home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Varie  >>  coniglio nano sofferente.... rogna? AIUTO!!!!! - BLOCCATO - Discussione n 89452 - PermaLink
   coniglio nano sofferente.... rogna? AIUTO!!!!! - BLOCCATO

( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 8 di 9
MilenaF

Registrato dal: 29-06-2012
| Messaggi : 4198
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 16:39   


11-01-2015 alle ore 15:44, Annas wrote:
Per favore, non facciamo paragoni cn il cagnolino di Aion perchè sono storie completamente diverse.

Quoto quoto quoto!!
In più aion è stata massacrata qui sul forum, senza tanti giri di parole, per non aver spallato ai, o non averlo chiuso in un bunker, altro che non dare colpe. Lei che ancora a distanza di tanto tempo mollava la macchina e correva in direzione di un abbaio che le ricordava quello del suo ai, e affrontava a muso duro i proprietari perché le facessero controllare non fosse lui, altro che fermarsi davanti ai ragni. Le fobie possono essere invalidanti, lo si sa. Ma si cerca aiuto, dai. Anche se magari era tardi lo stesso eh.

Io ancora spero che ai, preso da gitanti e portato chissà dove, incontri un vet che legga il microchip e lo segnali.. non ho la stessa fiducia nell'arrivo della primavera per Nala..
Ma spero anche in questo, naturalmente.

Riguardo non parlarne più.. ho taciuto per giorni, ho cercato di non seguire proprio.

Chiudere con un messaggio di speranza mi piace, molto.

"E' andata così" invece, lo trovo.. 'diseducativo'. Non tanto per White che immagino possa, metabolizzando, imparare sulla propria pelle, quanto per il sig Utente Silente che tanto mi è caro..


0 
 Profilo
didi45

Registrato dal: 25-09-2011
| Messaggi : 5461
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 19:36   
Quando ho suggerito il furto della coniglietta non mi riferivo certo alla veterinaria ma ho pensato a qualche residente del luogo ,memore di quanto succedeva dove andavo in montagna.
Non mancava anno che mi giungesse all'orecchio di qualche gatto sparito nel nulla e finito sulla mensa di qualche compagnia. In particolare dopo una nevicata.
Poiché i conigli sono considerati dalla maggior parte delle persone un alimento, mi é venuto facile pensarlo. In particolar modo in campagna dove si allevano a tale scopo.
Non intendo fare commenti sull'usanza barbara descritta,ho solo riportato dei fatti.
Come fatti sono pure che una coniglia abituata a vivere libera possa essersi spaventata ed abbia deciso di vivere più lontana senza farsi trovare. In fondo i prati sono il loro elemento.
A me successe un fatto analogo con due tartarughe di terra. Comprate in pescheria per toglierle da morte sicura ,le avevo portate in montagna lasciandole libere nel terreno.
Scavarono in meno di 10 minuti una tana ognuna sotto un albero da frutta, e vissero sempre in piena libertà senza che nessuno si prendesse cura di loro. Venivano trovate una o due volte l'anno durante il taglio dell'erba. Vissero per almeno venti'anni entrambe,poi non vedendole contemporaneamente ma solo una per volta, non saprei dire se fossero ancora due o se ne fosse rimasta una sola. Avevano raggiunto una misura enorme ,50/60cm. in lunghezza e 30 e più in altezza. Vendemmo la casa con lei /loro e non escludo che possono essere tuttora in vita.
Fino a qualche anno fa carapaci vuoti non ne erano stati trovati.
Mi auguro che anche per la coniglietta possa essere successa la stessa cosa.



0 
 Profilo
Serena_C
| CV STAFF

Registrato dal: 05-01-2012
| Messaggi : 1480
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 21:30   
Beh mi spiace ma le colpe ci sono eccome! E' dal primo messaggio sul forum che è stato suggerito di mettere la coniglia in un luogo idoneo, limitato e controllato, è stato addirittura ripetuto dalla veterinaria, quindi per me non c'è scusa che regga! Ovvio che qui nessuno si augura la fine più tragica ma ripeto, i conigli NON sono lepri. Mettere un chihuahua nel bosco non significa che sia in grado di sopravvivere come un lupo! Voi credete? Sareste pronti a fare la prova con il vostro cane? Mah.

Non parlarne più? Perché? Perché così il prossimo utente che leggerà penserà che un coniglio nano libero nel bosco sia cosa buona e giusta, che sia più felice di uno in appartamento o in recinto? Che è meglio se è scappato? E' questo il messaggio che vogliamo far passare? Scusate ma non ci sto.

