home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  Aiuto probabile Fip in gattina di 7 mesi - Discussione n 81169 - PermaLink
   Aiuto probabile Fip in gattina di 7 mesi

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 17 )
Ale79

Registrato dal: 01-06-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 17:27   
Buongiorno a tutti, sono Alessandra ,nuova utente e imbranata con i forum 😬, ma piuttosto disperata😭😭 per la mia gattina di 7
Mesi a cui ,dalle ultime visite ,è stata diagnosticata la Fip , cercherò di raccontarvi in sintesi la mia storia nella speranza possiate darmi consigli e appoggio morale e poi vorrei che qualcuno con esperienza ,mi consigliasse altri esami per indagare sui sintomi della mia gattina perche i veterinari sono arenati sulla Fip e non cercano altro...😡 La gattina razza sacro di Birmania è stata presa a gennaio 2013in un allevamento certificato e già sterilizzata all'età di tre
Mesi ,manifesta i sintomi di uveite a un solo occhio il 25 febbraio 2013 , trattata e stabilizzata con visumidriatic, flogostyl e Doricum , viene fatto emocromo , elettroforesi che sono in rialzo e snap Fiv e Felv negativo,
nessun altro sintomo. Ad aprile ,persistendo l'uveite si tenta cura cortisonica via orale,
Deltacortene 4mg ,metà due volte al giorno, la gattina smette di mangiare, diventa apatica , si riduce gradualmente il cortisone ,ma il sabato di Pasqua viene ricoverata in una clinica perché aveva 44 di febbre , con idratazione , cura antibiotica e alimentazione forzata migliora e dopo due settimane viene dimessa con sospetto intossicazione cortisonica ,ma a casa non mangia, mi dicono di imboccarla fino a che non mangia da sola ,così faccio per un mese ,poi inizia ad alimentarsi e dopo due settimane di autonomia ,sono di nuovo al punto di partenza non mangia...! Si rifanno gli esami ,proteine totali in rialzo e elettroferesi , in particolare le gamma dal valore di 29 a marzo sono passate a 36 , da un eco risultano tre linfonodi a livello del l'intestino , ora sta prendendo baytril e metacam , mangiucchia e io integrò con vitamine Vmp pasta ,immunovet e alimentazione forzata hill's ad , si mantiene curiosa e vivace , trema dopo aver mangiato e a volte durante l'arco della giornata !! Da circa 5 giorni è sotto cortisone, novosterolo iniettabile,dopo un iniziale ripresa dell'appetito, ora la vedo piu assonata e meno interessata al cibo...Non so se sono stata chiara , lo spero .Grazie mille. Baci

0



0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 17:36   
Ciao, nn sono un vet e quindi non posso aiutarti piu' di tanto..spero ti rispondano presto i veterinari competenti..
La situazione mi pare parecchio complessa... che esami son stati fatti in tutto..e puoi postare i risultati se ne hai??
E' stata vista da qualche specialista??



0 
 Profilo
Ale79

Registrato dal: 01-06-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 19:28   
Allora i primi esami fatti a marzo , all'età di 5 mesi, ,mostravano valori fuori range l'urea 82, proteine totali 8,1, fosforo 9,7, fosfatasi alcalina 194, leucociti 20,6 e monociti 1,89, gamma 29,9, snap Fiv e Felv negativo, Toxoplasma gondii negativo, durante la degenza di due settimane in una clinica , titolare è la veterinaria dell'allevamento ed io ho dovuto ricorrere a lei perchè la mia veterinaria durante le festività pasquali non era aperta, comunque durante la degenza le proteine totali sono scese a 6,6 ed è stata dimessa con nessun sospetto di Fip , la ricaduta di queste settimane e la rivalutazione clinica è stata fatta dalla stessa veterinaria che ha fatto fare i primi esami e che ha sempre sospettato Fip per la presenza di uveite, comunque gli esami di maggio mostrano valori sballati delle proteine totali 8,4, fosfatasi alcalina 98, gamma% 36,6, è stato fatto l'esame per acidi biliari in quanto la gattina tremava dopo i pasti ma è risultato negativo, ho chiesto di fare emobartonella e parvovirus mi è stato rifiutato perché per la veterinaria non ha sintomi compatibili! La gattina per uveite è stata seguita da una Vetooculista che dagli ultimi controlli ritiene che l'infiammazione si sia ridotta , rimarrà cronica ma la vista è integra e anche l'iride è tornata luminosa e del suo bel colore azzurro! Non ho fatto altre visite specialistiche! Il quadro è complesso lo so bene ed io sono mesi che mi documento , ma non sono un veterinario ed ho davvero bisogno di un aiuto specialistico..,ma anche del vostro sostegno , ce la voglio mettere tutta per aiutare la mia dolce gattina...!


