home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Varie  >>  Ultimi istanti di vita randagia ,no crudele - Discussione n 88776 - PermaLink
   Ultimi istanti di vita randagia ,no crudele

( 1 | 2 | 3 | 4 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 2 di 4
calzinimaya
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 16-07-2008
| Messaggi : 19885
  Post Inserito 23-10-2014 alle ore 21:56   


23-10-2014 alle ore 20:46, sciapy wrote:


22-10-2014 alle ore 22:26, calzinimaya wrote:
uff...ma non è proprio possibile dire che queste cose non sono accettabili senza dire che l'essere umano fa schifo?
mamma mia..ma che palle...tutte le specie sono egoiste, tutte le specie mettono al centro della propria vita la sopravvivenza di se stessi e della propria specie, a discapito delle altre.
ci sono persone buone e persone cattive, persone intelligenti e persone stupide, esattamente come in tutte le specie.
i gatti maschi uccidono i gattini, ci sono scene documentate di gruppi di scimmie maschi che muovono guerra contro gruppi rivali e li massacrano e ci sono mille altri esempi di natura "cattiva" dal punto di vista morale ed etico che solo l'uomo si pone.





L'uomo ha la presunzione d'essere superiore a tutti gli altri esseri viventi in quanto ritiene ,a torto,d'appartenere all'unica specie intelligente ,e pertanto,erroneamente, a pieno diritto, dominatrice incontrastata del Pianeta Terra.
E'proprio questo antropocentrismo esasperato ad indurlo ad assumere comportamenti che vanno condannati fermamente(..e non potrebbe essere altrimenti) da chi crede in ben altri valori .
Nessun'altra specie su questo pianeta arreca danno a se stessa e all'ambiente in cui vive come fa l'essere umano;nessuna specie uccide,violenta,sevizia ecc. solo per diletto.Nessuna!




l'uomo è la specie dominante...se vogliamo discutere anche di questo...
non è vero che nessuna specie uccida per diletto, ti ho fatto un esempio prima, non è vero nemmeno che le femmine animali si riproducano sempre consensualmente (i rapporti dei gatti sono molto violenti, ma è ovvio che non avendone un'etica i gatti se ne fregano...)...ma tanto non volete vedere, siete ciechi nel voler pensare in toto che l'uomo sia peggiore...siamo uguali, nè meglio nè peggio. quello che possiamo discutere è che avendone la consapevolezza probabilmente dovrmmo essere migliori di come siamo.
ciò non toglie che come siano autori delle peggio cose possiamo essere meravigliosi in altre..


1 
 Profilo
Le_Chat

Registrato dal: 12-08-2010
| Messaggi : 408
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 09:10   
Anche il migliore degli esseri umani lascia la sua impronta distruttiva sul pianeta.
Anche il migliore degli esseri umani, magari in maniera indiretta, violenta e distrugge l'ambiente in cui dovrà vivere lui, i suoi figli, i suoi simili e il resto della vita terrestre.
Anche il migliore degli esseri umani nell'arco della sua vita avrà compiuto uno scellerato e volontario atto di violenza contro la natura, anche per il solo gusto di farlo.
Non esiste motivo per dire che l'uomo è capace di fare cose grandiose, perché per ogni azione grandiosa che ha compiuto ne avrà fatte almeno 100 cattive.
E' nella sua indole e il fatto che abbia una capacità di ragionamento è perfino un'aggravante, perché pur ragionando non comprende e non pondera le conseguenze delle sue azioni.
E' l'animale più ottuso del creato.


1 
 Profilo
sciapy

Registrato dal: 17-11-2011
| Messaggi : 530
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 10:47   
Essere al vertice di una piramide non vuol dire esercitare una bieca dittatura nei confronti di chi viene considerato ,a torto,inferiore.E' proprio l'evoluzione dell'uomo a decretare la sua condanna ;secoli e secoli di esperienze passate pare che non siano serviti (vedi i macellai dell'Isis!) a non far compiere azioni esecrabili .Anche se Leonardo appartiene alla nostra specie(vegetariano convinto,per inciso!) è un'eccezione che non basta a riscattarci davanti ai forni crematori dei nazisti.
Infine,non bisogna fare paragoni azzardati:se gli animali compiono azioni da noi uomini considerate eticamente inaccettabili non ci si può comportare alla stessa stregua per giustificare comportamenti che dovrebbero essere,invece, illuminati e guidati soprattutto dalla ragione .


