Rottweiler con infezione di origine sconosciuta


Pubblicato in: Cane

Per partecipare a questa discussione clicca qui

Bluemoon

Ciao a tutti,
questa è la prima volta che scrivo in questo forum e lo faccio per due motivi:
1-se posso, aiutare chi si troverà nella mia stessa situazione
2-chiedere un aiuto o un parere da parte di chi ci è già passato o da esperti.
Tutto è iniziato 1 mese fa e mi trovavo a Genova da parenti. la mattina del 10 agosto il mio rottweiler di 2 anni non riesce a mettersi seduto. io credevo si trattasse dell'indigestione di piccoli pezzi di legno con il conseguente fastidio del transito intestinale, com'è già successo in passato, ma nel pomeriggio vediamo un ingrossamento nella parta alta, interna della zampa posteriore destra. Ad arrivare a sera il gonfiore aumenta fino ad arrivare al piede del cane. Inappetenza e apatia. il giorno dopo siamo andati diretti dalla mia veterinaria. La zampa è diventata 3 volte l'altra, gonfia, arrossata, ma senza segni particolari. Alla visita la dottoressa valuta si tratti di un'infezione estesa, ma senza origine riuscire a decretarne l'origine. Controlla la zampa, ma non trova punti di ingresso a scheggie, forasacco o punture d'insetto. Temperatura 40,5. Praticata iniezione di antibiotico e antinfiammatorio. Prelievo di sangue e conta dei globluli bianchi al limite, ma nella norma. Terapia iniezioni di cefazolina 1g mattina e sera, rimadyll 50 mg.
Io dovevo tornare a Bologna lo stesso giorno quindi torniamo indietro, volendo affidarmi a lei la chiamo tutti i giorni e vedo pochi miglioramenti nei giorni successivi, ma la zampa non sgonfia, nel frattempo passiamo ad una terapia orale di antibiotici Keforal 1g sempre mattina e sera. Nel frattempo la dottoressa mi disse che se andava tutto bene e la terapia farmacologica era giusta (sempre nel dubbio non sapendo la causa scatenante) si sarebbero aperte delle fistole nella zampa facendo uscire l'infezione.
La sera del 15 agosto alle 23 portiamo fuori il cane, come al solito in quei giorni prendiamo l'ascensore, perchè non riesce nemmeno a fare le scale visto che non riesce a piegare la zampa da quanto è gonfia. Al ritorno a casa intorno alla zampa si forma una pozza di siero rosso sangue. Al lato interno della caviglia si è aperto un forellino da cui inizia a uscire di tutto e di più, siero, pus, e della sostanza bianca più densa del pus che a volte intasava il forellino. Io, con le pinzette le levavo e ricominciava a scendere liquido! il giorno dopo continuava a perdere e si formavano di nuovo questi "blocchi" che poi ho scoperto erano pezzi di tessuno necrotico, ma ad un certo punto ho iniziato a tirare piano con le pinzette e vedevo che non era un pezzo piccolo, così mi sono spaventata temendo di aver preso un pezzo di muscolo o di tendine!!! e abbiamo portato il cane in un ospedale veterinario a Bologna aperto 24 ore su 24.
Il cane viene guardato e ci viene detto che l'infezione stava facendo il suo corso e di tornare dopo 5 giorni e di continuare con la terapia dell'altra dottoressa. Nel frattempo si era formata una chiazza nera nella parte interna della coscia e la dottoressa di Bologna ci disse che anche lì si sarebbe formata una fistola. Dopo un paio di giorni si apre questa nuova fistola, esce poca roba, ma il gonfiore alla zampa rimane moolto vistoso.
Torniamo a far visitare Axel dove viene riguardato però questa volta dal chirurgo (che abbiamo scoperto essere anche il direttore sanitario dell'ospedale) che dice che gli sembra che la situazione stia evolvendo da sola. Ci viene chiesto di ritornare dopo alcuni giorni e lì lo stesso chirurgo ci dice che secondo lui si trattava di corpo estraneo. Anche per noi sembrava essere l'unica spiegazione possibile, anche se non avevamo idea di come avesse fatto a finirci! Ci dice che sarebbe da operare, perchè dalle fistole aveva praticamente smesso di fuoriuscire liquido ed era chiaro che da sola non sarebbe passata l'infezione. Facciamo il colloquio con l'anestesista e la radiologa. Prendiamo accordi per l'operazione. Data prevista il giorno 02/09. Io parlai chiaramente al dottore dicendogli che avevamo avuto esperienze di veterinari che prescrivevano esami non necessari solo per ingrossare la parcella e che non volevo si ripetesse anche con loro. Lui mi disse solo che sarebbe stato necessario fare una lastra per individurare il corpo estraneo e di conseguenza limitare l'incisione, perchè senza lastra avrebbe dovuto seguire, chirurgicamente, il tragitto delle fistole fino all'origine dell'infezione. Noi siamo stati d'accordo allora a procedere in questa maniera e abbiamo firmato il consenso all'intervento.
Mercoledì 2 settembre ore 8:30 ci presentiamo, prendono Axel e ci dicono che lo portano prima a fare un emogas e che poi sarebbe andato direttamente a fare le lastre. Noi chiediamo però gentilmente di sapere almeno approssimativamente la cifra dell'intervento e l'anestesista stupito ci chiede se avessimo avuto il preventivo... Noi strabuzziamo gli occhi e chiediamo chiarimenti. Ci viene dato il preventivo quando già il cane era stato anestetizzato. Noi ci siamo rimasti di sale 65 euro di "studio radiografico", 25 euro di emogas e 360 euro "estrazione corpo estraneo". 360 euro, ci è stato detto, era il tetto massimo per un intervento di quel genere molto lungo.
Ormai gli avevamo lasciato il cane e l'intervento era da farsi, così abbiamo firmato il consenso al preventivo.
ore 13:30 ci presentiamo in ospedale in cerca di notizie perchè eravamo un filino preoccupati e ci viene detto da una segretaria stupita che non sapeva spiegarsi il perchè il dottore non ci avesse chiamato per informarci, dicendoci però che l'intervento era stato lungo e che il dottore era andato a mangiare!!! comunque di non preoccuparci perchè ci avrebbe fatti chiamare dal chirurgo.
ore 16 ci chiama il chirurgo e ci dice che l'operazione era andata bene, non avevano trovato corpi estranei nelle lastre, ma che avevano proceduto alla pulizia chirurgica della zampa, che Axel si era svegliato e che potevamo andare a prenderlo verso 17:30/18.
ore 17 ci chiama l'anestesista dicendoci che Axel si era svegliato (di nuovo?), si era alzato, ma che sentiva molto dolore e che preferivano tenerlo in ospedale per la notte per fargli una terapia del dolore a base di metadone, cosa che non avremmo potuto fare noi a casa. Abbiamo chiesto di vederlo e così siamo andati all'ospedale a vedere come stava e lo abbiamo trovato abbastanza bene, anche se piangeva un pò nonostante gli antidolorifici, beh logico visto che aveva un taglio nella zampa da far spavento (poi se riesco posto le foto)!
Non si è fatto vedere il chirurgo per spiegare cose aveva fatto, cosa che speravo visto che non ci aveva chiamati subito dopo l'intevento, alla fine abbiamo parlato con l'anestesista che classico, alle mie lamentele non ha saputo dire altro se non "ah non so i vostri accordi con il dottore" !!! io mi sono premurata di chiedere di vedere il chirurgo il giorno dopo.
Siamo tornati il giorno dopo per prenderlo e lì finalmente ho parlato con il chirurgo che mi ha spiegato di aver aperto il mio cane per pulirlo dall'infezione. io ero alquanto alterata! a mio giudizio si sono comportati malissimo e vi spiego il perchè!!!
Ricapitoliamo....era quasi certo che avesse un corpo estraneo nella zampa, così dovevano solo fare una lastra ed estrarglielo. noi abbiamo dato conferma e firmato il preventivo che "abbiamo chiesto noi" quando abbiamo lasciato Axel perchè se no non avevamo nemmeno idea della spesa. problemi:
1-non ci hanno chiamato per avvertirci che l'operazione non era più necessaria perchè non era stato trovato niente nelle lastre.
2-hanno fatto ugualmente un intervento senza il nostro consenso.
3-non ci hanno nemmeno chiamato per dirci che l'intervento era finito e che il cane stava bene
4-gli hanno praticato un taglio mostruoso nella zampa e dopo alcuni giorni già i lembi di pelle si erano staccati (e ancora adesso sono così) e si intravede il drenaggio, siamo tornati, abbiamo fatto la visita e mi hanno detto che andava bene e di continuare per ulteriori 3 g. oggi pomeriggio dobbiamo tornare alle 18:30.
Il chirurgo ci disse che avremmo pagato se e quando saremmo stati soddisfatti. Io non lo sono!!!
Ora vorrei chiedervi un parere o un'opinione su come dovrei muovermi. vi prego non so cosa fare!!! a questo punto non so neanche se devo pagargli la prestazione o andare per vie legali. Io credo di essere dalla parte della ragione e soprattutto vorrei sapere cosa fare con Axel. Aiuto vi prego!
P.s. chiedo perdono per il post gigantesco!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Bluemoon il 10-09-2009 15:16 ]


