home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il comportamento del gatto  >>  Gatto maschio di 5 anni e nuovo gattino - Discussione n 89397 - PermaLink
   Gatto maschio di 5 anni e nuovo gattino
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 8 )
Gingia

Registrato dal: 11-07-2012
| Messaggi : 18
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 12:40   
Ciao a tutti! Ho un "disperato" bisogno di aiuto
Lunedì ho trovato un gattino fuori casa e l'ho preso. Premetto che ho una cagnolona di 3 anni ed un gatto maschio castrato di 5 anni e che pesa 8kg (un gigante!). Il gattino e Ginger (cane) si sono trovati bene, anzi benissimo, da subito! Già la notte stessa dormivano insieme. Il problema è quindi Oreste (gatto). Il primo giorno ho messo il gattino in bagno, poiché non lo avevo portato ancora dalla veterinaria, e non conoscendo il suo stato di salute ho preferito tenerlo lontano dagli altri animali. Inizialmente Oreste si è posizionato davanti alla porta del bagno, graffiandola e facendo dei grossi miagoloni ma appena passavo io per il corridoio soffiava e se ne andava. Il secondo giorno, dopo essere stata dalla veterinaria, ho trasferito il gattino in una zona neutra (camera mia ed un salottino collegato direttamente con la mia camera), dove Oreste solitamente non entra. Tutte le volte che passava davanti alla porta accellerava il passo e soffiava. Ieri ho tentato l'avvicinamento. La prima volta ho messo il gattino in bagno ed ho fatto entrare Oreste nelle stanze dove stava il gattino. Lui ha annusato tutto per circa mezz'ora e poi se n'è andato. Ieri pomeriggio invece ho messo il gattino nel trasportino e l'ho portato al piano inferiore dove era Oreste. Inizialmente Oreste lo osservava da lontano (ca.4m) spalancando la bocca e soffiando ogni volta che il gattino emetteva un miagolio, e dopo un po' se n'è andato al piano di sopra. La sera ci ho riprovato, Oreste soffiava, ma non se n'è andato pur avendogli messo il trasportino a circa 20 cm.
Ora, dopo tutto questo...ho alcune domande...Come faccio a farli avvicinare? è possibile che Oreste gli faccia del male? Ho paura più che altro perché il gattino pesa solo 1kg mentre Oreste ne pesa 8. Capisco che tra gatti la situazione è molto più complicata, ma perché se ha accettato il cane non accetta un gattino piccolo, che non è ancora territoriale?
AIUTO


0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 14:47   
Ciao, semplicemente perche' e' un gatto geloso...il cane non lo vede come rivale in casa ma come un soggetto neutro e inoffensivo..mentre l'altro sente messa in discussione la sua proprieta'...
Devi armarti di pazienza..ma devi ribaltare il discorso..concentrare l'attenzione su Oreste..lasciando libero il gattino di circolare e seguire il gattone passo passo facendo in modo di spiegargli con gesti e parole che non ha nulla da temere dal piccolo e che non lo deve attaccare e fargli male..
Tu hai fatto il contrario..ti sei concentrata sul piccolo(anche giustamente, nel tenerlo separato all'inizio) per evitare che entrasse in contatto col grande..pero' cosi' lo hai un po' trascurato(ai suoi occhi)
Devi far avvicinare il grande al piccolo e non il contrario..coinvolgendoli in qualche gioco comune senza pericoli di zampate improvvise e attivita' di casa che facciano spingere il grande a far conoscenza piano piano..
Non so se di giorno hanno occasione di stare da soli e nessuno e' in casa..ma conta molto come ti poni nei confronti dell'offeso(Oreste)..


0 
 Profilo
Gingia

Registrato dal: 11-07-2012
| Messaggi : 18
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 15:30   


11-12-2014 alle ore 14:47, ACCHIAPPACODA wrote:
Ciao, semplicemente perche' e' un gatto geloso...il cane non lo vede come rivale in casa ma come un soggetto neutro e inoffensivo..mentre l'altro sente messa in discussione la sua proprieta'...
Devi armarti di pazienza..ma devi ribaltare il discorso..concentrare l'attenzione su Oreste..lasciando libero il gattino di circolare e seguire il gattone passo passo facendo in modo di spiegargli con gesti e parole che non ha nulla da temere dal piccolo e che non lo deve attaccare e fargli male..
Tu hai fatto il contrario..ti sei concentrata sul piccolo(anche giustamente, nel tenerlo separato all'inizio) per evitare che entrasse in contatto col grande..pero' cosi' lo hai un po' trascurato(ai suoi occhi)
Devi far avvicinare il grande al piccolo e non il contrario..coinvolgendoli in qualche gioco comune senza pericoli di zampate improvvise e attivita' di casa che facciano spingere il grande a far conoscenza piano piano..
Non so se di giorno hanno occasione di stare da soli e nessuno e' in casa..ma conta molto come ti poni nei confronti dell'offeso(Oreste)..



