home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Il comportamento del gatto  >>  IN VIAGGIO CON FIDO E ROMEO. - Discussione n 14584 - PermaLink
   IN VIAGGIO CON FIDO E ROMEO.
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 7 )
omero

Registrato dal: 19-01-2007
| Messaggi : 6576
  Post Inserito 30-10-2007 alle ore 22:08   
IN VIAGGIO CON FIDO E ROMEO:

Il cane solitamente si adatta ad ambienti diversi e situazioni nuove, per cui se il viaggio non e' particolarmente disagevole (valutare il tipo e la durata del viaggio, il mezzo e le condizioni di trasporto, la sistemazione in Hotel, in alloggio o in campeggio), si puo' optare per la sua venuta; se pero' il cane non e' abituato a viaggiare, e non viene mai portato fuori casa, e' meglio non portarlo in vacanza;
Il gatto, invece, ama di più una vita tranquilla e ambienti e persone conosciute, per cui e' meglio trovare una persona fidata che lo accudisca in vostra assenza.
Dev’essere una persona conosciuta dagli animali: invitate questa persona ad accudire il vostro cane o il vostro gatto quando voi siete ancora a casa; se i vostri pelosi vengono portati nella casa di questa persona, e soprattutto se ci sono altri animali, fateli familiarizzare prima, onde evitare conflitti al momento del loro arrivo;
Se la scelta cade su una pensione, visitatela prima con il vostro animale a più riprese, per accertarvi della serieta' della pensione, e per consentire al cane o al gatto di familiarizzare con l’ambiente nuovo;
Fornite sempre alla persona che si occupera' degli animali, oltre ai vostri recapiti provvisori, anche quello del vostro veterinario di fiducia, e avvisate il sanitario del soggiorno fuori casa dei suoi pazienti.


IN MACCHINA
Tenere cani e gatti liberi nell'auto è vietato dalla legge.
(Codice della Strada, D.L. 30 Aprile 1992, n. 285
Art. 169: Trasporto di persone, animali e oggetti sui veicoli a motore.)

Auto familiare: rete divisoria tra il bagagliaio ed i sedili anteriori.
Berlina: rete divisoria fra i sedili posteriori ed anteriori.
Non usare mai il bagagliaio.
Un gatto a trasportino.
I pesci vanno messi in un sacchetto di plastica (un terzo d'acqua e due terzi d'aria), chiuso con un elastico e sistemato in una scatola chiusa.
Gli uccelli vanno trasportati nella loro gabbia.

Abituateli gradualmente alla macchina, con giri di prova sempre più prolungati.
Se l’animale non viaggia con il proprietario, dev’essere abituato al distacco, per evitare crisi di ansia.
10 minuti di sosta ogni 2 ore, cercando di farlo bere il più possibile.
Mai lasciare animali in auto da soli, anche se con finestrino abbassato.
Mai lasciare animali in auto al sole: usare tendine parasole, posizionare il trasportino in una zona ben aerata (non però a diretto contatto con l’aria condizionata); d’estate bagnate spesso il pelo del gatto con salviette inumidite
Portare con sè ciotole per acqua e cibo, anche se si raccomanda di far mangiare gli animali il meno possibile (almeno 7 ore dall’ultimo pasto).

MEZZI PUBBLICI:
BOLOGNA: I cani per i non vedenti viaggiano liberamente sui mezzi aziendali. Gli animali di piccola taglia viaggiano gratuitamente portati in braccio muniti di adeguata museruola o in gabbiette le cui dimensioni non superino i cm. 50x30x30, gli altri animali viaggiano a pagamento dentro apposite gabbie le cui dimensioni massime 40x60x80, ogni passeggero può essere accompagnato da un solo animale.
MILANO: CANI: sono ammessi con trasporto gratuito i cani guida per non vedenti, tenuti con guinzaglio e museruola a paniere. Inoltre sono ammessi cani di piccole dimensioni (è definito tale se può essere tenuto in braccio senza che i passeggeri debbano scostarsi per fargli posto), in questo caso il cane deve essere munito di guinzaglio e museruola a paniere, previo pagamento della tariffa urbana o tratta interurbana interessata. Non sono ammessi più di 2 cani in vettura. GATTI: sono ammessi previo pagamento della tariffa urbana o tratta interurbana interessata, l’animale de essere chiuso in una gabbietta di dimensioni non superiore a 50x30x30, la stessa non deve presentare pericolo o intralcio per gli utenti, non deve essere sporca o esalante cattivi odori. Qualora nella vettura o nelle stazioni della metropolitana fosse presente un cane il possessore del gatto è tenuto a occupare un altro posto, cambiare vettura ed al limite abbandonare il mezzo di trasporto o la stazione. Ogni passeggero può trasportane non più di una gabbietta.
NAPOLI: Il trasporto di piccoli animali cani e gatti, può essere consentito solo sulle autolinee extraurbane purché racchiusi in cesti o altri imballaggi sicuri ed ospitati sul portabagaglio o nel bagagliaio ove esistono. I cani di piccola taglia e per la guida dei non vedenti sono trasportati gratuitamente. Per glia altri il corrispettivo del trasporto è pari al biglietto di un viaggiatore. In tutti i cani i cani devono viaggiare con museruola e guinzaglio, e quando trattasi di piccola taglia tenuto in braccio.
ROMA: Il cane deve essere munito di museruola e guinzaglio. Durante il trasporto deve essere tenuto in modo da non arrecare fastidio e danno alle persone, e non occupare i passaggi e le porte. Non sono ammessi più di due cani a vettura. Sul bus l'accesso è consentito nella parte posteriore, sulle metro sul primo e ultimo vagone,va pagato un biglietto di corsa urbana.
VENEZIA: Sono ammessi con trasporto gratuito i cani guida per non vedenti, tenuti a guinzaglio e museruola a paniere. Inoltre sono ammessi CANI muniti di guinzaglio e museruola, se di piccola taglia meglio tenerlo in braccio, Pagando la tariffa normale. Il GATTO deve essere chiuso in una gabbietta che non deve superare i 50 cm di lato.

