home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il comportamento del gatto  >>  IL TRASLOCO DI FIDO E ROMEO. - Discussione n 14585 - PermaLink
   IL TRASLOCO DI FIDO E ROMEO.
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 9 )
omero

Registrato dal: 19-01-2007
| Messaggi : 6576
  Post Inserito 30-10-2007 alle ore 22:14   
IL TRASLOCO DI FIDO E ROMEO:

Durante i giorni del trasloco gli animali domestici non trovano più i loro abituali punti di riferimento. E' sufficiente l'iperattività dei familiari e delle persone che si occupano del trasloco per creare in loro agitazione.

IL CANE
Durante la fase finale del trasloco (cioè nel giorno del trasferimento definitivo), la cosa migliore da fare è affidare il cane ad una persona di fiducia, a parenti o amici con cui il cane ha già contatti frequenti, in modo da lasciarlo tranquillo sino alla fine del trasloco.
Il rischio, durante queste ore frenetiche, è che il cane possa scappare dalla porta costantemente aperta per consentire il passaggio di scatole e mobili o che possa, nel peggiore dei casi, farsi addirittura male.
Una volta entrati nella nuova casa, il cane può finalmente raggiungere il proprietario. La gioia di ritrovare tutta la famiglia è sicuramente più forte di qualsiasi altra sensazione e solo dopo qualche istante dedicato alle feste, l'animale inizia ad esplorare l'ambiente.

A questo punto è fondamentale che il cane ritrovi oggetti e odori familiari. Gli deve essere subito mostrata la collocazione delle ciotole e della cuccia e va rassicurato sul fatto che la famiglia è serena nel suo nuovo habitat.
In questa fase, si consiglia di evitare di lasciare il cane in casa da solo per evitare di suscitare sentimenti di panico e di abbandono.
Occorre infine riprendere tutte le vecchie buone abitudini, orari delle passeggiate e dei pasti, in modo che la vita del cane riprenda regolarmente ed egli possa contare sui punti di riferimento temporali precedenti.


IL GATTO
Meglio collocarlo all'interno del suo trasportino, se abbastanza spazioso, oppure in una stanza chiusa o già svuotata, avendo l'accortezza di lasciarvi i suoi giochi, il cibo e l'acqua.
Oltre a fuggire, infatti, il gatto potrebbe decidere di nascondersi all'interno di una scatola o di un armadio e se nessuno se ne accorgesse per lungo tempo, le conseguenze potrebbero essere drammatiche. Se il gatto viene sistemato nel trasportino, è bene garantirgli una posizione privilegiata dalla quale possa assistere al trasloco in corso: il gatto, curioso per natura, sarà felice di osservare i lavori.

La reazione iniziale è di grande diffidenza: è probabile che si nasconda sotto mobili o divani alla ricerca di un angolo sicuro.
Poco per volta, però, inizia ad uscire dal suo rifugio e ad ispezionare le stanze della nuova abitazione. Per aiutare il gatto nell'inserimento, è di aiuto tutto ciò a cui è sempre stato attaccato nella casa precedente, come giochi o oggetti vari.
Anche a lui, come al cane, vanno mostrati subito la lettiera e l'angolo della pappa. Può essere, inoltre, utile sistemare nella sua grande cesta un vecchio maglione di lana già indossato dal proprietario: l'odore serve a rassicurarlo.

Inoltre esistono in commercio prodotti che rilasciano ormoni. Per il gatto si chiama Feliway, mentre per il cane Dap.

{liberamente tratto da internet}



0 
 Profilo
Mariussi

Registrato dal: 05-03-2007
| Messaggi : 541
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 13:24   
Ok, sto andando avanti con le letture... questa pure è molto interessante, farò di certo tutto quello che mi scrivi, ma la mia domanda resta: è possibile che un micio non si abitui mai al nuovo ambiente?


0 
 Profilo
omero

Registrato dal: 19-01-2007
| Messaggi : 6576
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 13:58   
In teoria si, ma credo siano casi molto rari... di solito si tratta di animali con spiccata aggressività o particolari problematiche caratteriali (ma è difficile che una persona scelga di adottare un gatto con tali caratteristiche..).

