home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Varie  >>  Consigli utili per le vacanze - Discussione n 3413 - PermaLink
   Consigli utili per le vacanze

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 17 )
parsifal

Registrato dal: 20-12-2003
| Messaggi : 3122
  Post Inserito 21-06-2006 alle ore 16:43   
E' tempo di iniziare a pensare alle vacanze, molti di noi porteranno con sè i loro pelosi, per non trovarsi in difficoltà ci sono alcune cose che è meglio sapere prima di organizzare la ferie con animali a seguito. Ecco alcuni utili consigli:





CERTIFICATI E VACCINAZIONI

La prima cosa da sapere è se vi recherete in Italia o all'estero.

In Italia esistono alcune Regioni per le quali è necessario essere in regola oltre che per le vaccinazioni comuni anche per la Rabbia che deve essere stata eseguita almeno venti giorni prima e non oltre undici mesi dall'arrivo nel luogo di vacanza (Friuli, Trentino Alto Adige, Sicilia e Sardegna) in queste Regioni le guardie forestali potrebbero chiedervi di esibire il libretto delle vaccinazioni e qualora non fosse stata rispettata la profilassi per la Rabbia il vostro cane potrebbe essere messo in quarantena, oltre ad incorrere in una multa.


All'estero: Dal primo ottobre 2004 cani, gatti e furetti che viaggiano con il proprietario all’estero devono essere accompagnati dal passaporto per gli animali domestici. Il documento ufficiale riporterà i dati anagrafici dell’animale, con gli estremi del tatuaggio o del microchip e la fotografia (facoltativa), nonchè i dati sanitari come la certificazione delle vaccinazioni (rabbia compresa!) delle visite e di altre indicazioni sulla salute dell’animale. Le modalità di rilascio del passaporto variano da regione a regione, quindi è bene informarsi presso il Servizio Veterinario dell’ASL di residenza, di norma il proprietario deve presentarsi all’indirizzo di cui sopra con il proprio animale (è consigliabile verificare se è necessario l'appuntamento), munito di un documento di riconoscimento in corso di validità, del codice fiscale, del certificato di iscrizione all'anagrafe canina e del libretto sanitario attestante le vaccinazioni eseguite. Il veterinario ufficiale identifica l'animale, con lettore di microchip o (soltanto per i cani) verificando il tatuaggio leggibile, compila il passaporto e registra l'atto presso l'anagrafe canina regionale. L’Azienda Usl, certifica il rispetto dei requisiti richiesti dal paese di destinazione. E' in italiano e in inglese.

I requisiti per l'emissione del passaporto:
1. Iscrizione all'anagrafe canina del comune di residenza del proprietario.
2. Per i cani: identificazione a mezzo di microchip (obbligatorio per movimenti verso Regno Unito, Irlanda e Svezia) o tatuaggio leggibile.
Per gatti e furetti: identificazione a mezzo di microchip.
Il passaporto può essere richiesto dal proprietario anche non in occasione del viaggio. Le tariffe possono variare da regione a regione ecco un'esempio della regione Emilia Romagna:
- emissione del passaporto è di € 4,40, più € 1,00 per il costo del libretto. -Se il passaporto viene richiesto poco prima della partenza, il veterinario ufficiale conduce un esame clinico, che deve essere effettuato sull'animale nelle 24 ore precedenti la partenza, trascrive i dati relativi alle vaccinazioni eseguite, ai trattamenti antiparassitari, all'esame clinico nelle apposite pagine del passaporto. Per certificare le vaccinazioni e i trattamenti antiparassitari eseguiti il veterinario ufficiale si avvale delle certificazioni attestanti le vaccinazioni e i trattamenti antiparassitari eseguiti rilasciate dal medico veterinario libero professionista di fiducia del proprietario.
La tariffa per l'esecuzione dell'esame clinico è di € 4,40.
L'emissione del passaporto di norma (a seconda delle Regioni) è riservata ai servizi veterinari, mentre la trascrizione dei dati relativi alle vaccinazioni obbligatorie e facoltative, ai trattamenti antiparassitari, agli esami clinici condotti nelle 24 ore precedenti la partenza può essere effettuata sia dai servizi veterinari che dai medici veterinari liberi professionisti autorizzati.





ULTERIORI ACCORGIMENTI PER PROTEGGERE I NOSTRI PELOSI IN VACANZA:

Indipendentemente dalle vaccinazioni è comunque importante proteggere il cane o il gatto dalla potenziale aggressione di agenti patogeni nuovi presenti in zone geografiche diverse. Si può procedere alla somministrazione di farmaci che impediscono l’attecchimento dell’infezione e all’osservazione di rigorose norme igieniche.

