home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Rimedi naturali  >>  intolleranze alimentari e sistema immunitario - Discussione n 86976 - PermaLink
   intolleranze alimentari e sistema immunitario

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 12 )
monika71

Registrato dal: 23-06-2013
| Messaggi : 867
  Post Inserito 18-06-2014 alle ore 18:22   
Ciao a tutti,
scrivo nella speranza di avere un pò di chiarezza. Vorrei capire quanto centra una qualche disfunzione nel sistema immunitario nelle intolleranze alimentari del gatto, visto che secondo me sono cosa ben differenti dalle intolleranze in ambito umano.
Uno dei miei gatti che ha questo maledetto problema ha fatto decine di volte le analisi del sangue complete (almeno credo) per altri problemi di salute oltre questo, ma non è mai emerso nulla, anzi tendenzialmente i globuli bianchi sono appena al di sopra dell'intervallo minimo di riferimento e in alcune occasioni i neutrofili segmentati sono risultati un pò bassi. Eosinofili sempre normali.

Non dovrebbe essere il contrario, e cioè alti, nelle allergie/intolleranze?

Il fatto è che anche vari veterinari mi hanno riferito cose diverse e prescritto terapie contrastanti. Uno di questi mi disse qualche anno fa che le intolleranze nel gatto sono dovute alle difese immunitarie basse, prescrisse alopet 02 e altre cose per rinfonzarle e dopo 2 settimane il gatto si è sensibilizzato alle proteine del manzo, può essere una coincidenza, ma il dubbio ce l'ho perchè in genere ci mette un anno/un anno e mezzo a sensibilizzarsi ad una proteina.
Premetto che ancora non siamo arrivati alla frutta, ma visto che non ci mette moltissimo a sensibilizzarsi, il problema me lo pongo e soprattutto mi domando da dove parte il problema.
L'attuale vet mi prospetta gli immunosoppressori quando si sarà sensibilizzato a tutto.
Ma mi chiedo, non è pericoloso dare un farmaco che abbassa le difese immunitarie in un gatto che tendenzialmente ce le ha basse o al minimo?
E poi bisogna rinforzarle o abbassarle?
Qualcuno ha esperienze simili?
O qualche vet mi può dare qualche suggerimento per aiutare a capire?
C'è qualche esame da fare per capire di cosa si tratta? Grazie in anticipo


0 
 Profilo
misssmith
| CV STAFF

Registrato dal: 16-05-2008
| Messaggi : 22544
  Post Inserito 18-06-2014 alle ore 21:31   
Monika, se sei d'accordo ti sposterei nella sezione vet risponde, mi pare complessa come domanda...


0 
 Profilo
titomimilola

Registrato dal: 11-09-2010
| Messaggi : 1189
  Post Inserito 19-06-2014 alle ore 15:48   
x carità gli immunosoppressori te li scosiglio vivamente, provati su una mia gatta disastro totale quasi ci lasciava le penne
sono andata dal vet omeopata x il sistema immunitario indebolito e sono riscita a guarire la gatta
oltre ai prodotti omeopatici la dieta alimentare è stata fondamentele
no crocche
merluzzo fresco con verdure e farro
agnello con verdure e riso (questo io non l'ho mai cucinato)
vari tipi di formaggio 2 volte la settimana
1 uovo 1 volta alla settimana eccc..


0 
 Profilo
monika71

Registrato dal: 23-06-2013
| Messaggi : 867
  Post Inserito 19-06-2014 alle ore 16:29   
Scusate se rispondo solo ora...

Grazie Miss, sì è una domanda complessa, ma qualche giorno fa la commessa di un negozio di mangimi per animali parlandoci mi ha detto che la cura esiste per questo problema, ma il farmaco è molto pericoloso (un potente immunosoppressore di cui non ricordo il nome) e al suo cane aveva talmente abbassato le difese immunitarie che è subentrata un infezione molto grave ed è morto, quindi la prospettiva fatta dalla mia attuale vet mi preoccupa un pò e inoltre visto che altro vet mi ha detto cose opposte, non so più che pensare...

titomimilola, anche a me la cosa mi preoccupa, magari potessi risolvere con la dieta naturale, ho provato anche con gli omogenizzati, ma il problema è che il mio gatto se non tollera la scatoletta al gusto pollo, purtroppo non tollera neanche il pollo uso umano. Lui per ora si è sensibilizzato al pollo, tonno, merluzzo e manzo/vitello, sia in forma mangime, che naturale ora mangia tacchino da qualche mese, quando non lo tollererà più rimarranno maiale e coniglio poi o mi butto sul pesce (trota, orata, alici, ecc) ma lui scricchiola con i reni, o trovo il modo di farlo guarire, per questo vorrei capire quale è il problema


0 
 Profilo
monika71

Registrato dal: 23-06-2013
| Messaggi : 867
  Post Inserito 19-06-2014 alle ore 16:48   
titomimilola, mi ero dimenticata anche i latticini non tollera, ma penso che l'uovo non gli dia problemi, non so se gli piace però!!
Ma per curiosità, nella tua gatta il problema era immunitario? E di che tipo? Che analisi o esami avete fatto e come erano i risultati?