Io ho scritto della veterinaria perché l'ipotesi era stata formulata dall'utente stessa. Tra l'altro abbiate pazienza, un altro cliente in ambulatorio come poteva sapere dove e come veniva tenuta la coniglia? Viene mandato a prenderla, rischiando la galera per cosa? Mah.

Didi lasciare due tartarughe senza controlli e libere in giardino significa più o meno ascoltare i discorsi del tipo: "Vabbè ho avuto un cane che è campato 20 anni e non ha mai visto un veterinario in vita sua". Infezioni, parassitosi, gravidanze, tutto può andare storto nella vita di un animale e ricordiamoci che molte bestiole che abbiamo in casa sono frutto di scelte e selezioni fatte dall'uomo. Chi apre la gabbia al canarino pensa che libero sia felice? Lo condanna a morte certa. Chi libera le tartarughe d'acqua lo sa che non sono originarie dei nostri ambienti e che determinano uno squilibrio assurdo negli stagni? E i serpenti? Insomma non scherziamo!

Qui si tratta di assumersi le proprie responsabilità, affrontare i propri fallimenti e di raccogliere gli insegnamenti. Punto. Non si può scaricare la colpa sugli altri! Le cose sono state spiegate bene, con varie soluzioni e da vari utenti. Se si sono fatte scelte diverse e la storia è finita così in sospeso la responsabilità è dell'utente. No che si cominciano a formulare ipotesi assurde come un rapimento in casa.

Mi spiace per la schiettezza ma è inutile girarci tanto attorno!


1 
 Profilo
Annas
| CV STAFF

Registrato dal: 20-02-2009
| Messaggi : 14347
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 21:40   
Un coniglio nano è un esemplare selezionato come animale da compagnia, quindi lontanissimo dalla possibilità di vivere in natura... Come gli uccellini da gabbia, se fuggono hanno vita brevissima.

3 o 4 anni fa abbiamo trovato una minilepre braccata da un gatto in un parco qui in paese... L'abbiamo scambiata per un coniglio nano e pensavamo qualcuno l'avesse abbandonato.
L'abbiamo messo in una scatola e caricato in auto per portarla a casa mia e decidere il da farsi (allora abitavo ancora in campagna sull'appennino).
Ci siamo fermati per fare delle compere e nel parcheggio del supermercato io ho voluto controllare che il conigliettp stesse bene, ho sollevato la copertina della scatola e quello ha fatto un salto ed è scappato verso i campi... Il mio compagno mi ha sgridata per giorni, tristissimi eravamo convinti della sua brutta fine certa... Fino a che ho scoperto che si trattava di una minilepre... Che sollievo!


0 
 Profilo
didi45

Registrato dal: 25-09-2011
| Messaggi : 5461
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 22:17   
Annas ma questa coniglietta viveva libera già da tre mesi. Mi piacerebbe poter pensare che se la cavi.

Serena quando ho acquistato le tartarughe erano due tartarughe di terra ,messe in una grande cassa che ne avrà contenute almeno una cinquantina. Ne ho strappate due a morte certa. In un appartamento a Milano non avrei potuto tenerle. Quindi non avrei dovuto comprarle. Ho provato ad offrire loro un'opportunità .:lasciarle libere in uno spazio dove avevano cibo a volontà vista la presenza di un grande orto,un frutteto ,e tutti i piccoli animali che vi abitavano, nonché presenza di acqua . Il dubbio poteva essere il freddo, in inverno la temperatura scende sotto lo zero ,ma evidentemente la tana profonda e il letargo hanno avuto buon esito. Non so a che razza appartenessero, ma ti posso assicurare che tartarughe diventate così grandi non ne ho mai viste .
Se un animale è in pericolo di vita credo sia meglio tentare di farlo vivere libero piuttosto che lasciarlo al suo destino. Del resto i porcospini, le svariate razze di uccellini,le lucertole ,bisce e quant'altro scoiattoli compresi, non passavano certo la visita dai veterinari.
La natura é anche vita,non solo pericolo e morte.
La coniglietta non avrebbe dovuto vivere così ma poiché ormai é successo, o é stata predata da animali o uomini, o spero viva nascosta adattandosi all'ambiente.