- In Sardegna è molto diffuso l’echinococco, un particolare tipo di tenia. Si può proteggere il cane somministrando soltanto carni cotte e, al ritorno dal soggiorno, è meglio effettuare una visita di controllo e l’esame delle feci.

- In tutto il bacino del Mediterraneo (per l’Italia - zone come Sardegna, Toscana soprattutto Argentario/Maremma Isola d’Elba, Sicilia e altre regioni del sud) il pericolo è rappresentato dal pappatacio, un insetto che può trasmettere la leishmaniosi. In tali zone, è preferibile non far dormire il cane all’aperto durante la notte e proteggerlo con antiparassitari (collare scalibor) e repellenti (tipo autan o specifici per animali) da somministrare più volte soprattutto al mattino/sera e notte.

- Nel nord Italia o comunque in territori umidi e pianeggianti come la Pianura Padana, bisogna proteggere il cane dalla filariosi cardiopolmonare, una malattia diffusa e pericolosa che si può prevenire somministrando al cane specifici farmaci in pastichlie mensili o puntura annuale.


CONSIGLI UTILI PER L'UTILIZZO DI MEZZI DI TRASPORTO PUBBLICI IN COMPAGNIA DEI NOSTRI PELOSI.

E' importante fare una premessa per quello che riguarda i gatti: non fatevi mai intenerire dal loro miagolio e dai loro occhi imploranti libertà, durante i viaggi manteneteli sempre nel loro trasportino con la porticina ben chiusa, o liberateli soltanto se muniti di collarino e guinzaglio (solo se sono abituati). I gatti sono imprevedibili e capaci di guizzare in un secondo, non fidatevi mai, perderli in un luogo a loro sconosciuto può significare di non trovarli mai più o vederli morire sotto ad un auto in corsa!
E ancora, i trasportini devono essere posizionati in una zona aerata, sia che si viaggi in auto o in altri mezzi.La temperatura all'interno del trasportino è maggiore di quella esterna, a meno che non si tratti di trasportini in rete metallica.Quindi è opportuno, per evitare pericolosi colpi di calore, bagnare spesso il gatto con un poco di acqua fresca.I gatti non bevono molto e difficilmente lo fanno in caso di stress quindi bisogna rinfrescarli dall'esterno bagnandoli spesso la testa e il dorso e tenendoli in zone con circolo d'aria.





In AUTO:

Abituate i vostri amici sin da piccoli a viaggiare in auto compiendo inizialmente piccoli spostamenti prima di affrontare un viaggio più lungo ed impegnativo.
E' consigliabile tenere il cane o il gatto a stomaco vuoto, non dimenticatevi di portare una ciotola e una abbondante scorta di acqua.
I gatti possono soffrire il mal d'auto quindi se si affronta un viaggio lungo è consigliabile chiedere al veterinario un rimedio naturale per evitare questo disturbo.
Ai gatti non devono essere somministrati calmanti o sedativi per intontirli durante il viaggio, potrebbere avere pericolosi effetti collaterali.

In Italia l'art. 169 del codice della strada consente di portare liberamente in auto un solo cane purché non costituisca pericolo o intralcio per il conducente dell'auto (quindi deve stare comunque sul sedile posteriore), E' consentito inoltre il trasporto di un numero superiore di animali se questi vengono custoditi nel vano posteriore dell'auto appositamente diviso da una rete o da altro mezzo analogo; oppure tenendo gli animali (se di piccola taglia) negli appositi "contenitori da trasporto". Le violazioni sono punite con una sanzione amministrativa che va € 68,5 a € 275,10 alla quale si aggiunge il decurtamento di 1 punto dalla patente di guida.

Programmate delle soste ogni due ore circa per permettere al vostro cane di “sgranchirsi” le zampe, urinare e abbeverarsi. E’ consigliabile anche, soprattutto per i cani con difficoltà respiratorie (bulldog, boxer, carlini ecc) tenere bagnata la testa ed il muso del cane in modo da abbassare la temperatura corporea. È buona norma applicare ai vetri dell’auto tendine parasole o pellicole oscuranti apposite per evitare la luce diretta del sole. E’ meglio abbassare leggermente il finestrino in modo da far circolare l'aria, ma non permettere al cane di mettere la testa fuori perché un colpo d'aria potrebbe causargli una fastidiosa otite. Cercate di evitare di viaggiare durante le ore più calde della giornata. Evitate di dirigere i getti di aria condizionata direttamente sugli animali.
Per principio, non lasciate MAI animali in auto da soli, anche se i finestrini sono abbassati, basta poco tempo perché la temperatura all'interno raggiunga i 40 gradi all'ombra e i 60 gradi al sole, il colpo di calore è sempre in agguato!