Intanto grazie mille per la risposta quindi il tuo consiglio è di farli avvicinare in libertà? Il fatto è che io ho paura che Oreste lo assalga, non ho idea di come possa reagire...e sicuramente sbaglio a temerlo così tanto. Secondo te conviene farli avvicinare in una stanza dove ci sono posti in cui il piccolo si possa nascondere oppure no?


0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 15:46   
Beh insomma..non credo che possano far conoscenza se uno lo tieni chiuso in un trasportino anche se e' a 2 cm dall'altro e che la situazione si sblocchi...
Il punto, come detto, e' che devi seguire il grande in modo che sentendoti vicino, possa studiare prima da lontano e poi piu' da vicino il gattino, libero di muoversi..magari fai l'esperimento in sala o in una zona che permetta a entrambi di vedersi con calma..
La prova la devi fare cmq se vuoi avere un'idea di come si comportino..certo e' che devi controllare la situazione con pazienza..e non scoraggiarti se ci sono soffi e miagolii del grande..ma rincuorarlo e spiegandogli che e' un amico nuovo




0 
 Profilo
Gingia

Registrato dal: 11-07-2012
| Messaggi : 18
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 15:52   


11-12-2014 alle ore 15:46, ACCHIAPPACODA wrote:
Beh insomma..non credo che possano far conoscenza se uno lo tieni chiuso in un trasportino anche se e' a 2 cm dall'altro e che la situazione si sblocchi...
Il punto, come detto, e' che devi seguire il grande in modo che sentendoti vicino, possa studiare prima da lontano e poi piu' da vicino il gattino, libero di muoversi..magari fai l'esperimento in sala o in una zona che permetta a entrambi di vedersi con calma..
La prova la devi fare cmq se vuoi avere un'idea di come si comportino..certo e' che devi controllare la situazione con pazienza..e non scoraggiarti se ci sono soffi e miagolii del grande..ma rincuorarlo e spiegandogli che e' un amico nuovo





Okey, proverò il prima possibile!!! Grazie mille


0 
 Profilo
reuel

Registrato dal: 29-11-2014
| Messaggi : 160
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 16:00   
...se hai timore che Oreste possa far del male al " microbo " prima di farli incontrare prova a scambiare i loro odori ( cuccette...copertine...) ed associa il nuovo odore ( per Oreste ) a coccole e qualcosa di buono da mangiare...cosicchè non veda il piccolo come pericolo di " lesa maestà " ...ma lo associ a cose positive buon inserimentooooo


0 
 Profilo
Gingia

Registrato dal: 11-07-2012
| Messaggi : 18
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 16:05   


11-12-2014 alle ore 16:00, reuel wrote:
...se hai timore che Oreste possa far del male al " microbo " prima di farli incontrare prova a scambiare i loro odori ( cuccette...copertine...) ed associa il nuovo odore ( per Oreste ) a coccole e qualcosa di buono da mangiare...cosicchè non veda il piccolo come pericolo di " lesa maestà " ...ma lo associ a cose positive buon inserimentooooo



Okey, quindi adesso provo a fargli sentire la coperta del piccolo, e stasera quando c'è mia mamma (la persona che Oreste adora di più) proviamo l'inserimento! Grazie