0 
 Profilo
calzinimaya
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 16-07-2008
| Messaggi : 19885
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 12:09   


24-10-2014 alle ore 09:10, Le_Chat wrote:
Anche il migliore degli esseri umani lascia la sua impronta distruttiva sul pianeta.
Anche il migliore degli esseri umani, magari in maniera indiretta, violenta e distrugge l'ambiente in cui dovrà vivere lui, i suoi figli, i suoi simili e il resto della vita terrestre.
Anche il migliore degli esseri umani nell'arco della sua vita avrà compiuto uno scellerato e volontario atto di violenza contro la natura, anche per il solo gusto di farlo.
Non esiste motivo per dire che l'uomo è capace di fare cose grandiose, perché per ogni azione grandiosa che ha compiuto ne avrà fatte almeno 100 cattive.
E' nella sua indole e il fatto che abbia una capacità di ragionamento è perfino un'aggravante, perché pur ragionando non comprende e non pondera le conseguenze delle sue azioni.
E' l'animale più ottuso del creato.



mamma mia....ma come vivete male ragazzi...


2 
 Profilo
calzinimaya
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 16-07-2008
| Messaggi : 19885
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 12:14   


24-10-2014 alle ore 10:47, sciapy wrote:
Essere al vertice di una piramide non vuol dire esercitare una bieca dittatura nei confronti di chi viene considerato ,a torto,inferiore.E' proprio l'evoluzione dell'uomo a decretare la sua condanna ;secoli e secoli di esperienze passate pare che non siano serviti (vedi i macellai dell'Isis!) a non far compiere azioni esecrabili .Anche se Leonardo appartiene alla nostra specie(vegetariano convinto,per inciso!) è un'eccezione che non basta a riscattarci davanti ai forni crematori dei nazisti.
Infine,non bisogna fare paragoni azzardati:se gli animali compiono azioni da noi uomini considerate eticamente inaccettabili non ci si può comportare alla stessa stregua per giustificare comportamenti che dovrebbero essere,invece, illuminati e guidati soprattutto dalla ragione .



non si possono avere punti di vista diversi a seconda di chi si guarda....se l'uomo fa qualcosa di esecrabile è cattivo, se lo fa un altro essere no, è naturale.
o l'etica la si applica a chiunque o non la si applica, se è naturale per un leone non vedo perchè non possa esserlo per un uomo, perchè con tutte le dovute differenze apparteniamo tutti al regno animale.
la natura stessa di ogni essere vivente implica prevaricazione e "dittatura" come la chiami tu, la legge del più forte la trovi in tutti gli ambienti naturali, non capisco davvero come possiate non vederlo.
avere l'idea favolistica della natura come mamma amorevole porta a una visione distorta delle cose.



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: calzinimaya il 24-10-2014 12:15 ]


0 
 Profilo
MilenaF

Registrato dal: 29-06-2012
| Messaggi : 4198
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 12:50   



0 
 Profilo
Le_Chat

Registrato dal: 12-08-2010
| Messaggi : 408
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 14:10   


24-10-2014 alle ore 12:14, calzinimaya wrote:
la natura stessa di ogni essere vivente implica prevaricazione e "dittatura" come la chiami tu, la legge del più forte la trovi in tutti gli ambienti naturali, non capisco davvero come possiate non vederlo.
avere l'idea favolistica della natura come mamma amorevole porta a una visione distorta delle cose.



Con tutto il rispetto, dottoressa, ma come facciamo a sapere che lei ha ragione e noi abbiamo torto?