I sintomi più comuni del colpo di calore (ipertermia) sono:affanno, salivazione e perdita dell’orientamento. Nei casi più gravi appare vomito, diarrea, collasso e coma. Le gengive possono assumere una colorazione rossa molto intensa.
Poiché si tratta di un evento che può essere mortale è necessario contattare immediatamente un veterinario, mentre portate il cane o gatto allo studio dovete bagnare con acqua fredda o addirittura immergerlo in acqua fresca, durante il trasporto aprite tutti i finestrini dell’auto.
Il veterinario dovrà eseguire una molteplicità di esami del sangue e delle urine, l’esito dipenderà dalla rapidità di intervento e dalla velocità con cui la sindrome verrà riconosciuta. Poiché colpisce diversi apparati ci vorrà diversi giorni prima di avere una prognosi.


In TRENO:

In Italia è consentito il trasporto in treno di cani purché si seguano una serie di semplici regole legate anche al tipo di treno utilizzato per lo spostamento. Per gli animali di piccole dimensioni , in via generale, il trasporto è gratuito se custoditi in appositi contenitori di dimensioni non superiori a 70x50x30.
Nei treni a scompartimento, i cani di piccola taglia possono viaggiare liberamente accanto a noi, sempre sorvegliati con attenzione e purché i passeggeri dello scompartimento lo consentano, solo in 2a classe, acquistando un biglietto ridotto del 40%.
I cani di grossa taglia, invece, sono ammessi solo se non recano disturbo e sono tenuti al guinzaglio e con museruola, altrimenti, oltre al pagamento del biglietto ridotto, è necessario prenotare l' intero scompartimento.
Nelle vetture letto sono ammessi cani con pagamento di un biglietto di seconda classe ridotto del 40% e di una tassa di disinfestazione.
Sui treni locali, dove le carrozze sono costituite da un unico ambiente, è consentito il trasporto degli animali solo facendo uso delle piattaforme o dei vestiboli delle carrozze. I cani di media e grossa taglia non sono accettati sugli Eurostar per il fatto che lo spazio per il passeggero non è sufficiente per poterlo tenere accanto, su questi possono viaggiare solo solo i cani guida per i ciechi e animali di piccola taglia custoditi negli appositi trasportini 32x32x50 da collocare, durante il viaggio, negli spazi indicati dal personale FS.
Poiché comunque le Ferrovie dello Stato possono apportare modifiche alle condizioni per il trasporto di animali in treno, è consigliabile, prima di mettersi in viaggio, sincerarsi che queste non siano cambiate.

In NAVE:

Grazie alla tolleranza delle compagnie di navigazione, generalmente non è un problema portare i nostri cani a bordo di navi o traghetti destinati a brevi traversate: basta avere a portata di mano il certificato di buona salute.
Su alcune imbarcazioni esistono apposite gabbie o "canili di bordo", dove è obbligatorio rinchiudere il nostro cane se questo è di grossa taglia, in questo caso lasciate a disposizione acqua e un po’ di cibo ed eventualmente un indumento con il vostro odore. Mentre se è di piccola taglia può passeggiare tranquillamente sul ponte, tenuto al guinzaglio e dormire in cabina (prenotata per intero). Alcune compagnie richiedono anche l'uso della museruola.
I gatti debbono viaggiare nel trasportino. Sulle navi da crociera non sono ammessi animali di nessuna taglia e solo eccezionalmente cani piccoli. Il costo del biglietto per cani e gatti varia a seconda della compagnia scelta e si tratta di una quota fissa indipendente dalla tratta.

In AEREO:

