home page

ClinicaVeterinaria .org - Forum dedicato alla salute e al benessere degli animali

cane_Salute e benessere | _Comportamento | _Cani di razza gatto _Salute e benessere | _Comportamento animali esotici _Animali esotici e nostrani
_I diritti degli animali _Adozioni _I nostri Pets _Varie         

Archivio disponibile solo per consultazione :

VAI al NUOVO FORUM

  >>  Gatto  >>  Quando fare eutanasia? - Discussione n 100292 - PermaLink
   Quando fare eutanasia?

( 1 | 2 ) Avanti  >>> 
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 10 )
Maila78

Registrato dal: 26-08-2018
| Messaggi : 5
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 13:55   
Buongiorno mi chiamo Maila e è la prima volta che partecipo a un forum.....sono in un momento terribile...il mio Tao sta molto male.Tao è un micio di 16 anni a cui è stata diagnosticata un 'insufficienza renale quasi due anni fa.
Un anno fa gli è stato diagnosticato anche un linfoma intestinale,anche se ad uno stadio molto iniziale...
È stato un anno molto difficile, dove ho fatto veramente di tutto per farlo stare bene...aveva smesso completamente di mangiare e ha avuto il sondino gastro esofageo per più di tre mesi...ma con tanto impegno e dedizione sono riuscita a farlo stare bene...ha ricominciato a mangiare e fino a giugno siamo andati bene.
Da giugno l appetito però è tornato a calare...3 settimane fa gli ho fatto fare un ricovero per fare flebo in vena,poi ho aumentato le flebo sottocute a casa e iniziato terapia con cortisone.
Purtroppo una settimana fa ha avuto uno scompenso cardiaco con versamento di liquidi...ho iniziato terapia con vetmedin e diuretico...lunedì abbiamo fatto ecocardio e controllo valori renali...ebbene la situazione cardiaca si è risolta ma mi hanno detto che la terapia per il cuore che lui deve fare è assolutamente incompatibile con la situazione renale,che è molto compromessa(creatinina 7 ).
In clinica mi hanno detto che si potrebbe procedere con l eutanasia senza sensi di colpa.
Io sono dilaniata...e combattuta...lui non mangia più...però lo vedo sereno...esce in giardino...fa i suoi bisogni e fa tante fusa...
Ho sempre pensato che avrei fatto l eutanasia solo di fronte ad una sofferenza molto grande ed evidente...che in lui non vedo ancora...anche se in clinica mi hanno detto che potrebbe peggiorare anche in pochi giorni...
È la prima volta che affronto una situazione del genere e ringrazio tutti coloro che mi daranno un consiglio!


0 
 Profilo
titti22

Registrato dal: 08-07-2013
| Messaggi : 1159
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 15:20   
Ciao, io aspetterei , vero che i gatti nascondono bene il dolore ,ma tu che lo conosci lo capirai quando è il momento. goditelo anche se per poco.

quando sarà il momento non portarlo in ambulatorio

fai venire il vet a casa e tienilo con te fino alla fine





0 
 Profilo
Miyu12

Registrato dal: 31-01-2018
| Messaggi : 112
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 15:26   
Ti parlo per esperienza avendo avuto una micia per cui ho davvero fatto l'impossibile.
L'eutanasia si pratica quando il gatto visibilmente soffre.
Con i livelli di crea a 7 e immagino azotemia alta, avrai sempre più problemi, questo è certo.
Se non mangia, perso per perso, cerca di dargli tutto quello che sai che gli piace. Alla mia smisi il renal quando la situazione precipitò perché pensai, se deve star male e anche mangiare roba che le piace poco non ne vale la pena. Male per male, magari ricomincia a mangiare con quella. Prima o poi la decisione la dovrai prendere, ma quando un micio getta la spugna te ne accorgi.
La mia negli ultimi due giorni non si muoveva più, rimaneva sotto il mio letto senza fare niente, distesa. Fino a tre giorni prima faceva le fusa. Quando un gatto è pronto te lo fa capire, credimi. Fai un tentativo con del mangiare appetitoso e molto calorico. La natural trainer se non erro ha un mangiare liquido molto buono uguale per cani e gatti che è "di recupero" dopo malattie. Cerca di vedere se mangia qualcosa che gli piace. E se deve continuare la terapia per il cuore fagliela fare.
Tra l'eutanasia e continuare una terapia che fa male ai reni io sceglierei di vedere come va con la terapia.
Fidati, lo capirai quando sarà il vero momento per lui. (lo so, sembra un ragionamento egoista ma sto ancora soffrendo per la morte della mia, forse non sono obiettiva)


1 
 Profilo
Maila78

Registrato dal: 26-08-2018
| Messaggi : 5
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 17:05   
Grazie per le
vostre risposte!purtroppo ho provato tutto e penso che ormai non mangerà più...gli sto dando il sensireability forzatamente con grande stress da parte sua.
Il diuretico è necessario per evitare un nuovo scompenso cardiaco ma è deleterio per i reni che invece avrebbero bisogno di flebo sottocutanee che non potrò più fare appunto per il cuore....sono stremata e vivo nel terrore di fare scelte sbagliate...


