home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  i gatti, la toxoplasmosi e la gravidanza umana -CHIUSO - Discussione n 17166 - PermaLink
   i gatti, la toxoplasmosi e la gravidanza umana -CHIUSO

( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 77 )
settetopi

Registrato dal: 08-06-2007
| Messaggi : 256
  Post Inserito 28-12-2007 alle ore 23:33   
Ciao a tutti, mi rivolgo in particolare ai veterinari, perchè mi aiutino a gestire meglio una questione importante per la mia vita professionale, e nello stesso tempo di amante dei gatti. Faccio la ginecologa, e volevo sapere se esiste la possibiltà di scoprire, ed eventualmente eliminare, il toxoplasma qualora si identifichi nel gatto portatore. Il toxoplasma può essere identificato nelle feci?se si, il gatto può essere trattato come ho sentito dire con un antiparassitario? se si quale? Volevo dare questa informazione in più, visto che le pazienti entrano giustamente in paranoia se hanno un gatto in casa, e non ho mai sentito un veterinario dare consigli specifici, che non sia quello di disfarsi del gatto.. come spesso purtroppo capita. Anche a noi come medici ci viene insegnato di raccomandare di toccare i gatti con i guanti, di non avere a che a fare con la lettiera o con terra che può essre stata contaminata, ecc.. ma nessuno ci ha mai detto se e come il gatto può essere esaminato e trattato! Grazie!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: mari10 il 13-09-2015 22:31 ]


0 
 Profilo
alyy
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 24-12-2007
| Messaggi : 4581
  Post Inserito 28-12-2007 alle ore 23:48   
Ciao!
eccomi subito a sciogliere (spero! ) il tuo questito!
Toxoplasma viene eliminato solo per breve tempo nelle feci del gatto, pertanto la diagnosi non viene fatta tramite esame delle feci, bensì tramite sierologia!
Il mio prof di parassitologia ASSOLUTAMENTE non consigliava di disfarsi dei gatti alle donne in gravidanza! ANZI insisteva sul non creare inutili allarmismi, in quanto esiste una probabilità molto più elevata di contrarre toxoplasma tramite carne cruda e verdure mal lavate piuttosto che dal gatto... chiaramente per una donna a in gravidanza sarebbe opportuno evitare di cambiare la cassettina del proprio gatto...
In alternativa a far fare test e terapia al gatto (la quale a quanto mi risulta non è efficace al 100%), la donna stessa può sottoporsi a esami sierologici... è possibile infatti essere stati già contagiati in precedenza e aver fatto la toxoplasmosi senza averlo neanche saputo, in quanto può presentarsi anche solo come un semplice mal di gola! Se nella donna gravida venisse riscontrata la presenza di IgG significherebbe quindi che è già immunizzata e può stare tranquilla!!

Spero di essere stata esauriente!!!


0 
 Profilo
bracchetto
| MEDICO VETERINARIO

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 17962
  Post Inserito 28-12-2007 alle ore 23:52   
ciao settetopi, pensa un po'... a me capita che siano i ginecologi a dire di disfarsi del gatto, e ogni volta mi imbufalisco!
allora, per riscontrare il toxoplasma non ha senso fare l'esame delle feci, in quanto il parassita viene eliminato in minima quantità e in modo incostante, perciò la negatività all'esame coproparassitologico non è affatto una garanzia.
esistono però test sierologici (rilevano IgG e IgM consentendo di riscontrare infezioni recenti o di vecchia data), attendibili e non particolarmente costosi.
per trattare il gatto con toxo ntestinale si possono usare molti prodotti antiparassitari, domani con il prntuario sottomano ti posso fare un elenco.
prendersi la toxo dal gatto non è facile se si rispettano le normali norme igieniche: le oocisti emesse nelle feci sono infestanti solo se sporulate, e la sporulazione necessita di 48 ore dopo l'emissione nell'ambiente. la prima norma essenziale è quindi quella di pulire la cassetta del gatto tutti i giorni, in modo che le eventuali oocisti presenti non siano sporulate e quindi infestanti. dopo alver pulito la cassetta è bene ovviamente lavarsi le mani con attenzione o, per massima cautela, pulirle la cassettina con i guanti. per le donne che hanno un marito, la toxo è un'eccellente scusa per rifilare a lui l'ingrato compito.
non ci sono molte altre occasioni di contatto orofecale, io consiglio per eccesso di prudenza di coprire i guanciali con un copriletto se il gatto di casa ha l'abitudine di dormirci sopra e magari di farcisi il bidè.
è molto più probabile prendere la toxo mangiando insalata o salumi che dal gatto di casa!