Fabrizzzio

Ciao..
qui secondo me c'è poco da dire. Sei "semplicemente" e ingenuamente capitato in mani di dottori poco competendi e deontologicamente con serietà zero.

Bluemoon

Quote:

10-09-2009 alle ore 15:41, Fabrizzzio wrote:
Ciao..
qui secondo me c'è poco da dire. Sei "semplicemente" e ingenuamente capitato in mani di dottori poco competendi e deontologicamente con serietà zero.



Grazie per la risposta! e visto che sei di Bologna, mi consiglieresti un veterinario che a tuo giudizio sembri serio? io fino ad ora ho trovato solo gente con pochi scrupoli come puoi vedere. Secondo te cosa dovrei fare ora?

Khinga

Ciao,
ho letto tutta la tua disavventura, mi dispiace molto per Alex.
Guarda anche io sono nella tua stessa situazione con il mio Labrador che sta male da quando aveva 4 mesi (ora ha un anno) e i veterinari mi hanno fatto pagare un sacco di soldi e ancora non sanno cosa abbia la mia Sheila..... Mha!!!!!
Il mio consiglio: se non sei soddisfatta (come mi sembra di aver capito dalla tua lettera) diglielo in faccia con molta tranquillità e poi a seconda di quello che ti viene risposto con preventivo in mano e documentazione dell'intervento rivolgiti ai Carabinieri e vedi loro cosa ti dicono.... (Quelli del luogo dove abito io sono molto gentili e mi hanno dato un sacco di consigli).

Spero che Alex stia bene.... e sempre meglio....
Se fossero solo le nostre lettere a ricompensare o a far star meglio un'animale sarebbe una cosa speciale.



lillina

letto tutto di un fiato

non c'era ,pare un corpo estraneo ,ma l'intervento è stato fatto

la situazione non si sarebbe risolta senza una " pulizia radicale " almeno credo
Non sono un vet ,ma vista la gravita di un'infezione cosi' estesa e dolorosa credo che dovresti essere Piu' serena ,sperando che il tuo amato Rott guarisca alla grande

il comportamento dei vets non è stato impeccabile ,ma mi pare efficiente o almeno sono stati decisionisti e hanno agito

Sai quanti avrebbero nicchiato o titubato ?
questo è solo un mio parere di getto

come sta il rott ora ?
Non avresti potuto fare diversamente ,io avrei fatto come te
Fatti fare fattura e consegnare cartella clinica con descrizione dell'intervento
La cifra non è alta mi sembra

se poi vorrai agire legalmente consigliati con un legale
e se non hai fiducia in loro , quando la situazione tornera' alla normalita' ,rivolgiti altrove

facci sapere

stebonar

Una cosa che mi ha stupito molto del tuo racconto è questa: spesso ho avuto cni con problemi di corpi estranei, ma sempre, tutti i dottori che ho avuto, mi hanno ripetuto alla morte che con una radiografia il corpo estraneo non si riesce a vedere. Magari sbaglio io, ma questa è la mia esperienza.
Per il resto, l'importante è che il cagnone abbia risolto il problema. Se invece non è stato risolto, fai in modo di risolverlo come prima priorità, poi in seguito pensa a rivalerti su quei macellai.


babyluv

Io parlo per il mio micio. Tre giorni fa noto che ha del pus su una 'spalla'. Noto un gonfiore esteso, ma non immmaginavo che fosse pieno di pus... Schiaccio un po' ed esce di tutto e di più a fiumi e noto un foro profondo.
Lo porto in clinica, mi ipotizzano un forasacco (lui ci si rotola e ne ha sempre il pelo pieno), dicendomi che dovevano sedarlo per cercare la causa di tutto ciò.
Lo tengono un ora e mezzo e al mio ritorno mi dicono che non c'era nulla, ma che avevano pulito bene bene la zona e mi prescrivono un antibiotico da iniziare il giorno seguente perché al momento già coperto.
Tutto questo per la cifra di 60 euro e il micio sta guarendo benissimo.