IN TRENO
Le FS ammettono il trasporto gratuito, sia nella prima che nella seconda classe, di piccoli cani o gatti nonche' di uccelli, pesciolini ed altri piccoli animali domestici racchiusi in appositi contenitori di dimensioni non superiori a cm. 70x50x30, i quali devono essere confezionati in maniera tale da escludere qualsiasi lesione o danno sia ai viaggiatori che alle vetture.
Per ogni contenitore eccedente le dimensioni ammesse in franchigia e' dovuto, salvo diversa disposizione tariffaria, il pagamento di un biglietto di seconda classe ridotto, fermo restando comunque che nel caso in cui rechi grave danno o disturbo il viaggiatore è tenuto al pagamento della penalita' prevista e ha l’obbligo di scendere dal treno alla prima stazione in cui il treno effettua la fermata.
In caso di danno ai veicoli, ai loro arredi ed accessori, il viaggiatore, oltre alla sanzione amministrativa, e' tenuto al risarcimento del danno arrecato.
E’ altresi' ammesso il trasporto, dietro pagamento di un biglietto di seconda classe ridotto del 40%:
di un piccolo cane sciolto, a condizione che gli altri viaggiatori lo consentano e purche' il proprietario lo tenga sulle ginocchia e sotto la sua diretta sorveglianza;
di un cane di grossa taglia, in compartimenti noleggiati per intero e, a condizione che non rechi disturbo e sia munito di museruola e guinzaglio, nei treni a compartimenti. (Sui treni metropolitani, regionali, diretti ed interregionali composti con materiale ad unico ambiente, il trasporto e' ammesso, alle medesime condizioni e sotto la diretta sorveglianza del proprietario, utilizzando le piattaforme o il vestibolo delle carrozze e delle automotrici).
I cani guida dei ciechi sono ammessi in qualunque treno e classe gratuitamente in ragione di un cane per ogni cieco anche se questi e' accompagnato da una persona.
In nessun caso gli animali ammessi nelle carrozze possono occupare posti destinati ai viaggiatori. Nel caso in cui gli animali diano disturbo agli altri viaggiatori, il proprietario e' tenuto a scegliersi altro posto eventualmente disponibile e qualora l’animale rechi grave disturbo o danno, il viaggiatore e' assoggettato al pagamento della penalita' e ha l’obbligo di scendere dal treno alla prima fermata….omissis…
Condizioni particolari sono previste per il trasporto degli animali sui treni Eurostar e sulle Carrozze cuccette e Vagoni Letto ( è permesso portare un cane o un gatto se si occupa per intero lo scompartimento).

Cani di piccola taglia:
Eurostar: il trasporto degli animali non e' consentito, fatto salvo i cani guida dei ciechi.
Tuttavia sui treni effettuati con materiale ETR 460, ETR 480, ETR 500, e' consentito il trasporto di piccoli animali a condizione che gli stessi siano rinchiusi negli appositi contenitori di dimensioni non superiore ai cm. 32x32x50, che durante il viaggio siano collocati negli appositi spazi indicati dal personale FS e che non rechino disturbo agli altri viaggiatori. Nei corridoi delle vetture il cane deve portare la museruola ed essere tenuto al guinzaglio.
Intercity e Pendolino in trasportino omologato da tenere sotto i sedili.

Cani di grossa taglia:
nelle zone di entrata e uscita, con guinzaglio e museruola.

Gatti:
Eurostar/Intercity/Pendolino in trasportino omologato da tenere sotto i sedili.

IN AEREO:
(Regolamento IATA, Assistenza bagagli particolari.)
dipende dal peso dell'animale (che viene pesato con tutta la gabbia). E dipende anche dalla compagnia aerea.
Su richiesta del passeggero può eccezionalmente essere consentito il trasporto in cabina, sempre che vengano rispettate le seguenti disposizioni:

- pagamento di un supplemento per eccedenza bagagli.
- prenotazione necessaria.
- il passeggero deve provvedere a cibo e acqua durante il volo.
- nel caso vengano imbarcati più animali della stessa specie in un unico contenitore, non devono superare il numero di 5 e il peso complessivo di 8 kg (contenitore compreso).
- imbarcato un solo contenitore per ogni sezione di cabina divisa da paratia fissa o mobile, tranne deroghe.
- i contenitori non devono superare le dimensioni massime di cm 46x25x31.
- l’animale non deve emanare odori sgradevoli e deve rimanere nel contenitore durante tutto il tragitto.

