home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Varie  >>  E' arrivata l'influenza aviaria - Discussione n 2226 - PermaLink
   E' arrivata l'influenza aviaria

( 1 | 2 | 3 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 26 )
Cristina70

Registrato dal: 14-08-2005
| Messaggi : 5215
  Post Inserito 13-02-2006 alle ore 10:36   
Come era logico che fosse il temuto virus è arrivato, trasportato dagli uccelli migratori.Oltre alla tristezza di vedere i poveri cigni morti in Puglia, in Sicilia e in Abruzzo e il timore che le naturali trasformazioni virali. che sono poi la forza terribile di queste forme di vita, portino alla capacità del virus di attaccare direttamente la specie umana, mi chiedo se anche qui in Italia dovremo fare strage di tutti i volatili a rischio contagio, uccidendoli in maniera incivile e brutale come è stato fatto finora nei paesi asiatici.
Vorrei tanto poter sperare in una alternativa di maggiore umanità, di maggiore rispetto della vita, che rappresenti quello spirito europeo, tecnologico, all'avanguardia e moralmente corretto che si sente tanto sbandierare in giro e di cui tanti politici e ministri si riempiono la bocca.


0 
 Profilo
Jack

Registrato dal: 20-09-2005
| Messaggi : 14491
  Post Inserito 14-02-2006 alle ore 11:17   
Speriamo..speriamo veramente che nella "civile" Europa ci sia un comportamento ben diverso...


0 
 Profilo
dany69

Registrato dal: 19-09-2005
| Messaggi : 16135
  Post Inserito 16-02-2006 alle ore 13:01   
Civiltà... che bella parola. Peccato che molto spesso è solo un significante privo di significato.
Qui dal nuovo ufficio, un bell'attico sui tetti di Roma, sono vicina ai gabbiani. Ogni tanto guardo verso il cielo, osservo il loro volo, e mi sento invadere da una tristezza infinita...


0 
 Profilo
dany69

Registrato dal: 19-09-2005
| Messaggi : 16135
  Post Inserito 24-02-2006 alle ore 16:09   
Avete saputo? Anche in Umbria è morta un'anatra a causa dell'aviaria. Questa cosa comincia a diventare preoccupante. Ora le paure della gente potrebbero diventare pericolose per i nostri amici animali.
Proprio stamattina, mentre davo da mangiare sotto casa ai mici liberi, prima di venire in ufficio, un ragazzo (che, premetto, ha simpatia per i gatti), ridendo e scherzando mi ha detto :"Ma non è che 'sti gatti si prendono l'aviaria? Li accoppiamo tutti, eh?!".
Avrà pure fatto una battuta, ma io ci sono rimasta di sasso. Mi ha fatto male. Male dentro.
Gli ho risposto stando prima allo scherzo "e poi io accoppo te". Poi spiegandogli che non c'e nessun pericolo (almeno per ora...).

Un altro segnale triste dello stesso genere l'ho avuto qualche giorno fa nello studio del mio vet, dal quale ero andata per farmi fare una ricetta per l'insulina di Nera. La sua assistente, chiacchierando con me, mi ha raccontato che addirittura va da loro gente che "vuole far vaccinare il cane o il gatto contro l'aviaria", oppure che comincia a preoccuparsi per il canarino che ha in casa o per il passerotto morto trovato per strada (magari morto per il freddo... visto che siamo in inverno).

Spero che la gente non cominci a sbarazzarsi dei propri animali per la paura del contagio.
Non vorrei che la paura dell'aviaria facesse più vittime dell'aviaria stessa.
Ciao.




0 
 Profilo
macchiolina

Registrato dal: 19-05-2005
| Messaggi : 3058
  Post Inserito 25-02-2006 alle ore 00:09   
Come si vede ultimamente in televisione anche da noi, come nel resto d'Europa, si sta usando il solito metodo incivile e brutale per far soffrire di più e successivamente far morire tra enormi sofferenze i poveri volatili; il virus, sebbene pericoloso, sarebbe sicuramente meno doloroso per loro! Altro che popolo civile.... siamo come tutti gli altri! Tutto gira intorno ai soldi e costerebbe troppo sopprimere in modo dignitoso gli animali a rischio o contagiati. Il rispetto per gli esseri viventi non esiste in alcuna parte del mondo, nè in vita, nè in morte, è un'illusione! Una gallina la si può buttare in un sacco della spazzatura ammassata viva con molte altre... che mentalità preistorica...... non ho parole! E dire che anche loro sono molto più intelligenti di certi umani.