PS: Io penso che si sia semplicemente piantato un fil di ferro passando in mezzo a qualche recinzione... cmq sia, meno male che si sta riprendendo, è molto delicato di salute ^^)

calzinimaya

nei gatti la causa più comune di ascessi sono i morsi di altri gatti...per il tuo cane invece credo che alla zampa ci sia stato un flemmone più che un ascesso (quindi una infezione purulenta infiltrante i tessuti), più complicato da trattare e più grave.
io sono perplessa solo di una cosa, come ti ha detto stebonar prima la maggior parte dei corpi estranei non si vede in rx...si vedono ossa, sassi, pezzi di ferro...e basta, vegetali,plastica, gomma etc sono radiotrasparenti, quindi la rx pre-intervento serviva per scrupolo ma non era il risultato della rx che doveva poi far decidere se intervenire o no..
capito cosa intendo?

Bluemoon

Ringrazio tutti per le vostre risposte ed esperienze, questa è la situazione oggi a 10 giorni dall'intervento spero si vedano le foto.
Quote:

11-09-2009 alle ore 07:58, calzinimaya wrote:
nei gatti la causa più comune di ascessi sono i morsi di altri gatti...per il tuo cane invece credo che alla zampa ci sia stato un flemmone più che un ascesso (quindi una infezione purulenta infiltrante i tessuti), più complicato da trattare e più grave.
io sono perplessa solo di una cosa, come ti ha detto stebonar prima la maggior parte dei corpi estranei non si vede in rx...si vedono ossa, sassi, pezzi di ferro...e basta, vegetali,plastica, gomma etc sono radiotrasparenti, quindi la rx pre-intervento serviva per scrupolo ma non era il risultato della rx che doveva poi far decidere se intervenire o no..
capito cosa intendo?


Grazie per la risposta, ma le vorrei rivolgere una domanda.
secondo lei sarebbe stato allora più indicato fare direttamente un'ecografia o addirittura una tac?
visto che al limite si sospettava fosse un oggetto di origine vegetale?
fatto stà che al momento della pulizia chirurgica i medici hanno detto di non aver trovato nulla. a parere della veterinaria che lo ha visitato la prima volta (contattata ieri per aggiornarla), il corpo estraneo può essersi macerato in 20 giorni di infezione, quindi può essersi rivelato inutile fare una radiografia prima dell'intervento. anche lei è di questo parere?
il giorno dell'intervento ci hanno detto che volevano fare un rx per localizzare il corpo estraneo onde evitare di dover seguire i tragitti fistolosi per rintracciarlo e di conseguenza estendere il taglio chirurgico. non ci hanno detto quindi che avrebbero dovuto ugualmente pulire chirurgicamente la zampa. mi rendo conto a questo punto che si sarebbe dovuti arrivare ugualmente a farlo, ma non mi sembra si siano comportati correttamente, informandoci di dover effettuare questo intervento. ci siamo sentiti scavalcati e soprattutto presi in giro vista la situazione del mio cane ad oggi. la ferita è brutta a vedersi e non si è ancora cicatrizzata. a detta di alcuni "sembrano gli esperimenti di un apprendista sarto" .


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Bluemoon il 12-09-2009 13:36 ]

Bluemoon

non capisco perchè non si vedono le foto!!

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Bluemoon il 12-09-2009 13:42 ]

Bluemoon

Quote:

10-09-2009 alle ore 17:39, lillina wrote:
letto tutto di un fiato

non c'era ,pare un corpo estraneo ,ma l'intervento è stato fatto

la situazione non si sarebbe risolta senza una " pulizia radicale " almeno credo
Non sono un vet ,ma vista la gravita di un'infezione cosi' estesa e dolorosa credo che dovresti essere Piu' serena ,sperando che il tuo amato Rott guarisca alla grande

il comportamento dei vets non è stato impeccabile ,ma mi pare efficiente o almeno sono stati decisionisti e hanno agito

Sai quanti avrebbero nicchiato o titubato ?
questo è solo un mio parere di getto

come sta il rott ora ?
Non avresti potuto fare diversamente ,io avrei fatto come te
Fatti fare fattura e consegnare cartella clinica con descrizione dell'intervento
La cifra non è alta mi sembra

se poi vorrai agire legalmente consigliati con un legale
e se non hai fiducia in loro , quando la situazione tornera' alla normalita' ,rivolgiti altrove

facci sapere



Ciao! Axel adesso moralmente sta benone! anzi devo stare mooolto attenta perchè vorrebbe correre e giocare e quindi devo limitarlo visto che ha ancora i punti. solo lunedì gliene leveranno alcuni. ecco sono riuscita a mettere le foto
Visualizza immagine
Visualizza immagine
Visualizza immagine


[ Questo Messaggio è stato Modificato da: Bluemoon il 12-09-2009 14:31 ]

stebonar

Ripeto: per me il tuo cane è stato messo in mano a dei macellai.
La ferita non è bella per nulla.
Un forasacco dopo 20 gg lo trovi uguale a come è entrato e con le rx non lo vedi.
Non hai una clinica universitaria vicino a te per farti fare un'ulteriore visita ed eventualmente una perizia sul lavoro svolto dai macellai?

bracchetto

le radiografie sono state fatte con mezzo di contrasto (fistulografia) iniettato dalla fistola? in tal caso lo studio avrebbe senso eccome. come ne avrebbe per valutare l'eventuale estensione all'osso del processo settico.
un flemmone si tratta chirurgicamente, con la pulizia chirurgica e il posizionamento di un drenaggio, che è quello che vedo nelle foto.
è ovvio che la guarigione di una ferita così estesa in una sede soggetta a notevole trazione sia lunga, e che alcuni punti possano saltare lasciando parti che guariscono per seconda intenzione. strano che non ti abbiano avvisato di questa possibilità, davvero estremamente comune.
quindi mi tocca come sempre trovarmi in disaccordo con chi sputa sentenze su veterinari "macellai" senza avere conoscenze mediche adeguate.
per quanto concerne la correttezza della parcella, che non mi pare comunque folle, a quanto ammonta il preventivo che hai firmato? è coerente con l'importo totale, tenendo conto che una variazione inferiore al 20% può essere applicata senza preavviso (cosa usualmente scritta sul preventivo che hai firmato)? altri cambiamenti di prezzo devono per correttezza essere concordati con il cliente, eventualmente per telefono; non farlo è eticamente non corretto.
sul fatto di non trovare il chirurgo che aveva promesso di contattarvi, decisamente è una mancanza di educazione, ma non credo influisca molto sulle valutazioni professionali dell'intervento eseguito.

stebonar

Quelle che tu chiami sentenze sono solo impressioni personali. E tanto meno le "sputo".
Non a caso ho scritto "per me".
Non avrò visto tante ferite quante ne avrai viste tu, ma siccome qualcuna ne ho vista pure io, purtroppo, ecco che secondo me quella è una brutta ferita e dalla storia raccontataci dall'amico e dalle foto postate, l'impressione che mi sono fatto è che il povero rott è in mano a macellai senza scrupoli.
Se poi per scrivere qui occorre essere necessariamente veterinari, allora potete tranquillamente scrivere solo voi due o tre.

bracchetto

no stebo, non serve essere veterinari e lo sai bene. serve solo essere educati e dire le cose nei giusti toni, cosa che tu non fai mai.