0 
 Profilo
alyy
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 24-12-2007
| Messaggi : 4581
  Post Inserito 28-12-2007 alle ore 23:55   

ihihihi sembra quasi che facciamo a gara per rispondere.......!!!!!!!!!!!!!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: alyy il 28-12-2007 23:57 ]


0 
 Profilo
alyy
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 24-12-2007
| Messaggi : 4581
  Post Inserito 29-12-2007 alle ore 00:08   
noi cmq usiamo la clindamicina......ma per i farmaci ti consiglia poi bracchetto!



[ Questo Messaggio è stato Modificato da: alyy il 29-12-2007 00:09 ]


0 
 Profilo
Mialuce

Registrato dal: 08-02-2007
| Messaggi : 486
  Post Inserito 29-12-2007 alle ore 01:17   
Non sono un veterinario, ma quand'ero incinta il mio vet mi consigliò di fare l'esame del sangue alla gatta per la toxo. I miei risultati e i suoi arrivarono quasi insieme: lei era negativa, io invece l'avevo già fatta, senza saperlo .
Il ginecologo però (prima di avere gli esami) mi aveva consigliato l'uso dei guanti solo per la lettiera, non per toccare il gatto, secondo lui bastava non mettere le mani in bocca dopo averla accarezzata.
Nessuno mi consigliò di disfarmi del gatto


0 
 Profilo
alyy
| MEDICO VETERINARIO
| CV STAFF

Registrato dal: 24-12-2007
| Messaggi : 4581
  Post Inserito 29-12-2007 alle ore 01:21   
approvo!!!

una cosa è essere cauti, un'altra esagerare! poveri mici alla fine non sono così pericolosi se facciamo quel po' di attenzione che basta!





0 
 Profilo
Paolina68

Registrato dal: 08-11-2007
| Messaggi : 1035
  Post Inserito 29-12-2007 alle ore 01:24   
La mia ginecologa voleva che allontanassi i miei gatti...il veterinario mi rassicurò e mi disse le cose che hanno detto bracchetto e alyy. I miei mici sono rimasti, ovviamente, avrei trovato qualunque altra soluzione, ma loro sarebbero rimasti con me. Ho solo smesso di fare volontariato al canile/gattile di zona. Mio padre mi disse che il mio fisico era disseminato di cadaveri di toxoplasmosi , secondo lui li elimino alla radice, visto che ho sempre vissuto circondata da mici. Aveva ragione mio padre: le mie sorelle, una da poco madre, l'altra da poco incinta, sono invece entrambe positive alla toxo...


0 
 Profilo
settetopi

Registrato dal: 08-06-2007
| Messaggi : 256
  Post Inserito 29-12-2007 alle ore 01:37   
Grazie a tutti! si alyy, certo che la donna deve fare i test sierologici, ci mancherebbe!!! la parte umana la so.. mi mancava solo la diagnosi e la terapia del gatto! Ora vi svelo anche un 'altra cosa.. in realtà anche io avevo sentito da un veterinario che anche il gatto poteva fare i test sierologici.. ma recentemente da un altro vetrinario avevo invece sentito parlare dell'esame delle feci..e che il gatto poteva esere "sverminato".. a quel punto ho iniziato a non capirci più niente...e comunque si, certo anche tutte le altre precauzioni sono utili e necessarie ma noi dobbiamo essere il più prudenti possibli, anche per le responsabilità legali che abbiamo, quindi è meglio consigliare tutto il possibile per essere sicuri. E poi forse sono stata fraintesa, possono essere medici, veterinari, ginecologi, mariti o la donna stessa a volersi disfare del gatto! E' questo che io voglio combattere, anche andando un pò controtendenza con i miei colleghi! Ora vi faccio un'altra domanda: il gatto è pericoloso solo se ha le IGM cioè un infezione in atto, o anche se ha solo le IgG? e cioè voglio dire, rimane portatore delle spore (oocisti?) anche dopo che l'infezione acuta è passata?

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: settetopi il 29-12-2007 01:39 ]

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: settetopi il 29-12-2007 08:41 ]


0 
 Profilo
Paolina68

Registrato dal: 08-11-2007
| Messaggi : 1035
  Post Inserito 29-12-2007 alle ore 02:10   
Comunque Settetopi, ce ne fossero di ginecologi come te!!! Sicuramente aiuterai molto a combattere l'ignoranza che impera su certe questioni e ce n'è bisogno!


0 
 Profilo
( | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.172 Secondi