Nel caso in cui durante il volo non siano rispettate tutte le disposizioni previste, o comunque l’animale arrechi fastidio agli altri passeggeri, il Comandante ha la facolta' di farlo trasferire nel bagagliaio o sbarcare al primo scalo.
Alcuni vettori non consentono il trasporto di animali vivi in cabina, mentre altri ne escludono il trasporto in bagagliaio.
Il trasporto di cani guida per ciechi e per sordi, a condizione che tale menomazione sia comprovata da certificato medico, e' gratuito. Per tali cani non e' necessario il contenitore, nel caso del trasporto in cabina, purche' essi siano muniti di museruola e guinzaglio.

Cani di piccola taglia e gatti:
in cabina, negli appositi trasportini.

Cani di grossa taglia e gatti (peso superiore ai dieci Kg):
nella stiva pressurizzata.

Di norma non sono consentiti cuccioli con meno di 10 settimane di vita; gatte in gravidanza oltre la sesta settimana, o animali talmente sedati da non reggersi in piedi.

Inoltre: scegliete bene i tragitti in quanto molti aeroporti non hanno strutture e personale adeguato a ricevere animali. Alcune compagnie declinano ogni responsabilità per danno, smarrimento, furto, malattia o morte dell’animale (effettuare polizze assicurative a parte).
Al controllo ai raggi x l’animale dev’essere momentaneamente fuori della gabbietta (munitevi di guinzaglio e pettorina o collare). Se il micio viaggia in stiva, ricordarsi di non bloccare il trasportino con lucchetti o similari per non impedire manovre d’emergenza (o anche solo permettere all’animale di bere) al personale di compagnia. Effettuare il check-in il più tardi possibile se l’animale viaggia in cabina, mentre è consigliato effettuarlo con largo anticipo se l’animale viaggia nella stiva.

AIR DOLOMITI: Sono ammessi in cabina massimo 2 animali (cani o gatti), vanno trasportati in appositi contenitori impermeabili di dimensioni non superiore ai 55x40x20. Il peso dell’animale più il contenitore non deve superare i 10 Kg,, si può trasportare solo un animale a persona. In stiva sono ammessi massimo 2 animali in gabbie di dimensioni massime100x65x70 il cui peso incluso di animale superi i 10 Kg. Il trasporto è soggetto a pagamento , solo i cani guida per non vedenti viaggiano gratuitamente. E’ indispensabile la prenotazione del trasporto di animale all’atto della propria prenotazione per evitare spiacevoli disguidi.

MERIDIANA: Il trasporto in cabina di animale (cani e gatti esclusivamente) di piccole dimensioni come bagaglio al seguito, è consentito solo a particolari condizioni: il passeggero deve essere in possesso di tutta la documentazione sanitaria prevista dalla vigente normativa. Sono ammessi in cabina massimo 2 animali (cani o gatti), vanno trasportati in appositi contenitori impermeabili, il peso dell’animale più il contenitore non deve superare i 10 Kg., si può trasportare solo un animale a persona. In stiva sono ammessi massimo 4 animali in gabbie. Il servizio di trasporto in stiva non è disponibile sui voli da e per Firenze.. Sui voli nazionali il trasporto in stiva di animali è soggetto a tassazione per peso mentre il trasporto in cabina di animali con peso inferiore a 10 Kg. compresa la gabbia costa L. 30.000. Sui voli internazionali il trasporto di animali è soggetto a tassazione per peso sia in stiva che in cabina.

ALITALIA: Sui voli nazionali è permesso il trasporto di un massimo di 2 cani in cabina in contenitore impermeabile insieme devono superare i 10 Kg di peso e le misure del contenitore non devono superaerare: H.48 xLu.33 x La29, nella stiva dipende dal tipo di aereo. Ser i voli internazionali , in cabina possono salire 2 o 3 cani con peso compreso di contenitore non superiore a 10 Kg. e di misura non superiore a: H.48 xLu.33 x La29, nella stive dipende dal tipo di aereomibile. Su AT42 e AT7 1 solo cane che non superi i 30Kg compreso contenitore; su 320 e 321 non accettano cani in quanto la stiva non è sufficientemente pressurizzata; su M80 e M82 possono salire fino a 7 cani, ognuno compreso di contenitore non deve superare i 30 g.; ed infine su ER1 1 cane in un contenitore delle misure 100x100x100 a condizione che il volo non duri più di 90 minuti. Ovviamente tutto ciò previa prenotazione

LUFTHANSA: Sui voli intercontinentali e permesso il trasporto di gatti e cani di piccola taglia, 1 animale un classe first, 2 animali in classe business, 3 animali in economy. Mentre sui voli europei e permesso il trasporto di 1 animale in classe business e 2 in economy. E’ consentito il trasporto di un solo animale per persona, sugli aereomobili più piccoli la cabina può ospitare massimo due animali. Gli altri animali e i cani di media e grossa taglia viaggiano in stiva in un compartimento speciale illuminato riscaldato e pressurizzato. La Lufthansa fornisce appositi distributori di acqua e cibo. Gli animali pagano come bagaglio extra. I cani guida per persone non vedenti viaggiano gratuitamente nella speciale stiva.