0 
 Profilo
Ale79

Registrato dal: 01-06-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 21:51   
Dimenticavo in questi tre mesi la gattina
ha avuto ed ha un comportamento strano , lecca i muri, i pavimenti e i sassolini della lettiera, che ho cambiato per evitare che le ostruissero il colon...In questi giorni noto che ha le
Mucose pallide, ma dall'emocromo non risulta anemia...😗😗
Grazie Acchiappacoda😸😺


0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 22:11   
il fatto che lecchi i muri pavimento e mangi sabbia non e' per niente normale..
Questo da quello che so..dovrebbe indicare una forte anemia e/o carenza di sali minerali...ma se riferisci che non e' stata rilevata anemia... mi sembra molto strano..
I vet sono a conoscenza quindi di questo comportamento..e che hanno detto??
Son state ripetute le analisi?? e quando??
Adesso dico una sciocchezza magari..e' stata vista da un neurologo??



0 
 Profilo
Ale79

Registrato dal: 01-06-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 22:30   
Anche a me non lascia tranquilla questo strano comportamento, perdura da tre mesi , nonostante io utilizzo stimulfos , Vmp pasta , quindi domani richiedo analisi specifiche per indagare la presenza di anemia e se non le fanno vado da un altro veterinario! Le analisi risalgono a due settimane fa , quindi sono recenti!! Come mai pensi a un neurologo? Non so, niente è assurdo , anzi ogni idea o ipotesi è ben accetta😉!!


0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 22:35   
Mi hanno colpito i tremori quando mangia e anche nel corso della giornata che a volte capitano..magari non c'entra nulla..ma visto che mi pare si brancoli nel buio...in questa vicenda...non so...se ci possa essere una correlazione...


0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 03-06-2013 alle ore 10:35   
Buongiorno Ale79,
effettivamente la situazione della tua gattina (se non ti dispiace ti do del tu, presupponendo che 79 sia il tuo anno di nascita...) è complessa e attraverso un forum è difficile poter esprimere un parere medico, comunque cercherò di aiutarti per quanto mi è possibile.

La prima cosa che mi sento di domandarti è: ma ti fidi della veterinaria che la ha in cura? Ritengo che la prima arma a nostra disposizione nella cura degli animali è un rapporto di fiducia tra medico e proprietario, se per qualunque motivo questo rapporto non c'è secondo me la cosa migliore è cercare un altro vet. Questo te lo dico come preambolo, non perché penso che tu lo debba fare, assolutamente, ma solo perché la considero sempre la base necessaria per poter costruire un percorso diagnostico e terapeutico insieme. La gatta è in cura dalla vet dell'allevamento o dopo il periodo delle festività pasquali è tornata dalla tua vet di fiducia?