19-06-2014 alle ore 15:48, titomimilola wrote:
x carità gli immunosoppressori te li scosiglio vivamente, provati su una mia gatta disastro totale quasi ci lasciava le penne
sono andata dal vet omeopata x il sistema immunitario indebolito e sono riscita a guarire la gatta
oltre ai prodotti omeopatici la dieta alimentare è stata fondamentele
no crocche
merluzzo fresco con verdure e farro
agnello con verdure e riso (questo io non l'ho mai cucinato)
vari tipi di formaggio 2 volte la settimana
1 uovo 1 volta alla settimana eccc..




0 
 Profilo
titomimilola

Registrato dal: 11-09-2010
| Messaggi : 1189
  Post Inserito 20-06-2014 alle ore 09:32   
guarda monika tutto è successo nel febbraio di 2 anni fa, la gatta aveva preso il raffreddore e visto che non le passava portata dal vet e antibiotico, sembrava guarita e da li poco tempo ancora raffreddore con febbre e ancora antibiotico e mucolitico, guarita e poi ancora ricaduta esami sangue tutto negativo e ancora antibiotico e poi x finire in bellezza immunosoppressori
mai avessi fatto una cosa del genere, la gatta stava malissimo con febbre bronchite e raffreddore e quindi sono andata alla ricerca della medicina alternativa da un vet omeopata che ha fatto alla gatta una visita tutta particolare, non so dirti cosa, è stata una visita lunga e poi alla fine mi ha detto che il sistema imm. della mia gatta era debole e bisognava rinforzarlo in primis con un l'alimentazione sana anche perchè , testuali parole, le medicine omeopatiche non funzionano con il cibo industriale,
ordinato dieta e cura, con tanta pazienza e dopo tanto tempo abbiamo risolto il probelma


0 
 Profilo
monika71

Registrato dal: 23-06-2013
| Messaggi : 867
  Post Inserito 20-06-2014 alle ore 20:41   
Grazie, certo, interessante, però mi sembra di capire che la tua gatta non aveva sintomi di allergie, ma sintomi simili a una bronchite, il che spiegherebbe perchè aumentando le difese immunitarie si è ripresa.
Invece quello che non mi è chiaro è se nelle allergie del gatto è implicato il sistema immunitario o no e se i problemi derivano da difese immunitarie iperattive o ipoattive, anche se vedo che pure nel web risposte non ne trovo


0 
 Profilo
titomimilola

Registrato dal: 11-09-2010
| Messaggi : 1189
  Post Inserito 21-06-2014 alle ore 17:14   
penso che quando uno è sensibile o allergico lo sia un po x tutto..
quando l'omeopata mi ha dato la dieta con il pesce io x variare ho preso del salmone che alla mia gatta piaceva, un giorno poi mi accorgo che ha il labbro superiore gonfio, vado subito in ambulatorio e il vet mi chiede cosa ho dato da mangiare e gli dico salmone, lui sbattendo la testa mi dice che il salmone è un pesce d'allevamento e quindo allevato con mangimi che possono procurare allergie e andava bene solo x la mia gatta pesce pescato..


0 
 Profilo
monika71

Registrato dal: 23-06-2013
| Messaggi : 867
  Post Inserito 22-06-2014 alle ore 16:26   
Già il problema è poter essere sicuri anche che il pesce sia veramente pescato. Quel che ti posso dire è che nei primi 2 anni i miei gatti mangiavano umido almo nature e se vai nel sito c'è scritto che è tonno pescato o carne non derivante dall'allevamento intensivo, eppure il mio gatto si è sensibilizzato anche a quello. Non so che pensare, recentemente ho letto che il problema potrebbe nascere dalla carenza di enzimi necessari a digerire e scindere le proteine che per questo entrano nel circolo sanguigno intere, vengono identificate come "estranee" e da qui parte la reazione. E altra cosa interessante è che solo il neonato è in grado di assorbire le proteine intere, e questo per esempio spiegherebbe perchè nel mio micio le intolleranze sono iniziate intorno ai 6/7 mesi. Ma sono ipotesi, da quello che ho capito non c'è modo di scoprire se è così. Inoltre il mio gatto è riuscito a sensibilizzarsi anche a hill's z/d che sono proteine idrolizzate...
Ma la tua gatta poi è guarita del tutto?


0 
 Profilo
titomimilola

Registrato dal: 11-09-2010
| Messaggi : 1189
  Post Inserito 23-06-2014 alle ore 15:03   
sisi la gatta sta bene non ha avuto + sintomi è ingrassata, è solo rimansta la "rottura" di preparare il cibo fresco


0 
 Profilo
( | 2 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.162 Secondi