IBERIA: Per il trasporto di piccoli animali domestici, cani, gatti,uccelli ecc. in cabina o nella stiva, vanno osservate le norme generali sul trasporto animali al seguito di viaggiatori. Prenotazione e conferma prima della partenza sono indispensabili. Il viaggio di ritorno deve essere garantito a condizione che peso e dimensione dell’animale restino invariati. Per il trasporto in stiva l’animale deve essere sistemato in un contenitore, fornito dal passeggero e dovrà essere resistente e sicuro per viaggio , idoneo alle dimensioni dell’animale, con ventilazione adeguata, chiudibile ed impermeabile. In cabina l’animale dovrà essere trasportato in contenitori aventi le stesse caratteristiche di cui sopra ed inoltre un peso massimo di 6 Kg., compreso il contenitore, al massimo di cm. 58x40x23. Gabbie di uccelli non si possono aprire durante il viaggio, il dispensatore di cibo non deve poter cadere ed il contenitore deve rimanere coperto tutto il tempo. Non si accettano animali con caratteristiche che possano disturbare gli altri passeggeri . Il proprietario è tenuto ad aver cura dell’animale durante tutto il tragitto; l’animale inoltre dovrà stare nella gabbia tutto il tempo. Si possono chiedere appositi contenitori per il trasporto in cabina. Norme particolari regolano il trasporto di cani che accompagnano non udenti e non vedenti.

AIR FRANCE: Gli animali domestici, per poterla accompagnare, devono essere in regola con le formalità previste dal paese di destinazione ; oltre i 5 chili di peso (accordo preventivo ufficio prenotazioni e con sacco cabina), viaggeranno in stiva pressurizzata e riscaldata. Sarà prevista, in tal caso, una gabbia omologata.

AUSTRIAN AIRLINES: in cabina si possono portare solo cani e gatti, ed uno per classe. Gli animali devono essere trasportati in gabbie impermeabili e sufficientemente grandi oppure in borse impermeabili. Non si possono prendere a bordo animali con peso superiore a 8 Kg. Gli animali che superano questo peso devono viaggiare nella stiva.

IN NAVE:
Per il trasporto in nave o traghetto non esistono norme valide universalmente. E’ quindi opportuno informarsi presso l’Agenzia Viaggi che emette il biglietto sulle condizioni stabilite dalla Compagnia di Navigazione riguardo il trasporto. Per cani e gatti in genere il passaggio nave e' gratuito o a prezzo ridotto; puo' pero' essere vietato l’accesso alle cabine ed altre aeree riservate ai passeggeri, cosè come puo' essere richiesta la loro sistemazione in spazi a loro riservati.

A titolo esemplificativo, si riporta quanto disposto da alcune compagnie:

TIRRENIA NAVIGAZIONE: è consentito il trasporto di cani e gatti al seguito. I cani debbono essere muniti di museruola e durante il viaggio vengono alloggiati nel canile di bordo.
I gatti debbono essere sistemati in gabbie o ceste a cura del passeggero. Il mantenimento e la cura degli animali durante il trasporto sono a carico e rischio del proprietario. Per gli animali che viaggiano a seguito passeggeri e' richiesta la seguente documentazione:
- per tutti i collegamenti: certificato veterinario attestante che l’animale non e' affetto da malattie;
- per i soli collegamenti con la Sardegna: certificato veterinario di vaccinazione antirabbica.


CORSICA FERRIES: I cani sono bene accetti sulla Corsica Ferris, si possono portare sia in cabina che negli spazi comuni, tranne sale bar, ristoranti e sala poltrone. Devono essere muniti di museruola, guinzaglio e certificato di sana costituzione e antirabica non superiore a tre mesi. Per ulteriori informazioni potete chiamare lo 010.593301.

TIRRENIA: I cani di taglia grande vengono custoditi ne canile di bordo. I cani di piccola taglia, gatti ed in qualche eccezione i cani di media taglia possono essere introdotti in cabina a condizione che questa sia totalmente occupata dai rispettivi proprietari e che successivamente allo sbarco ne sia garantita idonea pulizia. Per ulteriori informazioni potete chiamare lo 081.721111.

ADRIATICA: I cani devono essere muniti di museruola e vengono custoditi nel canile di bordo. I gatti e gli altri animali domestici devono essere trasportati in gabbie o ceste. Gli animali devono essere muniti di certificato sanitario internazionale valido. Per ulteriori informazioni potete chiamare lo 041.781611.

TOREMAR: I cani devono essere trasportati con guinzaglio e museruola e tenuti fuori dalle sale passeggeri o alloggiati nel canile di bordo, ove la nave ne sia provvista. I gatti ed i piccoli animali domestici devono essere sistemati in gabbie o ceste a cura del passeggero. Nessun animale può essere introdotto nelle sale o nei locali destinati ai passeggeri ad eccezione dei cani guida per non vedenti.

Riguardo a viaggi su lunga tratta potete rivolgervi a: Costa Crocere tel. 010.54831, Navigazione Italia-Grecia Tel. 083.1528531, Navigazione Italia-Jugoslavia Tel. 041.2770507

DI NORMA:
Cani di piccola taglia e gatti:
insieme al padrone.

Cani di grossa taglia:
sul ponte con guinzaglio e museruola.

Sulle grandi navi da crociera è quasi sempre vietato introdurre animali a bordo.


