home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Altri animali  >>  PULIZIA DEL CAVALLO - GROOMING - Discussione n 15459 - PermaLink
   PULIZIA DEL CAVALLO - GROOMING

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 17 )
revolution_luna

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 14838
  Post Inserito 21-11-2007 alle ore 10:54   
Per rendere splendido il pelo dei nostri cavalli abbiamo a disposizione un'infinità di prodotti. Spray. shampoo, olii per code e criniere e vitamine ci permettono di lustrarlo alla perfezione in pochissimo tempo.
Se il nostro cavallo non è curato e nutrito nella maniera corretta, possiamo usare litri di prodotti ma il suo pelo rimarrà comunque opaco e stopposo!
Per avere un cavallo in perfetta forma, col pelo lucido e setoso sono tre le regole fondamentali da seguire tutto l'anno:

1- una buona alimentazione
2- una somministrazione regolare del vermifugo
3- pulizia giornaliera

Dell'alimentazione parlarò in un'altro capitolo.
Chi ha cavalli sa quanto sia importante somministrare regolarmente il vermifugo, non solo per la salute generale del cavallo ma anche per diminuire la possibilità di coliche.
La cosa migliore è consultare il nostro veterinario di fiducia, per stabilire la frequenza di somministrazione adatta al nostro cavallo. Per quanto riguarda me, li somministriamo tre volte all'anno, ogni volta uno diverso, dei quali uno all'anno comprensivo di Tenia. Il nostro veterinario sostiene che, dato che nelle scuderie c'è un alta percentuale di cani e si sono registrate vari casi di Tenia nel cavallo, prevenire è meglio che curare.
Passiamo ora a parlare della pulizia.
I cavalli vanno strigliati giornalmente!
Non eseguiamo l'operazione di pulizia dentro il box (quella è casa sua!), leghiamo il nostro cavallo nell'area apposita con il nodo si sicurezza, mai con nodo normale, in caso di necessità bisogna liberarlo nel minor tempo possibile.
Di solito io inizio dalla criniera e dalla coda, anche se sui libri consigliano l'operazione contraria (prima il corpo poi criniera e coda), perchè al contrario mi ritrovo un cavallo bello lucido e pulito, poi spazzolando la criniera la polvere e i peli morti si depositano di nuovo sulle spalle del cavallo e devo ricominciare da capo.
Per questo non ci sono particolari regole da seguire, basta utilizzare le apposite spazzole o pettini e usare delicatezza per evitare che i crini si spezzino. Personalmente uso spesso gli appositi spray che oltre a lucidare, sono emollienti e aiutano a districare i crini senza strapparli ed a evitare la formazione di nodi. Dipende molto dalla disciplina che eseguirà il cavallo e dai nostri desideri, non vige una regola ma per fare un esempio, nella monta inglese mantengono di solito una criniera corta spesso acconciata con dei nodi, nel mondo western usiamo criniere più lunghe ma intrecciate per evitare che si impiglino nelle redini. Anche questo dipende oltre che dal gusto personale, dalla razza del cavallo e da quanto sono folti i crini.
Passiamo ora al corpo, si inizia con la striglia (di plastica o di gomma), eseguendo movimenti circolari nella direzione del pelo partendo dal collo verso la schiena e scendendo verso il basso e sotto la pancia, questa operazione oltre a togliere il pelo morto, permetterà di staccare eventuali tracce di sporco o fango dal nostro cavallo, oltre ad essere un bel massaggio per l'animale e a stimolare le ghiandole sebacee. Non usare sugli arti dell'animale.
Passiamo poi al passaggio della brusca a setole dure, passiamola con movimenti corti, rapidi, per portare in superficie lo sporco e l'eventuale forfora, anche in questo caso non utilizziamola sugli arti del cavallo e sulla testa.
L'ultimo passaggio è la brusca a setole morbide che va passata con movimenti ampi per eliminare lo sporco rimasto. Con questa spazzola passeremo tutto il cavallo anche gli arti, per la testa è la spazzola indicata anche se è meglio scegliere un modello piccolo per facilitare l'operazione.
Particolare attenzione va data alla testa e ai genitali, che vanno puliti con una spugna (due diverse chiaramente). Per la testa usiamo una spugna inumidita e puliamo attentamente gli occhi e interno delle narici. Per quanto riguarda i genitali possiamo usare una spugna inumidita con saponi disinfettanti (si trovano in farmacia), in questo modo si faciliterà la rimozione dello sporco e daremo una disinfettata generale che in quelle zone è sempre meglio effettuare.
Un'altra regola da seguire nella pulizia del cavallo è pulire sempre alla perfezione la pancia e il sottopancia prima di sellare, eventuali tracce di fango rimaste attaccate possono fiaccare il cavallo!
Si passa poi alla pulizia dello zoccolo che va eseguita sempre con cura con un nettapiedi. Pulire bene tutto il fettone e i contorni del ferro prima col nettapiedi e poi con una spazzolina dura (di solito annessa al nettapiedi), finita l'operazione controllare sempre che il fettone non sia molle o con cattivo odore e che non ci siano ferite. Prestare sempre molta attenzione alla crescita dell'unghia, alle eventuali rotture della stessa, alla presenza di setole e controlliamo che i ferri siano ben attaccati, chiamiamo il nostro maniscalco con regolarità! Ricordiamo il saggio proverbio del mondo dei cavalli "no foot, no horse". Dipende molto dalla crescita dell'unghia, dalle eventuali problematiche da correggere (es gli appiombi) ma diciamo che più o meno una normale ferratura dura circa 60 giorni, una ferratura in alluminio circa 40.
Gli zoccoli vanno poi lavati, lasciati asciugare e se lo zoccolo ci appare secco spennellati con apposito olio o grasso.
Approfittare della pulizia dello zoccolo per controllare lo stato degli arti del nostro cavallo, passiamo la mano lungo tutto l'arto e assicuriamoci che non ci siano rigonfiamenti, mollette o parti calde. Controlliamo anche la temperatura dello zoccolo, se appare troppo caldo può essere segnale di un inizio di laminite!
Possiamo a piacere passare il nostro cavallo con uno straccio imbevuto di spray lucidante o di acqua e aceto per togliere tutta la polverina e completare il lavoro.