0 
 Profilo
machino

Registrato dal: 21-05-2009
| Messaggi : 1263
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 19:56   
guarda,io sono appena uscita da una situazione come la tua:cane di taglia medio/grossa,gatta di due anni e micetto di tre mesi arrivato 45 gg.fa.
Sapevo che il problema non sarebbe stato il cane che e' un bonaccione (ed infatti sono subito andati d'accordo),ma la gatta asociale ed anche un po' snob (parola gentile per non dire "rognosetta").
Io li ho fatti subito incontrare sotto stretta sorveglianza e come previsto la micia ha fatto scattare la terza guerra mondiale:soffi,ringhi,miagolii strappacuore ed anche uno strano schiocco che non avevo mai sentito.La casa e' molto grossa,su due piani,quindi lo spazio x entrambi non mancava,ma,mentre il micetto non era per niente intimorito e la cercava continuamente,lei era inferocita pur stando al piano di sopra.Addirittura mi aspettava sulle scale per aggredirmi e soffiarmi solo perche' sentiva l'odore del piccolino.Aggrediva ferocemente anche lui,ma probabilmente era tutto fumo,perche' lui non ha mai ne' miagolato ne' desistito.
La situazione tragica e' andata avanti per 3/4 gg circa,tanto da farmi pensare di aver fatto una stupidaggine ad aver preso un altro gatto,ma poi all'alba del quarto giorno,la situazione e' un po' migliorata:gatta sempre x i fatti suoi e molto circospetta,ma si faceva avvicinare da me e dal micio senza soffiare .
Da li in poi e' stata una strada tutta in discesa,pian piano ogni giorno un piccolo miglioramento.Dopo un mese hanno cominciato a giocare come matti,mi distruggono la casa quando si rincorrono,poi quando si stufa lei se ne va per i fatti suoi e non si fa piu' vedere.Non si amano alla follia,direi che si amano molto piu' il cane ed il gatto,non dormono assieme,cosa che invece succede con il cane,ma la pace regna sovrana.
Mettili assieme e lascia che se la sbrighino tra di loro,ovviamente controllati a vista e che abbiano una via di fuga,il tuo,anche se lo vede come rivale,capisce che e' un cucciolo e non gli fara' del male seriamente anche se a noi sembra il contrario.
Persevera e vedrai un miglioramento nel giro di qualche giorno

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: machino il 11-12-2014 20:01 ]


0 
 Profilo
Gingia

Registrato dal: 11-07-2012
| Messaggi : 18
  Post Inserito 11-12-2014 alle ore 20:15   


11-12-2014 alle ore 19:56, machino wrote:
guarda,io sono appena uscita da una situazione come la tua:cane di taglia medio/grossa,gatta di due anni e micetto di tre mesi arrivato 45 gg.fa.
Sapevo che il problema non sarebbe stato il cane che e' un bonaccione (ed infatti sono subito andati d'accordo),ma la gatta asociale ed anche un po' snob (parola gentile per non dire "rognosetta").
Io li ho fatti subito incontrare sotto stretta sorveglianza e come previsto la micia ha fatto scattare la terza guerra mondiale:soffi,ringhi,miagolii strappacuore ed anche uno strano schiocco che non avevo mai sentito.La casa e' molto grossa,su due piani,quindi lo spazio x entrambi non mancava,ma,mentre il micetto non era per niente intimorito e la cercava continuamente,lei era inferocita pur stando al piano di sopra.Addirittura mi aspettava sulle scale per aggredirmi e soffiarmi solo perche' sentiva l'odore del piccolino.Aggrediva ferocemente anche lui,ma probabilmente era tutto fumo,perche' lui non ha mai ne' miagolato ne' desistito.
La situazione tragica e' andata avanti per 3/4 gg circa,tanto da farmi pensare di aver fatto una stupidaggine ad aver preso un altro gatto,ma poi all'alba del quarto giorno,la situazione e' un po' migliorata:gatta sempre x i fatti suoi e molto circospetta,ma si faceva avvicinare da me e dal micio senza soffiare .
Da li in poi e' stata una strada tutta in discesa,pian piano ogni giorno un piccolo miglioramento.Dopo un mese hanno cominciato a giocare come matti,mi distruggono la casa quando si rincorrono,poi quando si stufa lei se ne va per i fatti suoi e non si fa piu' vedere.Non si amano alla follia,direi che si amano molto piu' il cane ed il gatto,non dormono assieme,cosa che invece succede con il cane,ma la pace regna sovrana.
Mettili assieme e lascia che se la sbrighino tra di loro,ovviamente controllati a vista e che abbiano una via di fuga,il tuo,anche se lo vede come rivale,capisce che e' un cucciolo e non gli fara' del male seriamente anche se a noi sembra il contrario.
Persevera e vedrai un miglioramento nel giro di qualche giorno

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: machino il 11-12-2014 20:01 ]


Situazione più che identica! Ed anche il mio gatto sta molto per i fatti suoi ed è snobbissimo (tranne che nei confronti di mia mamma).
Proverò, ma devo davvero ammettere che mi sta tanto in pensiero


0 
 Profilo


Generazione pagina: 1.077 Secondi