Condizioni sanitarie:
In Italia l’animale deve essere accompagnato da un certificato sanitario comprovante lo stato di ottima salute (non superiore a 5 giorni), dal libretto sanitario aggiornato, dal certificato di vaccinazione antirabbica ove richiesto secondo la normativa vigente o se specificatamente richiesto dalla Societa' di Trasporto (prescritto da non meno di 20 giorni e da non più di 11 mesi. Obbligatoria anche per chi si reca in Sardegna e Isola d'Elba; raccomandata per Lombardia, Val d'Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia). Per il cane si consiglia di allegare il certificato di iscrizione all’anagrafe canina, comprovante la proprieta' dell’animale.
Nella comunità europea generalmente si richiedono il certificato sanitario e la vaccinazione antirabbica, ma sarebbe opportuno chiederne conferma all’ASL competente per territorio o direttamente al Consolato.
Si segnala che nel Regno Unito sono tuttora in vigore nuove disposizioni Pet Travel Scheme, mentre per esempio, in Svezia e Norvegia la quarantena puo' essere sostituita dalla vaccinazione antirabbica con conseguente controllo degli anticorpi.
In ambito internazionale si richiedono il certificato sanitario e la vaccinazione antirabbica, eventuali altre vaccinazioni (cimurro, epatite infettiva, leptospirosi, ecc.), licenza di importazione.
Si segnala che in alcuni Stati e' vietato introdurre cani, mentre in altri cio' e' subordinato ad un periodo di quarantena, di durata variabile da una settimana a nove mesi.
Si consiglia pertanto di rivolgersi all’ASL competente per territorio o direttamente al Consolato.

Riguardo il certificato sanitario, per il trasporto in Italia, puo' essere rilasciato dal Veterinario curante, a meno che diversamente richiesto, mentre all’Estero (UE inclusa) deve essere rilasciato dal Veterinario Ufficiale, ovvero dall’ASL competente per territorio.

PAESI CHE HANNO RESTRIZIONI PARTICOLARI: Le informazioni sugli obblighi sanitari richiesti dai paesi stranieri (vaccinazioni, certificati ed eventuale quarantena) si ottengono presso i Consolati delle Nazioni dove si è diretti.

AUSTRALIA: isolamento di 4 mesi; accetta animali provenienti solo da paesi in cui non c'è la rabbia.
CIPRO: isolamento di 60 giorni.
FINLANDIA: vaccinazione contro il cimurro e isolamento di 6 mesi.
GRAN BRETAGNA: visto consolare.
E' entrato in vigore il "Pet Travel" realizzato dal Governo Inglese, che abolisce definitivamente i sei mesi di quarantena per transitare nel Regno Unito con cani e gatti provenienti da 22 paesi europei. La normativa prevede una serie di pratiche per le quali occorreranno almeno 2/3 mesi: apposizione di un microchip sottocutaneo di identificazione con relativa certificazione, da effettuarsi presso uno studio veterinario libero professionale; vaccinazione antirabbica. Dopo trenta giorni dall’avvenuta vaccinazione, il veterinario dovrà effettuare un prelievo di sangue che andrà inviato all’Istituto Zooprofilattico Delle Venezie che certificherà l’avvenuta reazione anticorpale. Dovranno essere fatti dal vostro veterinario due trattamenti antiparassitari contro Tenia e Zecche almeno 48 ore prima della partenza. Tali trattamenti dovranno essere certificati dal vostro veterinario.
MALTA: visita alla frontiera e animale sotto osservazione per 4 mesi.
IRLANDA: visto consolare ed isolamento per 6 mesi.
ISLANDA E TAINLANDIA: non sono ammessi animali per turismo.

In caso la vostra meta di viaggio sia l’Italia, è giusto sapere che in alcune zone esiste il rischio per il votro animale di contrarre alcune malattie; queste si difefrenziano a seconda delle aeree geografiche.

Sardegna e in tutte le zone in cui sia diffusa la pastorizia:
Malattie, o fattori da temere: Echinococco, particolare tipo di tenia. E’ un parassita piccolissimo (i vermi adulti raggiungono la lunghezza massima di soli 6mm), che si stabilizza nell’intestino diffuso tra i cani da pastore che vivono a contatto con le pecore. I segmenti contenenti le uova vengono depositati con le feci dell’ospite primario e contaminano di solito i terreni da pascolo. Le larve penetrano nell’intestino dell’ospite secondario ed entrano nel circolo portale, di solito restano intrappolate nei letti capillari epatici (70%), ma alcune passano nei polmoni (20%) ed alcune nel cervello e nei muscoli. Le larve si sviluppano nei cisticerchi ( cisti idatidee) all’interno dei tessuti; le cisti non hanno limiti nella loro dimensioni e se si rompono possono creare nuovi siti di infezione. Il ciclo usuale coinvolge i cani e le pecore. Qualsiasi animale a sangue caldo, uomo compreso, può comportarsi da ospite secondario. ( I problemi più seri esistono nei paesi con allevamento di pecore su larga scala – Australia). La malattia viene trasmessa ai cani quando questi mangiano frattaglie crude di pecore contenenti cisti idatidee. Esistono farmaci appropriati.
Come si contrae: Il cane contrae questo parassita unicamente cibandosi di carni di ovini o bovini infestati.
Sintomi: perlopiù non dà alcun sintomo.
Precauzioni: Nutrire il cane esclusivamente con carni cotte ed evitare che rovisti nelle pattumiere. In ogni caso al ritorno dalle vacanze, per eliminare ogni dubbio, basterà far analizzare le feci.

