home page
home page
cane_Salute e benessere
_Comportamento
_Cani di razza
gatto _Salute e benessere
_Comportamento

animali esotici _Animali esotici
e nostrani


omeopatia fitoterapia rimedi naturali _Medicina alternativa

_Varie
_Riservata

_Il Vet risponde _I diritti degli animali _Adozioni
_Mercatino
_I nostri Pets
_Attività cinofile
_Galleria fotografica
Il tuo profilo
Benvenuto, anonimo
Nickname
Password
(Registrati)
Servizi convenzionati al forum
Veterinari in Italia
Cliniche e ambulatori veterinari

Vacanze con il tuo cane
dove gli animali sono benvenuti

Centri cinofili / addestramento
Corsi di Formazione
scuole per cani (e umani:)

Pensioni per animali
alloggi per cani, gatti & Co.

Pet shop & Toilette
Alimenti, prodotti e centri estetici per cani e gatti

Servizi Utili
Servizi di vario genere dedicati agli animali

 
  »  Varie  »  COME GESTIRE UN CUCCIOLO TROVATELLO - Discussione n° 67548 - (p)Link
   COME GESTIRE UN CUCCIOLO TROVATELLO
_Ricerca testo nei messaggi di un utente specifico
Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 4 )
Margherituccia I miei animali     Post Inserito 19-06-2011 alle ore 14:19   



Registrato dal: 14-03-2007
Da: Sassari/Alghero/Roma/Exilles

Iscritto al CV Forum Club
Messaggi : 4853

 436 

 OFF-Line
Ho trovato questi consigli su internet, di questi tempi potrbbero essere molto utili:

Purtroppo i cani e i gatti che ogni anno vengono abbandonati sono molte decine di migliaia. Una piaga da combattere sempre soprattutto instillando la "vergogna sociale" in chi solo pensa di fare un'azione del genere. La vergognosa piaga diventa però un vero atto di crudeltà quando ad essere abbandonato è un cucciolo, magari appena nato.

Se vi dovesse capitare di raccogliere e soccorrere un cucciolo, la prima cosa da fare è quella di portarlo da un veterinario per verificare le sue condizioni di salute. Se per qualsiasi motivo ne foste impossibilitati ecco alcuni suggerimenti che potranno tornare utili.

La prima preoccupazione riguarda evidentemente l'alimentazione. Cani e gatti nel primo mese di vita vanno alimentati con un latte che si avvicini il più possibile a quello materno. Il latte bovino, pur essendo facilmente reperibile, non è adatto, avendo una composizione diversa da quello delle cagne e delle gatte. In commercio esistono vari tipi di latte in polvere specifici; se non avete la possibilità di trovarlo potete ricorrere a un surrogato casalingo di facile realizzazione: scaldate un bicchiere di latte bovino intero a bagnomaria, non a fuoco diretto, fino a 50°C circa (immergendo la punta di un dito proverete una sensazione di caldo intenso ma non doloroso). Aggiungete un cucchiaino di panna da cucina, un cucchiaino di rosso d'uovo e una goccia di limone. Mescolate fino a che gli ingredienti non siano ben amalgamati ed ecco che il primo pasto del piccolo trovatello è pronto.

La quantità di latte, o del nostro preparato, che deve essere somministrata al cucciolo varia a seconda dell'età e della taglia; per i gattini e cani di piccola taglia attenetevi al valore più basso.
Da 10 a 15 ml se è ancora presente il cordone ombelicale oppure i suoi residui (un cucchiaio da tavola corrisponde a circa 10 ml).
Da 20 a 30 ml se, pur avendo occhi e orecchie chiusi, il cucciolo è già bene sviluppato.
Da 30 a 60 ml se occhi e orecchie sono aperti ma non sono ancora spuntati i denti da latte.
Da 60 a 120 ml se la prima dentizione è già iniziata.

