home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il comportamento del gatto  >>   Impossibile convivenza tra 2 gatti dopo cambio radicale di vita - Discussione n 81139 - PermaLink
    Impossibile convivenza tra 2 gatti dopo cambio radicale di vita

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 12 )
bluecracy

Registrato dal: 31-05-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 31-05-2013 alle ore 10:30   
salve a tutti..vi espongo brevemente il quadro affinche' sia piu' chiaro capire tutto il resto:
abbiamo 2 gatti in casa, un certosino di 5 anni (sterilizzata) e un persiano ipertipico colorpoint di 6 mesi (non castrato). La loro convivenza e' andata bene da dicembre (arrivo del persiano) fino al 27 aprile.
In questa data abbiamo traslocato, e il giorno dopo mio padre e' trapassato ( era ricoverato dal 22). In 2 giorni per la femmina c'e' stato un vero e proprio terremoto, fra il trasloco e la morte del suo "padrone" la gatta e' completamente cambiata. Nella casa in cui abitiamo ora e' impossibile farla convivere con il persiano, lo annusa e lo picchia, ringhia, soffia, graffia. Mi sono informato in giro e mi e' stato consigliato il feliway diffusore, che ho iniziato ad usare da 2 settimane, e ho visto benefici solo x i primi 2-3 giorni. Mi e' stato detto di separarli ma mi e' impossibile causa dimensioni della casa, mi e' stato detto di dare alla gatta un indumento di mio padre ma e' stato inutile..come fare?
vorrei evitare di castrare il piccolo, e' una bellissima razza e vorrei portarla avanti..
grazie mille a tutti quelli che risponderanno


0 
 Profilo
bluecracy

Registrato dal: 31-05-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 01-06-2013 alle ore 10:16   
nessuno?:S


0 
 Profilo
ACCHIAPPACODA

Registrato dal: 17-10-2011
| Messaggi : 1994
  Post Inserito 01-06-2013 alle ore 15:50   
Il problema..indiscutibilmente riguarda la gatta... ha subito un forte trauma..con la perdita del "Suo" punto di riferimento...
Evidentemente prima regnava una situazione di equilibrio con il persiano, venivano rispettati gli spazi e ancor di piu' la sfera affettiva che la riguardava..ora lo vede come un "ospite" poco gradito..e' sostanzialmente gelosa del suo habitat..
Non so se castrandolo le cose si risolverebbero cosi' x magia.. se la gatta e' preda di profonda malinconia..il troppo dolore rende aggressivi..
Non so dire che rapporto c'era prima e quale hai tu con lei e con l'altro..questo lo puoi valutare solo tu..
Secondo me..oltre ai tentativi che hai gia' fatto, devi cercare di trasmettere alla micia..il fatto che non e' stata esiliata..riportarla nuovamente a essere la "prediletta" partecipando alle vicende e fasti della casa, sollecitandola e nello stesso tempo far osservare alla stessa che non esistono differenze di trattamento tra lei e l'altro..(certo questo richiede pazienza e tempo) e non sgridandola o rimproverandola a alta voce se allunga le unghie, ma cercando con fermezza di porre fine alle diatribe interne.. con un colpetto sul capo ad es..e dimostrandole segno di benevolenza e complicita' se si comporta bene..
Ricorda sempre che la terapia gestuale x un gatto e' molto importante..
Se poi vedi che non riesce..prova a chiedere consiglio a un comportamentalista..e valuta l'opzione della sterilizzazione...



0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 02-06-2013 alle ore 10:06   
Buongiorno.
Sicuramente la gatta sta vivendo un periodo molto stressante, la perdita contemporanea del suo padrone e del suo territorio rappresentano quanto di più traumatico possa accadere nella vita di un gatto.

Probabilmente l'altro gatto convivente rappresenta per lei soltanto uno "sfogo".

Certo la possibilità di dividerli, almeno per parte del giorno, non sarebbe male, per poter fare un ri-condizionamento graduale, ma è già stato detto che non è possibile.

Ottimo il Feliway, mi raccomando solo si seguire attentamente le istruzioni riguardo ai m quadrati: un diffusore copre circa 50-70 metri quadrati.
Esiste anche lo spray eventualmente da spruzzare ad esempio dove dorme.

In questo caso particolare mi sento anche di consigliare dei prodotti da somministrare per bocca come ad esempio Anxitane S, prodotto di libera vendita, a base di L-Theanina , sostanza naturale che non da né effetti sedativi né assuefazione, ma molti buoni risultati nella gestione dell'ansia del gatto. Oppure c'è lo Zylkene da 75mg, sempre di libera vendita, a base di alfa caseina (derivato del latte) anch'esso studiato per i disturbi comportamentali su base ansiosa, in questo caso però sono capsule e nella mia esperienza la somministrazione della polvere può essere più indaginosa nel gatto.

Ovviamente importante associare la terapia comportamentale, come anche consigliava Acchiappacoda, cercare il più possibile di rassicurare la gatta, stare con lei il maggior tempo possibile, evitare ogni forma di "punizione" , ma stimolarla il più possibile, con giochi, arricchimenti ambientali ecc...

La situazione è sicuramente delicata, il consulto con un veterinario comportamentalista sarebbe sicuramente la migliore delle soluzioni.

Buona domenica.


0 
 Profilo
bluecracy

Registrato dal: 31-05-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 03-06-2013 alle ore 08:53   
grazie x le risposte, davvero utili e esaurienti.. ma se volessi usare questi farmaci naturali? dovrei associarli al feliway x un tot tempo?
grazie


0 
 Profilo
Cenerevet
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 26-05-2013
| Messaggi : 1163
  Post Inserito 03-06-2013 alle ore 14:36   
Buongiorno,
sia l' Anxitane S che lo Zylkene posso essere associati al Feliway, anzi è caldamente consigliato.

Ovviamente dovrebbe decidere se dare o l'Anxitane S o lo Zylkene, i due prodotti non vanno associati tra di loro.
Tra i due consiglio l'Anxitane S, solo perché lo reputo di più facile somministrazione, si inizia con un periodo minimo di somministrazione di 2 mesi, mezza compressa due volte al giorno, poi si valutano i risultati ottenuti.
Cordiali saluti.


0 
 Profilo
bluecracy

Registrato dal: 31-05-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 04-06-2013 alle ore 22:17   
Anxitane S prenotato..domattina il ritiro..


0 
 Profilo
bluecracy

Registrato dal: 31-05-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 08-06-2013 alle ore 11:07   
eccoci, causa problemi della farmacia l'ho ritirato ieri pomeriggio..stamattina le ho cercare di nascondere mezza compressa tra dei croccantini "Premio" che lei adora, ha accuratamente evitato la pasticchetta :D che si fa?


0 
 Profilo
ernesto16cleo

Registrato dal: 22-03-2011
| Messaggi : 1646
  Post Inserito 08-06-2013 alle ore 14:13   
Aspetta: hai messo una pastiglia tra i crocchini, secchi, senza spezzarla e amalgamarla? Mi sembra abbastanza normale che non l'abbia mangiata!

Usa dell'umido, molto appetibile, sminuzza la pastiglia e riprova! Oppure spezzila e mettila dentro che so, un po' di prosciutto o qualcosa che le piace molto.
Altrimenti cerca di mettergliela direttamente in gola


0 
 Profilo
bluecracy

Registrato dal: 31-05-2013
| Messaggi : 11
  Post Inserito 09-06-2013 alle ore 09:09   
andata :) meta' pastiglia mischiata ai suoi croccantini premio, direttamente dalla mano, :)


0 
 Profilo
( | 2 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.096 Secondi