Bacino Mediterraneo:
(Sardegna, Argentario, Isola d’Elba, Sicilia ed altre regioni del Sud)
Malattie, o fattori da temere: Pappatacio (flebotomo) causa della leishmaniosi. Piccolo insetto simile alla zanzara. La femmina di questo pericoloso animaletto è ematofoga, cioè si nutre del sangue di molti mammiferi, tra i quali anche il cane. Con il suo morso può trasmette un protozoo che causa una grave malattia: la leishmaniosi.
Come si contrae: attraverso la puntura del pappatacio
Sintomi: I sintomi sono molto vari in quanto la malattia può esse organi o cutanea per cui a volte è difficile fornire subito la diagnosi esatta. I SINTOMI DELLA MALATTIA ORGANICA sono: aumento di tutti i linfonodi, alternanza di stanchezza e buona forma fisica, uremia ed anemia, degradazione fisica –aspetto di vecchio, sete intensa, talvolta diarrea sanguinolenta; I SINTOMI DELLA MALATTIA CUTANEA sono: forfora –soprattutto testa, ispessimento ed ulcerazioni della pelle, dimagrimento irreversibile, aumento di volume della milza e di linfonodi, crescita sconsiderata delle unghie, ulcerazioni occhi –naso- orecchie- bocca, otiti ribelli.
Precauzioni: Contro questa malattia non esiste alcun vaccino in quanto malattia protozoaria, ma si possono prendere alcune precauzioni ed usare alcuni antiparassitari da distribuire sul pelo per evitare che il pappatacio venga a contatto con il nostro cane. E’ buona norma in ogni caso, se ci si trova in zone particolarmente a rischio, non farlo dormire all’aperto, in quanto l’attività del pappatacio è prevalentemente notturna.

Pianura Padana:
Malattie o fattori da temere: Filariosi cardiopolmonare, malattia parassita molto diffusa e pericolosa.
Come si contrae: Veicolo di tale parassita è un insetto che da un animale all’altro inietta le larve del parassita. Una volta immessa nel corpo del cane, la larva diventa adulta e si localizza nel cuore e nelle arterie polmonari.
Sintomi: Disturbo alle contrazioni cardiache, il cane si stanca facilmente e tossisce frequentemente. Con il progredire della malattia viene compromessa la capacità del cuore di regolare la circolazione sanguigna.
Precauzioni: Fortunatamente è possibile prevenire questa temibile malattia somministrando al cane delle compresse che impediscono alla larva di diventare adulta.

Arco alpino, oltr’alpe, o qualsiasi paese straniero:
Malattie o fattori da temere: Rabbia. Infezione virale che può colpire tutti i mammiferi e che porta alla morte per paralisi. Il virus agisce sul sistema nervoso centrale, si osserva spesso una inversione nel carattere , da calmo ad aggressivo e viceversa. Ci sono due forme: la RABBIA MUTA che comincia con la paralisi della mascella e della glottide per generalizzarsi rapidamente; la RABBIA FURIOSA con iperaggresività, paura, rifiuto del cibo per divorare oggetti, rifiuto di bere e bava abbondante, abbaiamento particolare, grido rabbico o grido rauco bitonale, convulsioni quindi paralisi.
Come si contrae: Si trasmette da un animale all’altro mediante la saliva, attraverso il morso di un animale infetto.
Sintomi: Difficoltà a deglutire, bava, desiderio di aggredire qualunque essere vivente si trovi nelle vicinanze, vagabondaggio senza meta.
Precauzioni: Vaccino (in molti casi obbligatorio)

CANADA: Cani e gatti devono avere un certificato di accompagnamento recente, datato e firmato da un veterinario, che attesti l'avvenuta vaccinazione antirabbica nel corso dell'anno precedente e da non meno di un mese al momento dell'ingresso. L'animale deve presentarsi in buona salute. Per i cuccioli sotto i tre mesi non è necessario il certificato di vaccinazione antirabbica, ma solo l'evidenza del buono stato di salute. Per saperne di più contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Canadese Tel. 032.1806815

ITALIA: L’ingresso di cani è gatti è consentita se gli animali sono muniti di un certificato di origine e sanità (rilasciato da autorità sanitarie pubbliche estere riconosciute in Italia ossia da un veterinario ufficiale), contenente i dati identificativi degli animali e dei proprietari e attestante che gli animali sono stati riconosciuti sani e sono stati sottoposti a vaccinazione antirabbica da almeno 11 mesi dalla data del rilascio del certificato.