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: macchiolina il 25-02-2006 00:11 ]


0 
 Profilo
Anonimo





Utente non pi� presente nel nostro database!

Registrato dal: 01-01-1970
| Messaggi : 
  Post Inserito 25-02-2006 alle ore 00:53   
Ci sono stati popoli molto più civili che rispettavano gli animali ma noi gli abbiamo sterminati


0 
Anonimo





Utente non pi� presente nel nostro database!

Registrato dal: 01-01-1970
| Messaggi : 
  Post Inserito 25-02-2006 alle ore 01:01   






SHENANDOAH (ONONDAGA)
Non conosco alcuna specie di pianta, uccello o animale
che non si sia estinta dopo l'arrivo dell'uomo bianco.
L'uomo bianco considera la vita naturale degli animali
come quella del nativo su questo continente: come un fastidio.
Non c'è alcun termine nella nostra lingua con il significato di "fastidio".

ORSO IN PIEDI, LAKOTA (SIOUX)
















[ Questo Messaggio è stato Modificato da: ziolupo il 25-02-2006 01:11 ]


0 
angi82

Registrato dal: 11-08-2005
| Messaggi : 3214
  Post Inserito 25-02-2006 alle ore 01:38   
[QUOTE]
25-02-2006 alle ore 00:53, ziolupo wrote:
Ci sono stati popoli molto più civili che rispettavano gli animali ma noi gli abbiamo sterminati
[/QUOTE]
Quoto!!


0 
 Profilo
Cristina70

Registrato dal: 14-08-2005
| Messaggi : 5215
  Post Inserito 25-02-2006 alle ore 08:32   
Purtroppo l'incubo sta diventando reale...e siamo solo all'inizio.
In Francia, avrete sentito, poichè pare che ci sia un focolaio di trasmissione del virus hanno cominciato a sterminare barbaramente tutti gli esseri dotati di ali che trovano...un allevamento di tacchini, con migliaia di creature, è stato annientato.
E' una psicosi! Pericolossissima.
Quando ero iscritta a Biologia e preparavo l'esame di Virologia il docente ci disse senza mezzi termini che i virus sono le forme di vita più forti sul pianeta, che sarebbero state la causa della fine di molte specie viventi e forse anche del genere umano (in futuro molto lontano).
I vaccini non potranno mai aggiornarsi con la stesssa rapidità con cui il virus cambia la sua genetica interiore.Ma il problema più grande, ci diceva, è la paura.La paura del contagio può diventare incontrollabile, irrazionale, assurda.
E ora che vedo le immagini di questa psicosi che si diffonde così rapidamente penso le stesse cose che ha scritto Dany...c'e il pericolo che la paura faccia fare strani ragionamenti.
Giusto ieri dal veterinario ho sentito una signora che chiedeva agitata cosa sarebbe successo se i suoi gatti avessero mangiato un uccellino infetto e poi fossero tornati in casa...Non so quanto sia stato convincente il medico spiegando che il virus è aviario, quindi riguargante volatili e non cani e gatti, nè tantomeno umani.Ma la signora replicava che il sangue però...e se i gatti mangiano la carne con il sangue...
Sono veramente preoccupata, mi farebbe piacere se i mezzi di informazione si occupassero anche di spiegare, bene e approfonditamente, cos'è un virus, come si propaga, quali sono i rischi e quali i pericoli, in modo che la gente capisca che non è il caso di andare nel panico, invece di fare una informazione sempre e solo allarmistica.




0 
 Profilo
macchiolina

Registrato dal: 19-05-2005
| Messaggi : 3058
  Post Inserito 25-02-2006 alle ore 10:46   
L'ignoranza è il peggiore dei mali! Da sempre! E contro questa non si può combattere, è disarmante.
Io ho da 5 anni 2 cocorite, sempre in casa e mi hanno chiesto se non ho paura a dormire nella stessa stanza con loro.... potrebbero avere l'aviaria. Ma come si fa ad essere così ignoranti!


0 
 Profilo
( | 2 | 3 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.089 Secondi