0 
 Profilo
Miyu12

Registrato dal: 31-01-2018
| Messaggi : 112
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 17:10   
Un secondo.
Perché non può fare le flebo sottocute?
Per il cuore (lo so perché anche la mia Sasha aveva un problema lì per cui prendeva il forteok fisso) non vanno bene le flebo in endovena, ma quelle sottocute proprio perché non entrano direttamente nel sangue, si fanno senza problemi...
Anche solo 100 ml al giorno aiuta...


0 
 Profilo
Maila78

Registrato dal: 26-08-2018
| Messaggi : 5
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 17:51   
In clinica sia cardiologo che nefrologo hanno detto che anche le flebo sottocutanee impattano sul cuore...inoltre lui ha avuto un edema polmonare per cui è necessario il diuretico...quindi dicono che non avrebbe senso introdurre liquidi per poi eliminarli con un diuretico...prima faceva appunto 100 ml al giorno...
Ho chiesto se è possibile eliminare o ridurre il diuretico ma me l hanno sconsigliato, perché dicono che potrebbe avere un nuovo scompenso cardiaco...


0 
 Profilo
Maila78

Registrato dal: 26-08-2018
| Messaggi : 5
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 17:57   
Non so più cosa pensare....mi piacerebbe sapere se qualcuno si è trovato in una situazione simile e cosa ha fatto...


0 
 Profilo
KATERINA2018

Registrato dal: 08-07-2018
| Messaggi : 27
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 21:46   
Mi dispiace per la tua situazione, e la decisione se praticare l'eutanasia spetta solo a te. La cosa più importante da tener presente è il benessere dell'animale, quindi non faccio altro che riportare quanto scritto da un medico veterinario a tal proposito.
"Il punto chiave è quale è veramente il bene dell'animale? Chi decide in tal proposito? Quali sono i parametri di valutazione in tal senso? Non esistono risposte giuste o sbagliate, ciascuno ha una sua propria opinione in merito. Chiunque viva con un animale si augura che il momento del distacco arrivi il più tardi possibile. E' doveroso riflettere sul fatto che siamo noi a decidere per loro ciò che è bene e ciò che è male, avendo una assoluta gestione in tal senso. In certe situazioni il dubbio è forte. Se l'animale potesse decidere che cosa sceglierebbe? Preferirebbe spegnersi poco a poco oppure interrompere una vita ormai piena di sofferenza? Opterebbe per un calvario di un accanimento terapeutico, quasi sicuramente senza speranza, per vivere qualche settimana in più? Desidererebbe davvero vivere l'ultima fase della sua vita in condizione tutt'altro che serena, senza alimentarsi autonomamente, senza correre, senza giocare?
Non si tratta , forse, del nostro egoismo per cui temiamo di separarci da lui e lo vogliamo con noi il più a lungo possibile?

Molti pensano che l'animale dirà lui quando è il momento, così che questo "segnale" eliminerebbe il terribile fardello di dover prendere quella decisione da soli. Convincendo noi stessi che i nostri animali "ci diranno" quando è il momento di morire rischiamo di prolungare la loro sofferenza aspettando un segno che non arriva."
Mia cara Maila sgombera la mente e concentrati per capire veramente quale è il bene per il tuo animale, prova a trovare il giusto equilibrio fra razionalità e l'emotività dettata dal cuore, fino a comprendere che l'eutanasia non è altro che un gesto d'amore, l'ultima carezza nei suoi confronti.

E' l'atto d'amore più altruistico che possiamo offrire, per mettere fine alla sofferenza dell'animale dobbiamo scegliere di accettare la nostra sofferenza.

Io ci sono passata circa due mesi e ho scelto di far addormentare il mio amatissimo micio senza aspettare che la malattia terminale lo devastasse e ci soffro ancora adesso ma so di aver fatto la scelta migliore per lui. Questa è la cosa più importante.
Un abbraccio !!


1 
 Profilo
misssmith
| CV STAFF

Registrato dal: 16-05-2008
| Messaggi : 22544
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 22:27   
Sono d'accordo con Katerina. E al di là degli specialisti che ti seguono, se hai un vet di fiducia con cui parlare e consultarti penso sarebbe meglio per te.



0 
 Profilo
Maila78

Registrato dal: 26-08-2018
| Messaggi : 5
  Post Inserito 12-09-2018 alle ore 22:54   
Grazie per le vostre parole...purtroppo quella che era la mia vet di fiducia si è comportata molto male quindi l ho abbandonata dopo 10 anni...Tao per il linfoma la nefropatia è seguto dalla clinica universitaria di Bologna quindi non cera una figura di riferimento...purtroppo non ho ancora trovato un veterinario di cui mi fido...anzi se qualcuno di Bologna ha qualche nominativo ben venga!


0 
 Profilo
( | 2 ) Avanti  >>> 


Generazione pagina: 1.080 Secondi