0 
 Profilo
lillina
| CV STAFF

Registrato dal: 15-04-2006
| Messaggi : 51796
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 15:28   
Credo che per l'essere umano sia la consapevolezza delle proprie azioni la linea di confine









0 
 Profilo
didi45

Registrato dal: 25-09-2011
| Messaggi : 5461
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 16:03   


24-10-2014 alle ore 14:10, Le_Chat wrote:


24-10-2014 alle ore 12:14, calzinimaya wrote:
la natura stessa di ogni essere vivente implica prevaricazione e "dittatura" come la chiami tu, la legge del più forte la trovi in tutti gli ambienti naturali, non capisco davvero come possiate non vederlo.
avere l'idea favolistica della natura come mamma amorevole porta a una visione distorta delle cose.
[QUOTE

Con tutto il rispetto, dottoressa, ma come facciamo a sapere che lei ha ragione e noi abbiamo torto?



Lo sappiamo semplicemente perché l'uomo è l'unico essere vivente che ha raggiunto capacità che nessuna altra specie ha raggiunto. Vedi la scrittura ad esempio.
La sua evoluzione, è avanti tutti perché ha piegato il mondo alle sue esigenze.
L'uomo però fa parte della specie animale, è un animale e come tale porta seco i pregi e difetti di ogni specie ed essendo più evoluto anche le qualità buone e cattive sono estremamente più evolute. Come tutti gli animali l'uomo è parte della natura, che come dice Calzini , non è una mamma buona. La Natura ha un unico scopo, la conservazione di tutte le specie viventi che se seguono la legge di conservazione sopravvivono, se no si estinguono. Il concetto di base della Natura è quindi mors tua vita mea , e non volemoci bene. E la Natura difende se stessa in tutti i suoi regni,animale, vegetale, minerale. Quando l'uomo minaccia il regno minerale cementando anche nel regno minerale scatta la difesa con cataclismi.
L'uomo nella sua evoluzione ha esasperato la bontà e la cattiveria, ma non si può dire che la crudeltà sia sua prerogativa. Un gatto che uccide un topo non lo fa recidendogli la giugulare, ma giocandoci più a lungo che può . Un insetto che depone le sue uova nel corpo di un altro animale condannandolo ad essere divorato vivo pian piano, come lo chiamate se non comportamento crudele?
Deprecare quindi il comportamento sadico del singolo cretino è un conto, ma prendersela con l'intera specie umana credendo sia superiore in crudeltà a tutte le altre specie senza tenere conto che anche lei fa parte di un tutto unico la Natura è sbagliato.






0 
 Profilo
didi45

Registrato dal: 25-09-2011
| Messaggi : 5461
  Post Inserito 24-10-2014 alle ore 16:28   
Lillina la linea di confine ,parlando in generale , non è così semplice e sicura.
Cos'è il bene e cos'è il male? Dipende .
Dipende dal luogo dove sei cresciuto e dall'educazione che hai ricevuto. In parte credo anche dalla componente caratteriale di base.
Dipende dall'epoca in cui vivi e dalla cultura del popolo a cui appartieni. Dalle credenze che ti sono state inculcate.
Ad esempio gli spartani non si sentivano crudeli nel gettare i figli dalla rupe tarpea.
Ne i romani nel vedere uccidere il gladiatore perdente.
Ne noi nel veder spezzare una gamba in un incontro di calcio, o veder massacrare un pugile di botte. C'è violenza ma la sopportiamo perché è sport.
Ne offrire in sacrificio un agnello o ucciderlo in modo barbaro. Religione è.
E da sempre la guerra? coi due contendenti che pregano lo stesso Dio per avere concessa la vittoria. Ricordo che già da bambina lo trovavo ridicolo.
Semplice difesa del proprio territorio, dei propri beni, della propria popolazione, spirito di conservazione naturale che sempre è insito in ogni specie umana e non.
Per non parlare dei recenti atti terroristici fatti in nome di Allah per guadagnarsi il nirvana

Quale è quindi la linea di demarcazione? Non bastano poche righe per discutere questi pensieri ,difficili oltretutto da esprimere.


1 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 | 3 | 4 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.157 Secondi