0 
 Profilo
Serena_C
| CV STAFF

Registrato dal: 05-01-2012
| Messaggi : 1480
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 22:40   
Gli animali selvatici sono una cosa, animali per anni selezionati dall'uomo sono un altro discorso. Ripeto, mettereste un chihuahua nel bosco a viver come lupo? No. Mettereste un pappagallo su un ramo in un bosco? No.
Il ciclo della vita selvatica ha un suo equilibrio, lo scoiattolo/la lucertola/il cervo più forte, più sano, più furbo sopravvive. Un coniglio angora (quello dal pelo lungo per intenderci) soffre di blocchi intestinali dovuti al pelo - e al mio capitano pur essendo un "meticcio". L'angora è stato selezionato dall'uomo. Il blocco intestinale può portare a morte entro 24h. Questo cosa significa? Che in natura il mio coniglio sarebbe già morto mentre ha la fortuna di vivere in casa con me, in appartamento d'inverno e in giardino nei pomeriggi estivi, prende il medicinale e il mal di pancia gli passa. Non significa che andrà sempre tutto bene ma io ce la metto tutta perché ad ogni muta di pelo è un delirio e nel bosco avrebbe lasciato questo mondo un anno fa almeno.

Deve passare il messaggio che il coniglio nano da compagnia NON è adattato a vivere nel bosco come una lepre. Punto.

Non ha le zampe enormi e scattanti come la lepre (per quanto possa correre veloce) non ha insito in sé l'istinto di riconoscere suoni e odori pericolosi perché NON è nato in quel luogo, NON è stato svezzato in quel luogo e NON ha imparato a comportarsi di conseguenza da sua madre.
Io se trovo un animale me lo tengo in casa o lo metto in giardino recintato, soprattutto se è malato! Poi magari mi informo sulla corretta gestione e su come approcciarmi a lui. Se non ci riesco chiamo una associazione e mi faccio aiutare. Come già detto in altri post, con internet si arriva a qualsiasi informazione quindi no, mi dispiace, non ci sto a fare questi discorsi. Per me sono cose assurde anche solo da leggere!

E sai cosa c'è di sbagliato in tutto questo? Il concetto "Ormai è successo".
NON doveva succedere. E' da Dicembre che andavo predicando di prendere precauzioni (e non solo io ma anche altri utenti) e l'ho detto ben prima che la coniglia venisse portata dalla veterinaria. Poi la dottoressa stessa ha detto di limitarne gli spazi. E allora? Non diamo ragione nemmeno ai medici adesso? Allora facciamo di testa nostra... ma ne accettiamo anche le conseguenze!


2 
 Profilo
danimici15

Registrato dal: 10-04-2012
| Messaggi : 1690
  Post Inserito 11-01-2015 alle ore 23:45   
Quando si scrive su di un forum ci sta anche il fatto che chi ti risponda non sia proprio d'accordo con il tuo punto di vista. Dov'è il problema? Qui si tratta di giudizio sulla cattiva gestione di una coniglia non sulla tua persona che si legge bene che sei molto educata. Io mi arrabbio perchè non ci avevi detto che questo mega giardino è immenso altrimenti ti avremo scritto forse di altri modo per cercare un coniglio in un posto così vasto. Come hanno già detto tutti qui, i consigli, alcune idee, persone che conoscono bene i conigli come serena e tutti gli altri, hanno pensato, prima di scrivere, alle parole migliori e più utili per aiutarti a ritrovare questa piccola coniglietta. Poi però gli ultimi messaggi sanno veramente di surreale come ha detto milena e qualcun altro perchè scusa non è possibile pensare che la tua coniglia, dopo la visita da un vet, sia stata rapita per che cosa? Con tutti gli animali che avranno che vedono che curano che cercano di dare a qualche anima buona pur di non farli sentire abbandonati, ma secondo te vengono nel tuo mega giardino a rubarti una coniglia che sarà pure bellissima ma è un impegno non indifferente, se poi avesse voluto un coniglio da mangiare per natale, nei supermercati c'è pieno di conigli da mangiare. E' stata questa la cosa che, per me, aveva del grottesco, alla fine con tutta la buona volontà di scrivere un qualcosa di utile che potesse aiutare te e la tua coniglia siamo caduti nell'assurdo. Io poi non mi sento superiore a nessuno, avrò un modo di espressione un pò sarcastico può darsi ma si può sempre migliorare anche qui. Ma ti abbiamo dato tutti un sacco di consigli su come poter catturare un coniglio in un "giardino" che ora è diventato più grande di un stadio. Se avessi un giardino così e mi passasse davanti, una sera, un'animale non ben definito (forse un coniglio) andrei di corsa a casa a prendere una torcia e guarderei cosa c'è in giro, ma non perchè dovevi farlo per forza, ma perchè mi è sembrato che fosse stata una cosa di poco conto, in un momento in cui la tua coniglia è sparita. Comunque, se un giardino è così grande ci vuole fortuna per trovare un coniglio e di solito, se ti può servire, i conigli che abitano fuori vanno in giro preferibilmente all'alba o al tramonto.