ad ogni modo dipende da caso a caso


0 
 Profilo
Aurora81

Registrato dal: 10-10-2007
| Messaggi : 29
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 14:16   
credo che molto dipenda dal carattere del gatto, Omero ha ragione e io ho scelto Tigro (di nome e di fatto)...
per diversi mesi siamo andati ad abitare in un'altro appartamento,nn ne ha voluto sapere di lasciare il suo cortile, dove regna incontrasta, per un mini appartamento che affacciava sulla strada!
non è abituata al traffico ma voleva uscire come sempre, io nn potevo permetterglielo e per il suo bene ho dovuto riportarla al suo regno...
ora che siamo tornati, siamo tutti felici e ammetto di viziarla proprio per la pazienza che ha dovuto avere in questi mesi, senza tutti i suoi privilegi temevo si intrufolassa in qualche altra casa e invece è tutta mia, o meglio io sono sua



0 
 Profilo
Aurora81

Registrato dal: 10-10-2007
| Messaggi : 29
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 14:20   
credo che molto dipenda dal carattere del gatto, Omero ha ragione e io ho scelto Tigro (di nome e di fatto)...
per diversi mesi siamo andati ad abitare in un'altro appartamento,nn ne ha voluto sapere di lasciare il suo cortile, dove regna incontrasta, per un mini appartamento che affacciava sulla strada!
non è abituata al traffico ma voleva uscire come sempre, io nn potevo permetterglielo e per il suo bene ho dovuto riportarla al suo regno...
ora che siamo tornati, siamo tutti felici e ammetto di viziarla proprio per la pazienza che ha dovuto avere in questi mesi, senza tutti i suoi privilegi temevo si intrufolassa in qualche altra casa e invece è tutta mia, o meglio io sono sua



0 
 Profilo
Mariussi

Registrato dal: 05-03-2007
| Messaggi : 541
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 14:24   
Io non potrei tornare indietro.... speriamo bene!!!!


0 
 Profilo
ro_67

Registrato dal: 11-01-2007
| Messaggi : 57
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 15:58   
parlo per esperienza diretta: abbiamo due gatti (non a casa mia ma a casa dei miei genitori) e d'estate i miei si trasferiscono a casa al mare, in genere per luglio-agosto.. quindi i mici affrontano ogni anno questo temporaneo "trasloco".. ebbene, si abituano abbastanza presto al nuovo ambiente, forse sono un po' piu' agitati e spaesati il primo giorno, poi cominciano con giri esplorativi della casa, dopo passano al giardino (e purtroppo anche ai giardini dei vicini, i muretti di confine per loro non sono certo un problema!) e nel giro di qualche giorno sono padroni del territorio, entrano ed escono senza problemi (anche se mia madre ha stabilito ore di uscita - mai nelle ore piu' calde, ne' con il buio.. siamo un po' "ansiosi" e cerchiamo di evitare che si caccino nei guai ).. la cosa che ho notato è che rispetto all'estate in cui hanno conosciuto per la prima volta la "casa delle vacanze", negli anni successivi (ormai hanno 5 anni) hanno accorciato sempre di piu' il periodo di adattamento alla seconda casa, come se ne avessero conservato memoria.. e' come se si ricordassero sempre piu' velocemente dei posticini preferiti, dei percorsi delle passeggiate, anche se mancano da quel posto da settembre a giugno.. possibile che abbiano questa memoria? parrebbe proprio di si'.. mi stupisco sempre delle capacità dei nostri piccoli amici..
voi che ne pensate?
ciao!
Roberto


0 
 Profilo
elessar

Registrato dal: 21-12-2007
| Messaggi : 103
  Post Inserito 21-12-2007 alle ore 10:13   
consiglio!!!!

a maggio mi sposo e cambio casa e mi porto il mio micetto, naturalmente.

pensavo che quando arrivano i mobili di portarlo ogni tanto nella casa nuova per abituarlo.
è sbagliato? è meglio portarlo solo quando ci trasferiamo definitivamente?

lui di solito non ha paura di niente anche la prima volta dal veterinario è subito saltato giù dal tavolo per espolare l'ambiente!

che mi consigliate?

GRAZIE


0 
 Profilo
bani

Registrato dal: 26-02-2007
| Messaggi : 3423
  Post Inserito 21-12-2007 alle ore 10:33   
i gatti curiosi ed esploratori difficilmente hanno problemi ad adattarsi al nuovo ambiente, soprattutto se segui i consigli di omero!
quindi ti consiglierei di portarlo quando arriva il trasloco definitivo, sarà tutto più semplice (come no )

e congratulazioni per le nozze!


0 
 Profilo
elessar

Registrato dal: 21-12-2007
| Messaggi : 103
  Post Inserito 21-12-2007 alle ore 11:31   
ok!
grazie del consiglio

( e per le congratulazioni! )


0 
 Profilo


Generazione pagina: 1.100 Secondi