Il regolamento IATA detta le condizioni per il trasporto degli animali. È necessario prenotare in anticipo e informarsi direttamente con il vettore sulle modalità di trasporto poiché ciascuna compagnia adotta regole diverse (ad esempio sui voli Alitalia può essere imbarcato solo un animale per ogni classe e/o sezione di cabina).
Quando si prenota un viaggio in aereo con il proprio cane o gatto, è opportuno controllare se il volo prevede scali in Paesi di transito con cambi di compagnia aerea o di velivolo, sia perché i trasferimenti da un aeromobile ad un altro possono comportare rischi per gli animali stessi (rottura delle gabbiette e smarrimento dell’animale) ma soprattutto perché l’animale può essere bloccato nel Paese di transito per eventuali controlli sanitari o addirittura per il fermo della quarantena. Pertanto, bisogna informarsi preventivamente sugli obblighi sanitari anche del paese di transito non solo di quelli relativi al paese di arrivo.
Al momento della prenotazione dovremo comunicare alla compagnia aerea la presenza del nostro amico a quattro zampe. Se la località di vacanza è all'estero dovremo inoltre informarci sulle formalità in vigore nel paese di destinazione: ad esempio in certi Stati l'introduzione di un animale prevede un periodo di quarantena che può arrivare fino a tre mesi .
Tutte le compagnie aeree consentono che i cani di piccola taglia viaggino al nostro fianco, in cabina, (massimo 2 per aereo ) purché custoditi in gabbie col fondo impermeabile (tali gabbie devono avere dimensioni adeguate per consentire alle bestiole di muoversi comodamente).
Se invece il peso del nostro cane più quello del contenitore supera i 10 kg., l'animale dovrà viaggiare nella stiva pressurizzata in apposite gabbie rinforzate, sarà imbarcato dallo scalo merci e viaggerà all'interno di apposite gabbie messe a disposizione dalla compagnia aerea e sarà spedito come bagaglio (se possiamo, evitiamogli l’esperienza!) Alcune compagnie garantiscono l’assistenza di personale specializzato, centri di assistenza e di ristoro per gli animali duranti gli scali.
Canarini e altri piccoli animali viaggiano in cabina in gabbia.









[ Questo Messaggio è stato Modificato da: parsifal il 21-06-2006 17:08 ]


0 
 Profilo
angi82

Registrato dal: 11-08-2005
| Messaggi : 3214
  Post Inserito 21-06-2006 alle ore 17:26   
Bè direi


0 
 Profilo
zaba1

Registrato dal: 09-03-2006
| Messaggi : 8556
  Post Inserito 21-06-2006 alle ore 17:40   
bel lavoro.....


0 
 Profilo
Itala

Registrato dal: 03-04-2006
| Messaggi : 7146
  Post Inserito 22-06-2006 alle ore 11:11   
BRAVISSIMA...BELLISSIMO IL POST...BELLISSIMO FIGARO...BELLISSIMO LUCKY (che tenero da piccino!!) E BELLISSIMA ISOTTA!!!!
p.s. il primo pelosone non lo conosco...ma è bellissimo anche lui!!!!


0 
 Profilo
Lucia82

Registrato dal: 18-05-2006
| Messaggi : 180
  Post Inserito 22-06-2006 alle ore 14:07   
Complimenti!un post veramente utile! lo terrò bene a mente...soprattutto x la vaccinazione antirabbica,visto ke vado in Sardegna...


0 
 Profilo
Mikiss

Registrato dal: 28-02-2006
| Messaggi : 209
  Post Inserito 23-06-2006 alle ore 14:49   
io vado in auto in croazia. 2 persone + Laika (piccola)
devo mettere la rete? In molti mi avevano detto di si ma ora da quanto ho detto mi pare di aver capito che non serve..


0 
 Profilo
Jack

Registrato dal: 20-09-2005
| Messaggi : 14491
  Post Inserito 24-06-2006 alle ore 10:50   
Parsifal..questo post è bellissimo!!! veramente dentro ci possiamo trovare il "vademecum della vacanze" con i nostri pelosi!
Grazieee!!

Ovviamente Lucky in macchina adesso nn sta più dove lo vedete nella foto sopra....


0 
 Profilo
lillina
| CV STAFF

Registrato dal: 15-04-2006
| Messaggi : 51796
  Post Inserito 26-06-2006 alle ore 21:21   
bravissima ,i miei complimenti


0 
 Profilo
alehaze

Registrato dal: 05-06-2006
| Messaggi : 1525
  Post Inserito 06-07-2006 alle ore 08:24   
buona notizia:
ieri sono andata a fare un biglietto ferroviario (tratta nazionale) per noi e il micio per un vagone letto (occupato per intero se no niente peloso!) e ho scoperto che non esiste più la tassa di disinfestazione. praticamente il mio bel fausto viaggia gratis anche in vagone letto!
per animali di media e grossa taglia rimane sempre il 40% del biglietto, però insomma almeno non ci sono quei 30 euro di tassa!
attenti perchè la furbona dell'agenzia viaggi da cui mi ero informata voleva cmq quei soldi per la tassa, è stato un caso che io sia andata a fare i biglietti in stazione..
il signore della biglietteria quando gliel'ho detto si è messo a ridere e ha detto "ah però furbi.."
buon viaggio a tutti!!


0 
 Profilo
zaba1

Registrato dal: 09-03-2006
| Messaggi : 8556
  Post Inserito 06-07-2006 alle ore 08:45   
i furbi........ne è pieno il mondo...


0 
 Profilo
( | 2 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.118 Secondi