GRAN BRETAGNA E’ ora possibile introdurre cani o gatti nel Regno Unito senza doverli mettere in quarantena. Gli animali devono rispondere ai seguenti requisiti: 1)Devono risiedere nell’Ue da almeno 6 mesi;2)devono essere sottoposti ad innesto di microchip prima e successivamente vaccinati contro la rabbia con un vaccino attivo; devono essere sottoposti ad analisi del sangue 1 mese dopo la vaccinazione presso un laboratorio riconosciuto; devono aver ricevuto un trattamento contro determinati parassiti fra le 24 e le 48 ore precedenti l’imbarco per l’Inghilterra;devono essere accompagnati da 2certificat, il primo rilasciato da un veterinario USL che confermi l0innesto del microchip, la vaccinazione contro la rabbia e le analisi del sangue; il secondo rilasciato da un qualsiasi veterinario che confermi il trattamento contro i parassiti. Inoltre per giungere in Inghilterra si possono utilizzare solo alcune compagnie marittime, ferroviarie e aeree. Per saperne di più collegatevi al sito: www.britain.it/pets/002.htmoppure potete contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Britannico Tel. 06.4620221

DANIMARCA:CANI E GATTI ADULTI: 1° Se provenienti da paesi esenti da rabbia (Isole Færøer, Islanda, Norvegia, Svezia, Irlanda, Inghilterra, Giappone, Nuova Zelanda e Australia) possono essere introdotti liberamente. 2° Se provenienti da tutti gli altri paesi si richiede vaccinazione antirabica praticata almeno 30 giorni prima e al massimo 12 mesi prima della introduzione sul territorio danese. CUCCIOLI E GATTINI: Se provenienti dai paesi di cui al punto 2. possono essere introdotti in Danimarca alle seguenti condizioni:se di età inferiore ai 3 mesi: certificato di buona salute emesso al massimo 10 giorni prima dell'introduzione sul territorio danese. Non si richiede la vaccinazione antirabica. se di età tra i 3 e i 4 mesi: si richiede la vaccinazione antirabica - qualora questa sia stata effettuata meno di 30 giorni prima dell'introduzione sul territorio danese, si richiede anche un certificato di buona salute.

SPAGNA: Per l'ingresso di cani e gatti sono necessari, libretto di vaccinazione e certificato di buona salute, rilasciato dall'ASL di competenza. Per saperne di più contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Spagnolo Tel. 06.96783106

PORTOGALLO: Oltre al certificato contro la rabbia per l'ingresso di cani e gatti sono necessari, libretto di vaccinazione e certificato di buona salute, rilasciato dall'ASL di competenza. I certificati devono essere redatti anche in lingua portoghese. Per saperne di più contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Portoghese Tel. 02.795228

BELGIO: Oltre al certificato contro la rabbia ,serve una dichiarazione del veterinario di famiglia che attesta di aver visitato l’animale, massimo 10 giorni prima della partenza, che risulta sano e idoneo a viaggiare.Tutti i certificati devono contenere una traduzione in olandese, francese o tedesco, soltanto l’attestato relativo alla vaccinazione antirabbica può essere redatto in lingua inglese. Per saperne di più contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Belga Tel. 02.860566

REPUBBLICA CECA: Per l'ingresso di cani e gatti sono necessari, libretto di vaccinazione e certificato di buona salute, rilasciato dall'ASL di competenza.

UNGHERIA: Per l'ingresso di cani e gatti sono necessari, libretto di vaccinazione e certificato di buona salute, rilasciato dall'ASL di competenza. Per saperne di più contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Ungherese Tel. 06.3212409.

FINLANDIA: L'ingresso in Finlandia di cani e gatti è subordinato alla presentazione alla autorità doganali di un certificato veterinario (o libretto di vaccinazione internazionale), nel quale si dichiari che l'animale è stato vaccinato contro la rabbia almeno 30 giorni prima e da non più di 12 mesi indicando il nome del vaccino. Il testo deve essere redatto in inglese, tedesco, svedese o finlandese, firmato dal veterinario e completo di data e luogo dell'avvenuta vaccinazione. I vaccini antirabbia disponibili in Italia e accettati in Finlandia sono: Nobivac R (Intervet), Rabvac 1 e Rabvac 3 (Solvay Animal Health), Rabisin (Rhone Marieux). La vaccinazione antirabbica non è richiesta per i cuccioli di età inferiore ai tre mesi.

SVIZZERA: Oltre al certificato contro la rabbia ,serve una dichiarazione del veterinario di famiglia che attesta di aver visitato l’animale, massimo 10 giorni prima della partenza, che risulta sano e idoneo a viaggiare. Il certificato contro la rabbia de ve essere rilasciato in lingua tedesca, francese, italiana o inglese. Per saperne di più contattare L'Ente Nazionale per il Turismo Svizzero Tel. 02.76013114

DISCIPLINA SANITARIA PER L’IMPORTAZIONE, L’ESPORTAZIONE E IL TRANSITO DEGLI ANIMALI AL SEGUITO DEI VIAGGIATORI
Decreto Ministeriale 10 aprile 1969
(G.U. 7 maggio 1969, n. 116)
Il Ministro per la Sanita'…