Fabrizzzio

Vedo ora le foto. Bracche ma secondo te, sarebbe sbagliato riaprire, ravvivare la ferita e farla guarire completamente per seconda?Te lo chiedo perchè io, in casi simili ho visto sempre fare così.

stebonar

Quote:

12-09-2009 alle ore 19:08, bracchetto wrote:
no stebo, non serve essere veterinari e lo sai bene. serve solo essere educati e dire le cose nei giusti toni, cosa che tu non fai mai.



Mi quoti, cortesemente, la parte del thread dove io avrei risposto maleducatamente?
Grazie.

marcel

dare del macellaio ad un veterinario che non conosci, e di cui puoi valutarne l'operato su un singolo caso tramite qualche foto e una descrizione su un forum, denota un atteggiamento maleducato e arrogante, tanto più verso chi non è qui a poterti rispondere... a volte è "accettabile" da una persona che subisce la pressione della sofferenza del proprio animale, negli altri casi sono solo fastidiose sentenze che non apportano alcun valido contributo alla discussione

[ Questo Messaggio è stato Modificato da: marcel il 13-09-2009 02:09 ]

stebonar

Quote:

13-09-2009 alle ore 02:06, marcel wrote:

negli altri casi sono solo fastidiose sentenze




Quale parte della frase "impressioni personali" non hai capito?

Bluemoon

Quote:

12-09-2009 alle ore 16:26, bracchetto wrote:
le radiografie sono state fatte con mezzo di contrasto (fistulografia) iniettato dalla fistola? in tal caso lo studio avrebbe senso eccome. come ne avrebbe per valutare l'eventuale estensione all'osso del processo settico.
un flemmone si tratta chirurgicamente, con la pulizia chirurgica e il posizionamento di un drenaggio, che è quello che vedo nelle foto.
è ovvio che la guarigione di una ferita così estesa in una sede soggetta a notevole trazione sia lunga, e che alcuni punti possano saltare lasciando parti che guariscono per seconda intenzione. strano che non ti abbiano avvisato di questa possibilità, davvero estremamente comune.
quindi mi tocca come sempre trovarmi in disaccordo con chi sputa sentenze su veterinari "macellai" senza avere conoscenze mediche adeguate.
per quanto concerne la correttezza della parcella, che non mi pare comunque folle, a quanto ammonta il preventivo che hai firmato? è coerente con l'importo totale, tenendo conto che una variazione inferiore al 20% può essere applicata senza preavviso (cosa usualmente scritta sul preventivo che hai firmato)? altri cambiamenti di prezzo devono per correttezza essere concordati con il cliente, eventualmente per telefono; non farlo è eticamente non corretto.
sul fatto di non trovare il chirurgo che aveva promesso di contattarvi, decisamente è una mancanza di educazione, ma non credo influisca molto sulle valutazioni professionali dell'intervento eseguito.


Ciao! grazie per aver risposto. Quindi lei mi dice che anche a lei, dopo un intervento del genere, sarebbe venuta fuori una ferita così? Volevo chiarire che comunque le foto sono state fatte a distanza di 10 giorni dall'intervento. All'inizio la ferita era "unita" e non sono mai saltati punti. il veterinario che l'ha visitato 2 giorni fa mi ha detto che potrebbe guarire per seconda intenzione (sono tutte cose di cui ci ha parlato solo l'ultima volta). a parer mio la ferita, da unita, doveva restare tale e non aprirsi come un fiore! poi se sbaglio, sono qui per saperne di più da esperti.
Le radiografie vengono specificate solo come "studio radiografico", ma non ci è stato detto nulla di particolare a riguardo, tipo se è stato iniettato un liquido di contrasto, presumo ce lo avrebbero detto. al massimo, al momento del pagamento, quando riceverò le rx chiederò su che base sono state fatte.
nel preventivo c'è scritto esattamente questo e non di più:
preventivo n.... del 2 settembre 2009 - versione 1.0
le elenchiamo le prestazioni da eseguirsi sul Vostro Cane Axel Maschio di 2 anni e 1 mese
Studio radiografico 65 euro, emogasanalisi 25 euro, estrazione corpo estraneo 360,00 euro.
la invitiamo cortesemente a sottoscrivere il preventivo per accettazione. ricordiamo che all'accettazione viene richiesto un acconto di un terzo sulla cifra totale e che le prestazioni devono essere interamente saldate al momento delle dimissioni, ogni deroga deve essere preventivamente concordata con l'amministrazione pertanto Vi chiediamo di prendere contatto con le segretarie in reception. Grazie
quindi non è specificato che una cifra del 20% superiore sia tollerata.
il mio discorso iniziale partiva da una domanda. possono eseguire un intervento, quando ne era stato preventivato un'altro? senza il consenso del padrone?
cerchi di capire il nostro choc quando abbiamo visto il nostro cane, che doveva presentare, a loro dire, una ferita di 5/10 cm, arrivare con uno sbrago così nella zampa! io posso capire che difendiate la categoria, ma dire che non è una cifra folle per me è esagerato visto che mio marito deve lavorare 2 settimane per guadagnare una cifra simile! non volevo innescare delle polemiche volevo solo avere un parere. la situazione come può ben capire non è rosea e non voglio scoprire tra qualche tempo che avrei potuto fare qualcosa per migliorare la condizione del mio cane.

x stebonar: ciao, non sono originaria di Bologna, quindi non so se c'è una clinica universitaria (presumibilmente direi di si). come funziona lì?

marcel

....negli altri casi sono solo inutili IMPRESSIONI PERSONALI fastidiose come sentenze che non apportano alcun valido contributo alla discussione.


stebonar

Quote:

13-09-2009 alle ore 12:47, Bluemoon wrote:

x stebonar: ciao, non sono originaria di Bologna, quindi non so se c'è una clinica universitaria (presumibilmente direi di si). come funziona lì?



Gaurda QUI.

Ribadisco che secondo me il tuo cane non è stato trattato bene. Prevedere una ferita di 10-15 cm e ritrovarsi con una zampa aperta da cima a fondo non è da professionisti seri. Così come non lo è far firmare un preventivo per un intervento di estrazione di un corpo estraneo senza averne prima accertata la effetiva presenza con esami diagnostici mirati.
Un saluto.

Fabrizzzio

Blue ma il mio MP ti è arrivato?
In clunica universitaria, visto che ci sto tutti i giorni se vuoi ti ci porto io.Ma fatti viva..non mi hai fatto sapere più nulla

Bluemoon

Ciao Fabrizzio! grazie dell'mp, ma credevo di averti risp! io aspetto domani visto che ho un altra visita. e dopo quello che mi dicono ti faccio sapere qualcosa! grazie della disponibilità! ma come funziona in una clinica universitaria?

