URGENTE:malattia di Lyme


Pubblicato in: Cane

Per partecipare a questa discussione clicca qui

Adnil

Salve a tutti,
vado subito ad illustrare il problema, sperando di avere una risposta da una persona competente (il Forum è moderato da un veterinario,vero?):
la mia cagna, ormai da quasi 1 mese, mostrava sintomi particolari, di cui alll'inizio la ns veterinaria non capiva la causa. Innanzitutto febbre molto alta (ancha a 41°), inappetenza (diventata poi anoressia), crediamo dolore all'addome (alle volte cammina con la schiena inarcata), evidente stato di debolezza e sofferenza.Niente diarrea o vomito. La radiografia all'addome, ha escluso blocchi intestinali e simili. Le analisi del sangue mostravano una forte infezione batterica in corso, e i globuli rossi molto più bassi del normale. La veterinaria, ha ora ipotizzato che il problema sia la malattia di Lyme. In effetti, ogni giorno portiamo la cagna a passeggiare in ambienti boschivi (pinete, per la precisione, siamo ad Ischia, isola in provincia di Napoli). Domani faremo il prelievo per veder se esce positivo x detta malattia, ma siccome, i risultati, ahimè, non saranno pronti prima di 2 settimane, vorrei fare alcune domande. Che possibilità ci sono, visti i sitntomi descritti, che si tratti di Lyme (preciso che non vedo zoppicare la cagna, sintomo che mi pare tipico della malattia)? So che alcune zone sono più a rischio di altre, la mia rientra in quelle dove tale malattia è diffusa? La veterinaria dice che il dolore addominale, potrebbe essere dato da un ingrossamento della milza, conseguenza della malattia di Lyme, è possibile? Finisco col dire che il cane da qualche giorno è trattato con Synulox iniettabile e Bentelan. La dottoressa, ha deciso di seguire questa cura ancora per un paio di giorni e poi cambiare l'antibiotico per uno più specifico per la lyme, che ne pensa? Prego chiunque ne abbia competenza, di darmi qualche suggerimento, vi prego!!!!! Ringrazio tutti, ciao


AL62

ne penso che se vuoi fare un po di più allora devi fargli fare una ecografia.
In genere le mal di lyme o meglio ancora la ehrlichia e rickettsia
possono dare quelle forme li.
non sono a conoscenza delle tempistiche per gli esami ma due settimane sembrano troppe.
se si ha fretta e ,magari pagando un po di piu conviene mandarli alaboratori privati veterinari che in circa tre gg ti danno la risposta.
Non sono invece d'accordo per niente con il Bentelan.
Cero in corso delle prime fasi della cura di certe forme di ehrlichia etc ci può essere la necessità di corticosteroidi.
Mai però di betametasone che è il peggiore in assoluto dei corticosteroidi negli animali.

poi dato che adesso non siete certi della malattia allora l'uso di un corticosteroideo mi pare opinabile.
Preferirei poi l'uso di doxicilcina invece di maoxi e ac clavulonico

altri esami ematologici ?
fegato reni ed altro sono nella norma?
necessiterebbe anche una elettroforesi delle proteine.

tu mi dirai...e basta?

io ti risponderò...da medico non ti posso dire altro che ..fate una diagnosi precisa..glòi animali sono uguali agli umani..tu prenderesti farmaci a casaccio?
ciao e in bocca al lupo

Adnil

Prima di tutto, ti ringrazio davvero di cuore di avermi risposto! Tutto quello che dici è sicuramente condivisibile: dovrebbero essere fatte tutte le analisi/indagini necessarie per fare una diagnosi precisa. Il fatto, ahimè, è che ho "le mani legate"! Vedi, come ti ho detto, abito su un'isola, qui niente laboratori di analisi per animali, niente cliniche veterinarie. Molti veterinari (e non è che, comunque, ce ne siano "molti"!)non hanno neppure le apparecchiature adatte per fare ecografie e simili...le analisi per accertare la malattia di Lyme, vanno mandate in terra ferma, e la dottoressa, mi ha detto che, purtroppo, questi sono i tempi. Comunque, la prossima volta, proverò ad insistere perchè faccia almeno un'ecografia. Per quanto riguarda il Bentelan, lei dice che serve come antiinfiammatorio, e che le porta anche appettito. In effetti, ora sta mangiando un poco, mentre prima rifiutava qualsiasi cibo. Consigli di finire, almeno, questo ciclo di cortisone, o di interrompere di botto? E dopo, lasciare stare con icorticosteroidei, o cambiarlo. Grazie ancora per la tua (ti do del tu!!) gentilezza e disponibilità!

dafo77

Ti metto qui ciò che ho trovato, mi spiace ma di pù non posso fare...

La malattia di Lyme



La malattia di Lyme e’ causata da uno Spirochete (una specie di batterio) che si chiama Borrelia Burgdorferi. E’ presente in varie aree del mondo, compresa l'Italia (anche nelle nostre zone). Viene trasmessa dalle zecche, in prevalenza Ixodes Ricinus (la tipica zecca del cane contratta in aree silvestri) largamente diffusa nelle aree prealpine ed alpine.


Gli animali serbatoi della malattia sono i piccoli roditori (arvicole, topolini).