Detto questo, mi sembra di capire che la vet ha un forte sospetto di FIP... la FIP esiste, come avrai letto, in 2 forme, l'essudativa e la così detta forma secca. Immagino che sia sospettata la seconda forma, quella anche più difficile da diagnosticare, infatti non parli mai di versamenti e anche l'andamento lo lascia pensare...
Ineffetti la forma secca, o cronica, ha una sintomatologia molto complessa e variegata in base alla localizzazione di piogranulomi che si vengono a creare a causa del danno vascolare indotto dal virus. Diversi sintomi da te riportati rientrano nella sintomatologia: uveite, alterazioni neurologiche (tremori, il mangiare cose non commestibili ossia la pica), aumento di volume dei linfonodi, anoressia, perdita di peso, letargia, febbre...
Probabilmente la diagnosi è stata emessa anche perché forse, ma è solo una mia ipotesi, la vet dell'allevamento ha già visto la FIP tra i "suoi" gatti , hai mai provato a chiedere se è l'unico caso?
Purtroppo per la forma secca non esistono esami diagnostici che possono darci la certezza, la diagnosi rimane presuntiva, anche gli esami di laboratorio sono suggestivi di FIP... quello che si può fare, e non so se sia stato fatto, è la ricerca degli anticorpi, tenendo presente che un soggetto sano può avere comunque gli anticorpi alti, ma certo se li troviamo alti in un soggetto la cui sintomatologia è riconducibile a FIP è una prova in più...e la valutazione della AGP che è una proteina che in corso di peritonite aumenta molto.

Tutto questo per dire che purtroppo credo che l'ipotesi diagnostica emessa sia abbastanza probabile, ripeto anche supportata da dati epidemiologici che la vet in questione può possedere.
A parte i 2 esami che ti ho riportato, che non so se li hai già fatti, mi sembra che sia stato fatto tutto.
Per quanto riguarda il trattamento, immagino che ti sia stato spiegato che la terapia non è in grado di portare a guarigione. Ti è stato proposto l'interferone felino?
Essendo una malattia immunomediata dovrà fare, come sta facendo il cortisone.

In conclusione, quello che ti consiglio è:
1) costruire un rapporto di fiducia con il tuo vet, se non ti fidi per qualche motivo, è tuo diritto chiedere un altro parere.
2) cercare il più possibile di avere prove dell'eventuale FIP (ricerca anticorpale/ AGP)
3) interferone felino
4) continuare terapia che ti è stata prescritta con cortisone

Spero di esserti stata d'aiuto e di non essere stata troppo "tecnica", in bocca al lupo, facci sapere.


0 
 Profilo
Ale79

Registrato dal: 01-06-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 03-06-2013 alle ore 12:24   
Grazie la tua risposta è chiara e dettagliata, non credo il problema sia il veterinario ma la mia resistenza ad accettare la Fip , in quanto malattia mortale, probabilmente per mia tranquillità ho necessità di sentire un altro parere. La veterinaria che la sta seguendo, che non è dell'allevamento, è sempre stata propensa a vedere la Fip, ancora prima che manifestasse i sintomi più compatibili con la diagnosi... . L'allevatrice con cui ho un buon rapporto , è sempre stata disponibile e addirittura me l'ha ritirata per portarla nella clinica dove si appoggia lei perchè io ero in panne durante le festività pasquali e non sapevo a chi appoggiarmi , lei ha avuto dei casi con sospetta Fip, trattati anche con Interferone ,rientrati e tutt'ora vivono, lei non esclude Fip, ma dalla sua esperienza ritiene che con Fip in corso un gatto non resista tre mesi...La gattina ora ha ripreso appetito, non trema e non ha febbre. Ti chiedo un parere ma è possibile una ripresa dopo 10 giorni di baytril, 6 giorni di novosterolo a 0,02 ml anche in corso di Fip? Grazie, vi terrò aggiornati


0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 03-06-2013 alle ore 14:22   
Ciao Alessandra, anch'io credo che tu più che altro abbia difficoltà ad accettare l'idea della peritonite infettiva ed è più che comprensibile.

Quello che sinceramente penso è che, indipendentemente da ogni altra considerazione, l'importante è che la gattina risponda alla terapia, FIP o non FIP...

In questi casi è molto difficile emettere una prognosi esatta in termini di tempo, quello che posso dirti è che sì è possibile che migliori con la terapia che sta facendo anche se fosse FIP.
Con opportuna terapia in alcuni casi la sopravvivenza può essere anche di diversi mesi con una buona qualità della vita. Nella mia esperienza è la forma essudativa che porta ad un epilogo rapido, nella forma secca i risultati possono essere incoraggianti.

Ti consiglio comunque di sentire la tua vet per decidere la somministrazione dell'interferone felino.
Tienici aggiornati.


0 
 Profilo
( | 2 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.157 Secondi