Fabrizzzio

Beh in una clinica universitaria funziona semplicemente che essendoci più staff con più medici, c'è più lavoro di gruppo, più diagnostic, più "accerchiamento" del problema..più menti, più idee un po più di tutto.
Se vuoi il num e nei prox giorni nn ci sarò chiedilo a Cecilio,così ci mettiamo d'accordo.

Bluemoon

si ma che differenza c'è con l'ospedale veterinario? e in fatto di spesa? scusa, ma mi si apre un mondo! non ne avevo mai sentito parlare. credevo che per tutto quello che riguarda gli animali bisognasse solo ed esculsivamente rivolgersi agli ambulatori od ospedali veterinari (ovviamente privati).

Fabrizzzio

Allora,
provo a spiegarti.In una facoltà come medicina veterinaria, oltre alle normali lezioni, esami ecc si fa molto attività pratica/clinica, ossia si cerca di "aprire le porte" agli studenti, facendo si che sitano il pià possibile a contatto con casi clinici.Siccome i casi clinici in veterinaria non si creano in laboratorio;) ecco l'idea di istituire una clinica/ospedale(chiamato così per la possibilità di effettuare ricoveri a seconda del caso) fatta appositamente per far si che noi studenti stiamo a contatto con la professione,giudati dai nostri professori...che proprio perchè veterinari, prima di essere docenti sono medici.
A livello di docenza ogni professore delle materie "cliniche" si occupa di qualcosa di specifico....ecco dunque, la grande varietà di specialisti che spesso una buona facoltà offre ( e senza modestia, ma Bologna è forse la migliore;)!). Qui ci sono neurologi, oncologi, ortopedici ecc..
Spesso tanta gente si rivolge a noi proprio per visite specialistiche, o dopo aver peregrinato di veterinario in verterinario. E' rarissimo, se non imposibile..che ci si rivoga come "medico di base" per vaccinazioni ecc.
la cosa positiva, come ti accennavo prima è che oltre ad offrire una grande gamma di punti di vista, specializzazioni ecc...c'è un grandissimo confronto interdisciplinare, dato che i vet a differenza del privato non ricevono lo stipendio in base al numero di visite ecc...quindi a loro poco importa tirare l'acuqua al proprio mulino.
Io posso dirti che qui il livello è buonissimo, se ti va di farci un salto.
P.S. per costi, non so.Dipende da cosa devi fare.Nota positiva, qui fanno i pagamenti rateizzati.


Bluemoon

ma ad esempio, un intervento come quello che ha subito Axel, quanto costerebbe? approssimativamente eh.
comunque ne parlo con mio marito e poi si vedrà, tanto il tuo numero ce l'ho

Fabrizzzio

Ripeto, dei costi non ne ho idea. Va da caso a caso e sugli interventi varia molto in base alla sedazione/anestesia.Cmq niente di più di quello che ti chiedono cliniche o ambluatori

bracchetto

Quote:

13-09-2009 alle ore 12:47, Bluemoon wrote:
Ciao! grazie per aver risposto. Quindi lei mi dice che anche a lei, dopo un intervento del genere, sarebbe venuta fuori una ferita così? Volevo chiarire che comunque le foto sono state fatte a distanza di 10 giorni dall'intervento. All'inizio la ferita era "unita" e non sono mai saltati punti. il veterinario che l'ha visitato 2 giorni fa mi ha detto che potrebbe guarire per seconda intenzione (sono tutte cose di cui ci ha parlato solo l'ultima volta). a parer mio la ferita, da unita, doveva restare tale e non aprirsi come un fiore! poi se sbaglio, sono qui per saperne di più da esperti.



l'incisione praticata è estremamente ampia, ed è localizzata in un'area soggetta a forte tensione: fai conto che ogni volta che il cane piega la zampa alcuni punti vengono tirati in modo molto importante, e i lembi della ferita tendono a distanziarsi in varie direzioni. l'estensione e la posizione della ferita fanno sì che la sutura sia estremamente sollecitata, e stenti a guarire. è quindi una complicanza estremamente frequente la deiescenza delle suture, con conseguente rallentamento della cicatrizzazione della ferita. oltre a ciò, la presenza di essudato purulento locale di certo non aiuta.
fabrizio, la scelta che tu poni come alternativa è ragionevole, ma di certo non possiamo valutare la situazione in modo coerente sulla base di notizie giunte da internet e fotografie.
ciò che è eccepibile è che le possibili complicanze non siano state spiegate a suo tempo: che una ferita del genere potesse dare problemi a guarire di certo era cosa da dirsi alla dimissione, non a problema presente dopo 10 giorni.

Quote:

Le radiografie vengono specificate solo come "studio radiografico", ma non ci è stato detto nulla di particolare a riguardo, tipo se è stato iniettato un liquido di contrasto, presumo ce lo avrebbero detto. al massimo, al momento del pagamento, quando riceverò le rx chiederò su che base sono state fatte.



è tuo diritto chiedere che tipo di studio sia stato fatto e perchè.

Quote:

nel preventivo c'è scritto esattamente questo e non di più:
preventivo n.... del 2 settembre 2009 - versione 1.0
le elenchiamo le prestazioni da eseguirsi sul Vostro Cane Axel Maschio di 2 anni e 1 mese
Studio radiografico 65 euro, emogasanalisi 25 euro, estrazione corpo estraneo 360,00 euro.
la invitiamo cortesemente a sottoscrivere il preventivo per accettazione. ricordiamo che all'accettazione viene richiesto un acconto di un terzo sulla cifra totale e che le prestazioni devono essere interamente saldate al momento delle dimissioni, ogni deroga deve essere preventivamente concordata con l'amministrazione pertanto Vi chiediamo di prendere contatto con le segretarie in reception. Grazie
quindi non è specificato che una cifra del 20% superiore sia tollerata.



quindi questo è il preventivo che avete firmato. l'ammontare delle prestazioni è coerente con questo preventivo? cioè, rispetto a quanto preventivato vi hanno chiesto soldi in più? davvero non l'ho capito, ma è un punto nodale.

