home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  alimenti per gatti che danno problemi renali? - Discussione n 48501 - PermaLink
   alimenti per gatti che danno problemi renali?

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
AutorePagina: 2 di 2
titi

Registrato dal: 26-02-2007
| Messaggi : 4045
  Post Inserito 03-12-2009 alle ore 09:59   
... il cibo è di ottima qualità... proteico certo, ma erano mici giovani e in crescita... non avrebbero dovuto avere problemi...
te lo dico affettuosamente perché vedo che non te ne fai una ragione... per me, davvero, tu non hai responsabilità di sorta...

per quanto riguarda l'allevatrice (alla quale - immagino - avrai fatto presente), avendo escluso la pdk non puoi dimostrare che il problema sia stato genetico... e d'altra parte nessuno potrebbe né restituirti i tuoi mici, né risarcirti della tua sofferenza...




0 
 Profilo
Cri68

Registrato dal: 02-12-2009
| Messaggi : 9
  Post Inserito 03-12-2009 alle ore 18:09   
grazie
spero solo di non fare errori con i prossimi.... ed è come dici... nulla risarcisce la sofferenza...


0 
 Profilo
ELOISA

Registrato dal: 09-11-2009
| Messaggi : 22
  Post Inserito 10-12-2009 alle ore 14:43   
Ho letto con interesse tutto il dibattito. Mi spiace moltissimo per i tuoi maine. Come vedrai il mio è un caso analogo: l'ho preso a 4 mesi e mezzo e a 6 mesi ha cominciato ad avere cistiti con sangue nelle urine...Adesso perciò ti racconto tutta la storia:la prima veterinaria - non un'idiota, è docente di veterinaria a Pisa - ha attribuito la cosa al cibo. Mi ha detto che i cibi confezionati molto spesso contengono sostanze intossicanti che gli organi di alcuni anim ali, più densibili, non riescono a smaltire (in America alcune multimazionali produttrici di cibo per animali sono state denunciate per questo). Ha guardato su un sito americano e almo è risultato come qualità "appena sufficiente", schezir non c'era neanche. Perciò mi ha fatto sostituire le scatolette con alimentaz casereccia (inutile dire che sono diventata scema!). Gli davo cmq ancora i croccantini (Nature Best)...Dopo 3 cicli di antibiotici, il micetto continua ad avere sangue nelle urine. Il marito, vet anche lui, fa ecografia, ma non riesce a fare una diagnosi, nonostante esprima perplessità sul rene sn, che gli sembra particolarm brutto.
Inc***ata nera e molto preoccupata, ovviam, prendo il micetto e lo porto a Torino, dal vet di fiducia di mia cugina (un genio, secondo lei), il quale, senza neanche guardare analisi urine-sangue e ecografia, dice con sicurezza: "Questo gatto ha un problema di metabolismo, per cui non acidifica a sufficienza. Perciò, si rassegni, dovrà dargli tutta la vita "Urinary" . crochette e umido- e lo Stien, che è appunto un acidificante. E poi lo deve castrare...è possibile che così il metabolismo vada a posto e il problema rientri...
Allora con molta tristezza, (perché il mio miciotto è bellissimo e qlc cucciolotto suo l'avrei visto volentieri!), ho acconsentito alla castrazione. Poi ho cominciato con lo Stien e l'urinary...anche se con 1 po' di perplessità, perché il Ph era 6 e mi sembrava giusto...
Dopo 1 mese xo', dovendo rifare analisi urine, e per niente tranquilla sulla diagnosi del vet di To, ho iniziato a cercare altro vet a Mi, e ho trovato quella che mi segue attualmente e che a volte usa anche l'omeopatia. Le analisi dell'urina non erano belle, aveva ancora emazie, ma il Ph continuava a essere 6...Perciò la vet sospende lo Stien e inizia protocollo omeopatico e mi dice di togliere il secco: secondo la sua esperienza, i croccantini, troppo ricchi di silice, risultano per alcuni gatti difficilmente smaltibili e provocano danni ai reni. Dopo 1 mese la cistite passa definitivam, ma la vet x essere sicura fa fare a sua ecografa di fiducia cardioeco. Da qui risulta che Teddy ha 1 rene cistico/policistico, con severa idronefosi. Questa era la vera causa delle cistiti. Per la vet è un fatto genetico. L'allevatrice, informata, fa fare test dna a genitori, ma risultano negativi alla pkd, quindi non è pkd, ma un rene cistico e basta. Purtoppo - mi dicono -, non c'è solo la pkd, esistono altri tipi di cisti, che hanno anche i gatti europei e non si sa siano di origine genetica. La mia vet dice di sì...altri di no...però io tendo a credere che se le hanno dei cuccioli così piccoli, come il tuo e il mio, sia un fatto genetico.
Dubito anche che i maine siano di per sé delicati a livello renale: per ciò che ho letto è una razza forte, che non ha particolari problemi genetici, a parte la cardiomiopatia e la displasia all'anca.
Di problemi renali cmq sono portatori tutti gli incroci coi persiani, (le razze a pelo lungo derivano tutte da lì, ma pensa che i parenti del mio per almeno 5generaz non sono stati incrociati con persiani!), quindi non so se i norvegesi siano immuni...certo, è difficile, ma credimi, lo è anche per i maine. Per quanto riguarda l'alimentazione poi, non credo che possa essere stata la causa della malattia del mio e dei dei tuoi cuccioli: i maine dell'allevatrice del mio micio si nutrono da sempre con almo, schezir e croccantini nature best e non hanno mai avuto problemi renali a quanto mi dice. Evidentemente c'è una particolare delicatezza nei cuccioli che abbiamo trovato noi...e forse è dovuta a un fatto genetico, ma è sicuramente difficile da dimostrare...e cmq non credo che dipenda dalla razza, anche se come dice titi, gli europei sono più "robusti"...Cmq, non essere triste e non avere sensi di colpa...come puoi vedere dalla mia storia, capita...
E poi riprenditi i maine...anzi, fatteli regalare! La mia allevatrice quando ha saputo, per correttezza, voleva regalarmi un altro cucciolo. Io non ho voluto - su consiglio della vet -per non stressare ulteriormente il mio, ma ti confesso che a volte ne sono un po' pentita! Non avere sensi di colpa cmq...sono convinta che tu non ne puoi niente, per questo ti ho scritto tutta la mia storia! ciau, un bacione,
Eloisa.