Revolution_luna


0 
 Profilo
Remì

Registrato dal: 20-09-2006
| Messaggi : 7356
  Post Inserito 21-11-2007 alle ore 11:29   
... praticamente entriamo nel campo delle ... TOELETTE! vedo che anche con il cavallo è un lavoro lungo ... bene bene... !
dovevo leggere di queste "toelette per cavalli", per consolarmi delle toelette lunghe e laboriose che richiedono gli Yorkshire!!




0 
 Profilo
revolution_luna

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 14838
  Post Inserito 21-11-2007 alle ore 11:39   



0 
 Profilo
vale77

Registrato dal: 28-05-2006
| Messaggi : 13096
  Post Inserito 21-11-2007 alle ore 20:17   
mi è venuta una voglia di tolettare un cavallo!!!
vado a tolettare un po la pancia di kira và


0 
 Profilo
revolution_luna

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 14838
  Post Inserito 21-11-2007 alle ore 20:26   
Vale.. Quando vuoi.. Ci saranno si e no 20 chilometri tra me e te.. Ce ne sono una ventina.. Hai voglia a fare pratica.. Se mi dai un pomeriggio ora di sera lo farai alla perfezione..


0 
 Profilo
DUDU

Registrato dal: 07-05-2007
| Messaggi : 7177
  Post Inserito 22-11-2007 alle ore 00:55   
Fettone? What is?

E' una bella immagine quella di un animale possente e imponente come il cavallo che ha bisogno di tutte queste cure...e immaginarlo mentre sta buono a farsi fare tutto da chi conosce


0 
 Profilo
vale77

Registrato dal: 28-05-2006
| Messaggi : 13096
  Post Inserito 22-11-2007 alle ore 01:08   
http://it.wikipedia.org/wiki/Zoccolo

che mondo sconosciuto sti cawalli


0 
 Profilo
revolution_luna

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 14838
  Post Inserito 22-11-2007 alle ore 09:24   


E' la parte triangolare che si vede in rilievo. Qui sotto evidenziata (non ho fatto l'artistico eh.. )




0 
 Profilo
DUDU

Registrato dal: 07-05-2007
| Messaggi : 7177
  Post Inserito 22-11-2007 alle ore 14:31   
Ma in pratica quando si ferra un cavallo si attacca il famoso ferro di cavallo che copre solo il bordo dello zoccolo e se ci sono delle punte nel terreno non si infilano nella parte al centro?


0 
 Profilo
revolution_luna

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 14838
  Post Inserito 22-11-2007 alle ore 15:36   
Dudu.. Punte nel terreni? Cosa intendi?
Se ho capito vuoi dire se si pungono con qualcosa? Diciamo che la "suola" dello zoccolo è abbastanza dura da non permettere a nulla di pungere.. Il rischio che si corre è una sobbatittura. In pratica è un colpo, può capitare con una pietra, un sasso. Nei soggetti non ferrati questo non accade quasi mai perchè hanno suole più dure e spesse.


0 
 Profilo
( | 2 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.154 Secondi