Quote:

il mio discorso iniziale partiva da una domanda. possono eseguire un intervento, quando ne era stato preventivato un'altro? senza il consenso del padrone?
cerchi di capire il nostro choc quando abbiamo visto il nostro cane, che doveva presentare, a loro dire, una ferita di 5/10 cm, arrivare con uno sbrago così nella zampa!



sono andati a cercare un corpo estraneo, non lo hanno trovato (se non si vede niente in radiografia, di solito si segue chirurgicamente il percorso della fistola per cercare un corpo estraneo non visibile ai raggi X, ad esempio una spiga) e non trovando niente hanno pulito il flemmone e posizionato un drenaggio.
anche qui, dato che la possibilità che ciò si verificasse era prevedibile, sono del parere che avrebbero dovuto avvisarvi prima, ma tieni conto che se il prezzo della prestazione non è cambiato (se l'intervento ti è costato sempre 360 euro), il comportamento non può definirsi realmente scorretto: l'intervento eseguito richiede molto più tempo e più materiale rispetto a quello pattuito, quindi è probabile che a tariffario sia più caro.
quindi se:
caso A- ti preventivo l'intervento X che costa 300 euro, mi trovo ad eseguire l'intervento Y che a listino costerebbe 500 euro (cifre a caso), te lo faccio pagare comunque 300 (perchè non ti ho avvisato della variazione, ma la cosa andava fatta così), in tal caso devi ammettere che in buona fede il vet si sia trovato in una situazione non prevista e abbia pensato ad agire nel migliore dei modi.
caso B- ti preventivo l'intervento X che costa 300 euro, mi trovo ad eseguire l'intervento Y che a listino costerebbe 500 euro (cifre a caso), te lo faccio pagare 500 senza neppure una telefonata di avviso, la situazione è ben diversa e la correttezza e la buona fede del veterinario sono decisamente dubbie.

in ogni caso è buona norma di avvisare prima o alla peggio durante l'intervento di grossi cambiamenti della tecnica chirurgica.

Quote:

io posso capire che difendiate la categoria, ma dire che non è una cifra folle per me è esagerato visto che mio marito deve lavorare 2 settimane per guadagnare una cifra simile!



non è una cifra folle in assoluto dato la mole di lavoro che quell'intervento ha certamente richiesto. so bene anche io quanto tempo e quanta fatica ci vogliano a guadagnare quei soldi, e se ti ho dato l'impressione di sottovalutare lo sforzo economico che avete sostenuto, me ne scuso. mi riferivo unicamente al costo della prestazione in rapporto con il tipo di prestazione basandomi sul costo medio di interventi simili o equivalenti. il mio parere è che per il lavoro che è stato fatto la tariffa sia adeguata allo standard medio.

Quote:

non volevo innescare delle polemiche volevo solo avere un parere. la situazione come può ben capire non è rosea e non voglio scoprire tra qualche tempo che avrei potuto fare qualcosa per migliorare la condizione del mio cane.



non ti preoccupare, le tue intenzioni sono chiarissime. non sei tu ad essere polemica.

Bluemoon

Grazie infinite per le vostre risposte! ieri siamo andati a fare il controllo, con la conseguente rimozione di alcuni punti. la situazione oggi è questa
Visualizza immagine
il colloquio con il dottore non è stato bello. in poche parole lui dice di aver fatto del suo meglio e per lui la ferita si sta comportando bene. Ero esausta. Ero da sola a cercare di perorare la nostra causa, per sentirmi dire alla fine che stavo facendo polemica solo per i soldi (precisiamo che non sapevo ancora esattamente l'ammontare), quando alla fine (a suo dire) siamo riusciti a risolvere il problema. l'unica cosa di cui si scusa è del fatto che non ci ha chiamati ad intervento finito perchè è dovuto correre a casa per problemi familiari. lui mi ha detto: "secondo lei dovevo chiamarla, con il cane sedato sul tavolo, per dirle che facevamo l'esplorazione? a me sembrava che ci fossimo chiariti prima dell'intervento"
ed io continuavo a dirgli che nel preventivo c'era scritto che si trattava di estrazione di corpo estraneo! non estrazione corpo estraneo e/o pulizia chirurgica! che ora so che era da fare l'esplorazione se non trovavano il corpo estraneo, ma io non ricordo assolutamente che me l'avesse detto!!! lui si discolpa. alla fine sono uscita, dopo aver fatto l'appuntamento per venerdì, per rimuovere gli altri punti.
Parlando con l'altro medico (chiamato per farsi aiutare a tenere fermo il cane), parla anche dell'ipotesi di fasciare la ferita per tenerne insieme i lembi. Vi sembra giusto?
Ho chiesto per le lastre, e mi ha detto che sono state fatte lastre normalissime senza contrasto. Ora vi chiedo, almeno la compromissione dell'osso si può vedere da una lastra semplice?
comunque, morale della favola la cifra è stata di 654 euro !!!!!! anzichè 540!!!!!
emogas 30 euro, studio radiografico 78 euro, intervento chirurgico 480 euro, ospedalizzazione con assistenza di base 55 euro, terapia antibiotica 8 euro (io una scatola di 8 compresse la pago 7 euro e mi dura 4 giorni!!!) e terapia 3 euro!
anche senza iva la cifra dell'intervento è di 400 euro e non 360 come da preventivo! e pensare che quando abbiamo firmato il preventivo ci avevano detto che 360 euro era il tetto massimo! proprio nel caso l'intervento fosse stato lungo. mi sembra di averlo anche già scritto nei precedenti post.
non mi fido più di questo posto, prima di venerdì chiederò la cartella clinica con tutti gli esami effettuati e taglio i ponti con loro! ho diritto ad averli vero? cioè lastre e risultati emogas? in fin dei conti ho pagato gli esami no?
aiuto vi prego mi sento presa in giro alla grande!

revolution_luna


Ma quindi ora è aperto???<

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 14:16, revolution_luna wrote:

Ma quindi ora è aperto???<



esatto
hanno lasciato 2 punti giusto per non avere tutta la ferita aperta

revolution_luna


Credo che la cosa che interessi di più al momento sia la completa guarigione della zampa. Non ti hanno spiegato il perchè hanno deciso di lasciarla aperta? Ti hanno dato qualcosa da metterci sopra adesso? Sta prendendo ancora antibiotico?

Per quanto riguarda il preventivo, non sono un veterinario, ma mi pare di aver capito che Bracchetto parlava di una percentuale del 20 che può ballare. In soldi parliamo di circa 100 euro in più, che forse vista l'entità non sono molte, credo che gli imprevisti non si possano calcolare, ma lascio la parola a loro, perchè non sono del mestiere e sinceramente non mi è mai capitata una situazione analoga, potrei dire delle grandi cavolate

Ma il cane come sta? Ha dolore?

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 14:42, revolution_luna wrote:

Credo che la cosa che interessi di più al momento sia la completa guarigione della zampa. Non ti hanno spiegato il perchè hanno deciso di lasciarla aperta? Ti hanno dato qualcosa da metterci sopra adesso? Sta prendendo ancora antibiotico?