0 
 Profilo
ELOISA

Registrato dal: 09-11-2009
| Messaggi : 22
  Post Inserito 11-12-2009 alle ore 18:08   
Ciao, ti ho mandato anche un post priv in cui manifesto ulteriori perplessità sulla storia tua e mia...Spero tanto che tu lo legga e mi risponda in qlc modo, così forse si potrebbero chiarire anche a me alcuni dubbi su questa faccenda del rene policistico non pkd!
Mentre aspetto una tua risposta, ti mando un grande abbraccio.
, Eloisa.


0 
 Profilo
Cri68

Registrato dal: 02-12-2009
| Messaggi : 9
  Post Inserito 15-12-2009 alle ore 13:55   
ciao Eloisa. ti ho risposto privatamente. leggo solo ora tutta la storia. evidentemente i nostri cuccioli sono stati molto sfortunati e io propendo per una malformazione congenita. i miei non sanguinavano. avevano altri sintomi. si grattavano, tossivano, erano deboli. la femmina è impazzita perché l'azotemia le ha passato anche la barriera encefalica. il maschio è rimasto cosciente e affettuoso fino all'ultimo, ma non respirava più, aveva smesso di mangiare (piaghe in bocca, è un altro inconveniente dei danni ai reni): ricordati però che i gatti campano anche con un rene solo, e puoi eventualmente valutare di farlo operare. forse starebbe meglio. l'altro rene è sano! ci sono ottime cliniche. la migliore a milano è la clinica san siro. ti abbraccio forte. Cri p.s. sono arrivati il 13 i miei norvegesi, razza non icrociata, più forte. sembrano sanissimi. e affettuosissimi. nulla mi ripagherà del dolore, ma ora ho qualcuno da amare di nuovo (non ho neanche potuto avere figli)


0 
 Profilo
<<<  Indietro  ( | 2 )


Generazione pagina: 0.560 Secondi