DECRETA:
Articolo 1
I cani e i gatti in importazione e transito al seguito dei viaggiatori devono essere scortati da un certificato di origine e di sanita', rilasciato da un Veterinario ufficialmente autorizzato dallo Stato di provenienza a rilasciare certificati per l’esportazione degli animali . In detto certificato, redatto in lingua italiana ed in quella del paese di provenienza ovvero secondo il modello allegato al presente decreto, debbono essere indicati i dati segnaletici per l’identificazione dell’animale e le generalita' del detentore.
Inoltre, il certificato predetto deve contenere la dichiarazione che l’animale, visitato il giorno del rilascio del certificato,e' stato riconosciuto clinicamente sano e che e' stato vaccinato contro la rabbia da almeno 20 giorni e da non oltre 11 mesi dalla data del rilascio del certificato stesso.
Il certificato e' valido 30 giorni dalla data del rilascio e puo' essere rinnovato, per pari periodo, a seguito di una nuova visita veterinaria.
Articolo 2
Le autorita' doganali di frontiera, accertata la regolarita' del certificato di cui al precedente art. 1, ammettono all’importazione o al transito, senza altre formalitõ, cani e gatti al seguito dei viaggiatori.
Articolo 3
Per i cani e i gatti al seguito di viaggiatori che si recano temporaneamente dall’Italia all’Estero, qualora gli animali risultino vaccinati contro la rabbia da almeno 20 giorni e da non oltre 11 mesi dalla data della partenza, potra' essere richiesto ai detentori il rilascio da parte del Veterinario provinciale competente del certificato di origine e sanita' previsto al precedente art. 1 . Il suddetto certificato, da esibirsi alle autorita' doganali di frontiera all’atto del rientro in Italia, e' valido a tutti gli effetti per consentire la reimportazione degli animali.
….omissis….

APPENDICE SULLA SEDAZIONE:
Anche se la maggior parte delle volte bastano pochi accorgimenti per tenere un animale tranquillo (una spruzzata di Feliway (Dap per i cani) nel trasportino; usare un telo a copertura per non fargli vedere cosa accade all’esterno; abituarli sin da cucciolini mezzi di trasporto di cui facciamo uso maggiore; fare in modo che non associno il viaggio al veterinario; etc.), spesso i nostri amici necessitano dell’uso di tranquillanti specifici.
Dato per scontato che dev’essere il veterinario a prescrivere il farmaco più adatto per il nostro peloso (perché conosce la storia clinica del gatto, per aiutarci con le dosi.. etc.), in commercio esistono vari tipi di tranquillante.

Integratori nutrizionali: alcuni sono a base di fitoestratti (passiflora, camomilla, valeriana); altri sono a base di caseina triplica, estratta dalla proteina del latte e quindi priva di lattosio. Questi ultimi hanno un trattamento di lungo periodo, ovvero la cura va iniziata almeno due settimane prima del viaggio.

Farmaci tranquillizzanti: da usare SOLO nei casi più gravi. Sono a base di droperidolo oppure di acepromazina maleato. Le controindicazioni possono essere maggiori rispetto agli integratori.


[ATTENZIONE:i numeri di telefono possono essere modificati nel tempo, controllare l’esattezza del numero tramite le Pagine Bianche prima di comporlo.]

{liberamente tratto da internet}

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: omero il 31-10-2007 14:14 ]


0 
 Profilo
volpeblu

Registrato dal: 20-12-2003
| Messaggi : 3459
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 09:41   
do alcune indicazioni in merito per la sardegna il vaccino antirabbica non è più necessario da quest'anno solo regolari vaccinazioni ulteriori e certificato sano stato di salute, in più nei traghetti CORSICA-FERRIES i cani son accetti sia nella zona self-service che bar non possono stare nella zona ristorante.


0 
 Profilo
omero

Registrato dal: 19-01-2007
| Messaggi : 6576
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 14:18   
Grazie Volpeblu!

E' un articolo in generale, poi ovvio che per lo specifico uno deve rivolgersi alle compagnie per informazioni certe.
Considerando che cambiano le cose di anno in anno, ci vorrebbe un aggiornamento continuo, cosa impossibile da attuarsi!

In compenso mi hanno appena detto che Il passaporto europeo sostituisce tutti i certificati necessari all'ingresso di un animale in uno dei paesi aderenti.


0 
 Profilo
bracchetto
| MEDICO VETERINARIO

Registrato dal: 04-07-2007
| Messaggi : 17962
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 14:56   
omero, c'è posta per te (mail)


0 
 Profilo
omero

Registrato dal: 19-01-2007
| Messaggi : 6576
  Post Inserito 31-10-2007 alle ore 19:22   
allego file gentilmente indicato dalla nostra mitica Bracchetto


Allegati :  schema_noncommerciale.pdf   
0 
 Profilo
Jack

Registrato dal: 20-09-2005
| Messaggi : 14491
  Post Inserito 04-11-2007 alle ore 21:41   
posso fare una domanda??

ma in macchian anche solo per un cane è obbligatorio trasportino o rete?? io avevo capito solo per un dog...però nn vorrei aver fatto casino!


0 
 Profilo
GattoTiti

Registrato dal: 20-05-2005
| Messaggi : 9867
  Post Inserito 05-11-2007 alle ore 08:37   
www.asaps.it/notizie/notizie_2004/02_notizie_04/0077.html

Questo è quanto riportato sul sito degli amici della polizia stradale.Lo schema è molto chiaro.


0 
 Profilo
Jack

Registrato dal: 20-09-2005
| Messaggi : 14491
  Post Inserito 06-11-2007 alle ore 12:33   
perfetto quindi uno solo che nn ostacola la guida nn è multa senza né trasportino né rete
Anche su questo nn ostacola la guida...bisgnerebbe capire cosa significa!


0 
 Profilo


Generazione pagina: 0.921 Secondi