Per quanto riguarda il preventivo, non sono un veterinario, ma mi pare di aver capito che Bracchetto parlava di una percentuale del 20 che può ballare. In soldi parliamo di circa 100 euro in più, che forse vista l'entità non sono molte, credo che gli imprevisti non si possano calcolare, ma lascio la parola a loro, perchè non sono del mestiere e sinceramente non mi è mai capitata una situazione analoga, potrei dire delle grandi cavolate

Ma il cane come sta? Ha dolore?



il cane non ha dolore, a meno che non gli pulisca la ferita logicamente, ma non eccessivo. siamo al 35° giorno di antibiotico e la ferita a giudizio loro sta andando bene (guarigione per seconda intenzione), al massimo venerdì, quando andremo a far levare gli ultimi punti metteranno una fasciatura per tener insieme i lembi.
per la cifra, ne avevamo pattuito una, che poi non è risultata quella. non sono stati corretti con noi a parer mio, e alla fine non mi è rimasta fiducia da riporre ulteriormente in loro, ovvero se il mio cane stesse di nuovo male non tornerei da loro.
Io ritengo che quando si tratta di salvare o alleviare le sofferenze agli animali, ad un padrone si possa chiedere quasi tutto, ma deve esserci una ragione motivata per farlo, cioè voglio avere la palese sensazione di non aver dato perle ai porci, mi spiego? e dal tipo di intervento e dal comportamento che hanno avuto è esattamente questa la sensazione che ho avuto.
capisco che non sia il mio campo e proprio per questo credo che ci si dovrebbe trovare davanti un medico che sa, e soprattutto ti sa spiegare, che sa cosa sta per fare.
capisci cosa intendo?

revolution_luna

Si certo, ti spieghi benissimo. Ma qualcun'altro ha visto la zampa? Intendo dire se l'hai portato in visita da un altro veterinario..

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 15:29, revolution_luna wrote:
Si certo, ti spieghi benissimo. Ma qualcun'altro ha visto la zampa? Intendo dire se l'hai portato in visita da un altro veterinario..



no ancora no, sabato devo tornare a genova e lo porto a far vedere dalla dottoressa che lo visitò un mese fa, a dirti la verità lo fa giusto per curiosità. lo porterei da un altro più che volentieri, solo che purtroppo già adesso non arriveremo alla fine del mese, quindi oltre a tutto si aggiunge anche la frustrazione di non poterlo far visitare da un altro medico

revolution_luna

Quote:

15-09-2009 alle ore 15:33, Bluemoon wrote:
Quote:

15-09-2009 alle ore 15:29, revolution_luna wrote:
Si certo, ti spieghi benissimo. Ma qualcun'altro ha visto la zampa? Intendo dire se l'hai portato in visita da un altro veterinario..



no ancora no, sabato devo tornare a genova e lo porto a far vedere dalla dottoressa che lo visitò un mese fa, a dirti la verità lo fa giusto per curiosità. lo porterei da un altro più che volentieri, solo che purtroppo già adesso non arriveremo alla fine del mese, quindi oltre a tutto si aggiunge anche la frustrazione di non poterlo far visitare da un altro medico



Posso immaginare la tua situazione. Era giusto per avere un parere diverso sulla ferita, da una persona che la possa guardare.

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 15:42, revolution_luna wrote:
Quote:

15-09-2009 alle ore 15:33, Bluemoon wrote:
Quote:

15-09-2009 alle ore 15:29, revolution_luna wrote:
Si certo, ti spieghi benissimo. Ma qualcun'altro ha visto la zampa? Intendo dire se l'hai portato in visita da un altro veterinario..



no ancora no, sabato devo tornare a genova e lo porto a far vedere dalla dottoressa che lo visitò un mese fa, a dirti la verità lo fa giusto per curiosità. lo porterei da un altro più che volentieri, solo che purtroppo già adesso non arriveremo alla fine del mese, quindi oltre a tutto si aggiunge anche la frustrazione di non poterlo far visitare da un altro medico



Posso immaginare la tua situazione. Era giusto per avere un parere diverso sulla ferita, da una persona che la possa guardare.



io spero solo che la dottoressa possa vederlo sabato

bracchetto

ti do un parere sulla ferita, anche se ovviamente è un po' difficile basandosi solo su una foto.
quello che vedo è una ferita in parte chiusa (in alto), in parte ben intenzionata a cicatrizzare (parte intermedia, in cui il tessuto è di un bel color rosso vivo), in parte "stenterella" (parte più in basso, sotto al punto di avvicinamento, dove mi pare di vedere aree biancastr che non hanno intenzione di originare un buon tessuto di granulazione).
le scuole di pensiero su cosa fare con una ferita del genere sono tante e differenti, posso dirti cosa farei io, il che ovviamente non è una regola assoluta.
io farei così: con un po' di anestetico locale cruenterei i lembi della ferita, cioè li "gratterei" fino a farli sanguinare. darei dei punti di avvicinamento molto larghi e distanti per impedire alla cute di retrarsi, come invece sta facendo (i lembi della ferita tendono a distanziarsi secondo le loro linee di tensione).
applicherei quotidianamente una medicazione con bendaggio (sono certa che potreste imparare a farla a casa) con betadine pomata, fitostimoline pomata e zucchero. andrei avanti così fino alla perfetta cicatrizzazione della lesione, tenendo conto che al momento non è possibile escludere che serva un secondo avvicinamento dei lembi dopo una ventina di giorni o giù di lì.
non smetterei in nessun caso la terapia antibiotica fino a completa cicatrizzazione.
insomma, io credo che la guarigione per seconda intenzione possa avvenire in tempi medi (sicuramente almeno un mese), è probabile che i punti che si chiuderanno per ultimi e che vi daranno maggiori difficoltà siano quelli molto vicini alle articolazioni del ginocchio e del garretto (soprattutto il garretto).

in alternativa, si potrebbe fare una plastica cutanea, che consiste in un courettage chirurgico esteso della ferita ritagliandone i lembi e una sutura a punti adatti a sopportare una forte tensione (punti a U, magari interponendo qualcosa che distribuisca la tensione del filo). unica cosa che non so dirti è se c'è spazio sufficiente per questo tipo di intervento, che richiede di togliere ancora mezzo centimetro di cute per lato.