0 
 Profilo
whitewolf12

Registrato dal: 28-11-2014
| Messaggi : 362
  Post Inserito 12-01-2015 alle ore 00:04   
Allora, i messaggi scritti nel frattempo sono tanti e cerco di rispondere al meglio.. Non dico ke la vet stro**a l'à rubata, il dubbio mi è venuto per come questa persona si è rivolta a me (veramente, voi non eravate presenti ma io ci sono veramente rimasta lì), ovviamente non per mangiarla ma magari per riassegnarla.. Non voglio accusare nessuno, dico solo ke il giorno ke non l'ò più vista ci ò pensato così come ò pensato ad un paio di persone ke erano lì).. Kiedo scusa ma forse si à un'errata percezione del tempo, da quando vi ò kiesto aiuto a quando ò portato la coniglia dalla vet sono passati 4 giorni! E sono stati 4 giorni in cui io vi kiedevo consiglio su come riuscire a prenderla per portarla dalla veterinaria e in cui ò passato ore a cercare di mettere il tutto in pratica.. Se non erro dopo tre giorni ci sono riuscita ma sono andata dall'incompetente, l'ò liberata di nuovo e al quarto l'ò ripresa e ò sentito il parere dell'esperta.. Non sono passati i mesi da quando mi avete consigliato di kiuderla a quando è sparita! sono passati 4 giorni! In tutta sincerità se devo passare le ore a cercare di prenderla poi ò anke altre cose da fare e non posso passare le giornate tra il catturare la coniglia per portarla dalla vet e organizzare il posto idoneo dove tenerla pulendo, costruendo ecc ecc, In quei 4 giorni (e in quelli successivi alla sua scomparsa per cercarla ovviamente) io ò dedicato tutto il tempo ke avevo (di luce ovviamente, con il buio lì non si fa nulla) a disposizione per cercare di fare il possibile per sistemare il tutto.. Con tutta la buona volontà di più non sono riuscita a fare.. Alla veterinaria competente ò spiegato esattamente come tenevo la coniglia e lei non si è scandalizzata (lì nessun animale estraneo si era mai presentato, io continuo a non credere ke ci siano buki nel muro ma se prima lo escludevo in toto e quindi alla veterinaria non ò accennato nulla ora lo escludo meno, secondo me non ci sono ma non ci metto più tutte e due le mani sul fuoco), mi à confermato ciò ke mi era stato consigliato riguardo all'alimentazione e mi à detto di mettere le spot-on.. La prima incompetente mi aveva detto di kiuderla, la seconda mi aveva solo detto di mettere la pipetta e di integrare l'alimentazione (consiglio ke avrei seguito ma in ogni caso la coniglia comunque a parte le orekkie stava bene, anke i dentini erano a posto), nulla di più e non mi à consigliato di kiuderla in bagno per la notte (ke poi io ricordo ke quando ero piccolina il coniglio di una mia amica l'ò salvato perkè trovato ke si stava ingoiando metri di filo di lana, nel mio bagno c'è di tutto anke ad altezza caviglia dato ke ò un solo mobile aperto, senza ante, altrokè gomitolo di lana!).. Io avevo scelto ke dati i vostri consigli e la praticità di prenderla, controllarla e instaurare una relazione era meglio tenerla in un luogo più limitato e da lì avevo deciso il giorno dopo di creare una zona adeguata e in parte l'ò anke fatto ma sempre nei ritagli di tempo ke ò impiegato a cercarla. Posso ammettere un errore: avrei dovuto informarmi prima, per tre mesi ò tenuto la coniglia come "coniglia", non mi sono preoccupata se avesse gli istinti o non avesse gli istinti, se avesse le zampe abbastanza lunge o più corte, se avesse l'udito più o meno sviluppato.. Per me era una coniglia e basta, molto carina, mi ero affezionata, la osservavo a distanza (non fatemi ritornare sull'argomento dell'approcio, abbiamo capito ke anke quello era sbagliato) e mi piaceva vederla quando si dava le lavate e quando si metteva su due zampette quando entravo dal portone ma era una coniglia, quindi per me aveva tutte le capacità di vivere in un prato.. Poi oltre ciò lì il dubbio ke ci fossero predatori non mi era venuto manco da lontano! Ci avevo pensato ma avevo anke pensato ke con un muro così alto era improbabile quindi con presupposti così cosa le sarebbe servito avere le zampe lunge e le capacità di riconoscere rumori pericolosi? Si rintanava quando vedeva il cane uscire ed entrare in casa e a me bastava..
Ke non fossi capace a occuparmi di conigli l'avevo scritto nel primo messaggio, quindi già avevo ammesso una mia mancanza e quindi ò kiesto aiuto; ò cercato di fare del mio meglio per mettere in pratica i consigli ke mi sono stati dati, ò passato giornate a cercare di prenderla prima e cercare di ritrovarla dopo, ò comprato un mangime ke adesso mi rimmarrà lì a vita, mi sono studiata la situazione per vedere come gestire lei e gli spazi, i sono letta i siti sull'alimentazione, ò cercato di capire come relazionarmi con lei.. Insomma, ci tenevo e mi ci sono impegnata per come meglio sono riuscita.. Posso ammettere gli errori, ma di nuovo non fatemi passare come la proprietaria degenere perkè comunque prima sbagliando, dopo cercado di fare del mio meglio, io mi sono impegnata..O' fatto degli errori e sicuramente farò tesoro dei consigli mi trovassi in situazioni simili in futuro, ma non fatemi passare per menefregista poikè se fino ad ora avevo evitato di postare aggiornamenti è perkè comunque la perdita della piccola tanto bene non mi à fatto stare..