Se gli occhi sono ancora chiusi sarà bene somministrare al cucciolo almeno sei pasti al giorno; altrimenti quattro o cinque, ben ripartiti nella giornata.

A questo punto non resta che capire "come" allattare il cucciolo. E' un'operazione molto semplice, richiede solo un po' di pazienza. Se non disponete di appositi biberon, per animali di piccola taglia potete utilizzare delle siringhe capienti. Se le dimensioni della bocca sono compatibili con quelle della tettarella, sono adatti anche i biberon per neonati.

Una volta riempito il contenitore ed esservi accertati che il latte sia tiepido, allattate il cucciolo, tenendolo in una posizione il più vicina possibile a quella naturale. La prima volta potrete incontrare una certa difficoltà nel fargli accettare il biberon o il contenitore sostitutivo; siate pazienti, non scoraggiatevi e inumiditegli ripetutamente la bocca con il latte per stimolarlo a poppare.

Finito il pasto dovrete sostituirvi alla madre naturale anche nelle pulizie. Passate quindi la punta di un panno inumidito in acqua tiepida, con delicatezza, sul muso e sul corpo nel senso del pelo. Massaggiando in sequenza l'addome, l'ano e i genitali esterni stimolerete la orinazione e la defecazione, dopo le quali lo pulirete e l'asciugherete accuratamente per evitare irritazioni della pelle.



La foto che testimonia la tristezza di un cucciolo abbandonato, è stata ripresa dal sito dell'OIPA - Organizzazione Internazionale Protezione Animali.




0 
 Profilo  Citazione  
serafina I miei animali   Chi sono io     Post Inserito 19-06-2011 alle ore 14:26   



Registrato dal: 20-12-2009
Da: pisa

Iscritto al CV Forum Club
Messaggi : 5155

 262 

 OFF-Line
garzie Margherituccia....importantissimo da sapere ...in effetti se penso che stanno arrivando le vacanze e che chissà quanti cuccioli e non verranno abbandonati mi fa star di un male indescrivibile...
grazie davvero per le info importanti da conoscere io non le conoscevo...ed ho già fatto copia e incolla da tenere a portata di mano......


0 
 Profilo  Citazione  
Margherituccia I miei animali     Post Inserito 19-06-2011 alle ore 14:37   



Registrato dal: 14-03-2007
Da: Sassari/Alghero/Roma/Exilles

Iscritto al CV Forum Club
Messaggi : 4853

 436 

 OFF-Line
E' molto utile la compsizione dell'eventuale "pappa" anch'io ignoravo questa ricettina


0 
 Profilo  Citazione  
Annas La mia discussione preferita     Post Inserito 19-06-2011 alle ore 15:12   


CV STAFF

Registrato dal: 20-02-2009

Iscritto al CV Forum Club
Messaggi : 13009

 760 

 OFF-Line
Quote:

19-06-2011 alle ore 14:37, Margherituccia wrote:
E' molto utile la compsizione dell'eventuale "pappa" anch'io ignoravo questa ricettina



E' la vecchia universale ricetta del latte per cuccioli casalingo, una volta la fornivano tutti i veterinari di campagna Se in casa al momento non si dispone di panna va bene un poco di burro.


0 
 Profilo  Citazione  
Margherituccia I miei animali     Post Inserito 21-06-2011 alle ore 16:24   



Registrato dal: 14-03-2007
Da: Sassari/Alghero/Roma/Exilles

Iscritto al CV Forum Club
Messaggi : 4853

 436 

 OFF-Line
Qui in Sardegna in questo periodo e' un delirio, non si fa altro che sentire di cuccioli di cani o gatti abbandonati.
Ma le sterilizzazioni? Maledetta ignoranza


0 
 Profilo  Citazione  
Termini, condizioni e copyright
Regolamento
Hai un attività legata al mondo dei pets e vuoi farla conoscere ai visitatori di ClinicaVeterinaria.org?
Aderisci al programma di affiliazione

Generazione pagina: 1.237 Secondi