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 15:57, bracchetto wrote:
ti do un parere sulla ferita, anche se ovviamente è un po' difficile basandosi solo su una foto.
quello che vedo è una ferita in parte chiusa (in alto), in parte ben intenzionata a cicatrizzare (parte intermedia, in cui il tessuto è di un bel color rosso vivo), in parte "stenterella" (parte più in basso, sotto al punto di avvicinamento, dove mi pare di vedere aree biancastr che non hanno intenzione di originare un buon tessuto di granulazione).
le scuole di pensiero su cosa fare con una ferita del genere sono tante e differenti, posso dirti cosa farei io, il che ovviamente non è una regola assoluta.
io farei così: con un po' di anestetico locale cruenterei i lembi della ferita, cioè li "gratterei" fino a farli sanguinare. darei dei punti di avvicinamento molto larghi e distanti per impedire alla cute di retrarsi, come invece sta facendo (i lembi della ferita tendono a distanziarsi secondo le loro linee di tensione).
applicherei quotidianamente una medicazione con bendaggio (sono certa che potreste imparare a farla a casa) con betadine pomata, fitostimoline pomata e zucchero. andrei avanti così fino alla perfetta cicatrizzazione della lesione, tenendo conto che al momento non è possibile escludere che serva un secondo avvicinamento dei lembi dopo una ventina di giorni o giù di lì.
non smetterei in nessun caso la terapia antibiotica fino a completa cicatrizzazione.
insomma, io credo che la guarigione per seconda intenzione possa avvenire in tempi medi (sicuramente almeno un mese), è probabile che i punti che si chiuderanno per ultimi e che vi daranno maggiori difficoltà siano quelli molto vicini alle articolazioni del ginocchio e del garretto (soprattutto il garretto).

in alternativa, si potrebbe fare una plastica cutanea, che consiste in un courettage chirurgico esteso della ferita ritagliandone i lembi e una sutura a punti adatti a sopportare una forte tensione (punti a U, magari interponendo qualcosa che distribuisca la tensione del filo). unica cosa che non so dirti è se c'è spazio sufficiente per questo tipo di intervento, che richiede di togliere ancora mezzo centimetro di cute per lato.


grazie infinite dell'opinione!! ne terrò senz'altro conto! quindi si può fare meglio di così senza parlare di chirurgia estetica (cosa che non è necessaria, il mio cane non fa le mostre)! grazie grazie grazie!

bracchetto

non ho detto chirurgia estetica, ho detto chirurgia plastica! sembra simile ma non è
secondo me sì, si può fare qualcosa se il cane è collaborativo (è importante, se il tuo è un rottweiler di pessimo carattere tutto diventa infinitamente più problematico, ovviamente).
ci vorrà tempo, ci vorrà pazienza, ma quella lesione è guaribilissima a quanto possa vedere io.

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 16:15, bracchetto wrote:
non ho detto chirurgia estetica, ho detto chirurgia plastica! sembra simile ma non è
secondo me sì, si può fare qualcosa se il cane è collaborativo (è importante, se il tuo è un rottweiler di pessimo carattere tutto diventa infinitamente più problematico, ovviamente).
ci vorrà tempo, ci vorrà pazienza, ma quella lesione è guaribilissima a quanto possa vedere io.



il cane collabora benissimo! fa conto che le iniezioni e la pulizia della ferita, le faccio io da sola! secondo te come può risolversi se rimane così?


bracchetto

così, aperta e senza medicazioni nè niente?
credo che si vada parecchio per le lunghe, ma non mi pare che il vet abbia detto così, no? avevo capito che venerdì voglia fare un bendaggio eccetera. per provare a evitare altre anestesie al cane io farei proprio una cosa del genere.

Bluemoon

io l'ultima volta gli ho chiesto se era il caso di rimettere i punti e far ripartire la ferita e lui mi ha detto di no. non so perchè non me l'ha spiegato. e quando gli ho proposto di fasciarla mi ha detto che "forse" la prossima volta metterà una "piccola" fasciatura, che non copra tutta la ferita perchè ha paura che si formino ascessi sotto... è possibile?? secondo me no! ormai la ferita sotto è chiusa, non sanguina

bracchetto

beh, se si fa un bendaggio è ovvio che vada medicato ogni giorno! e che, ci mancherebbe altro!

Bluemoon

Quote:

15-09-2009 alle ore 16:41, bracchetto wrote:
beh, se si fa un bendaggio è ovvio che vada medicato ogni giorno! e che, ci mancherebbe altro!



io sono in grado di medicare o di cambiare una fasciatura, se mi viene spiegato esattamente cosa bisogna fare! lo sanno! è questo che non capisco, sembra che non vogliano curarlo! riesco a spiegarmi? sembra che vogliano fare il minimo indispensabile a salvargli la zampa!

calzinimaya

ho seguito la discussione e adesso mi trovo in perfetto accordo con la collega bracchetto, mi comporterei nello stesso modo..
cruentare i margini servirebbe eccome, i punti di trazione servirebbero per evitare che i margini si allontanino e un aiuto con una pomata tipo dermaflon o fitostimoline accorcerebbe i tempi di un po'.
credo anche che ormai i rapporti con lo studio siano irrimediabilmente compromessi, se non altro perchè tu non ti fidi più e quindi trovo che sarà impossinbile continuare...
per quanto riguarda la valutazione della compromissione dell'osso con una semplice rx: si, una osteomielite si vede in radiografia anche senza mezzo di contrasto

Bluemoon

Quote:

16-09-2009 alle ore 13:28, calzinimaya wrote:
ho seguito la discussione e adesso mi trovo in perfetto accordo con la collega bracchetto, mi comporterei nello stesso modo..
cruentare i margini servirebbe eccome, i punti di trazione servirebbero per evitare che i margini si allontanino e un aiuto con una pomata tipo dermaflon o fitostimoline accorcerebbe i tempi di un po'.
credo anche che ormai i rapporti con lo studio siano irrimediabilmente compromessi, se non altro perchè tu non ti fidi più e quindi trovo che sarà impossinbile continuare...
per quanto riguarda la valutazione della compromissione dell'osso con una semplice rx: si, una osteomielite si vede in radiografia anche senza mezzo di contrasto


Grazie infinite dell'opinione!
Con tutta probabilità la settimana prossima, se non prima, dovremo far fare una perizia da un altro veterinario per valutare il danno e una cura per far rimarginare la zampa e farò certamente presenti le vostre opinioni, che ormai ho fatto mie . Sabato vedremo anche la veterinaria che lo visitò la prima volta e così avremo due opinioni.
Nel frattempo ho contattato l'avvocato e mi ha chiesto tutta la documentazione. Mio marito passerà oggi all'ospedale per richiedere l'intera cartella clinica da dare al legale. Vedremo se possiamo avvalerci in qualche modo. Grazie a tutti! vi faremo sapere se ci sono novità!

bracchetto

fate le mosse legali che ritenete opportune, ma attenti: i margini d'azione potrebbero non esserci perchè come ti dicevo il vet, a parte la scarsa "cura del cliente" non può essere accusato di imperizia o di scarsa professionalità. le cause sanitarie sono lunghe e costose e secondo me in questo caso non ci sono gli estremi per provare una negligenza (io continuo a credere che il vet non sia stato negligente).
anche una variazione di prezzo, se non ho capito male, da 360 a 400 euro più iva non può essere certo una prova che il vet si sia approfittato della situazione.
comprendo la vostra frustrazione, fate bene a sentire il parere di un legale, ma agite con criterio e non animati dal desiderio di "fargliela vedere".

Prossime risposte




Home page - Chi siamo - Contatti - Pubblicità