0 
 Profilo
Serena_C
| CV STAFF

Registrato dal: 05-01-2012
| Messaggi : 1480
  Post Inserito 12-01-2015 alle ore 00:34   
Abbi pazienza ma se era così faticoso tenerla potevi benissimo cederla a qualcun altro!
In data 16 dicembre hai scritto in sezione esotici.
In data 17 dicembre ti ho risposto: "Potresti comprare un recinto e tenerla lo stesso in giardino, in modo che riesci comunque a prenderla se devi somministrarle i medicinali.
La lettiera per gatti purtroppo non va bene per diversi motivi, il pellet da stufa è sicuramente quello più idoneo e che tutti utilizziamo per i conigli. Spero tu riesca a prenderla e a portarla a visita (il veterinario saprà rispondere a tutte le tue domande. Trovi quelli esperti in esotici negli elenchi sul web).

Scusa se mi permetto ma se non hai conoscenza sui conigli, come ci è finita questa piccola a casa tua? Che alimentazione segue stando in giardino senza essere controllata? Le vaccinazioni le effettua? Mangia fieno? Ha verdure a disposizione? Ha un riparo coibentato dove poter passare la notte e l'inverno?

Se non sei in grado di tenerla/mantenerla trovi tantissime associazioni che possono aiutarti nel recupero e nella adozione. Detto sinceramente, non capisco il senso di tenere un animale un po' "abbandonato" a sè stesso in un giardino."

----------------------------------------------------------------------------------------

Il 18 Dicembre spiegavi che tempo fa avevi scelto per lei una stanza di 20 mq ma lei se ne era scelta una da 50 mq (Tra parentesi: Cosa ci voleva a chiuderla lì una volta riportata a casa dalla vet - avendo oltretutto già letto i consigli di tenerla in luoghi circoscritti?)

-----------------------------------------------------------------------------------------

Il 21 dicembre scrivi che Nala è sparita.


Quindi in 4 giorni non sei riuscita a chiuderla in una stanza? Ti ripeto, a me dispiace di tutta la situazione perché ci ha rimesso solamente Nala. Capisco il dolore di averla persa ma non si può arrivare a pensare a cose del genere - mi riferisco a rapimenti e intrusioni - solo perché non vogliamo dire a noi stessi di aver sbagliato! E poi la vet avrà capito "giardino" e non "tenuta con stalle" quindi è probabile non ti abbia detto nulla perché si sarà immaginata.... un semplice giardino. Invece la incompetente il consiglio di chiuderla te lo ha dato! Inoltre, la discussione sulla differenza coniglio-lepre è venuta fuori per commenti fatti da altri utenti e non per un tuo post specifico. Ho anche ribadito tempo fa che l'idea del tenere un animale all'aperto non è sbagliata ma vanno prese accortezze di vario genere! Di più non so cosa dire perché purtroppo ormai Nala non si trova da un mese quindi continua a cercarla e a mettere cibo in punti strategici. Scandaglia la stanza che avevi detto si era scelta, lasciaci cose da mangiare e controlla se vedi palline in giro.



0 
 Profilo
Crisania

Registrato dal: 02-12-2008
| Messaggi : 1173
  Post Inserito 12-01-2015 alle ore 14:03   
la O accentata per sostituire la HO non l'avevo ancora vista ....a parte questo ho trovato tutto anche io surreale....possiamo sapere quanti anni hai?
La speranza è l'ultima a morire ma anche secondo me la coniglietta ha fatto una brutta fine....

mi dispiace per lei ....spero ti serva come esperienza.


0 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.091 Secondi