home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  Gatto diabetico, con neuropatia. Non trovo un veterinario convincente...- analisi p. 2 - Discussione n 82111 - PermaLink
   Gatto diabetico, con neuropatia. Non trovo un veterinario convincente...- analisi p. 2

( 1 | 2 | 3 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 3 di 3
iPippi

Registrato dal: 05-08-2013
| Messaggi : 29
  Post Inserito 16-08-2013 alle ore 02:49   
Grazie Vlad, apprezzo molto le tue indicazioni ma, come ti ho detto nel messaggio personale, non le ho potute leggere per via del regolamento del forum. Se ti và potresti inviarmi i dati tramite un messaggio privato così ché possa provare ad usarli.
Grazie ancora Vlad, sinceri auguri per il tuo amico, che stia bene.
iPippi


0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 16-08-2013 alle ore 17:53   
Ok, ottimo, antiinfiammatorio ed antibiotico sono sicuramente la miglior cura, quanto meno sintomatica, per Pippo, hai fatto bene a farlo subito visitare, ciao!


0 
 Profilo
iPippi

Registrato dal: 05-08-2013
| Messaggi : 29
  Post Inserito 18-08-2013 alle ore 18:58   
Sono tre giorni che faccio antinfiammatorio (o,6 ml/die) e antibiotico (1,2 ml/die). La bocca di Pippo sembra migliorare nonostante continui a scuotere la testa, ma con meno frequenza, e a fare uscire dalla bocca un liquido molto fluido, trasparente; dalla consistenza, sembrerebbe più un eccessiva salivazione che il liquido tipico di una infezione.
La glicemia però sembra essersi ancora "squilibrata": con la solita somministrazione di una unità, il valore non rimane basso per le 24 e più ore, come succedeva prima.
Inoltre ho notato alcuni episodi di minzione insicura; va nella vaschetta, si mette in posizione ma poi ci rinuncia, per poi ritornare dopo poco.
Entrambe le anomalie sono comparse contemporaneamente con con la somministrazione dell'antinfiammatorio e antibiotico. Ovviamente sono certo solo del fatto che i sintomi sono comparsi nello stesso tempo, mentre volevo chiedere se è possibile una relazione tra le cose, cioè che i farmaci che sto somministrando, influiscono sull'insulina e sul sistema urinario?
C'è qualcuno con esperienza analoga?
Saluti
iPippi


0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 19-08-2013 alle ore 11:31   
I gatti diabetici soffrono spesso di cistite, ma anche in quel caso la terapia è antibiotico e antiinfiammatorio, comunque prendi l'urina e fai eseguire un esame delle urine completo.

Per la glicemia il collegamento può essere non con i farmaci, ma con un'eventuale sintomatologia dolorosa orale che può comportare aumento dei valori e ci vuole un po' per ristabilire il giusto equilibrio.

Comunque una unità di Lantus una volta al giorno in un gatto diabetico da 4 anni (mi sembra sia questa la dose di Pippo) mi sembra un dosaggio davvero molto, molto basso, consiglio di eseguire una curva glicemica, la determinazione delle fruttosamine (se questo dosaggio lo fa da almeno 2-3 settimane, altrimenti aspetta) e decidere come modificare eventualmente la dose, potrebbero ad esempio volerci 2 somministrazioni, ma ogni variazione deve essere stabilita dal vet dopo curva e fruttosamine!


0 
 Profilo
iPippi

Registrato dal: 05-08-2013
| Messaggi : 29
  Post Inserito 19-08-2013 alle ore 15:22   
Grazie Doc, per la glicemia pensavo di aspettare che tornasse il Vet.
Sono preoccupato per la minzione per cui farò le analisi senza aspettare.
Riguardo al dosaggio dell'insulina, la dose di una unità era stata stabilita dalla valutazione della curva glicemica. Avevamo cominciato con una unità per poi passare a due dopo due settimane di controlli. Dopo qualche settimana ho dovuto abbassare ad una unità (di mia iniziativa, il Vet era in ferie) perchè aveva avuto un episodio di crisi ipoglicemica nonostante non vi fosse stato nulla di diverso nelle abitudini.
E' questa la mia disperazione, sembra che le condizioni cambiano in continuazione.
C'è da dire che in due giorni è scomparsa la sua famiglia, con la quale ha vissuto in simbiosi per 15 anni. Se penso cosa sto vivendo io, per la loro scomparsa... non posso immaginare cosa stia vivendo Pippo... è straziante! Potrebbe essere questa condizione a tenere tutto così incostante? Ho paura che sia necessario altro, in aggiunta alla cura insulinica, antinfiammatoria e antibiotica. Ho paura che si lasci morire! Esiste la depressione nei gatti, intesa come alterazione biologica curabile con i farmaci, come nel caso degli umani?
Mi scuso se continuo a fare domande ma mi trovo in una situazione che sto facendo fatica a gestire. Non mi sento supportato dal mio Vet perché, anziché dare indicazioni chiare, complete, magari convincenti, devo essere io ad inseguirlo chiedendogli cosa fare per questo o per quello, a fare deduzioni sulle quali discutere, a cercare soluzioni... Tutto questo mentre cerco di rendere dignitoso il mio di dolore.
Ringrazio ancora.
iPippi

Era la famiglia al completo:




1 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 22-08-2013 alle ore 12:11   
Difficile esprimere un giudizio, certo i gatti si rendono conto quando viene a mancare qualche componente della famiglia, felino od umano che sia, ma normalmente nella mia esperienza dopo un periodo riescono a ritrovare bene un loro equilibrio.
Che dire? Se davvero pensi che Pippo soffra per la perdita degli altri 2 gatti ti consiglio di sentire un medico comportamentalista, solo lui, esperto del settore può darti delle risposte.