La zecca, attraverso la puntura, inocula il germe trasmettendo la malattia da un animale malato ad un soggetto sano.

Il cane viene infettato proprio in questo modo.

La puntura della zecca e la sua permanenza in loco non generano dolore, a volte nemmeno un lieve fastidio, perche’ inocula alcune sostanze con effetto anestetico.

La malattia causa debolezza, inappetenza, affaticamento, febbre con dolori articolari e zoppia (articolazioni calde, dolenti e aumentate di volume) associati o meno a sintomatologia nervosa (meningite, neurite, paralisi facciale). Successivamente si ha artrite cronica. Altri problemi come alterazioni cardiache e renali sono più rari. Proprio per i suoi sintomi generici, la diagnosi clinica non è facile e deve essere confermata da un esame sierologico specifico.

La malattia di Lyme è curabile con antibiotici soprattutto se somministrati precocemente.

Il cane si infetta frequentando zone boschive dove sono abbondanti i piccoli roditori.

Per i cani che vivono esclusivamente in città il rischio di contrarre la malattia è inesistente perche’ la zecca Ixodes non riesce a vivere in ambiente urbano.

Particolarmente importante è quindi la prevenzione per quei soggetti che si recano o che vivono nelle aree a rischio (come detto aree alpine e prealpine): trattamenti antiparassitari regolari, controllo del mantello del cane (e dei nostri vestiti) dopo una passeggiata nel bosco, nei prati o nella macchia mediterranea, vaccinazione del cane contro questa specifica malattia.
Anche l'uomo puo’ contrarre questa malattia se viene punto da una zecca infestante, presentando un quadro clinico simile a quello descritto, con in piu’, in fase iniziale, un arrossamento della pelle localizzato di regola dove si e’ stati punti dalla zecca (eritema rotondeggiante). E’ quindi buona norma al rientro da una passeggiata in ambiente silvestre, controllare la propria pelle e quella dei propri cari (specie i bimbi), e nel caso rinveniate una zecca infissa sulla cute recatevi dal vostro medico o al pronto soccorso.

Possono essere colpiti da questa malattia anche gli ungulati selvatici (daini, cervi, ecc.), lepri e volpi

E’ importante sottolineare che il cane, l’ uomo, i daini, i cervi, le volpi ammalati NON possono diffondere la malattia perche’ la Borrellia si diffonde e moltiplica elusivamente nelle parti profonde del loro corpo; quindi una zecca che punge e succhia sangue da un soggetto ammalato appartenente a queste specie non puo’ ingerire la Borrellia, e non ingerendola non la puo’ trasmettere.

Invece nei piccoli roditori (arvicole, topini ecc.) la Borrellia si diffonde e moltiplica nella superficie del loro corpo (circolo sanguigno superficiale), quindi una zecca che punge e succhia sangue da uno di questi animaletti ammalati diventa portatrice ed in grado poi di infettare tutti gli altri soggetti che punge.

AL62

solo per informaziooni
ci sono laboratori che con spedizione per posta da tutta italia hanno i campioni il giorno dopo e al massimo danno risposte tre gg dopo, se vuoi posso darti info.
non posso permettermi di cambiare una terapia per internet senza valutare l'animale.
solo dico che il betametasone è un farmaco usatissimo dai vet perchè trovabile in farmacia facilmente ma ...il peggiore da usare

Capisco le tue difficoltà ma tant'è...magari prendendo un traghetto si fa prima che aspettare una settimana.
ciao

Adnil

Grazie, non mi aspettavo tanta disponibilità, solidarietà e competenza! Domani insisteremo perchè i risultati delle analisi siano pronte prima (magari, mandando un corriere). Per il traghetto: tu non conosci Morgana (la mia cagnolina)! Scherzi a parte, non è abituata ad andare al guinzaglio, alla gente, alla nave...! Comunque, qualunque sia la sua malattia (ovvio, che faremo di tutto per scoprirlo), oggi stava molto meglio. Mangia QUASI normalmente, mi viene incontro allegra quando torno (cosa che non faceva in questi giorni), è decisamente vigile, presente. In ogni caso, questo post per dire ancora grazie. A proposito, se ti trovi a passare da queste parti, ti offro un pranzo!


AL62

dove sei...per un pranzo gratis parto e vado dovunque


angi82

..ma noo..ti vendi per un pranzo?! Cmq leggi dottore..leggi...è di Ischia!!

AL62

di male in peggio o meglio di bene in meglio....
posto bellissimo
cibo superbo
a quando

Adnil

Brava Angie, ben detto: il dottore è distratto, e pensare che mi aveva anche consigliato di prendere il traghetto! A breve, manderò i risultati completi delle analisi di Morgana. Insomma, un pranzo va guadagnato, no!? Comunque, per la cronaca, Morghi sta sempre meglio. Qualunque cosa sia, evidentemente gli antibiotici stanno facendo effetto. Avevo pensato di registrarmi a questo sito, solo x consigli sul mio cane, ma ...mi sa che ci resto! E' bellissimo condividere l'amore per gli animali con gente che davvero ti capisce. Angie, un abbraccio

angi82

Certo che devi restare!!!E aggiornarci su Morgan!!





Home page - Chi siamo - Contatti - Pubblicità