quale si è pagati, e sarebbe buona abitudine da parte di qualsiasi professionista (in questo caso medico veterinario), consegnare al cliente tutto il cartaceo relativo ai servizi resi (in questo caso gli esami fatti) in modo che il cliente non si senta costretto a rimanere legato ad un professionista in cui magari non si ha più fiducia.
Calzini, la mia critica non è rivolta ai soli professionisti medicii, ma a qualsiasi professionista che non si comporti in maniera 'corretta' e trasparente.

Detto questo, Thorello spero che tu possa ricevere una risposta per le analisi che hai postato.
Per l'acqua S. Anna ci sono acque della stessa marca che sgorgano da diverse sorgenti: ti consiglierei quella che sgorga dalla sorgente Rebruant che ha un residuo fisso inferiore a quella dell'altra sorgente (sempre della S. Anna) ed è anche più leggera della Fiuggi.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: paco1986 il 01-06-2015 15:30 ]



guarda che la maggior parte delle volte il padrone dell'animale è talmente in ansia/preoccupato e emotivamente coinvolto che non ascolta nemmeno la metà di quello che dici, ivi compresi esami fatti o da fare.non è in difesa di nessuno, è la semplice evidenza dei fatti.
personalmente gli esami del sangue e delle urine li consegno sempre in forma cartacea al proprietario, per le rx invece stampo il cd solo su richiesta (legittimissima) o se la patologia richiede poi dei controlli radiografici.
paco, sembra sempre che siamo in guerra ma davvero a volte i tuoi post sono pesanti, non so se non te ne rendi conto o fingi di non rendertene conto.
e i professionisti in generale qui sono sempre i veterinari.




0 
 Profilo
paco1986

Registrato dal: 20-07-2013
| Messaggi : 1076
  Post Inserito 01-06-2015 alle ore 23:40   


01-06-2015 alle ore 22:30, calzinimaya wrote:
guarda che la maggior parte delle volte il padrone dell'animale è talmente in ansia/preoccupato e emotivamente coinvolto che non ascolta nemmeno la metà di quello che dici, ivi compresi esami fatti o da fare.non è in difesa di nessuno, è la semplice evidenza dei fatti.
personalmente gli esami del sangue e delle urine li consegno sempre in forma cartacea al proprietario, per le rx invece stampo il cd solo su richiesta (legittimissima) o se la patologia richiede poi dei controlli radiografici.
paco, sembra sempre che siamo in guerra ma davvero a volte i tuoi post sono pesanti, non so se non te ne rendi conto o fingi di non rendertene conto.
e i professionisti in generale qui sono sempre i veterinari.



Probabilmente hai ragione tu Calzini per quanto riguarda la prima parte del tuo messaggio (e il caso in questione potrebbe esserne un esempio), ma non è sempre così, e comunque sia sarebbe più facile per cliente (anche per quello 'poco lucido' che nel concitato momento dell'emergenza veterinaria non ascolta la metà delle cose che dici) avere idee più chiare su quel che è stato fatto/non fatto se al momento dell'uscita dall'ambulatorio fossero forniti tutti i risultati degli esami già fatti.
La seconda parte del messaggio invece non la capisco. Perché mai dovremmo essere in guerra? Perché prendere come offesa personale qualcosa che è prettamente diretto ad una parte (quella marcia) di una qualunque categoria? (In questo caso è ovvi che si stia parlando di medici veterinari).
Chiudo senza dilungarmi in spiegazioni che a nessuno interesserebbero: con la prima replica non inerente al caso in questione eravamo già off topic. Ma ho un brutto carattere e se mi tirano le orecchie io difendo quel che penso.
Mi scuso con Thorello.







0 
 Profilo
didi45

Registrato dal: 25-09-2011
| Messaggi : 5461
  Post Inserito 02-06-2015 alle ore 15:36   
Vorrei porre l'attenzione sull'uso delle culture e dell'antibiogramma.
Di norma quando noi umani ci presentiamo dal medico con un malanno, es. mal di gola, tosse, cistite, dissenteria ecc... ci viene prescritto un antibiotico a largo spettro per quel tipo di patologie e solo se questo risulta inefficace nel frattempo viene fatta una cultura con antibiogramma.
Questo non solo per i costi, ma perché una cultura richiede tempo , quindi si preferisce procedere nell'immediato con il rimedio base, che spesso risolve prima dei tempi di cultura.
Immagino che in veterinaria sia la stessa cosa.
Se quando la mia gatta si ammalò di polmonite il veterinario avesse aspettato i tempi di una cultura, sarebbe morta. E questo indipendentemente dal fatto che io fossi disposta a spendere. E' al veterinario che spetta il decidere quale terapia al momento sia opportuna.
Scegliete un buon veterinario , ma poi fidatevi.



0 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 | 3 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.180 Secondi