Per il diabete è necessario una curva glicemica anche ogni 3-4 settimane (sempre con le fruttosamine) per riuscire a trovare la giusta dose, parli di episodio ipoglicemico, quindi immagino tu abbia valutato la glicemia, quant'era? Hai fatto l'esame delle urine?

Ti consiglio comunque di usare al momento il Feliway che rilasciando feromoni dona un senso di serenità al gatto e se li gradisce di usare integratori alimentari che supportano il sistema immunitario in caso ad esempio di sindrome eosinofilica (Redonyl efa caps ad esempio).

Per il resto posso dirti che comprendo il tuo dolore, ma devi cercare di accettare tu per primo la morte dei tuoi gatti che mi sembra di capire che anche se avvenuta in modo improvviso e repentino, li ha colpiti in età avanzata, forse Pippo più che la mancanza dei suo compagni accusa la tua tristezza, lo so che li vorremmo sempre con noi, ma fa tutto parte della vita e della natura, fatti coraggio anche per Pippo, con lui non ti è permesso fingere.


0 
 Profilo
iPippi

Registrato dal: 05-08-2013
| Messaggi : 29
  Post Inserito 26-08-2013 alle ore 15:43   
Grazie Doc, in effetti non credo di stare meglio di Pippo...
Grazie a tutti.


0 
 Profilo
iPippi

Registrato dal: 05-08-2013
| Messaggi : 29
  Post Inserito 27-08-2013 alle ore 03:47   


22-08-2013 alle ore 12:11, Cenerevet wrote:
... Che dire? Se davvero pensi che Pippo soffra per la perdita degli altri 2 gatti ti consiglio di sentire un medico comportamentalista, solo lui, esperto del settore può darti delle risposte...

- Credo che sarà difficile identificare un esperto di questo genere...




...Per il diabete è necessario una curva glicemica anche ogni 3-4 settimane (sempre con le fruttosamine) per riuscire a trovare la giusta dose, parli di episodio ipoglicemico, quindi immagino tu abbia valutato la glicemia, quant'era? Hai fatto l'esame delle urine?

- Per la valutazione della glicemia uso, come accennato, l'accuchek, sia per il sangue (in nano) sia per le urine (strisce keto-diabur-test-5000).
Ma credo che ora andrà ripetuta la curva perchè ancora non ci capisco più: a volte la somministrazione sembra durare 26/28/30 ore, altre nemmeno 12 ore.
E ogni volta che faccio la curva dal Vet, partono circa 150 euro...
Sembra che volere il bene degli animali sia cosa da ricchi... Mannaggia all'Italia!




...Ti consiglio comunque di usare al momento il Feliway che rilasciando feromoni dona un senso di serenità al gatto e se li gradisce di usare integratori alimentari che supportano il sistema immunitario in caso ad esempio di sindrome eosinofilica (Redonyl efa caps ad esempio)...

- Ho a casa RossoVet Carnitina e Stimulfos integratori, tutto in iniezione (non riuscirei a dargli nulla per bocca). Pensa che possa servire o compro Rodonyl, punto e basta?

Grazie per ogni volta che interviene Doc, lo trovo prezioso e confortante.
Buon lavoro

iPippi


0 
 Profilo
iPippi

Registrato dal: 05-08-2013
| Messaggi : 29
  Post Inserito 27-08-2013 alle ore 08:09   
Volevo postare la foto di padre e figlio, 2Pippi...




0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 27-08-2013 alle ore 08:44   
Per il medico comportamentalista prova a cercare.

150 euro per la curva glicemica e basta effettivamente non è uno scherzo, ma forse ci saranno anche gli esami del sangue...

Stimulfos è un complesso vitaminico del gruppo B, aiuta molto il fegato e gli stati dismetabolici, Rosso Vet Carnitina è un integratore sempre per il fegato, ma anche per muscolo, cuore e stati tossici, il Redonyl sarebbe un'altra cosa ancora, perché contiene acidi grassi che possono aiutare il sistema immunitario e la reattività cutanea, alcuni gatti lo trovano gustosissimo, altri lo schifano, certo lo puoi dare solo se il tuo gatto lo trova gradito e visto il costo ti consiglio di sentire se il tuo vet ha qualche campione gratuito.


0 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 | 3 )


Generazione pagina: 1.092 Secondi